Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2009-3-19

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Massimiliano Larocca: La petite promenade du poète

Gentili amici, la foto che avete inserita non è di Dino Campana, ma appartiene a Filippo Tramonti

saluti

Paolo Pianigiani

(Paolo)

Grazie per la segnalazione, ma a quale delle foto ti riferisci esattamente? [CCG/AWS Staff]
19/3/2009 - 23:13
20 marzo 2003/20 marzo 2009: questo sito, come la guerra in Iraq (che c'è ancora, se mai non lo si sapesse), compie sei anni. “On line dalla sera del 20 marzo 2003, giorno in cui sono cominciati i bombardamenti statunitensi sull'Iraq”, recita una dicitura sulla homepage: continuiamo a andare avanti, giorno dopo giorno. Questo sito, come tutte le canzoni che ospita, non farà finire nessuna guerra: ma è un'opposizione che vogliamo continuare a manifestare. Tutti assieme.
Riccardo Venturi 19/3/2009 - 21:09
Downloadable! Video!

Cho một người vừa nằm xuống

Cho một người vừa nằm xuống, còn có tên khác là Hát cho người nằm xuống là bài hát được nhạc sĩ Trịnh Công Sơn viết khoảng giữa/cuối năm 1968, khi người bạn thân là cố Chuẩn tướng Không quân Lưu Kim Cương bỏ mình trong bom đạn. Lưu Kim Cương là tư lệnh Không đoàn 33 đến khi tử trận qua chiến dịch Mậu Thân đợt hai vào giữa năm 1968. Ông đã tử trận vì trúng đạn B-40 của quân đội miền Bắc Việt Nam, trong khi đang đi trên xe Jeep mang quân ra giải vây vành đai phi trường Tân Sơn Nhất vào sau Tết Mậu Thân 1968 (giai đoạn ác liệt nhất của Chiến tranh Việt Nam).[cần dẫn nguồn]

(vi.vikipedia, redirected from Thể loại:Nhạc phản chiến, redirected from en.wikipedia:Anti-war Songs)

The song title means: "For a just fallen person". It is dedicated to Lưu Kim Cương, a friend of the author who died in battle.

Il titolo della canzone significa: "Per una persona appena caduta". È dedicata a Lưu Kim Cương, un amico dell'autore che era morto in battaglia.
Anh nằm xuống sau một lần đã đến đây
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 19/3/2009 - 12:54
Downloadable! Video!

Agapito Malteni, ferroviere

(Il faudra bien que je traduise "Mélanie" pour les Extras!...je pourrais la dédier à don Curzio!)

Ego ?
(Don Curzio Nitoglia)

Tu! [RV]
19/3/2009 - 12:48
Video!

American Idiot

THE BEST GREEN DAY!!!!!!!!!!!!!!!
(GRN DY) 19/3/2009 - 11:56
Downloadable! Video!

Hellnation

[1985]
Album "Frankenchrist"
Hellnation's when they teach us
(continua)
inviata da Alessandro 19/3/2009 - 09:23

Verso la nuova frontiera

Devo avere una risposta
(continua)
inviata da Elisa 18/3/2009 - 23:37

Expérimentations agricoles

Expérimentations agricoles
Canzone française – Expérimentations agricoles – Marco Valdo M.I. – 2009

(Dachau Express - Suite en plusieurs tableaux.)

Expérimentations agricoles est la vingtième étape d'un cycle de chansons, intitulé Dachau Express, qui raconte l'histoire d'un jeune Italien qui déserta pour ne pas servir le fascisme; réfugié en France, il fut rendu par les pétainistes aux sbires du régime, emprisonné. Les étapes ultérieures de ce tour d'Italie un peu particulier se prolongent en Allemagne et racontent la suite de l'aventure qui se terminera à Dachau.
Comme on le découvrira ici, ces canzones racontent l'histoire d'un homme, aujourd'hui âgé de 88 ans, mais encore plein de vie, qui habite quelque part loin de l'Italie dans le Limbourg près de la frontière hollandaise, en pays flamand. Il s'appelle encore et toujours Joseph Porcu (en Italie, Giuseppe), il est né en Sardaigne... (continua)
Dachau, section plantage
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 18/3/2009 - 21:04

Fantozzi Antonio da Campiglia, deportato

Livorno 7 settembre 2004, da un'informazione di Antonio Fantozzi nipote. Si canta sull'aria della Giulia
Quarantaquattro, a Campiglia, di sera
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 18/3/2009 - 20:26

Tristi libagioni del compagno Cautela

1994, blues su musica di Marco del Giudice
Il compagno Cautela
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 18/3/2009 - 20:23

Black panther

Livorno 1966-7, musica originale
Nel 1690 una nave partiva dall'Africa Nera
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 18/3/2009 - 20:20

Totenweg

luglio-agosto 2002, Casola Lunigiana-Livorno; su
musica originale.

Il nome del comandante delle SS è
taciuto: ma non perché ignoto. Non merita di apparire
accanto a quelli delle sue vittime: meglio scompaia nel
gorgo dell'oblìo..
Il falco vola, romban i motori
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 18/3/2009 - 20:17
Downloadable! Video!

Nuvole a Vinca

Cogliamo anche l'occasione per ricordare che Vinca si trova a non molti chilometri da Villafranca in Lunigiana (MS), cittadina di cui è "sindaco" (ma forse sarebbe meglio dire "podestà") quel Lucio Barani che, dopo essere stato "craxista" di ferro nonché promotore di monumenti al povero "esule di Hammamet" (poi rimossi e messi all'asta), è passato -naturalmente- armi e bagagli al nazifascismo in salsa "PDL" (sigla che più opportunamente sarebbe da intendere come "Partito Dei Littori") risultando, una volta eletto in parlamento, il primo firmatario di un "disegno di legge" che assegna lo status di combattente a chi aderì alla Repubblica di Salò, "ai combattenti che ritennero onorevole la scelta a difesa del regime ferito e languente e aderirono a Salò" per usare le parole precise della proposta. Il bello è che questo signore continua a dire di essere un esponente del "Nuovo PSI"; ma forse... (continua)
Riccardo Venturi 18/3/2009 - 20:10
Downloadable! Video!

Life During Wartime

una delle migliori canzoni di billie joe...tutto vero quello che dice perciò non stiamo seduti a parlare delle bands...facciamo qualcosa
giulia che non vive senza green day 18/3/2009 - 19:54
Video!

La sepoltura dei morti

[1975]
Testo e musica degli Stormy Six
Lyrics and music by Stormy Six
Ora e sempre: Resistenza!
Now and Always: Resistance!
Maintenant et Toujours: Résistance!
Τώρα και πάντα: Αντίσταση!

Anni caldi questi. Siamo a metà degli anni settanta ed esattamente nel ’75 esce questo disco che è il più bell’esempio di “musica politica” mai prodotto in Italia. L'album “Un biglietto del tram” è il primo vero album decisamente originale e con forti contenuti politici degli Stormy Six. Forse è storia o forse è leggenda che a Milano alcune frange del “movimento” abbiano accusato gli Stormy Six di deviazionismo, la colpa: incidere dischi e, soprattutto, venderli! Questo è stato lo scotto di una notorietà costruita concerto dopo concerto, piazza dopo piazza. La grandezza di questo “progetto” è stata nella capacità di saper raccontare attraverso le “immagini”, un’Italia in guerra.

Il disco apre con... (continua)
Il mese d'aprile tra tutti è crudele,
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 18/3/2009 - 19:18
Video!

Dove l'aria è polvere

Alla fine, cara Laura Pausini, ce l'ho fatta ad inserirti nella tesina d'esame..... Laura sei la numero 1!!!!!!
marco 18/3/2009 - 17:57
Downloadable! Video!

The Ghost Of Tom Joad

.......COME DIREBBE VASCO ROSSI........SENZA PAROLE-------SOLO EMOZIONE......DIFFONDETE IL BOSS E LA SUA PAROLA.......PEACE AND LOVE.....
MIMMAISTER 18/3/2009 - 16:11
Video!

No Borders, No Nations

Amo questa canzone
Rickym87 18/3/2009 - 02:46
Downloadable! Video!

Soldier's Grin

[2008]
Album "At Mount Zoomer"
In my head it’s a city at night
(continua)
inviata da Alessandro 18/3/2009 - 00:17
Video!

Xορὸς τοῦ Zαλόγγου

L'episodio di Zalongo è ricordato nella canzone "Ragazzi, ragazzi della Grecia" che cantava Sofìa Vembo durante la guerra italo-greca sul fronte albanese (Ottobre 1940- Primavera 1941):

Παιδιά της Ελλάδος παιδιά

Στίχοι: Μίμης Τραϊφόρος
Μουσική: Μιχάλης Σουγιούλ
Πρώτη εκτέλεση: Σοφία Βέμπο

Μεσ' τους δρόμους τριγυρνάνε
οι μανάδες και κοιτάνε
ν' αντικρίσουνε,
τα παιδιά τους π' ορκιστήκαν
στο σταθμό όταν χωριστήκαν
να νικήσουνε.

Μα για 'κείνους που 'χουν φύγει
και η δόξα τους τυλίγει,
ας χαιρόμαστε,
και ποτέ καμιά ας μη κλάψει,
κάθε πόνο της ας κάψει,
κι ας ευχόμαστε:

Παιδιά, της Ελλάδος παιδιά,
που σκληρά πολεμάτε πάνω στα βουνά,
παιδιά στη γλυκιά Παναγιά
προσευχόμαστε όλες να 'ρθετε ξανά.

Λέω σ' όσες αγαπούνε
και για κάποιον ξενυχτούνε
και στενάζουνε,
πως η πίκρα κι η τρεμούλα
σε μια τίμια Ελληνοπούλα,
δεν ταιριάζουνε.

Ελληνίδες του Ζαλόγγου
και της πόλης και... (continua)
Gian Piero Testa 17/3/2009 - 19:37
Video!

Ο γίγαντας [π. Χ.]

17 marzo 2009

È la storia ed il mito di Prometeo, il gigante che dona il fuoco agli uomini che lo “ricompensano” con le catene, con la schiavitù eterna. I più valenti e importanti etnologi e filologi hanno sviscerato questo mito da ogni angolatura possibile, ma qui è bene leggerlo in chiave del tutto contemporanea, negli ironici versi di K.H.Myris, e relativamente alla recente storia greca. Gli “Annali” di Myris e Markopoulos non sono rivisitazioni del mito, così come -ad esempio- hanno fatto tutti i più grandi poeti contemporanei, da Ritsos a Seferis: sono cronache di fatti a partire dal 1922, dagli “Anni della catastrofe”; non per niente, questa canzone “introduttiva” è un'aggiunta al progetto originale. Il mito di Prometeo vuole qui significare non soltanto l'ingratitudine umana, ma l'abitudine di mettere fuori causa chi fornisce le armi per scannarsi (il “fuoco”), ed anche l'ingenuità... (continua)
IL GIGANTE
(continua)
17/3/2009 - 19:31

Στους χρόνους της καταστροφής [1922]

Piacenza, 17 marzo 2009

Gli “anni della catastrofe” di questa canzone sono quelli della guerra greco-turca che portò alla disfatta dell'idea imperialistica della “Grande Grecia” (Μεγάλη Ελλάς). Nel 1922 la vittoriosa controffensiva della Turchia guidata da Atatürk portò all'espulsione in massa dei greci dall'Asia Minore: una grecità millenaria veniva così ad essere totalmente sradicata. Nella storia greca moderna si tratta della “catastrofe” per antonomasia: con la sconfitta e una massa di profughi senza più nulla, si aprì il periodo di instabilità, di colpi di stato continui e di dittature che portarono a quella, durata fino all'invasione nazifascista, di Metaxas. [RV]
NEGLI ANNI DELLA CATASTROFE
(continua)
17/3/2009 - 17:21
Video!

¿Pesadilla o realidad?

INCUBO O REALTÀ?
(continua)
inviata da DonQuijote82 17/3/2009 - 12:52
Downloadable! Video!

The Only Good Fascist Is A Very Dead Fascist

Esce "Bande nere. Come vivono, chi sono, chi protegge i nuovi nazifascismi" (Bompiani, pp. 224, 17,00 euro), un libro in cui Paolo Berizzi inviato di La Repubblica, racconta il nuovo nazifascismo italiano. Un'inchiesta tra partiti, stadi, scuole e centri sociali

"Neofascisti e destra di governo a braccetto con nostalgia"
di Paolo Berizzi

da La Repubblica del 17 marzo 2009
Alessandro 17/3/2009 - 12:52
Video!

La Colmena

[2008]
Album: Lágrimas Y Gozos
Brilla el sol, todo está bajo control
(continua)
inviata da DonQuijote82 17/3/2009 - 12:42
Downloadable!

Oh, Mr. Disney!

[1981]
Album "The Curse of Zounds" (Rough Trade Records).
Oh! Mr. Disney where are you now?
(continua)
inviata da Alessandro 17/3/2009 - 08:22
Downloadable!

Target

1981]
Album "The Curse of Zounds" (Rough Trade Records).
I was living rather quietly by my village in the trees
(continua)
inviata da Alessandro 17/3/2009 - 08:20
Downloadable! Video!

The Great White Hunter

[1981]
Album "The Curse of Zounds" (Rough Trade Records).
I am the Great White Hunter
(continua)
inviata da Alessandro 17/3/2009 - 08:14
Downloadable! Video!

War

[1981]
Album "The Curse of Zounds" (Rough Trade Records).
War - War - War - War
(continua)
inviata da Alessandro 16/3/2009 - 23:27
Downloadable! Video!

Piero Ciampi: Livorno

Bell'articolo di Simone Coacci su Ondarock:

La guerra di Piero

"Le canzoni, il vino, le fughe, gli amori. Dall’oscura gavetta come primo e unico chansonnier italiano a Parigi, ai capolavori degli anni 70 che reinventeranno la nostra musica d’autore. Piero Ciampi è un'eccezione assoluta. Una porta che si spalanca sui mondi più oscuri e (im)possibili della patria canzone. Una vita a precipizio: fuori dalle logiche e dagli schemi. E una musica che le somiglia: eccentrica e avveniristica, spiazzante e inimitabile precorritrice della scena alternativa italiana. La guerra di Piero non finisce mai: perché "non si combatte con le armi ma col cuore"
Alessandro 16/3/2009 - 22:48




hosted by inventati.org