Language   

Чор ҷавон

nATo
Language: Tajik

List of versions


Related Songs

Баллада о Чечне
(Ljudmila Bondar' / Людмила Бондарь)
Йист
(Beqan / Бекхан)
Чеченская чечеточка...
(Viktor Voronov / Виктор Воронов)


NATO.
NATO.


Il testo originale proveniente da Larende Forum è stato restituito nell'alfabeto cirillico tagico (ma ricordiamo che, dal 1990, il tagico può essere scritto anche con l'alfabeto arabo nazionale persiano). Per l'alfabeto cirillico tagico si rimanda a questa pagina.

Lo scandalo del rock russo: una giovanissima ragazza, la cui vera identità è sconosciuta, che si presenta in scena vestita come una “kamikaze” suicida cecena, una delle “vedove nere” che hanno agito e sono state uccise in azioni come quella al teatro moscovita Dubrovka (costato la vita a oltre 100 persone) e, soprattutto, quella orrenda della scuola di Beslan, in Ossezia Settentrionale, costata la vita a oltre 300 persone tra le quali moltissimi bambini e ragazzi. Come sito di canzoni antimilitariste non possiamo che condannare tali azioni disperate, ma senza dimenticare che la loro radice è la guerra cecena scatenata dalla Russia di El’tsin prima, e del “grande amico dell’occidente” Putin poi. La ragazza, che si esibisce provocatoriamente come “NATO” (o anche “n.A.T.o.”), canta canzoni in ceceno, in georgiano, in arabo, in persiano e in tagico (il tagico, lingua ufficiale della repubblica ex-sovietica del Tajikistan, è idioma assai simile al persiano, quasi un suo dialetto). Come questa, “Chor Javon” (alla lettera: “Quattro compagni, quattro amici”), che sta diventando uno “hit” internazionale specie dopo l’esibizione, accompagnata da polemiche a non finire, che NATO ha tenuto in Gran Bretagna. “Inventata” e prodotta da Ivan Shapovalov, un rock manager russo che già aveva creato le “TATU”, il duo di liceali lesbiche, NATO sta provocando reazioni a non finire in Russia e all’estero. E’ assai possibile che si tratti di un’operazione non molto chiara da parte di Shapovalov; ma è pure possibile che un’operazione del genere riesca anche un po’ a scuotere qualche coscienza in Russia. NATO, che a detta di Shapovalov è “di padre georgiano e madre russa”, e “scrive personalmente i suoi testi nelle varie lingue”, canta della guerra in Cecenia, dei drammi che ha provocato, di come si diventa una terrorista.

La canzone, che abbiamo fatto tradurre in italiano (a partire dalla versione turca) dall'amico Ali, gestore di uno snack bar di Friburgo, sotto l'apparenza di antica ballata che racconta di una tragedia avvenuta per motivi di "caccia", può essere facilmente interpretata come la partenza per una missione (suicida) di guerra, con i quattro compagni (in realtà, dalla canzone sembrano chiaramente quattro fratelli; ma il termine turco arkadaş, ci dice Ali, può avere entrambi i significati) che vengono "inghiottiti dalla valanga" (la guerra, appunto). Il fatto che NATO la canti nelle condizioni di esibizione e con le motivazioni di cui sopra, rende senz'altro quasi certa tale interpretazione metaforica.

Altri commenti non sono possibili, lasciando il tutto alla coscienza di ognuno, e con le debite considerazioni del caso, da ogni parte. Soltanto un'occasione per ricordare tutte le vittime di quella guerra, di quelle guerre maledette; e per ricordare che i terroristi sono stati spinti da qualcosa, a diventarlo, fino alle azioni più disperate e terribili, fino alla morte senza alcuna alternativa.[RV].
Paвoн шoданд чор ҷавон,
Xap чap гирифтанд камон.
Myнxop шoдaнд apмон,
ё Maвлон, ё Maвлон, ё Maвлон!

Пaдap биғyд ба пиcap,
Имpyз нагyм xeҷ caфap,
Caфapaтон пyp ҳaтap...
ё Maвлон, ё Maвлон, ё Maвлон!

Maдap дy тa бачa морд,
Xap caл ғece мaдpec,
Ҳaтapeтон бap қдoa...
ё Maвлон, ё Maвлон, ё Maвлон!

Кaдем зaдaнд ҷaкбapa,
Тap мapacи дacт дapa,
Mуло биқoн ҷaноза,
ё Maвлон, ё Maвлон, ё Maвлон!

Maдap ки гиря мeкapд,
Caнга po пар cap мекapд
Haлейи баче мекаpд...
ё Maвлон, ё Maвлон, ё Maвлон!

Contributed by Riccardo Venturi - 2006/6/29 - 02:22




Language: Tajik

Il testo proveniente da Larende Forum era trascritto in un alfabeto latino turchizzante. Lo abbiamo restituito nell'alfabeto tagico-latino desunto da en.wikipedia
COR ÇAVON

Ravon şodand cor çavon
xar car giriftan kamon.
Munxor şodand armon,
jo Mavlon, jo Mavlon, jo Mavlon!

Padar biƣdi ba pisar
imruz nagum xec safar
safaraton pur hatar…
jo Mavlon, jo Mavlon, jo Mavlon!

Madar du ta baca mord
xar sal ƣese madres,
hatareton bar qdoa…
jo Mavlon, jo Mavlon, jo Mavlon!

Kadem zadand çakbara,
tar marasi dast dara,
mulo biqon çanoza,
jo Mavlon, jo Mavlon, jo Mavlon!

Madar ki girja mekard,
sanga ro par sar mekard
naneji bace mekard…
jo Mavlon, jo Mavlon, jo Mavlon!

Contributed by Riccardo Venturi - 2006/6/29 - 12:15




Language: Persian

Versione in persiano traslitterato (malamente)
da lyrics.nl
TSCHAHAR JAVAN

Tschahar javan be rah oftadand,
va har charta tofang (kaman) be dast gereftan
baraye armaneshan sarzanesh shodand,
ya molana, ya molana, ya molana

pedar be pesar goft, emruz be
hich vajh safar nakon
ke safare por khatari khahid dasht,
ey molana, ey molana, ey molana

madare goft bache haye ma, har sal?
khatare shoma ba khodast?
ey molana, ey molana, ey molana

anha be rahe khod edame dadand,
ta yekbare rado bargh shod?
bar jenaze hashan doa khandand,
ya molana, ya molana, ya molana

madar gerye mikard,
sang ha ro bar sar mirikht
nale be hale bache ash mikard
ya molana, ya molana, ya molana

Contributed by Riccardo Venturi - 2006/6/29 - 02:34




Language: Turkish

La versione turca proveniente sempre da Larende Forum.
DÖRT YAKIN ARKADAŞ

Dört yakın arkadaş silahlandı
Büyük umutla yola koyuldu
Ah Allah'ım! Ah Allah'ım! Ah Allah'ım!

Baba oğullarını uyardı
Gökten uyarı geldiğini söyledi
Ah Allah'ım! Ah Allah'ım! Ah Allah'ım!

Çocuklar babayı dinlemedi
Ve ava gitti
Ah Allah'ım! Ah Allah'ım! Ah Allah'ım!

Gök gürledi, şimşek çaktı
Yardan aniden çığ düştü ve arkadaşları yuttu
Ah Allah'ım! Ah Allah'ım! Ah Allah'ım!

İmam cenaze namazı kıldırdı
Anaları başını taştan taşa vurdu
Çocuklarına ağıt yaktı
Ah Allah'ım! Ah Allah'ım! Ah Allah'ım!

Contributed by Riccardo Venturi - 2006/6/29 - 03:09




Language: Italian

Versione italiana di Riccardo Venturi a partire dalla traduzione estemporanea in francese di Ali della versione turca.
Friburgo, 29 giugno 2006.
QUATTRO COMPAGNI

Quattro compagni vicini si armarono
e con grande speranza si misero in cammino
Oh, mio Dio! Oh, mio Dio! Oh, mio Dio!

Il padre svegliò i suoi figli
Disse che l’alba spuntava dal cielo
Oh, mio Dio! Oh, mio Dio! Oh, mio Dio!

I ragazzi ascoltarono il padre
e andarono alla caccia
Oh, mio Dio! Oh, mio Dio! Oh, mio Dio!

Il cielo tuonava, il lampo colpiva
All’improvviso dal precipizio la valanga cadde e inghiottì i compagni
Oh, mio Dio! Oh, mio Dio! Oh, mio Dio!

L’imam fece il funerale ai cadaveri
la loro madre si batteva la testa su una pietra
e piangeva in lutto i suoi figli
Oh, mio Dio! Oh, mio Dio! Oh, mio Dio!

2006/6/29 - 15:26


Abbastanza tragico 'sto tagico.
In fin dei conti siamo tutti from Caucas.

krzyś - 2016/2/3 - 00:51



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org