Language   

Salenticidio

Alla bua [Αλλα βυα]
Language: Italian (Pugliese Salentino)


Related Songs

Radici della violenza
(Sud Sound System)
Segnu te riconoscimentu
(Sud Sound System)
Geotenn ar marv
(Denez Prigent)


2016
Salenticidio
Salenticidio
Testo di Giovanni Epifani

N.B: Testo trascritto all'ascolto


Torniamo più direttamente a “Salenticidio”, un brano legato ad una storia molto forte che ha segnato il vissuto dell’autore del testo…
Interpretare questo brano è stata per noi un’emozione fortissima, in quanto in esso è racchiusa una vicenda realmente accaduta. Ci ha colpito molto anche l’invito a reagire, alla resistenza, infatti ad un certo punto nel brano c’è un verso che dice: “alza la capu e difendi la terra” (alza la testa e difendi la terra), e questa voglia di proteggere il nostro territorio è un sentimento che sentiamo tutti all’interno del gruppo. Tutti coloro che hanno ascoltato il brano hanno sottolineato proprio questo significato duplice, non solo la storia toccante che racchiude, ma anche l’invito a difendere il Salento. In “Salenticidio” è racchiuso un po’ il lato scuro della nostra terra, i temi che tendiamo a dimenticare a favore del divertimento. Passate le vacanze estive, le feste in piazza, le sagre, noi torniamo ogni giorno a confrontarci con Cerano, con l’Ilva, con la provincia di Lecce che ha il tasso più alto di tumore ai polmoni, o ancora lo scempio della TAP.
C’è un inquinamento nascosto, mascherato, ma in realtà esiste ed è tanto forte da sfregiare in modo irrimediabile questa terra. Il testo di Giovanni Epifani in questo senso lancia un messaggio molto chiaro e molto forte.
blogfoolk.com
Salenticidiu peste o mattanza
batteri killer la paura avanza
nun tene prezzo a terra e ricchezza
Cara la paghi ci la disprezza
ci la disprezza, ci la disprezza
Cara la paghi ci la disprezza

nun tene prezzo a terra e ricchezza
... nu sulu pupazzu
t'infastidisci più de la xylella
alza la capu e difendi la terra
difendi la terra, difendi la terra

stanno a distruggere antichi paesaggi
la cultura memoria e retaggi
piglianu tempo e la pianta germoglia
de mille anni e nun se ferma la voglia
la plebe è morta ci vuole la paglia
cun la mannaia, la scure de lu boia
cun la mannaia, la scure de lu boia

Lecce Gallipoli chemioterapia
Casarano terzo piano oncologia
Lecce Gallipoli chemioterapia
è una bomba ad orologeria

Scoppia la bomba ad orologeria
sfregia lu core de la vita mia
lacrime amare squarci di forbice
ricostruzioni fatte de lattice
fatte de lattice, fatte de lattice
ricostruzioni fatte de lattice

Salenticidiu peste o mattanza
batteri killer la paura avanza
nun tene prezzo a terra e ricchezza
Cara la paghi ci la disprezza
ci la disprezza, ci la disprezza
Cara la paghi caro ci la disprezza

stanno a distruggere antichi paesaggi
la cultura memoria e retaggi
piglianu tempo e la pianta germoglia
de mille anni e nun se ferma la voglia
la plebe è morta ci vuole la paglia
cun la mannaia, la scure de lu boia
cun la mannaia, la scure de lu boia

Lecce Gallipoli chemioterapia
Casarano terzo piano oncologia
Lecce Gallipoli chemioterapia
è una bomba ad orologeria

Contributed by Dq82 - 2021/1/11 - 19:09



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org