Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2010-1-23

Remove all filters

Judith à Caporetto

Judith à Caporetto

Canzone léviane – Judith à Caporetto – Marco Valdo M.I. – 2010
Cycle du Cahier ligné – 81

Judith à Caporetto est la huitante et unième chanson du Cycle du Cahier ligné, constitué d'éléments tirés du Quaderno a Cancelli de Carlo Levi.

Qu'est-ce que c'est encore que ce titre étrange ?, dit l'âne Lucien en mettant ses oreilles en points d'interrogation. Que vient faire Judith à Caporetto ou l'inverse, que Caporetto vient faire dans l'histoire de Judith, dont je crois d'ailleurs me souvenir que je l'avais rencontrée et même portée sur mon dos d'âne; c'était en Judée, il y a quelque temps et un peu après, elle avait égorgé un général... Quant Caporetto, n'est-ce pas ce lieu où il y eut une fameuse bataille avec plein de morts ?

Exact, Lucien mon ami l'âne. C'est bien de cette Judith et de ce Caporetto que parle la canzone. Pour le reste, je te laisse l'interprétation de... (Continues)
Exit Judith, sur sa chevelure portant
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/23 - 21:37
Video!

Riccardo Marasco: Via Panicale

[1972]
Testo e musica di Riccardo Marasco
Lyrics and Music by Riccardo Marasco
Album: Il Porcellino


A proposito di "Degrado"
di Riccardo Venturi

Via Panicale è una vecchia, vecchissima, stravecchia via del centro di Firenze, nel quartiere di San Lorenzo, nei pressi del Mercato Centrale. Chi è di Firenze, e forse anche qualcheduno che non lo è, saprà che il quartiere di San Lorenzo, da un bel po' di anni, è "nel mirino" di tutte quelle forze (politiche, mediatiche, e soprattutto affaristiche -che delle forze "politiche" e "mediatiche" si servono come braccio armato) che ne vorrebbero fare, come tutto il centro, una specie di finto "salottino". Ora, però, si dà il caso che via Panicale, come tutto il quartiere, proprio la vocazione a essere un salottino non ce l'abbia mai avuta; ma poco importa. Si mettono in campo le armi consuete di questo tempo, vale a dire il "degrado" e lasicurezza.... (Continues)
In una strada presso i' mercatino
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2010/1/23 - 18:54
Downloadable! Video!

Soldier

Dall'album "Thank You Christ For The Bomb" del 1970.
Soldier, fix your bayonet before the enemy come,
(Continues)
Contributed by Renato Stecca 2010/1/23 - 18:28
Video!

Libera terra

Version française – TERRE LIBRE – Marco Valdo M.I. – 2010
Chanson italienne – Libera Terra – Modena City Ramblers – 2009

Chanson dédiée à Libera, un mouvement contre les mafias ( et il y a du boulot...). Terre Libre parle explicitement de la Sicile... « Terre des cent pas ! », voir la chanson I cento passi, qui raconte l'histoire de Peppino Impastato, fils de mafieux assassiné par la mafia contre laquelle il luttait sans reculer.
TERRE LIBRE
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/23 - 18:26
Video!

Sarò anche pacifista, ma...

Version française – JE SERAIS BIEN PACIFISTE, MAIS... – Marco Valdo M.I. – 2010
Chanson italienne – Sarò anche pacifista, ma... – RAF Punk – 1981
JE SERAIS BIEN PACIFISTE, MAIS...
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/23 - 14:24
Downloadable! Video!

Gent che möör!

[2009]
Album :Dal profondo
Mi n’hu vist tanti da soci borla gio
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2010/1/23 - 13:48
Downloadable!

Reflect And Reminisce

[2007]
Album: Tales From The Asylum

"In this song I reflect on my life before the war, I know a lot of youngsters will relate to this. Beat was done by: D Rap Beats. An ILL Joint right here so check it out.."
(Talking:)
(Continues)
Contributed by giorgio 2010/1/23 - 12:27
Song Itineraries: Balkan Wars of the 90's
Video!

Non toccate la mia terra

Ritmi NO TAV
Autoporto di Susa, 19 gennaio 2010, ore 4.40. Un impressionante spiegamento di forze dell'ordine in assetto antisommossa protegge il posizionamento di una trivella. Ci si inizia a radunare intorno alle 3,30. Nel frattempo i NO TAV manifestano dissenso e rabbia con un assordante TAM TAM a margine dell'autostrada

adriana 2010/1/23 - 10:33
Downloadable!

Freedom

[2006]
"This track is about how I managed to escape the war with my mother and brother. it's only a rough version and will be done in a Studio when I complete it properly.. "
Woke up in a rail way station,
(Continues)
Contributed by giorgio 2010/1/23 - 08:39
Song Itineraries: Balkan Wars of the 90's
Video!

Proletario

Si alza presto ogni mattina
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2010/1/23 - 00:01
Video!

Per non dimenticare

Ricordati la storia e non dimenticare
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2010/1/22 - 23:58
Downloadable! Video!

Zolletta (Lettera a Enzo G. Baldoni)

Stamattina sono stato a un funerale. La cerimonia è andata via liscia e incolore finché alla fine il prete ha detto: «Ora il figlio vuole dire qualche parola». Il figlio, in dieci minuti, ha tratteggiato un ritratto vivo, affettuoso e vivace del padre. Un ritratto senza sbavature, né esagerazioni, né cedimenti al sentimentalismo. Ma quei dieci minuti hanno avuto più calore, colore e spessore di tutto il resto della cerimonia. Il papà era ancora lì tra noi, vivo, e questo sarà il ricordo che ne manterremo.
Ordunque, trascurando il fatto che io sono certamente immortale, se per qualche errore del Creatore prima o poi dovesse succedere anche a me di morire - evento verso cui serbo la più tranquilla e sorridente delle disposizioni - ecco le mie istruzioni per l'uso.
La mia bara posata a terra, in un ambiente possibilmente laico, ma va bene anche una chiesa, chi se ne frega. Potrebbe... (Continues)
DonQuijote82 2010/1/22 - 23:09
Downloadable! Video!

L'argonauta

©2008 Oloferne
Testo e Musica: A. Piccioni e G. Medici
Se segui la strada per Budapest
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2010/1/22 - 22:49
Downloadable! Video!

Le Déserteur

Danish recordings of Le Déserteur

Folkemusikeren Kjeld Ingrisch (1925-2000), har oversat og indspillet Desertøren med titlen Præsidenten på sin første LP Kjeld Ingrisch, Sonet SLP 1104, 1963 og senere på Sangen om Larsen, CD genudgivelse, 1996. Live udgave på Tønder Musik Festival 1976. Folkemusikeren Fin Alfred har indspillet Kjeld Ingrisch version på Den tapre Landsoldat, 2003. Også folkesangeren og politikeren Per Dichs (1926-1994) udgave i Thøger Olesens oversættelse er publiceret på En aften i folkeklubben, 1964; en LP, hvor også Cæsar og Poul Dissing optræder. Per Dichs udgave er bl.a. indspillet af Lars Alvad på Tæt på, 2006.
Holger Terp 2010/1/22 - 14:30
Video!

L'aquilone dei Balcani

Chanson italienne – L'Aquilone dei Balcani – Modena City Ramblers – 1996
LE CERF-VOLANT DES BALKANS
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/22 - 12:25
Video!

Dreamer

Contenuta nell'album Down to Earth (2001). Il messaggio universale di pace contenuto nel testo della canzone tradisce un evidente omaggio a John Lennon, come ben spiega la pagina inglese di Wikipedia:

Ozzy Osbourne compares "Dreamer" to John Lennon's hugely famous "Imagine", which contains the line: "You may say I'm a dreamer, but I'm not the only one." Ozzy has said himself that The Beatles have had a huge influence on him (he first decided that his way of getting out of "that shithole" was through music after hearing Twist and shout).
Gazing through the window at the world outside
(Continues)
Contributed by Alberto 2010/1/22 - 11:27
Downloadable! Video!

Brothers In Arms

"Brothers in arms" sarà la colonna sonora e base musicale di ARTINSIEME 2010, una iniziativa NO-PROFIT che unirà TUTTE le Artie la grande Arte-gianalità sarda in una manifestazione teatrale di Arte-Spettacolo sulla Guerra e contro la Guerra e parlerà di Memoria e Speranza.
Noi sconosciuti possiamo e dobbiamo!

La presentazione del Progetto puoi vederla grazie agli Amici di "Antiwar Songs" o, a semplice richiesta a kyalab@gmail.com

Rock'n'roll a tutti!

Ciao.
PierpaoloChia & KYALAB 2010/1/21 - 23:06

Debout !

Debout !

Canzone léviane – Debout ! – Marco Valdo M.I. – 2010
Cycle du Cahier ligné – 80

Debout ! est la quatre-vingtième chanson du Cycle du Cahier ligné, constitué d'éléments tirés du Quaderno a Cancelli de Carlo Levi.

Dis, Marco Valdo M.I. mon ami, pourquoi tu ne dis pas la huitantième chanson... ou la octantième, car nos amis italiens disent « ottantesima »; d'autant plus que tu as dit jusqu'ici septantième....

Là, Lucien mon ami l'âne savant et voyageur de l'espace et du temps, tu me charries... Car tu as dû en entendre des façons de compter... Mais qu'importe... En fait, il n'y a rien à comprendre ou à départager entre la numération décimale ou dodécimale ou duodécimale ( voir l'alexandrin... ou les heures du jour ou les mois de l'année) ou vigésimale ( la guerre de soixante-dix ou les quatre-vingts chasseurs, lesquels étaient regroupés dans le lit de la marquise, mais c'est là... (Continues)
Les héros des fables guérissent magiquement
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/21 - 21:17
Downloadable! Video!

Costitution constipée

[2008]
Testo e musica di Lapiro De Mbanga
Paroles et musique de Lapiro De Mbanga
Lyrics and music by Lapiro De Mbanga

Lapiro De Mbanga è stato imprigionato nel settembre 2008 per i testi di denuncia contro il potere autoritario del presidente del Camerun, Paul Biya. Molte organizzazioni ne chiedono il rilascio e contestano le violazioni dei diritti fondamentali da parte del governo di Yaoundé.

Senza creatività non ci possono essere né ricchezza, né cambiamenti sociali. Se le persone non sono libere di esprimere talenti e idee non è possibile un domani migliore.

È su questa convinzione che è stato istituito nel 2008 il Freedom to Create Prize, il premio per la libertà di creare, sostenuto dal gruppo ArtAction e da svariati intellettuali e artisti. È unico nel suo genere, poiché mette al centro l’arte, considerata strumento per combattere l’oppressione.

Una speciale sezione è chiamata... (Continues)
Libérez Big Katika, libérez Répé Ndoss,
(Continues)
Contributed by daniela -k.d.- 2010/1/21 - 19:32
Video!

Il terzo mondo

Chanson italienne – Il Terzo Mondo – Il Teatro degli Orrori
LE TIERS MONDE
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/21 - 14:53
Downloadable! Video!

Nuyol

[1983]
Album “Nuyol”

Da “New York”, una delle poesie scritte da Federico García Lorca tra il 1929 e il 1930 durante la sua permanenza presso la Columbia University e che compongono la raccolta “Poeta en Nueva York”. Nel settimo capitolo, “Vuelta a la ciudad”, Lorca descrive l’orgia di sangue che accompagna la vita quotidiana della grande città che tutto divora, uomini ed animali.
Nuyol è New York, così la chiamano i portoricani.
Debajo de las multiplicaciones
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/21 - 10:53

Canción para Vieques

[1980]
Album "Casi alba", con il gruppo Aires Bucaneros.
Scritta da Zoraida Santiago.

Come l'omonima Canción para Vieques, un'altra canzone dedicata alla lotta dei portoricani contro i bombardamenti e altre pratiche militari svolte per 60 anni, a partire dal secondo dopoguerra, dalla US Navy sull'isola di Vieques dopo averla sottratta con la forza ai suoi abitanti. Solo nel 2003, dando seguito ad un accordo sottoscritto tra Bill Clinton e il governatore di Puerto Rico Pedro Rosselló, George W, Bush ordinò il ritiro dell'esercito dall'isola.
Mar de plata en la noche
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/21 - 10:37

Canción a Pedro

[1973]
Album “Roy Brown III”

Canzone dedicata a Pedro Albizu Campos (1893-1965), avvocato e leader indipendentista portoricano, più volte incarcerato nelle prigioni federali statunitensi per la sua attività rivoluzionaria. Nel 1950 fu uno dei protagonisti del “Grito de Jayuya”, un’insurrezione armata contro gli USA che culminò nel tantativo di assassinare il presidente Harry S. Truman a Washington. Anche allora Albizu venne incarcerato e su di lui, come su molti altri prigionieri, furono pure condotti esperimenti radiologici che ne minarono irrimediabilmente la salute. Solo nel 1994, sotto la presidenza Clinton, il governo ammise che tra il 1950 e il 1970 in alcuni penitenziari americani erano stati effettivamente condotti esperimenti segreti su cavie umane, a loro insaputa, che consistevano nell’esposizione a massicce dosi di radiazioni…
Su nombre era piedra,
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/21 - 10:12

Canción de paz

[1973]
Album "Roy Brown III"

Testo trovato su Cancioneros.com
Una canción de paz,
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/21 - 09:51
Video!

Descarga Nº 51

[1971]
Album “Basta ya... Revolución”

Testo trovato su Cancioneros.com
Allí está el galán
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/21 - 09:48
Video!

Emigre

[2006]
Album "For Blood and Empire"

Testo ispirato alla poesia "Prima vennero..." di Martin Niemöller, quella che molto spesso viene attribuita a "Bertolt Brecht", che poi altri non è che uno dei tanti alias di Riccardo Venturi, aka Richard Scoccianté, aka Stanislao Moulinsky, l'asso dei travestimenti (ma - attenzione - potrebbe trattarsi anche del suo allievo prediletto, Bartolomeo Pestalozzi da Pinerolo)...

[Scusa per il "Bertold", Riccardo... è che quando mi capita di scrivere 'sto nome mi viene subito in mente la storiella di "Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno" nella versione che mi raccontava la mi' povera nonna, quella aretina, quando ero pischello...]
First they came for the Communists, and I did not speak out.
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/21 - 08:43
Video!

Alt!

Version française – HALTE ! – Marco Valdo M.I. – 2010
Chanson italienne – Alt ! – Il Teatro degli Orrori
HALTE !
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/20 - 22:07
Video!

Luglio, agosto, settembre (nero)

Sto ascoltando "Razboj" un disco di musica tradizionale macedone inciso nel 2008 per la ECM da DRAGAN DAUTOVSKI. Al secondo brano, "Doce, doce", uno strumentale, sono rimasto sorpreso ritrovando la musica che ascoltai oltre 35 anni fa nel famoso brano degli Area! Consiglio comunque a chiunque ami la buona musica l'ascolto di questo "Razboj". Ottimo sito.
odradek 2010/1/20 - 17:34

Antonia murió de un balazo

[1971]
Album “Basta ya... Revolución”

Testo trovato su Cancioneros.com

Antonia Martínez Lagares era una studentessa portoricana di 16 anni che il 4 marzo 1970, venne uccisa dalle pallottole sparate dalle forze della repressione contro una manifestazione all’università di Río Piedras a San Juan de Puerto Rico. Il capo della polizia si chiamava Luis Torres Masa, mentre Jaime Benítez Rexach era l’allora rettore dell’università. Ma a sparare sugli studenti che protestavano contro la guerra in Vietnam furono anche marines e riservisti statunitensi.
Purtroppo, se tutti rammentano i quattro studenti bianchi uccisi dall’esercito nel 1970 alla Kent University dell’Ohio, raramente qualcuno si ricorda dei tanti studenti di colore, come Antonia, che in quegli anni fecero la stessa fine per testimoniare gli stessi ideali…
Canta el mar
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/20 - 16:25
Video!

Señor inversionista

[1970]
Album "Yo protesto", con Henri Vázquez y Los Quintos

Testo trovato su Cancioneros.com
Señor inversionista,
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/20 - 15:54
Video!

Míster con macana

[1970]
Album "Yo protesto"
Con il gruppo Henri Vázquez y Los Quintos

Testo trovato su Cancioneros.com
Estaba y que lloviendo
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/20 - 15:50
Video!

Monón

[1970]
Nell’album “Yo protesto” e nel disco collettivo “Viva Puerto Rico Libre” del 1978.
Presente anche, in una versione attualizzata (si vedano nel testo i versi indicati in corsivo tra parentesi), nell’album “1970: El Concierto” registrato dal vivo a Puerto Rico nel 2005.
El señor don Jiménez, ah, vio
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/20 - 15:41
Video!

Francisco Alberto, ¡caramba!

[1974]
Album "Dominican Republic: La Hora Esta Llegando! The Time Is Coming" (Paredon Records)
Letra: Chico Gonzales
Musica: Ramón Leonardo

Francisco Alberto Caamaño Deñó, il "Comandante Román", è stato un militare e rivoluzionario dominicano, protagonista della rivoluzione dell’aprile 1965 subito stroncata, nel giugno dello stesso anno, dall’intervento militare nord-americano con l’obiettivo di imporre, sotto la minaccia delle armi e attraverso finte elezioni, un presidente gradito alla Casa Bianca e individuato in Joaquín Balaguer. Sotto la presidenza Balaguer (1966-1978) la repressione contro l’opposizione di sinistra e rivoluzionaria fu molto forte e numerosi furono gli omicidi politici. Nel 1973 Francisco Alberto Caamaño, stanco di assistere impotente dal suo esilio londinese alla mattanza dei suoi compagni, decise di rientrare clandestinamente a Santo Domingo per aprire un fronte... (Continues)
Caramba caramba
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/20 - 13:37

Le Sommeil Tranquille de Koutouzov

Le Sommeil Tranquille de Koutouzov

Canzone léviane – Le Sommeil Tranquille de Koutouzov – Marco Valdo M.I. – 2010
Cycle du Cahier ligné – 79

Le Sommeil Tranquille de Koutouzov est la septante-neuvième chanson du Cycle du Cahier ligné, constitué d'éléments tirés du Quaderno a Cancelli de Carlo Levi.

« Koutouzov, dont l'uniforme déboutonné laissait prendre l'air à son large cou de taureau, enfoncé dans un fauteuil à la Voltaire, ses petites mains potelées de vieillard symétriquement posées sur les bras du fauteuil, paraissait endormi, mais le son de la voix de Weirother lui fit ouvrir avec effort l'œil qui lui restait.
«Oui, je vous en prie, autrement il sera trop tard...»
Et sa tête retomba sur sa poitrine, et son œil se referma.
Quand la lecture commença, les membres du conseil auraient pu croire qu'il faisait semblant de dormir, mais son ronflement sonore leur prouva bientôt qu'il... (Continues)
Les armées ont engagé la bataille.
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/20 - 11:21
Video!

Que la tortilla se vuelva

QUE L’OMELETTE SE RETOURNE
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/20 - 09:36
Video!

The Song Of Crazy Horse

The Song of Crazy Horse
Words & Music by: J D Blackfoot © 1973 Published by: Tokala Music

La canzone narra della vita di Cavallo Pazzo, e nel contempo, e attraverso la Storia di questo leggendario eroe, delle brutte sorti dei Nativi Americani.
N.B.In uno dei miei blog ho fatto un post relativo alla canzone e a Cavallo Pazzo:
Non so se va bene. In ogni caso, da lì si può attingere sia riguardo la canzone che Cavallo Pazzo.
You took his land and you ate his corn,
(Continues)
Contributed by Natale Adornetto 2010/1/20 - 05:41
Song Itineraries: Native American Genocide

Key To Heaven

I had a bad day
(Continues)
Contributed by Henry Snow 2010/1/20 - 01:09
Video!

Easter Mourning

When I was a child I learned about Jesus,
(Continues)
Contributed by Henry Snow 2010/1/20 - 01:06

Chanson des Sans-voix

Chanson des Sans-voix

Chanson française – Francesca Solleville - Paroles et Musique: Gilbert Laffaille   2005  "Canis bulle"
C'est du blues et du gospel
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/19 - 17:36
Downloadable! Video!

Allons n'enfants

Allons n'enfants

Chanson française – Francesca Solleville - 1996

Paroles: Allain Leprest. Musique: Gérard Pierron   1996  "Spectacle Al dente"
En avant, les n'enfants
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/19 - 17:25
Downloadable! Video!

El tren blindado

Anonymous
LE TRAIN BLINDÉ
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/19 - 11:56
Video!

Li pirati a Palermu

à partir de la version italienne de Gabriele – I PIRATI A PALERMO
Chanson sicilienne – Li pirati a Palermu - Rosa Balistreri – 1969


Un poème célèbre d' Ignazio Buttitta auquel Rosa Balistreri donna la mélodie, je crois, en 1969.
LES PIRATES À PALERME
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/19 - 11:19
Downloadable!

I Have A Dream

non servono commenti per descrivere il contenuto di questo discorso. sono parole che risuonano ancora forti nell'aria, parole di ferro, parole di speranza.. oggi il razzismo è ancora vivo, ma grazie al coraggio di alcune persone molte barriere sono state spezzate..
“Sono onorato di aderire con voi a quella che passerà alla storia come la più grande dimostrazione di libertà della nostra nazione.
(Continues)
Contributed by federica 2010/1/18 - 22:08
Video!

All’Asinara

Version française – À L'ASINARA – Marco Valdo M.I. – 2010
Chanson italienne – All’Asinara – Massimo Liberatore – 2007

Tiens, Lucien...., voilà un ami des ânes mais peut-être l'as-tu déjà croisé ? Il porte un beau nom et sa chanson sur l'Asinara est véritablement très belle et poétique en diable.

Holà, Marco Valdo M.I. mon ami, l'Asinara... Comment veux-tu que je ne la connaisse pas cette île des ânes blancs... Et puis rien que son nom en fait une île d'ânes, une « asinière », un refuge pour les ânes... Un très bel endroit au large de la Sardaigne, qui est elle-même un pays des ânes. Dommage que pendant longtemps, ils l'aient réduite à une prison... réduire l'île des ânes blancs à une galère, quelle honte ! Et voilà-t-il pas qu'ils recommencent...

Mais avec çà, Lucien mon ami l'âne noir comme diamant d'Afrique, j'aimerais bien savoir qui sont ces deux « petits passereaux » dont parle la chanson...

Ainsi Parlaient Marco Valdo M.I. et Lucien Lane
À L'ASINARA
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2010/1/18 - 12:56
Video!

Me lo decía mi abuelito

In questa versione, la fine dell'ultima strofa appare ancora più forte dell'originale, con un diretto richiamo agli eserciti ed alle guerre:

La terra, il mare e il sole
appartengono a quelli che marciano
sui corpi dei loro simili
(che calpestano i loro simili)
MON GRAND-PÈRE ME LE DISAIT
(Continues)
Contributed by Alessandro 2010/1/18 - 11:06




hosted by inventati.org