Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2005-8-24

Rimuovi tutti i filtri

Serce w plecaku

A HEART IN A RUCKSACK
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/8/2005 - 21:58
Anche Le Déserteur ha la sua Versione latina da adesso.
Riccardo Venturi 24/8/2005 - 17:32
Downloadable! Video!

Le Déserteur

LATINO / LATIN -Riccardo Venturi

In latino, ovviamente, non si può né sparare, né portare fucili o altre armi da fuoco; e la Francia si chiamava "Gallia", la Bretagna "Armorica" (come sanno tutti i lettori di Asterix) e la Provenza (dal latino "Provincia") ancora non si chiamava così (era un po' Gallia Narbonensis, un po' Arvernia e un po' altre cose).
Per il resto, i concetti base della canzone sono mantenuti appieno.

In Latini sermonis natura non est admittendus usus atque nominatio pyrobolorum vel aliorum pyricorum armorum. Quod vulgo nunc “Francia” appellatur, eo tempore Gallia fuit; sicut “Bretagna” –ut omnes Asterigis lectionis fautores sciunt- fuit Armorica, et “Provenza” fuit tunc Narbonensis Gallia, tunc Arvernia et aliae regiones atque provinciae.
Quo dicto, omnes carminis significationes profundissimae retentae sunt immutatae.
(RV)
MILITIAE PERFUGA
(continua)
24/8/2005 - 17:21
Downloadable!

Temper

We want peace without
(continua)
24/8/2005 - 16:12
Video!

Killing In The Name

24 agosto 2005
(Corretta il 20 gennaio 2016)
AMMAZZA’ NER NOME
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/8/2005 - 02:14
Downloadable! Video!

Vietnow

[1996]
Da/From "Evil Empire"
Testo e musica di Zack de la Rocha e Tom Morello
Lyrics and Music by Zack de la Rocha and Tom Morello
Turn on tha radio, nah fuck it turn it off
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/8/2005 - 01:33
Con Doctor, My Eyes di Jackson Browne, le CCG raggiungono quota 2500 e danno già da adesso appuntamento...alla n° 3000!
Riccardo Venturi 24/8/2005 - 00:04
Downloadable! Video!

Doctor, My Eyes

[1986]
Originally from the album "Jackson Browne"
Lyrics and Music by Jackson Browne

http://www.empirezine.com/spotlight/jackson/voice.htm


This is AWS nr 2500
Questa è la CCG n° 2500
Doctor, my eyes have seen the years
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/8/2005 - 00:01
Downloadable! Video!

For America

[1986]
dall'album "Lives in the Balance"
As if I really didn't understand
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2005 - 23:58
Downloadable! Video!

Soldier Of Plenty

God is great, God is good
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2005 - 23:57

Bombs & Silences

Lyrics and Music by Robb Johnson
Testo e musica di Robb Johnson

http://users.bart.nl/~bontebal/nl/subd-robb.htm
They said we ought to have 3 minutes silence.
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2005 - 23:49

Peace At Last

[3 nov 2001]
Lyrics and Music by Robb Johnson
Testo e musica di Robb Johnson

http://users.bart.nl/~bontebal/nl/subd-robb.htm
The Kaiser was a rich man, made his money from the poor
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2005 - 23:47
Downloadable! Video!

A.D.D. (American Dream Denial)

We fought your wars with all our hearts,
(continua)
23/8/2005 - 23:14

No Boom Boom

Un rifacimento di "Boom Boom" di John Lee Hooker trasformato in una canzone contro la guerra.
Le parole probabilmente non sono complete
No boom boom boom Mr. son of a Bush
(continua)
23/8/2005 - 23:10
Downloadable! Video!

My Country 'Tis Of Thy People You're Dying

(1966)

"My Country 'Tis of Thy People You're Dying" is Buffy Sainte-Marie's statement-in-song about Indian affairs.

"My point in the song is that the American people haven't been given a fair share at learning the true history of the American Indian. They know neither the state of poverty that the Indians are in now nor how it got to be that way. I try to tell the side of the story that's left out of the history books, that can only be found in the documents, the archives and in the memories of the Indians themselves."

Nat Hentoff, liner notes for Buffy Sainte-Marie, Little Wheel Spin And Spin, 1966

http://www.fortunecity.com/tinpan/parton/2/mycount.html
Now that your big eyes have finally opened,
(continua)
23/8/2005 - 22:49
Downloadable! Video!

Now That The Buffalo's Gone

This song was on my first album and I'd have thought it would be obsolete by now. But governments are still breaking promises and stealing indigenous lands, and I still believe that informed people can help make things better.
(Buffy Sainte-Marie)
Can you remember the times
(continua)
23/8/2005 - 22:45

Lay Down (Candles In The Rain)

(1970)

Le candele accese ad una manifestazione per la pace

Melanie performed at Woodstock in 1969. During her performance, for the first time in pop history, candles were lit (and thus began a tradition). Inspired by this experience Melanie wrote "Lay Down (Candles in the Rain)" which was a hit all over Europe and the USA.
Lay down, lay down, lay it all down
(continua)
23/8/2005 - 22:27
Video!

We Didn't Know

[1965]
Parole e musica di Tom Paxton
Testo pubblicato su Broadside # 62, del 15 settembre 1965
Nell’album intitolato “Ain't That News”

The song compared Americans' unawareness of Vietnam atrocities with those Germans who claimed they "didn't know" about Nazi war crimes

La canzone confronta l'ignoranza degli americani a proposito delle atrocità commesse nel Vietnam con quei tedeschi che sostenevano di "non sapere niente" dei crimini di guerra nazisti
We didn't know said the Burgomeister,
(continua)
23/8/2005 - 22:13
Downloadable! Video!

The Bravest

(Written 9/24/01)

«As I sat and watched the horror unfold on 9/11, I could smell the acrid smoke drifting south from the Pentagon. There was a never ending line of cars heading away from Washington. With the rest of the world I watched the towers come down and among the victims were 343 New York firemen. I'll never be able to look at a fireman or woman again without knowing that he or she would lay down their lives for me without ever knowing my name. We can never thank them enough.»
(Tom Paxton)
The first plane hit the other tower
(continua)
23/8/2005 - 22:05
Downloadable! Video!

Monster / Suicide / America

Album: "Monster" (1969)
Once the religious, the hunted and weary
(continua)
23/8/2005 - 21:36
Downloadable! Video!

Peace In Our Time

Out of the aeroplane stepped Chamberlain with a condemned man's stare
(continua)
23/8/2005 - 21:26
Downloadable! Video!

Put Down That Weapon

Under the waterline
(continua)
23/8/2005 - 17:48
Downloadable! Video!

Travelin' Soldier

Bloodshed ruins everything, especially life's simplest pleasures, like chatting with a stranger. This 2002 track finds the Chicks speaking their mind by illustrating the kind of void war leaves in so many lives.

Lo spargimento di sangue distrugge ogni cosa, soprattutto i piaceri più semplici della vita, come chiacchierare con un estraneo. Questo pezzo del 2002 tira fuori alle Chicks quel che hanno dentro, descrivendo quale vuoto la guerra lascia in tante vite.

“'Travelin’ Soldier',the current single by the Dixie Chicks, is the most powerful anti-war record of the moment. Partly that’s because it’s the one now being heard by the most people. But it’s also because the song, written by Bruce Robison, doesn’t look away from war’s inevitable human costs. A high school girl falls in love with a boy who is eventually shipped to Vietnam. At its end, she stands beneath the bleachers, sobbing. Her... (continua)
Two days past eighteen
(continua)
23/8/2005 - 17:37

Teatro degli Artigianelli

Deutsche Fassung von Riccardo Venturi
23 agosto 2005 / 23. August 2005
JUNGHANDWERKER-THEATER
(continua)
23/8/2005 - 11:43
Downloadable!

Washington Breakdown

[1941]
(Pete Seeger / Lee Hays)
From/da "Songs For John Doe"

The third verse refers to Vito Marcantonio, a Congressman from East Harlem who supported radical causes.
Financier J. P. Morgan symbolized the capitalist evils of the 'money trust' that gave major corporations and financial institutions enormous political clout.
Republican Wendell Wilkie unsuccessfully ran against Roosevelt in the November 1940 Presidential campaign. Although supported by many isolationists, Wilkie generally agreed with Roosevelt's foreign policy.
Ronald D. Cohen & Dave Samuelson, liner notes for "Songs for Political Action," Bear Family Records BCD 15720 JL, 1996, p. 77.)
(from this page).


THE SONGS FOR JOHN DOE
Questa canzone degli Almanac Singers di Pete Seeger, scritta in un momento in cui gli Stati Uniti erano ancora neutrali nella Seconda Guerra Mondiale, conteneva una critica feroce... (continua)
Franklin D., listen to me,
(continua)
22/8/2005 - 23:47

Plow Under

La canzone che chiude il controverso album 'Songs for John Doe' (vedi Ballad Of October 16th) è l'ironica "Plow Under" (Sotterrali), la quale mette a confronto una tattica del controverso New Deal Roosveltiano ,l'Agricultural Adjustment Association con le inevitabili conseguenze di una guerra non voluta.

'Songs for John Doe' (see also Ballad Of October 16th) closed with the sardonic 'Plow Under.' It compares a controversial policy of Roosevelt's first New Deal agency, the Agricultural Adjustment Association, to the inevitable casualties of an unwanted war.
(Ronald D. Cohen & Dave Samuelson, liner notes for "Songs for Political Action," Bear Family Records BCD 15720 JL, 1996, pp. 77-78.)
(from this page


THE SONGS FOR JOHN DOE
Questa canzone degli Almanac Singers di Pete Seeger, scritta in un momento in cui gli Stati Uniti erano ancora neutrali nella Seconda Guerra Mondiale, conteneva... (continua)
Remember when the AAA
(continua)
22/8/2005 - 23:42

Liza Jane

Un'altra canzone dall'album "Songs for John Doe" (vedi Ballad Of October 16th). Chiaramente isolazionisti, i contenuti dell'album vennero in seguito ritrattati da Seeger e compagni.

"Liza Jane", another hoedown with alternating vocals by Seeger, White and Lampell, opens with a traditional verse but quickly moves into its isolationist message. One source credits Woody Guthrie as composer of this parody; Seeger remembers writing "Liza Jane," "Plow Under" and "Billy Boy" with Lee Hays on Helen Simon's apartment floor in early February 1941.
(Lampell remembers writing it with Seeger....Ronald D. Cohen & Dave Samuelson, liner notes for "Songs for Political Action," Bear Family Records BCD 15720 JL, 1996, p. 77.)
(from The unofficial DOC & MERLE WATSON and semi-official WOODY GUTHRIE and ALMANAC SINGERS Site)


THE SONGS FOR JOHN DOE
Questa canzone degli Almanac Singers di Pete Seeger,... (continua)
I got a girl in Arkansas, little Liza Jane,
(continua)
22/8/2005 - 23:32
Downloadable!

C For Conscription

[March 1941]
(Pete Seeger / Millard Lampell)
Da/from "Songs for John Doe" (May 1941)


THE SONGS FOR JOHN DOE
Questa canzone degli Almanac Singers di Pete Seeger, scritta in un momento in cui gli Stati Uniti erano ancora neutrali nella Seconda Guerra Mondiale, conteneva una critica feroce contro il presidente Roosevelt e la sua decisione di iniziare il riarmo del paese.
Con un tempismo estremamente sfortunato l'album venne pubblicato proprio poche settimane prima che Hitler invadesse l'Unione Sovietica.
A seguito dei fatti del maggio 1941, però, l'album fu ritirato in tutta fretta ed il gruppo pubblicò un nuovo disco di canzoni anti-hitleriane tra le quali spicca Dear Mr. President, un talking blues che si rivolge direttamene a Roosvelt dicendo "Lo so che non siamo sempre stati d'accordo in passato, ma la prima cosa da fare è battere Hitler. Il resto può aspettare"

The song dates... (continua)
Well, it's 'C' for Consciption
(continua)
22/8/2005 - 23:30

Billy Boy

[May 1941]
From/da "Songs for John Doe"

Pete Seeger remembers writing "Liza Jane," "Plow Under" and "Billy Boy" with Lee Hays on Helen Simon's apartment floor in early February 1941.
Lampell... claims sole credit for "Billy Boy."
(Ronald D. Cohen & Dave Samuelson, liner notes for "Songs for Political Action," Bear Family Records BCD 15720 JL, 1996, p. 77.)


THE SONGS FOR JOHN DOE
Questa canzone degli Almanac Singers di Pete Seeger, scritta in un momento in cui gli Stati Uniti erano ancora neutrali nella Seconda Guerra Mondiale, conteneva una critica feroce contro il presidente Roosevelt e la sua decisione di iniziare il riarmo del paese.
Con un tempismo estremamente sfortunato l'album venne pubblicato proprio poche settimane prima che Hitler invadesse l'Unione Sovietica.
A seguito dei fatti del maggio 1941, però, l'album fu ritirato in tutta fretta ed il gruppo pubblicò... (continua)
Will you go to the war, Billy boy, Billy boy?
(continua)
22/8/2005 - 23:26

Ballad Of October 16th

[1941]
(Millard Lampell)


THE SONGS FOR JOHN DOE
Questa canzone degli Almanac Singers di Pete Seeger, scritta in un momento in cui gli Stati Uniti erano ancora neutrali nella Seconda Guerra Mondiale, conteneva una critica feroce contro il presidente Roosevelt e la sua decisione di iniziare il riarmo del paese.
Con un tempismo estremamente sfortunato l'album venne pubblicato proprio poche settimane prima che Hitler invadesse l'Unione Sovietica.
A seguito dei fatti del maggio 1941, però, l'album fu ritirato in tutta fretta ed il gruppo pubblicò un nuovo disco di canzoni anti-hitleriane tra le quali spicca Dear Mr. President, un talking blues che si rivolge direttamene a Roosvelt dicendo "Lo so che non siamo sempre stati d'accordo in passato, ma la prima cosa da fare è battere Hitler. Il resto può aspettare"

The song dates from the period in which the United States was strictly neutral... (continua)
It was on a Saturday night and the moon was shining bright
(continua)
22/8/2005 - 23:22
Downloadable! Video!

War Child

I need city lights
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 21:31
Downloadable! Video!

L'olivier

[2004]
Dall'album "Avoir la vie devant soi"

==> http://www.paroles.net
Qui replantera l'olivier
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 18:05
Video!

Le soldat

Album: Ombre est lumière (1993)

Un'altra canzone, una delle tante, per le quali la ricerca su http://www.paroles.net ha dato l'esito consueto. Ve lo riportiamo integralmente, dato che le "Canzoni contro la guerra" sono invece in guerra costante e senza quartiere con il fascismo del "copyright" e dei "diritti d'autore", che nascondono soltanto l'avidità e il profitto delle maggiori case discografiche e delle varie SIAE di mezzo mondo:

Texte Interdit
Ce texte n'est plus hélas disponible sur Paroles.Net

L'éditeur EMI Music Publishing France,
dans un souci de préserver les droits de ses auteurs,
a demandé de ne plus le diffuser sur Internet.


(Si faccia caso a _chi_ ha il "souci de préserver les droits de ses auteurs").

Fortunatamente, il testo di questa canzone è comunque reperibile da altri siti. Ne indichiamo uno.

(RV)
10H37, les opérations commencent
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 16:22

Les soldats

Dans les ruines fumantes
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 16:01
Downloadable! Video!

Les soldats de plomb

Dall'esordio del Tryo, l'album "(Mamagubida" del 1998 http://fr.wikipedia.org/wiki/Mamagubida]])
Depuis longtemps déjà on attend
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 15:57
Video!

Mon petit soldat

Singolo del 1968.
Mon petit soldat est mort
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 15:52
Downloadable! Video!

Soldat

{Refrain:}
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 15:41
Video!

Soldats ne tirez pas

[1974]
Paroles de Maurice Vidalin
Testo di Maurice Vidalin

Musique de G.Mattéoni
Musica di G.Mattéoni

Ancora un disertore nella canzone francese...braccato dai soldati. Ma qui la prospettiva è diversa: il disertore di Vian lascia la propria casa per fuggire e predicare la disobbedienza alla guerra e al militarismo, mentre il disertore di questa canzone torna a casa per assistere la moglie che sta partorendo. Rivolgendo si alla coscienza dei soldati che lo braccano su ordine di "Sua Altezza". Ci piace pensare che... [RV]
Son altesse a commandé
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 15:36
Percorsi: Disertori
Downloadable! Video!

Vietnam Glam

Blow up, Hanoï est tombée vers l'ouverture
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 15:32

War Song

Please won't someone hear my cry
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 01:55
Downloadable! Video!

War Within A Breath

From "The Battle Of Los Angeles".
Every official that comes in
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 01:51

Paix sur la terre

On a tous un rêve enfoui en nous
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 01:45
Downloadable! Video!

La sainte paix

Le monde est sans dessus dessous
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 01:38
Downloadable!

La paix sur terre

[1967]
Paroles et musique de Jean Ferrat
Testo e musica di Jean Ferrat

==> http://www.frmusique.ru/texts/f/ferrat_jean/paixsurterre.htm
Nous ne voulons plus de guerre
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 01:34
Video!

L'effort de paix

(Booba)
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 00:50
Downloadable! Video!

Défenseurs de la paix

Album: Résistances (1998)
Il paraît
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 00:24

S'il fallait faire la guerre

Una bella e delicata canzone dove la guerra è vista...dalla parte di una donna.

==> http://www.paroles.net
[1968]
Parole e musica di Anne Sylvestre
Arrangiamento di Alain Goraguer e François Rauber
Nel settimo album di Anne Sylvestre, quello noto come “Mousse”, dal titolo del brano d’apertura

(Bernart Bartleby)
S'il fallait faire la guerre, mon beau,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 00:20
Downloadable!

Quand la guerre sera finie

[1962]
Paroles de Claude Lemesle
Musique de Serge Reggiani

Testo di Claude Lemesle
Musica di Serge Reggiani

==> http://www.paroles.net
Ça va faire trente ans que mon lieutenant
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 00:12

On va arrêter la guerre

[2003]

Dall'edizione 2003 della Star Academy francese, la trasmissione di TF1 dove un certo numero di ragazzotti e ragazzotte vengono rinchiusi in un castello per imparare a fare le star. E chi vince la Star Ac' una star lo diventa per davvero, almeno per un annetto. Nel 2002/2003, quando abitavo in Francia (e quando nascevano le CCG), la vincitrice, tale Nolwenn, vendette una cifra spropositata di dischi (uno dei premi consiste infatti nel poter incidere un album intero); senza contare che molte bambine francesi nate nel 2002/2003 sono state chiamate Nolwenn.

Nell'anno d'inizio della guerra in Irak, il "Grande Fratello dello spettacolo" produce anche la sua brava canzoncina contro la guerra. La riportiamo, dato che il nostro sito vuole oramai essere una sorta di "osservatorio mondiale" delle canzoni di argomento antimilitarista e pacifista di ogni genere. Senza contare che, forse, tra... (continua)
Je vais arrêter la guerre, arrêter les tanks et les hélicopters
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/8/2005 - 00:09
Video!

Non, je ne veux pas faire la guerre

‎[1970]‎
Parole e musica di Gilles Péram e Iser
Lato B del singolo “Noël 70”‎
Informazioni da Encyclopédisque

(Dead End)
{Refrain:}
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 21/8/2005 - 23:59

Les films de guerre

==> http://www.paroles.net

Una canzone assai ironica di questo giramondo di origine napoletana nato in Francia nel 1962, probabilmente uno degli artisti francesi attuali più interessanti.
Armes atomiques, espions germaniques,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 21/8/2005 - 23:39
Video!

Les enfants de la guerre

Album: "De t'avoir aimée" (1966)
Les enfants de la guerre
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 21/8/2005 - 23:35

La guerre

[Boss One]
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 21/8/2005 - 23:33

La guerre

[2003]
Paroles de Benoît Morel
Musique: "T'es fou" - La Tordue

Testo di Benoît Morel
Musica: "T'es fou" - La Tordue

==> http://www.paroles.net
Croupissez machines de guerre
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 21/8/2005 - 23:27
Downloadable!

Guerre

[1980]
Au nom de la stupidité
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 21/8/2005 - 21:00
Video!

Rachel Corrie

[2003]
Lyrics and Music by Elizabeth Hummel
Testo e musica di Elizabeth Hummel
Album: Teach Me
Rachel Corrie, Rachel Corrie
(continua)
21/8/2005 - 20:23
Percorsi: Rachel Corrie

Farewell, Farewell, Rachel Corrie

To the tune of "Wake Up, Wake Up, Darlin’ Corey"

With love, for Rachel Corrie, killed in Palestine on March 16, 2003
Farewell, farewell, Rachel Corrie
(continua)
21/8/2005 - 20:20
Percorsi: Rachel Corrie

Rachel Corrie

Words Lorcan "Larry" Otway
Tune traditional.

Dear friends:
I am a Quaker folksinger in New York. I wrote this last night and recorded it this morning. Often my work is played on WBAI, a Pacifica station here in New York, and I expect this will be played here soon. But, I am sending this to you, there is so little to say in the face of this savagery, other than to say it has gone on too long and too many precious lives have been lost.

Yours in the light
Peace
Larry Otway

from Critical Concern
I wish I could look into your hardened eyes,
(continua)
21/8/2005 - 20:13
Percorsi: Rachel Corrie




hosted by inventati.org