Language   
Simple list
Show Filters
Language
Song Itinerary
Date

Author Hannes Wader

Remove all filters
Video!

Stellungnahme

[2004]
Parole e musica di Hannes Wader
Nell'album "... und es wechseln die Zeiten"

Una riflessione sul neonazismo tedesco e, nello specifico, su come l'estrema destra abbia là cercato di appropriarsi, profanandole, di alcune canzoni di Wader... Forse non proprio sintetica, e pure un po' autoreferenziale, ma l'analisi del vecchio cantore mi sembra chiara e lucida.
Als erklärter Feind alter und neuer Nazis habe ich immer damit rechnen müssen, von ihnen beschimpft und bedroht zu werden. Aber derzeit geschieht etwas, was mich, als ich davon erfuhr, getroffen hat wie ein Stiefeltritt ins Gesicht: Neo-Nazis singen meine Lieder. Nein, das ist kein Witz. Neben Fassungslosigkeit und Zorn empfinde ich auch Scham darüber, dass sich meine Lieder offenbar, so wie sie sind, in das Gegenteil ihrer Bedeutung verkehren lassen, und im Dienste dessen missbraucht werden können, was ich auf dieser Welt außer Krieg am meisten verabscheue und fürchte: Nationalismus, Verfolgung Andersdenkender, Fremdenhass bis zur Mordgier.
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2020/2/20 - 22:22
Video!

Freunde, Genossen

[1979]
Parole e musica di Hannes Wader
Nell'album "Wieder unterwegs"

Una canzone scritta in reazione al cosiddetto "Radikalenerlass", una legge tedesca, introdotta nel 1972, che consentiva indagini sui dipendenti pubblici con il fine di estromettere chiunque mostrasse idee radicali od estremiste. Naturalmente l'intento non era certo di colpire l'estrema destra o i tanti ex nazisti ancora presenti nelle istituzioni, ma i movimenti di sinistra ed il terrorismo rosso. In base al Radikalenerlass furono svolte indagini su milioni di cittadini e le procedure disciplinari e le interdizioni dai pubblici uffici furono alcune migliaia...
Bin auf dem Lande groß geworden
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2020/2/19 - 16:36
Video!

Guttiland

[2010]
Parole e musica di Konstantin Wecker
Album: Wecker & Wader: Kein Ende in Sicht
Neulich träumte mir, ich wär’ beim AC/DC-Coverband-Event,
(Continues)
Contributed by hmmwv 2019/7/15 - 21:07
Downloadable! Video!

Reiter wieder an der schwarzen Mauer

[1987]
Nell'album "Da müssen wir durch"
Testo trovato su LyricWiki
Una canzone interpretata anche da Hannes Wader
Reiter wieder an der schwarzen Mauer
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2019/3/23 - 22:26
Downloadable! Video!

One Day We'll See Them

Una canzone scritta da Alex Campbell e presente in alcuni suoi dischi, a cominciare da “Live + Studio” inciso in Germania e Danimarca tra il 1975 ed il 1976. Poi anche nella raccolta “Folk Friends” del 1978, dove il brano è interpretato da Campbell con Finbar Furey e Davey Arthur. Da notare che nel disco era presente anche Hannes Wader, che aveva già trasposto in tedesco Been on the Road so Long di Alex Campbell.




Ho trovato il testo sul solito Mudcat Café, in una discussione intorno a Freedom Come Aa Yee alla battaglia della Somme… Credo quindi che anche questo brano sia da ascrivere al percorso sulla Grande Guerra.
Darkness is fading, the day it is dawning
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2016/3/17 - 11:21
Song Itineraries: World War I (1914-1918)
Downloadable! Video!

Auf, auf zum Kampf!

Anonymous
[1919]
Ho preferito attribuire questa canzone ad anonimo perchè la paternità di Bertolt Brecht non è universalmente confermata.
Sull’aria e sulla falsariga di una canzone militare della Grande Guerra.

Magistralmente interpretata da Hannes Wader fin dal disco “Hannes Wader Singt Arbeiterlieder” del 1977.

Una canzone dedicata a Karl Liebknecht e Rosa Luxemburg, protagonisti della rivoluzione tedesca del 1918, tra i fondatori del partito comunista di Germania, leader della rivolta spartachista del gennaio 1919. Il 15 gennaio di quell’anno Liebknecht e la Luxemburg vennero rapiti da membri dei Freikorps, il gruppo paramilitare allora agli ordini del governo socialdemocratico, che li torturarono ed uccisero.
In memoria di Liebknecht, della Luxemburg e di altri militanti comunisti uccisi nel 1919, qualche anno dopo fu eretto un monumento a Berlino, opera di “sovietica brutalità” firmata dall’architetto... (Continues)
Auf, auf zum Kampf, zum Kampf!
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/10/10 - 12:09
Video!

Erschröckliche Moritat Vom Kryptokommunisten

[1965]
Parole e musica di Dieter Süverkrüp
Nell’album intitolato “Die Widerborstigen Gesänge Des Dieter Süverkrüp” del 1967.

Prima ancora di Hannes Wader e di Reinhard Mey, l’alfiere della canzone di protesta in Germania (parliamo della Germania ovest, quella capitalista) è stato Dieter Süverkrüp, classe 1934, da Düsseldorf. Lui iniziò il suo canto politico alla fine degli anni 50 e ben prima del ’68 scrisse questa canzone sul comunismo o, meglio, sugli abusati stereotipi sui comunisti allora molto in voga nell’Occidente in piena Guerra Fredda…

Incredibile come le classi politiche dirigenti in ogni epoca riescano a nutrire i rispettivi popoli di pregiudizi velenosi e perniciosi al fine di colpire opposizioni, minoranze e inconformi. E si tratta oltretutto di fole che molto spesso attraversano intatte i secoli e che talora, nonostante il bersaglio diverso, sono assai simili tra di loro, se si pensa per esempio alle immagini dell’ebreo sacrificatore di bambini, del comunista che li mangia e dello zingaro che invece li rapisce…
Wenn die Sonne, bezeichnenderweise im Osten und rot hinter Wolken aufgeht –
(Continues)
Contributed by Bernart Bartleby 2014/10/9 - 14:40
Downloadable! Video!

El pueblo unido jamás será vencido

La versione tedesca di Hannes Wader dall'album live Hannes Wader singt Arbeiterlieder (1977)
Deutsche Version von Hannes Wader aus dem Live-Album Hannes Wader singt Arbeiterlieder (1977)

El pueblo unido jamás será vencido!
(Continues)
Contributed by DonQuijote82 2014/6/2 - 16:53

Gesang, in Augenblicken Von keinem Hauch bewegt

[1956]
Versi di Wolfgang Weyrauch (1904-1980), scrittore, giornalista e attore tedesco (nella sua produzione usò spesso lo pseudonimo di Joseph Scherer). Il titolo originale della poesia è
“Gesang, um nicht zu sterben”, che è anche il titolo della raccolta pubblicata nel 1956.
(Tra parentesi le strofe che Fasia Jansen non canta)

Musica di Fasia Jansen, presente nella raccolta “Die Burg Waldeck Festivals 1964 – 1969”, dedicata ai grandi festival musicali all’aperto che si tennero negli anni 60 nell’Hunsrück, una regione al confine sud orientale tedesco. Vi parteciparono importanti artisti tedeschi e non solo, come Reinhard Mey e Hannes Wader, Odetta, Phil Ochs e Guy Carawan.

Una canzone contro la minaccia dell’Olocausto nucleare…
Gesang, in Augenblicken
(Continues)
2014/4/4 - 10:19
Song Itineraries: No Nukes
Downloadable! Video!

Last Night I Had The Strangest Dream

Deutsche Fassung von Hannes Wader

E' ripresa da questa pagina
.
TRAUM VON FRIEDEN
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/8/9 - 22:02
Downloadable!

Trotz alledem

[1848]
Testo di Ferdinand Freiligrath
Musica: sull'aria di "Lady Mackintosh's Reel" di Robert Burns.

Wenige Tage bevor in der Pariser "Junischlacht" (1848) Zehntausende aufständischer Arbeiter zusammengeschossen wurden, noch ehe dieses Ereignis den reaktionären Generälen Windischgraetz (Wien), Wrangel und Brandenburg (Berlin) Vorbild für ihre konterrevolutionären Aktivitäten wurde, verfaßte Ferdinand Freiligrath - der "Trompeter der Revolution" - sein Gedicht "Trotz alledem". Es wurde in der u.a. von Karl Marx herausgegebenen "Neuen Rheinischen Zeitung" abgedruckt und zu der aus dem 18. Jahrhundert stammenden schottischen Melodie "Lady Mackintosh's Reel" des schottischen Nationaldichters Robert Burns gesungen. Freiligraths Gedicht entstand zu einem Zeitpunkt, als der "heiße März", die bürgerliche "Revolution" gerade zwei Monate vorbei, ihr Scheitern jedoch bereits allgemein sichtbar war.... (Continues)
Das war 'ne heiße Märzenzeit,
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/6/27 - 03:56
Downloadable! Video!

O König von Preußen

Anonymous
[XVIII secolo]

Questa antica canzone popolare antimilitarista tedesca è divenuta uno dei cavalli di battaglia di Hannes Wader.

Nella discografia di Hein & Oss ("Soldatenlieder", 1973), dei Liederjan ("Live Aus Der Fabrik - Deutsche Volkslieder Aus 5 Jahrhunderten", 1976) e di Peter Rohland ("Lieder Deutscher Demokraten")

(Bernart Bartleby)
O König von Preußen, Du großer Potentat
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi 2005/5/17 - 01:47
Downloadable! Video!

The Green Fields Of France (No Man's Land)

TEDESCO / GERMAN

Una libera versione tedesca della canzone, di Hannes Wader, ripresa da questa pagina
A free German version by Hannes Wader, available at this page




ES IST AN DER ZEIT
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi
Downloadable! Video!

Bella Ciao

Anonymous
5a. Bella Ciao (German version)

Particolarmente significativo mi sembra che di "Bella Ciao" esistano anche delle versioni in lingua tedesca. La seguente è riportata in alcuni siti come di Andreas Ferl, in altri come di Horst Berner.

I find particularly important that there are also some German versions of "Bella Ciao". The following comes from a number of websites, but its author is uncertain (Andreas Ferl according to some, Horst Berner according to others).


Hannes Vader: Hannes Wader singt Arbeiterlieder (1977)
BELLA CIAO
(Continues)
Contributed by Riccardo Venturi




hosted by inventati.org