Maria Dimitriadi / Μαρία Δημητριάδη

Canzoni contro la guerra di Maria Dimitriadi / Μαρία Δημητριάδη


Maria Dimitriadi (Μαρία Δημητριάδη) è stata una delle principali interpreti greche di canzoni popolari d'arte e politiche dalla fine degli anni Sessanta fino alla sua prematura scomparsa nel gennaio del 2009. Il comune ricordo tende a cristallizzarla nel cliché di voce epica della classe lavoratrice e dell'antagonismo politico e sociale, così appannando quello della sua sensibilità lirica, del pari capace di trasmettere intensissime e vibratili emozioni individuali, per non parlare della vena ironica che seppe usare, urticante o sottile, in sempre giusta misura. La sua è stata una fisionomia artistica inconfondibile, ma assolutamente non monocorde, perché capace di aderire alla musica di compositori assai differenti l'uno dall'altro, come Theodorakis, Xarchakos, Mikroutsikos, Markopoulos, Hatzidakis, fino agli esperimenti di rock greco.
Nacque ad Atene, nel quartiere di Tavros, nel 1951. Dotata di una naturale attitudine al canto, come del resto la sorella, la bravissima cantante Afroditi Manou, esordì giovanissima, con il solo nome di Maria, nella colonna sonora di " Κορίτσια στον ήλιο /Ragazze al sole", un film firmato dal regista Vassilis Georghiadis e pluripremiato al festival di Salonicco 1968, che si avvaleva della sceneggiatura di Iakovos Kambanellis e della musica di Stavros Xarchakos. La canzone del film che la rivelò al pubblico fu " Ένα Πρωινό (Άνναμπελ)/ Un mattino (Annabel) "; ma tuttora non sono in molti a sapere che quella Maria altri non era che la futura, grande Dimitriadi. Sul piano politico, la ragazza nutriva spiccate simpatie per la rivoluzione maoista, e non tardò a mettere il suo talento a disposizione dei musicisti ostili alla Giunta militare che in quegli anni opprimeva il popolo greco. Nel 1969 interpretò dieci delle quattordici liriche che Yannis Markopoulos aveva musicato traendole da una delle prime raccolte (1943) del poeta Odisseo Elytis ('Ηλιος ο Πρωτος/ Sole il Primo) e così conobbe un nuovo successo con "Κάτω στης Μαργαρίτας τ'αλωνάκι/Giù nella piccola aia di Margherita", canzone non ancora politica, ma ispirata alla fantasia e alla psicologia infantili tanto care al futuro premio Nobel per la letteratura. Lo stesso anno la collaborazione con Yannis Markopoulos fece sì che il nome della Dimitriadi si legasse indissolubilmente, con quello di Nikos Xylouris, a un'opera gloriosa come "To Χρονικό/ Gli annali" (1970), su testi di K.H. Myris.
Nel 1971 fu la volta di Mikis Theodorakis, conosciuto nel 1968, che, liberato ed esiliato, la fece partecipare, a Parigi, all'incisione del suo "O Ήλιος και o χρόνος /Il Sole e il Tempo", accanto a Petros Pandìs e a Andonis Kaloyannis: opera intensissima, che la Dimitriadi reinterpretò da sola nel 1975. Sempre nel 1971 e sempre a Parigi partecipò a un altro importante disco di Theodorakis, "Τα λαϊκά/Le canzoni popolari" su testi di Manos Eleftheriou, accanto al Kaloyannis. Nello stesso anno a Londra partecipò, accanto a Maria Farandouri, Lakis Karalìs e allo stesso compositore, alla prima edizione (la seconda è del 1974) delle storiche " Tραγούδια του Αγώνα / Canzoni della lotta" su testi di autori diversi. La collaborazione con Mikis sarebbe ripresa nel 1980 con una sola canzone, su testo di Eleftheriou, "Il treno non partì mai per Katerini" nel disco a più mani " Δελτίο καιρού/Bollettino del tempo" e, nel 1991, con la riedizione di " Μήπως ζούμε σ' άλλη χώρα; /Viviamo forse in un altro paese ?", sempre di Eleftheriou, la cui prima edizione era stata incisa nel 1986 dallo stesso compositore in coppia con il musicista turco Zulfu Livanelli.
Il matrimonio con il musicista Andreas Mikroutsikos, allora maoista e oggi al centro di ogni sorta di gossip deprimenti, conosciuto durante i giorni del Politecnico, la rese cognata di Thanos, il quale si avvalse della sua voce nelle prime composizioni che l'avrebbero rapidamente collocato tra i massimi autori della musica popolare d'arte. Nel 1975 uscirono, di Thanos Mikroutsikos e con la voce della Dimitriadi, le " Πολιτικά τραγούδια/Canzoni politiche", su testi di Nazim Hikmet e di Wolf Biermann, che accompagnavano le speranze del nuovo corso politico seguente alla dittatura, e "laurearono" il compositore presso il pubblico.
La collaborazione tra Mikroutsikos e la cognata continuò fino al 1981 e diede vita a lavori assai importanti e impegnati quale la " Καντάτα για την Μακρόνησο / Cantata per Makronisso" su testo di Yannis Ritsos, e "Σπουδή σε ποιήματα του Βλαδίμηρου Μαγιακόβσκη/ Studio su poesie di Vladimir Majakovski", incisi sullo stesso disco nel 1976. Del 1978 è il loro bel disco di canzoni politiche "Τραγούδια της λευτεριάς/Canzoni della libertà", su testi di Fondas Ladis, Manolis Anaghnostakis, Yannis Ritsos, Bertolt Brecht e Alkis Alkeos, e del 1981 quell'antologia di canzoni resistenziali e rivoluzionarie "Τα αντάρτικα/ Le canzoni ribelli", riorchestrate e dirette da Mikroutsikos, che Maria quasi doveva al suo pubblico, fatto di lavoratori, di studenti e di tutti gli antifascisti greci, che lei, poco incline a commercializzare il proprio talento aprendo un locale personale o corteggiando le case discografiche, preferiva incontrare nelle manifestazioni politiche e sindacali e nei concerti all'aperto.
Alla nascita del figlio Sterghios, nel 1981, Maria mise in secondo piano l'attività artistica, decisa a occuparsi prevalentemente di lui. Seguirono poi difficoltà matrimoniali culminate nel divorzio da Andreas, proteso a una carriera televisiva che l'avrebbe più tardi trasformato in disinvolto, quando non cinico presentatore e patrono dei reality televisivi, tipo Il Grande Fratello, che da lui furono introdotti in Grecia. Dalla metà degli anni Ottanta e per quasi vent'anni la Dimitriadi non tornò in scena, pur incidendo un limitato numero di dischi in collaborazione con diversi compositori come Yorgos Stavrianòs (Έρημη πόλη/Città deserta, 1982, su testi dello stesso Stavrianos, di Lefteris Papadopoulos e di Manos Eleftheriou), Mihalis Tranoudakis (Η μυθολογία του Σαββάτου / La mitologia del sabato, 1985, su testi di Mihalis Hronàs)), Manos Hatzidakis (Για την Ελένη / Per Elena, 1985, su testi di Mihalis Bourboulis) e Stefanos Korkolìs (Το μαγικό κλειδί / La chiave magica, 1987, su testi di Paraskevas Karasoulos). Alla fine degli anni Ottanta stupì il suo pubblico con un disco di canzoni d'amore composte da giovani musicisti: "Οριστικά / Definitivamente", del 1989).
Non si trattava di un tradimento del personaggio cui il pubblico era abituato, ma di una più che legittima ricerca artistica e personale che, nel 1996, dopo essersi ritrovata in "Μήπως ζούμε σ' άλλη χώρα; /Viviamo forse in un altro paese ?" (1991) con un Mikis Theodorakis che stava, lui pure, ripensando liricamente la storia propria e collettiva, la spinse a mettersi a nuova prova con il genere rock nel disco "Αύριο/Domani (Musiche di S. Messimeris, V. Papakonstandinou, L. Macheritsas, H. Krokidis - Testi di S. Messimeris, M. Dimitriadi, A. Alkeos, V. Yannopoulos). Contemporaneamente modificava la sua immagine abituale, abbandonando l'ormai invecchiato stile della contestazione.
Ritornò sul palco nell'aprile del 2002, dopo aver artisticamente incontrato un giovane compositore, Thodorìs Ikonomou, al suo esordio con "Δον Κιχώτες / Don Chisciotte" su testo di Paraskevas Karasoulos. Si diceva felice di questo incontro di generazioni, e di potere ancora, come nella sua gioventù, accompagnare i primi passi di nuovi artisti.
Alcuni anni più tardi dovette intraprendere una difficile battaglia contro una rara malattia polmonare, difficile anche per le scarse risorse economiche di cui disponeva, non avendo mai posto grande attenzione ai profitti della sua trentennale attività artistica. La aiutò la sorella Afroditi, anche se ciò non valse a sconfiggere la malattia, di cui morì il 7 gennaio 2009 a solo 58 anni. Volle che le sue ceneri venissero disperse. (gpt)





Δισκογραφία
Προσωπικοί Δίσκοι

1975 Πολιτικά τραγούδια (Lyra) Thanos Mikroutisikos - Testi di Nazim Hikmet e Wolf Biermann
1976 Καντάτα για την Μακρόνησο (Musica di Thanos Mikroutsikos - Testo di Yannis Ritsos) / Σπουδή σε ποιήματα του Βλαδίμηρου Μαγιακόβσκη- (Musica di Thanos Mikroutsikos - Testo di V. Majakovski ) (Lyra)
1978 Τραγούδια της λευτεριάς - (Musica di Thanos Mikroutsikos - Testi F. Ladis, M. Anaghnostakis, Y. Ritsos, B. Brecht, A. Alkeos) (Lyra)

1980 Δελτίο καιρού (Musica di S. Xarchakos, M. Hatzidakis, M. Theodorakis, Y. Markopoulos, Th. Mikroutsikos - Testi di Manos Eleftheriou, Yannis Theodorakis, Mitsos Kasolas, Nikos Simeonidis, Alkis Alkeos) (CBS)
1981 Τα αντάρτικα (Orchestrazione e direzione di Thanos Mikroutsikos - Testi di autori vari e anonimi) (Lyra)
1982 Έρημη πόλη (Musica di Yorgos Stavrianos - Testi di Y. Stavrianos - L. Papadopoulos - M. Eleftheriou) (CBS)
1985 Για την Ελένη (Musica di Manos Hatzidakis - Testi di Mihalis Bourboulis) (Σείριος)
1985 Η μυθολογία του Σαββάτου (Musica di Mihalis Tranoudakis - Testi di Mihalis Hronàs) (Σείριος)
1987 Το μαγικό κλειδί ( Musica di Stefanos Korkolìs - Testi di Paraskevàs Karasoulas) (ΜΙΝΟS)
1989 Οριστικά (Lyra)

1990 Βιολιστή κατέβα απ' τη στέγη (Lyra)
1991 Μήπως ζούμε σ' άλλη χώρα (Musica di Mikis Theodorakis - Testo di Manos Eleftheriou) (Σείριος)
1995 Τραγουδά μεγάλους συνθέτες (Polydor)
1996 Αύριο (Musiche di S. Messimeris, V. Papakonstandinou, L. Macheritsas, H. Krokidis - Testi di S. Messimeris, M. Dimitriadi, A. Alkeos, V. Yannopoulos) (ΜΙΝΟS)

ΔΙΣΚΟΓΡΑΦΙΑ : Συμμετοχές

1968 Κορίτσια στον ήλιο (Musica di S. Xarchakos per il film) (Columbia)
1969 Ήλιος ο πρώτος (Musica di Y.Markopoulos - Testi di O. Elytis) (Philips)

1970 Χρονικό (Musica di Y. Markopoulos - Testi di K. H. Myris) (Philips)
1971 Ιερά οδός (Olympic)
1971
1971 e 1974 Tραγουδια του Αγωνα ( Musiche di Mikis Theodorakis su testi di AA.VV.) (Polydor e Minos)

1974 Σκλάβοι πολιορκημένοι (Lyra)
1971 e 1975 Ήλιος και χρόνος (Musica e testi di Mikis Theodorakis)(Polydor e Minos)
1977 Τροπάρια για φονιάδες (Lyra)
1977 Φουέντε Οβεχούνα (Lyra)

1981 Λεοντής-Μικρούτσικος: Συναυλίες 81 (CBS)
1982 Εμπάργκο (CBS)
1983 Αραπιά για λίγο πάψε να χτυπάς με το σπαθί (CBS)
1985 Νάμαστε πάλι εδώ Αντρέα (Columbia)
1986 Οι φόβοι του μεσημεριού (ΜΙΝΟS-FM Records)
1989 Κυριακάτικη εκδρομή (Lyra)

1992 Αχ! Πατρίδα μου γλυκειά (ΜΙΝΟS)
1992 Αναζήτησις (MBI)
1992 Τραγούδια του Σπήλιου Μεντή (Lyra)
1994 Στο καλντερίμι (Ανατολή)
1996 Παράρτημα Α' (Polydor)

Maria Dimitriadi (Greek: Μαρία Δημητριάδη) (1951 – January 6, 2009), was a Greek singer. She was considered a "total voice", primarily connected with political left-wing songs of the Junta and Metapolitefsi era in Greece, but she also experimented with other styles and genres, of a more lyrical tone.

Dimitriadi was born in 1951 in the athenian municipality of Tavros, where later she became a member of the municipal council. She was the older sister of the acclaimed Greek singer Aphrodite Manou.

Her career was connected with some of the greatest Greek composers, such as Stavros Xarhakos, with whom she recorded her debut single, "Ένα πρωινό", Mikis Theodorakis, Thanos Mikroutsikos, and later on, Giannis Markopoulos and Manos Hadjidakis.

She had a son, Stergios, with Greek television presenter Andreas Mikroutsikos. In later years, she had withdrawn from active singing and recording.

en.wikipedia

*

Η Μαρία Δημητριάδη (Αθήνα 1951 - 2009) υπήρξε ερμηνεύτρια που συνδέθηκε από νωρίς με το πολιτικό τραγούδι, αν και επιχείρησε αρκετές φορές στην καριέρα της και την ερμηνεία λυρικότερων στίχων.

Γεννήθηκε στον Ταύρο το 1951. Ξεκίνησε την καριέρα της στη δισκογραφία με το "Ένα Πρωινό (Άνναμπελ)", ένα ερωτικό τραγούδι που ακουγόταν στην ταινία «Κορίτσια στον ήλιο», με τον Γιάννη Βόγλη και την Αν Λόμπεργκ[1]. Ήταν βασική ερμηνεύτρια των τραγουδιών του Μίκη Θεοδωράκη και του Θάνου Μικρούτσικου. Ήταν από τις πρώτες τραγουδίστριες του Γιάννη Μαρκόπουλου. Στη δεκαετία το 80 επέστρεψε στη δισκογραφία ερμηνεύοντας έργα διαφορετικού ύφους, όπως Μάνο Χατζιδάκι και Στέφανο Κορκολή.

Η Μαρία Δημητριάδη ήταν η πρώτη σύζυγος του παρουσιαστή και μουσικού Ανδρέα Μικρούτσικου, με τον οποίο γνωρίστηκε κατά τη διάρκεια των γεγονότων του Πολυτεχνείου και με τον οποίο επίσης απέκτησε ένα γιο, χάριν του οποίου είχε αποσυρθεί από τη δισκογραφία. Υπήρξε επίσης στη δεκαετία 70 δημοτικός σύμβουλος στον δήμο Ταύρου. Απεβίωσε στις 7 Ιανουαρίου του 2009 στο νοσοκομείο '"Ευαγγελισμός", όπου είχε εισαχθεί για σπάνια πνευμονική νόσο. Επιθυμία της ήταν να μην ταφεί και να αποτεφρωθεί.

el.wikipedia