Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Before 2009-3-22

Remove all filters
Video!

Gegen den Krieg

Segnalo come - ancora nel 1990 - due parti del testo fossero state riprese, lievemente elaborate e poi musicate per Chitarre Di Pace:

MIO GENERALE

Generale,
il tuo carro armato
è una macchina potente:
spiana un bosco
e sfracella cento uomini.
Ma ha un difetto,
ma ha un difetto:
ha bisogno di un carrista.

Generale,
il tuo bombardiere
è una macchina potente:
vola più rapido di una tempesta
e porta più di n elefante
Ma ha un difetto,
ma ha un difetto:
ha bisogno di un meccanico.

Generale,
l’uomo fa di tutto
può volare e può uccidere
l’uomo fa di tutto
può volare e può uccidere
Ma ha un difetto,
ma ha un difetto:
può pensare.

LA GUERRA CHE VERRA'

La guerra che verrà non è la prima,
prima ci sono state altre guerre.
Alla fine dell’ultima
c’eran vincitori e c’eran vinti.

La guerra che verrà non è la prima,
prima ci sono state altre guerre.
Alla fine dell’ultima... (Continues)
Fabio Bello 2009/3/22 - 22:28

Un arcobaleno


CHITARRE DI PACE
SPETTACOLO DI CANZONI E TESTI
SULLA PACE E/O CONTRO LA GUERRA


Testi e musiche di Fabio Bello

I testi originali sono liberamente utilizzabili non a fine di lucro, previa citazione dell'autore.
Per gli altri testi citati o linkati, fare riferimento ai titolari dei diritti.
Per l'ascolto e/o l'utilizzo delle musiche originali è richiesto un contatto diretto.
Lo spettacolo al momento non è più disponibile.


UN ARCOBALENO
(testo: Tali Sorek; musica e adattamento: Fabio Bello)

Questa poesia - che circola da parecchi anni - è attribuita ora a una bambina israeliana ora a una meno definita bambina mediorientale, l'età riferita per l'autrice al momento della composizione è variabile fra i 12 e 13 anni. La stessa grafia del nome varia da fonte a fonte.
Avevo una scatola di colori
(Continues)
Contributed by Fabio Bello 2009/3/22 - 22:09
Video!

Vorrei (Una canzone per Felicia)

Testo e musica di Flavio Oreglio e Dario Canossi
Dedicata a Peppino Impastato

2008
Giù Non è stato facile cadere così in basso
Se tu sei stato fuoco, fuoco diventeremo
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2009/3/22 - 21:40
Video!

Razza predona

(1994)
Album: "Bàss paradis"
La vita a l'è propi na fregadura
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2009/3/22 - 21:24
Video!

Resistenza, marzo '95

Sai, restare qui non fa per me
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2009/3/22 - 21:21
Video!

Le leggende di un popolo

Da una storia da raccontare del 1998

Il testo in inglese è recitato da Duane Hollow Horn Bear e sua figlia della tribù dei Lakota-Sicangu
I have no more words
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2009/3/22 - 20:40
Song Itineraries: Native American Genocide
Downloadable! Video!

Vitti na crozza

Ho letto con interesse tutta la diatriba sulla traduzione di alcune parole. Credo di poter dare un piccolo parere in merito alla traduzione della parola "cannuni". Trattandosi di un canto di minatori, infatti, ritengo che questo termine indichi l'ingresso della miniera.

Attendo commenti
Alessandro 2009/3/22 - 17:12
Video!

Đại bác ru đêm

22 marzo 2009
(dalla versione inglese)

La versione inglese è in alcuni punti poco chiara, e quindi la seguente versione italiana ne risente per forza di cose.
I CANNONI CULLANO LA NOTTE
(Continues)
2009/3/22 - 11:47
Downloadable! Video!

Lady USA

Via mail, Tommaso ha proposto alcune canzoni decisamente "in topic" non soltanto per il percorso sulla Destra e il Reazionarismo contro e nella guerra, ma anche per altri percorsi. Dell'antiamericanismo dell'estrema destra "classica" abbiamo già accennato nel commento a Hiroshima; antiamericanismo che appare ancora più chiaro in questa canzone del medesimo gruppo. Qui la cosa si fa ancor più interessante, perché accanto a Hiroshima (un tema privilegiato e "naturale", come più volte abbiamo avuto occasione di dire), compaiono temi e situazioni certamente ben presenti in canzoni e gruppi di matrice del tutto opposta: lo sterminio dei nativi americani (si veda anche Wounded Knee 1890), la Palestina (con un accenno al "Corano contro l'oro" che fa letteralmente a cazzotti con l'attuale islamofobia -una cosa senz'altro da sottolineare!), la guerra nel Vietnam dalla parte dei vietnamiti e persino un accenno al Laos -del tutto raro nelle canzoni di qualsiasi matrice ideale e politica. [CCG/AWS Staff]
Sulle colline lungo il fiume, la rugiada del mattino
(Continues)
Contributed by Tommaso + CCG/AWS Staff 2009/3/22 - 00:57

Hiroshima

Via mail, Tommaso ha proposto alcune canzoni decisamente "in topic" non soltanto per il percorso sulla Destra e il Reazionarismo contro e nella guerra, ma anche per altri percorsi. Tra di essi, è quasi naturale e logico che Hiroshima vi occupi una posizione privilegiata. In questa canzone degli Hobbit è ben presente l'originario antiamericanismo della destra estrema "classica" (utilizziamo questo termine in mancanza di meglio), un antiamericanismo tuttora mantenuto da quelle componenti della "galassia di destra" che non si sono allineate ai vari "nuovi corsi" (quelli che portano, per intendersi, Gianfranco Fini allo Yad Vashem con la kippah in testa). [CCG/AWS Staff]
Volava sopra il cielo di Hiroshima
(Continues)
Contributed by Tommaso + CCG/AWS Staff 2009/3/22 - 00:46
Video!

Tejo que levas as águas

Música/Musica: Adriano Correia de Oliveira
Letra/Testo: Manuel da Fonseca
Intérprete/Interprete: Adriano Correia de Oliveira




Poesia di Manuel da Fonseca (1913-1993), un grande poeta e narratore alentejano. Una sorta di "invito al diluvio": che il grande Tago, con la sua corrente, si porti via le tristezze, i mali, le ingiustizie, la fame, il terrore poliziesco e i "vizi sotto le virtù" della tragica Lisbona salazarista. [CCG/AWS Staff]
Tejo que levas as águas
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2009/3/22 - 00:26
Video!

O tempo é de guerra

[1969]
Letra e música: Vieira da Silva
Testo e musica: Vieira da Silva


Scritta nel 1969, O tempo é de guerra fu, assieme a tutto il disco in cui era contenuta, fatta sequestrare dalla PIDE, la polizia segreta salazarista. Ne riprendiamo il testo da LyricsTime. Da Palavras com sentido, il sito di Vieira da Silva, è possibile ascoltare la canzone, ma non scaricarla. [CCG/AWS Staff]
Os barcos são estes
(Continues)
Contributed by CCG/AWS Staff 2009/3/22 - 00:06

Le Salut au Drapeau

Le Salut au Drapeau

à la manière de Paul Déroulède
Par Charles Müller et Paul Reboux

Pasticheurs de première classe, Müller et Reboux ont exécuté – d'un seul coup d'un seul, avec ce Salut au Drapeau, la chanson patriotarde et militaire, tout autant que ce qui la sous tend : le nationalisme. Leur ironie est cinglante. Elle explose littéralement à la fin du poème, pastiche du plus célèbre poème de Paul Déroulède : Le Clairon (1873), qui devint chanson et hanta tous les cercles polémophiles jusque et y compris au delà de la guerre suivante : celle de 14-18 – la préférée de Georges Brassens, comme l'on sait.
Résumons Déroulède (on trouve facilement le texte de son Clairon), j'en extrais quelques vers (si l'on peut dire... de ce cadavre) :

L'air est pur, la route est large,
Le Clairon sonne la charge,
Les Zouaves vont chantant,
(jusque là, tout va bien !)...
A la première décharge,
Le... (Continues)
C'était un géant, un beau capitaine;
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2009/3/21 - 21:23

Enola Gay

InSeDiA
Via mail, Tommaso ha proposto alcune canzoni decisamente "in topic" non soltanto per il percorso sulla Destra e il Reazionarismo contro e nella guerra, ma anche per altri percorsi. Tra di essi, è quasi naturale e logico che Hiroshima vi occupi una posizione privilegiata. Ma in questa canzone degli InSeDiA ("Innato Senso Di Allergia") trova posto anche il bombardamento su Dresda. A tale riguardo, così tanto per creare un po' di spunti e di stimoli, ricordiamo che tale funesto episodio non è stato soltanto uno dei cavalli di battaglia del fascista negazionista David Irving, ma anche il background storico di Mattatoio n° 5 di Kurt Vonnegut Jr.; e ci piace assai mischiare le carte, senza prosciutti e senza paura di farlo. [CCG/AWS Staff]
Esporti in tutto il mondo civiltà e blu jeans
(Continues)
Contributed by Tommaso + CCG/AWS Staff 2009/3/21 - 16:55
Video!

Lásko!

Je trouve cet hommage à Karel Kryl passionnant et j'ai donc repris – à partir de la remarque de Martina – les deux textes (italiens) : celui de Martina et Alessandro et celui d'Alessio Lega avec la traduction française de R.V.
J'ai traduit (pour voir ce que la chose donnerait en français) le texte de Martina et Alessandro et celui d'Alessio Lega.
Tout ceci engendra un jeu de miroirs que je me fais le plaisir de soumettre aux amis de Canzoni contro la Guerra.
J'espère ainsi donner une idée de ce que les traductions sont comme les vagues de la mer, toutes semblables et toutes toujours différentes, toutes luisantes sous le soleil et brillantes sous la nuit, éternellement variables.

Ceci me met en mémoire le pavillon hongrois à l'exposition universelle de Lisbonne, entièrement consacrée à la mer. Que venaient faire les Hongrois (ici, moi) dans cette galère ? Très conscients de leur incongruité,... (Continues)
MON AMOUR (I)
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2009/3/21 - 15:59
Video!

Sono nata il ventuno a Primavera

Auguri, Proserpina Lieve!
CCG/AWS Staff 2009/3/21 - 12:46
Video!

Lásko!

Grazie per le questi testi di Karel Kryl.
Sono Cecoslovacco - come era Karel Kryl.
Non sono ceco - non sono neanche slovacco ...
Un saluto a tutti e grazie di cuore a Martina che lei fa tanto lavoro per conoscere meglio Karel Kryl !
Mi scusate ma io non studiato lingua italiana :-)

Branislav Čaňo

Zvolen
Branislav Čaňo 2009/3/21 - 12:05

Que nenni ! T'en as menti !

Que nenni ! T'en as menti !

Canzone française – Que nenni ! T'en as menti ! – Marco Valdo M.I. – 2009

(Dachau Express - Suite en plusieurs tableaux.)

Que nenni ! T'en as menti ! est la vingtième et unième étape d'un cycle de chansons, intitulé Dachau Express, qui raconte l'histoire d'un jeune Italien qui déserta pour ne pas servir le fascisme; réfugié en France, il fut rendu par les pétainistes aux sbires du régime, emprisonné. Les étapes ultérieures de ce tour d'Italie un peu particulier se prolongent en Allemagne et racontent la suite de l'aventure qui se terminera à Dachau.
Comme on le découvrira ici, ces canzones racontent l'histoire d'un homme, aujourd'hui âgé de 88 ans, mais encore plein de vie, qui habite quelque part loin de l'Italie dans le Limbourg près de la frontière hollandaise, en pays flamand. Il s'appelle encore et toujours Joseph Porcu (en Italie, Giuseppe), il est... (Continues)
1943 : 2 octobre,
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2009/3/20 - 22:47
Downloadable! Video!

Eppure soffia

canzone bellissima grande BERTOLI
2009/3/20 - 19:57
Video!

Pauvre Rutebeuf, ou Complainte de l'amitié

[1955]
Collage di versi di Rutebeuf, o Rudebœuf (?1230 - 1285)
da: La Complainte Rutebeuf (1249?) e La Griesche d'Hiver
Effettuato da Léo Ferré in francese moderno
Interpretazioni: 1955 /studio/, 1958, 1984, 1986
Catherine Sauvage (1956)
Jacques Douai (1957)
Joan Baez (1965)
Hugues Aufray (1967)
Hélène Martin (1983)
James Ollivier (1988)
Philippe Léotard (1994)
Marc Ogeret (1999)
ed anche: Cora Vaucaire, Nana Mouskouri, Dani Kein, Véronique Chalot.

Assemblage de verses de Rutebeuf, ou Rudebœuf (?1230 - 1285)
d'après: La Complainte Rutebeuf (1249?) et La Griesche d'Hiver
Effectué par Léo Ferré en français moderne
Interprétations: 1955 /studio/, 1958, 1984, 1986
Catherine Sauvage (1956)
Jacques Douai (1957)
Joan Baez (1965)
Hugues Aufray (1967)
Hélène Martin (1983)
James Ollivier (1988)
Philippe Léotard (1994)
Marc Ogeret (1999)
et aussi: Cora Vaucaire, Nana Mouskouri,... (Continues)
Que sont mes amis devenus
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2009/3/20 - 16:51
Video!

Vert de colère

[1998]
Album "La bête est revenue"
Je suis vert, vert, vert,
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/3/20 - 13:13
Downloadable! Video!

Ninna nanna delle dodici mamme

Ho sentito questa bella canzone alla radio qui in Australia qualche settimana fa, pero` senza capire tutte le parole (sto imparando l'italiano). Ora, grazie a Lei, posso leggerla, e piangere un po`...

Catherine
Catherine in Australia 2009/3/20 - 10:34
Video!

Fantazzini

Livorno, gennaio 2002.
Sull'aria del corrido Nuestro México, febrero veintitrés
Quest’è la storia d’un giovane d’altri tempi
(Continues)
Contributed by Riccardo e Adriana 2009/3/20 - 08:12

Totenweg

Version française – Totenweg – Marco Valdo M.I. – 2009
Chanson italienne – Totenweg – Pardo Fornaciari - 2002

Le nom du commandant SS est tu ; mais pas parce qu'il n'est pas connu. Il ne mérite pas de figurer à côté de celui de ses victimes. Il vaut mieux qu'il disparaisse dans le gouffre de l'oubli.

Commentaire de Marco Valdo M.I.

Dans le livre dont j'avais tiré « L'insurrection de Florence » (Uomini e Città della Resistenza – Edizione Laterza 1953), Piero Calamandrei raconte certaines de ces luttes dans la province apuane et notamment, l'histoire du « zoccolo di Genny », du sabot de Genny et c'est précisément cette fin tragique de Genny dans les flammes qui illustre la couverture de la première édition. Le dessin est de Carlo Levi. C'est ainsi de Levi à Calamandrei que j'ai connu, loin d'Italie, bien de ces épouvantables massacres orchestrés par les séides de la peste brune et noire,... (Continues)
TOTENWEG
(Continues)
Contributed by Marco Valdo M.I. 2009/3/20 - 00:02
Downloadable! Video!

Massimiliano Larocca: La petite promenade du poète

Gentili amici, la foto che avete inserita non è di Dino Campana, ma appartiene a Filippo Tramonti

saluti

Paolo Pianigiani

(Paolo)

Grazie per la segnalazione, ma a quale delle foto ti riferisci esattamente? [CCG/AWS Staff]
2009/3/19 - 23:13
March 20, 2003/March 20, 2009: this website, like the Iraqi war (still in course, if you ever don't know), is going to be six years old. “On line since the night of 2003/3/20, the day the US launched their attack on Iraq”, says a homepage caption: and we keep on going, day after day. This website, like all songs included in it, won't put an end to any war: it's our opposition, that we want to express on. All together.
Riccardo Venturi 2009/3/19 - 21:10
Downloadable! Video!

Cho một người vừa nằm xuống

Cho một người vừa nằm xuống, còn có tên khác là Hát cho người nằm xuống là bài hát được nhạc sĩ Trịnh Công Sơn viết khoảng giữa/cuối năm 1968, khi người bạn thân là cố Chuẩn tướng Không quân Lưu Kim Cương bỏ mình trong bom đạn. Lưu Kim Cương là tư lệnh Không đoàn 33 đến khi tử trận qua chiến dịch Mậu Thân đợt hai vào giữa năm 1968. Ông đã tử trận vì trúng đạn B-40 của quân đội miền Bắc Việt Nam, trong khi đang đi trên xe Jeep mang quân ra giải vây vành đai phi trường Tân Sơn Nhất vào sau Tết Mậu Thân 1968 (giai đoạn ác liệt nhất của Chiến tranh Việt Nam).[cần dẫn nguồn]

(vi.vikipedia, redirected from Thể loại:Nhạc phản chiến, redirected from en.wikipedia:Anti-war Songs)

The song title means: "For a just fallen person". It is dedicated to Lưu Kim Cương, a friend of the author who died in battle.

Il titolo della canzone significa: "Per una persona appena caduta". È dedicata a Lưu Kim Cương, un amico dell'autore che era morto in battaglia.
Anh nằm xuống sau một lần đã đến đây
(Continues)
Contributed by CCG/AWS Staff 2009/3/19 - 12:54
Downloadable! Video!

Agapito Malteni, ferroviere

(Il faudra bien que je traduise "Mélanie" pour les Extras!...je pourrais la dédier à don Curzio!)

Ego ?
(Don Curzio Nitoglia)

Tu! [RV]
2009/3/19 - 12:48
Video!

American Idiot

THE BEST GREEN DAY!!!!!!!!!!!!!!!
(GRN DY) 2009/3/19 - 11:56
Downloadable! Video!

Hellnation

[1985]
Album "Frankenchrist"
Hellnation's when they teach us
(Continues)
Contributed by Alessandro 2009/3/19 - 09:23
Downloadable! Video!

Sciopero!

È l'approccio mio che è diverso dal layout di inserimento... prima scrivo la canzone, poi il commento. E con i riquadri, mi ci devo abituare.
[ΔR-PLU] 2009/3/18 - 23:59

Verso la nuova frontiera

Devo avere una risposta
(Continues)
Contributed by Elisa 2009/3/18 - 23:37




hosted by inventati.org