Language   

Cupamente

Mara Redeghieri
Language: Italian



Mente acuta vive cupamente,
si arrabatta nel suo poco e niente,
pensa sempre a quanto può costare
e se vale la pena di comprare.

Conta spesso le sue monetine.
Conta i sassi, conta le palline.
Si domanda se gli può bastare,
per comprare, comprare e ricomprare.

Traboccanti i suoi magazzini.
Trema e teme per i suoi soldini.
Si domanda se ce la può fare,
con il lungo inverno da passare.

Cupamente conta e poi riconta,
non si stanca mai di speculare,
costruisce case sulla sabbia
e autostrade che finiscono nel mare.

Conta le sue monetine,
conta le palline,
ma le conta male.
Conta, conta e si sfinisce,
che non conta niente,
tutto ‘sto contare.

Tristemente naviga nel fango,
spegne il faro, deve risparmiare,
non capisce quello che succede,
ma continua ciecamente il suo remare.

S’ode un tonfo, salta nella nebbia,
e lamento crepita nel cuore.
Vede un’ombra ma non è sicuro,
quella cena era pesante da morire.

Un deserto al posto del giardino,
un lucchetto per ogni stanzino,
tutto chiuso e ben sigillato,
Sotto vetro dentro un carro armato.

Cupamente stasera è molto triste,
non ha pace si sente torturare,
al pensiero di dover morire
senza avere né potuto guadagnare…

Conta quattro monetine,
cinque o sei sardine,
sapore di sale.

Conta, conta ma svanisce
tutto questo niente,
fino in fondo al mare.

Conta le sue monetine,
conta le palline,
ma le conta male.

Conta, conta e si sfinisce,
che non conta niente,
tutto ‘sto contare.


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org