Language   

Il suo nome: bandito

'Zuf de Žur
Language: Italian (Veneto Triestino)

List of versions


Related Songs

Magnaremo suf
(Anonymous)
Il passaggio dei partigiani
(Ivano Fossati)
Eraclio Cappanini
(Sambene)


[2004]
Testo di Carolus L. Cergoly, Canti clandestini
Album: Partigiani! (2004)
Musica di Mauro Punteri
Arrangiamenti di Valter Sivilotti

Testo tratto dai “Canti clandestini” di Carolus L. Cergoly, poeta e scrittore triestino (vedi anche Fuma el camin) e musicato da Mauro Punteri degli Zuf de Žur, autore di tutte le musiche originali dell’album "Partigiani!" nel quale reinterpretano anche Se il cielo fosse bianco di carta di Ivan Della Mea e il canto dei partigiani sloveni Na juriš! (nelle pagine relative alle due canzoni c'è anche il link al sito da dove si possono scaricare gli mp3).

‘Zuf de Žur: Partigiani.
‘Zuf de Žur: Partigiani.


cglyCarolus L. Cergoly (pseudonimo di Carlo Luigi Cergoly Serini (Zriny), 1908-1987) fu uno scrittore e poeta triestino. Nelle sue poesie si ritrovano spesso i temi della Resistenza, la persecuzione degli ebrei, le barbarie nazifasciste. Scrive queste poesie perché, come si può leggere nella prefazione del suo libro "Canti clandestini": "Oggi i cieli sono quasi sereni, ma non bisogna dimenticare, come certi vorrebbero, le lacrime e il sangue versato per renderli puliti."
Al comando portà
in cadene ligà
rosso fazzoletto garibaldin
intorno al colo
boia assassin
quatro giorni
i lo ga torturà

"Parla bandito - bandito parla"
bocca serada
muto da sempre
povere man
senza ongie pianzeva
sbregado
in cella ributà

Drio giorno morto
lo ga trovà
viso sorridente - viva la libertà
bocca rossa
fazzoletto al collo
nudo el xe sta interà

el suo nome "bandito"...e
un cartelon sul petto
"benzina sabotò alla Decima M.A.S."
O bella ciao o bella ciao
viva la libertà

Contributed by Virginia Niri - 2005/6/3 - 15:29



Language: Italian

Versione italiana di Flavio Poltronieri
IL SUO NOME: BANDITO

Portato al comando
in catene, legato
rosso fazzoletto garibaldino
intorno al collo
boia assassino
quattro giorni
lo hanno torturato

"parla bandito, bandito parla"
bocca chiusa
muto da sempre
povere mani
senza unghie piangeva
làcero
ributtato in cella

il giorno dopo
lo hanno trovato morto
viso sorridente - viva la libertà
bocca rossa
fazzoletto al collo
lo hanno seppellito nudo

il suo nome "bandito"
e un cartello sul petto
"con la benzina sabotò la Decima M.A.S."
o bella ciao, o bella ciao
viva la libertà

Contributed by Flavio Poltronieri - 2014/4/22 - 22:02


Versione di Alessio Lega

CCG/AWS Staff - 2009/9/29 - 18:46


Evocativo e struggente, bandiera degli ideali universali portati all estremo sacrificio.Grazie Zuf de Zur!!

Gerry (gerry 7531jumpy.it) - 2006/11/26 - 13:03


Carolus l. cergoly è lo pseudonimo di carlo l. cergoly serini e non di carlo l. cergozzi serini.

il vostro sito è molto bello .

vi prego di correggere l'errore
(p.cergoli.serini@alice.it)

Corretto in entrambe le pagine. Grazie della segnalazione. [CCG Staff]

2009/5/5 - 18:09



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org