Language   

Ramona

Marco Chiavistrelli
Language: Italian


Related Songs

E io sono qui
(Marco Chiavistrelli)
Giustizia per Genova
(Marco Chiavistrelli)


Ramona
[ 2015 ]

Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
Marco Chiavistrelli



Ramona Cortese , di Follonica, condannata per stalking e violenza sessuale stava scontando i domiciliari a casa. Fu portata in cella il 31 luglio dopo che la madre, aggredita da Ramona in un eccesso d’ira, aveva chiamato i carabinieri. L’hanno trovata impiccata con un lenzuolo il 14 agosto. Aveva 27 anni, compiuti una settimana prima, il 7 agosto 2015, mentre era in carcere.
Ramona è morta affissa dentro un carcere
ma era di Follonica ma era di Follonica
a volte io suono l’armonica e c’è una spiaggia che
risuona di violino
e sul profilo di facebook tiene in collo un gattino
e sembra fragile, dolce come un cerbiatto

Ramona si è impiccata di soppiatto
chissà se è morta subito o se ha sofferto tanto
Ma era dislessica e non riusciva neanche a legarsi le scarpe
chissà come avrà fatto a costruirsi un cappio
Ma aveva braccia fragili e deboli come un giunco
chissà come avrà fatto a issarsi così in alto…

Quanti ragazzi muoiono dentro il carcere
oppure in strada pestati come martiri
schiacciati a scuola, picchiati o impiccati in una cella
dicono che sian nati sotto una cattiva stella
Ramona aveva fatto piccoli reati
tra qualche mese, sai, sarebbe uscita

E scagli la prima pietra chi non ha mai sbagliato
verso il prossimo ma per sentimento non ha ucciso
e l’hanno crocifissa perché era troppo stanca
per reagire un’altra volta inerme
e penso che l’abbiano innalzata su in alto per
vederla oscillare lentamente

Ma era dislessica e non riusciva neanche a legarsi le scarpe
ma allora quel cappio chi gliel’ avrà fatto
Ma aveva braccia fragili e deboli come un giunco
allora c’è qualcosa che non torna, questo è il punto

Quanti ragazzi muoiono dentro il carcere
oppure in strada ancor prima di nascere
odiati solo perché deboli o diversi un po’ di più
Attento, il prossimo potresti esser tu

Ai genitori al telefono la notizia,
dopo han nascosto il corpo era già solo perizia
così è rimasta sola anche da morta
così era già sola in vita e avrà sempre sofferto
e come un libro aperto veniva gualcita dai più forti
e impedita da ogni vita

Adesso è solo un fiore reciso
che sanguina dalle sbarre di una cella la sua vita
Ma sono stufo di vedere tutti questi ragazzi morti
e non chiuderò occhi non li avrò mai distolti
Ramona aveva braccia fragili per impiccarsi in alto
allora quel cappio gliel’hanno proprio fatto
Saran contenti i perbenisti che l’avevan messa alla gogna
Che brucino all’inferno con la loro vergogna…
Saran contenti i perbenisti che l’avevan messa alla gogna
Che brucino all’inferno con la loro vergogna

Quanti ragazzi muoiono dentro il carcere
oppure in strada pestati come martiri
schiacciati al suolo e asfissiati o impiccati in una cella
mi sa che l’hanno uccisa, altro che cattiva stella….
Ramona l’hanno uccisa, altro che cattiva stella

Contributed by Riccardo Gullotta - 2020/6/14 - 20:37



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org