Language   

Te espera el mar

María José Llergo
Language: Spanish

List of versions


Related Songs

Le grand Lustukru
(Anonymous)
Nana Del Mediterráneo
(María José Llergo)
La depressione è un periodo dell’anno
(Willie Peyote)


(2021)
Parole e musica di María José Llergo
Interpretazione di María José Llergo
dalla colonna sonora del film Mediterráneo di Marcel Barrena

Te espera el mar


'Te espera el mar' è la canzone che María José Llergo ha composto ed interpretate per 'Mediterráneo' -una delle produzioni selezionate per rappresentare la Spagna ai Premi Oscar-, la sua voce funge da veicolo per narrare il dramma che i rifugiati vivono nel Mar Mediterraneo, che da Algeciras al Medio Oriente (de Algeciras a Estambul, come cantava Serrat) è diventato negli ultimi anni uno dei punti focali dell'allerta umanitaria.

Nel film, ispirato alla vera storia della ONG Open Arms e del suo fondatore Òscar Camps, due bagnini viaggiano nell'isola greca di Lesbo allo stesso tempo spaventati e attratti dalla foto di un bambino morto sulle sue spiagge. Lì trovano il dramma del 'Mediterraneo', con centinaia di migliaia di profughi provenienti da paesi colpiti da conflitti militari e decidono di restare per dare il loro contributo. Un Mar Mediterraneo e una tragedia a cui María José Llergo aveva già dato voce in un'altra canzone, 'Nana Del Mediterráneo'.

Mediterráneo


María José Llergo contribuisce con il suo talento portando il suo granello di sabbia a una causa tanto importante quanto trascurata. Il testo è estaticamente fervido. La cantante andalusa punta sulla crudezza della parola e delle immagini per sensibilizzare l'ascoltatore, ed il tono lirico tipico di alcune sue opere rende la canzone ideale anche per il cinema. La citazione dell'Odissea in alcuni versi restituisce all'epopea dei migranti un carattere universale e simbolico.

traduzione e adattamento da ABC Cordoba
LLora, y llora, y llora el mar
mientras siente cruzar
a sus hijos

Tan profundo es su llorar
que su llanto es mi cantar
ahora es grito

Poderte agarrar de la mano
que puedas seguir tu camino
que sienta
que estás a salvo
siento tu dolor como el mío

Yo creo en la ley de los mares
donde nadie es ilegal
mientras que la ley de los hombres
sea más cruel que la del mar
te espera
te espera el mar
Te espera,
te espera el mar

Como una madre con sus niños
Ulises cruzó el mismo mar
es la Odisea de nuestro siglo
estas lágrimas de sal

Respeto pa' los que murieron
y pa' quien los supo salvar
dejando escrito en la marea
su sueño de libertad

Te espera
te espera el mar
te espera
te espera el mar
(poderte agarrar de la mano)
te espera el mar
te espera
te espera el mar

Llora, y llora, y llora el mar
mientras siente cruzar
a sus hijos

Contributed by Lorenzo - 2021/9/22 - 23:49



Language: Italian

Traduzione italiana di Lorenzo Masetti
TI ASPETTA IL MARE

Piange, e piange, e piange il mare
quando sente che lo attraversano
i suoi figli

Tanto profondo è il suo piangere
che il suo pianto è il mio canto
adesso è grido

Poterti afferrare la mano
che tu possa andare per la tua strada
che tu senta
che sei in salvo
sento il tuo dolore come il mio

Io credo nella legge dei mari
dove nessuno è illegale
finché la legge degli uomini
sarà più crudele di quella del mare
ti aspetta
ti aspetta il mare
ti aspetta,
ti aspetta il mare

Come una madre con i suoi figli
Ulisse attraversò lo stesso mare
è l'Odissea del nostro secolo
queste lacrime di sale

Rispetto per i morti
e per chi li ha saputi salvare
lasciando scritto nella marea
il suo sogno di libertà

Ti aspetta
ti aspetta il mare
Ti aspetta
ti aspetta il mare
(poterti afferrare la mano)
ti aspetta il mare
ti aspetta
ti aspetta il mare

Piange, e piange, e piange il mare
quando sente che lo attraversano
i suoi figli

2021/9/28 - 22:55



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org