Language   

Messaggio

Bakis Beks
Language: Italian




C'è una terra invasa da stranieri non comunitari
Non li puoi distinguere sembrano tutti uguali
Si spostano in branco sembrano animali

In questa terra invasa da polizia carabinieri e militari
Abusi di potere quotidiani Divise scudi caschi italiani
Non ci sono eroi tra i mercenari
Ma servi che lo stato paga trenta danari

C'è una terra invasa da stranieri non comunitari
Che l'affittano alla NATO ed alle multinazionali
Che ci testano le bombe con cui gli occidentali
Esporteranno la democrazia nei paesi orientali
Hanno occupato luoghi millenari
Avvelenato umani ed animali
Lasciandoli in balia degli effetti collaterali
Delle loro armi sperimentali

C'è una terra invasa da stranieri non comunitari
Non chiedono l'elemosina non vivono in hotel
Esseri parassitari che lo stato paga
prendendo soldi dalle tasche della gente come te
Non erano africani o musulmani
Quelli che hanno occupato terre e avvelenato i mari
Quelli che hanno portato morte da luoghi lontani
Come la sindrome dei Balcani

Non c'è tempo per spiegazioni
indennizzi conciliazioni
questo è un messaggio ai coloni
basta fuori dai coglioni

C'è una terra invasa da stranieri non comunitari
Hanno attraversato il mare per venire a fare affari
Hanno imposto la loro lingua con le scuole statali H
anno imposto la loro legge con galere e tribunali
Non sono mai esistiti coloni buoni
Se non nei libri di storia scritti dai vincitori
Non servono trattati o paroloni
BASTA FUORI DAI COGLIONI

Non c'è tempo per spiegazioni
indennizzi conciliazioni
questo è un messaggio ai coloni
basta fuori dai coglioni


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org