Language   

Jdou naše nohy

Lenka Lichtenberg
Language: Czech


List of versions


Related Songs

Als die Nazis die Kommunisten holten
(Songgruppe Regensburg)
Studený soumrak byl, můj milý
(Lenka Lichtenberg)
Ženeme čas
(Lenka Lichtenberg)


Testo/Lyrics/Text: Anna Hana Friesová
Musica/Music/Hudba: Lenka Lichtenberg


2022
Thieves of Dreams/ Zloději snů. Songs of Theresienstadt’s Secret Poetess
Thieves of Dreams/ Zloději snů. Songs of Theresienstadt’s Secret Poetess

Per il suo album “Thieves of Dreams”, inciso con perizia insieme a diciotto musicisti, Lenka Lichtenberg (voce, piano, synth) si è immersa nella Cecoslovacchia e nella storia di deportazione della sua famiglia: “Quando mia madre Jana Renée e Friesova è venuta a mancare nel 2016, stavo mettendo in ordine la sua scrivania a Praga e ho scoperto due piccoli quaderni. Erano pieni di poesie che mia nonna, Anna Hana Friesova (1901-1987), aveva scritto nel campo di concentramento di Theresienstadt. (…) Davanti ai miei occhi c'erano pagine strappate con i sogni scritti a mano di mia nonna e i suoi incubi nel campo, storie che non mi ha mai raccontato. Così, mi sono imbarcata in una ricerca per condividere i suoi scritti dall' ‘inferno in terra’, per citare Primo Levi, e per riportare in vita la sua voce nel modo migliore che conoscessi: come musica, in un progetto che abbraccia otto decenni e tre generazioni”. I sedici brani mostrano una particolare sensibilità melodica e sono stati composti e arrangiati dalla stessa Lenka Lichtenberg, a volte in collaborazione con altri musicisti, e sono in grado di restituire all’ascoltatore una densa trama affettiva che invita ad immergersi nel libretto molto curato che riporta sia la copia di pagine scritte a mano da Anna Hana Friesova, sia la traduzione dei testi in inglese, preceduti da una toccante e documentata introduzione autobiografica scritta da Lenka Lichtenberg intitolata Ladri di sogni.
blogfoolk.com

1. Kam jsme to zašli? (What is this place?)
2. Zas v slunci zlatém (Once again in golden sunlight)
3. Čekáme kdesi na konci aleje (Waiting at the end of an alley)
4. Zázraky (Miracles)
5. Studený soumrak byl, můj milý (It was a cold dusk)
6. Zvyk, to je příšera (Habit is a monster)
7. Utíkej, utíkej, člověče (Run, run, little human)
8. Divoká, dravá voda byla (Wild, beastly water)
9. Koleda, koleda (Trick or treat)
10. Jdou naše nohy (Feet are marching)
11. Chtěla jsem tě proklít, hořká zemi (I wanted to curse you, bitter land)
12. Můj ráji samoty (My paradise of solitude)
13. Ženeme čas (We're chasing time)
14. Mám vlastní trud (I have my own grief)
15. Neptej se, můj milý (Don't ask me, my love)
16. Maminka (Maminka)

Jdou naše nohy, dvě a dvě,
po dláždění a po trávě,
po kamení a po kvítí
a svoji blízkost necítí.

Jdou nohy jdou a nesou nás,
však mezi námi už je čas,
jenž naši blízkost oddálil
a naše touhy na sta mil.

Snad naše srdce doufají,
že se zas spolu shledají
po dlouhé cestě kolem světa,
než přejde touha, než přejdou léta.

Těžko, těžko jít vpřed a těžko zpátky,
kdo propásli cíl i křižovatky.
Je tolik cest a chodníků,
po nichž se chodí ze zvyku.

V dálce, kam doletí jen pták,
kam dopadne vždy touhy zrak,
kde zem vstupuje do nebe,
tam žijem každý pro sebe,
tam žijem každý pro sebe,
jen pro sebe, jen pro sebe.

Jdou naše nohy, dvě a dvě,
po dláždění a po trávě,
po kamení a po kvítí
a svoji blízkost necítí.

Contributed by Stanislava - 2022/9/14 - 10:58



Language: Italian

Versione italiana di Stanislava
MARCIANO LE NOSTRE GAMBE

Marciano le nostre gambe, a due a due,
sul lastricato e sull'erba,
sulle pietre e sui fiori
e non percepiscono la loro vicinanza.

Marciano le gambe e ci portano,
però tra noi ormai sta il tempo
che ha allontanato la nostra vicinanza
e i nostri desideri di centinaia di miglia.

Magari i nostri cuori sperano
di ritrovarsi di nuovo insieme,
dopo un lungo viaggio intorno al mondo,
prima che svanisca il desiderio, prima che passino gli anni.

Difficile, difficile andare avanti e difficile andare indietro
per coloro che hanno mancato il traguardo e gli incroci.
Ci sono tante strade e marciapiedi
che si percorrono per abitudine.

In luoghi lontani che solo l'uccello può raggiungere in volo
dove sempre cade l'occhio del desiderio
dove la terra entra nel cielo,
là ognuno viviamo per noi stessi
là ognuno viviamo per noi stessi
solo per noi stessi, solo per noi stessi.

Marciano le nostre gambe, a due a due,
sul lastricato e sull'erba,
sulle pietre e sui fiori
e non percepiscono la loro vicinanza.

Contributed by Stanislava - 2022/9/14 - 11:00


@Stanislava
Grazie del fantastico lavoro che stai facendo.

Ti ho creato il common da mettere in ogni canzone. Questo quello che devi copiare (ovviamente aggiungendo autore della musica


Testo/Lyrics/Text: Anna Hana Friesová
Musica/Music/Hudba:

{{ common thieves_of_dreams }}

dq82 - 2022/9/15 - 08:42


@dq82
Grazie! Ho inserito altre due canzoni utilizzando il common, mi sembra che la pagina si visualizzi in modo corretto. Ho già trascritto anche le ultime canzoni, conto nei prossimi giorni di rivedere un attimo le traduzioni, così arriviamo in fondo a questo progetto :)

Stanislava - 2022/9/18 - 16:49



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org