Language   

Cry Cry

Grant-Lee Phillips
Language: English


Related Songs

Holy Irons
(Grant-Lee Phillips)
Pow Wow
(Lou Reed)


2016
The narrow
Cry Cry the narrows


Il sentiero delle Lacrime fu una deportazione forzata dei nativi americani dalle loro terre d'origine fino al territorio indiano (oggi Oklahoma), negli Stati Uniti occidentali, avvenuto perlopiù a marce forzate.

Molti nativi americani soffrirono di freddo, malattie e fame durante i loro trasferimenti, e molti morirono, compresi, per esempio, 60.000 dei 130.000 Cherokee trasferiti.[2] Migliaia di afro-americani sia liberi che schiavi (come schiavi che accompagnavano i loro padroni nativi americani e come ex-schiavi fuggiti che erano assistiti da, assimilati da, o sposati a membri delle tribù) accompagnarono le nazioni trasferite lungo il "Sentiero delle lacrime".

Sentiero delle lacrime

Nel 1830, i Cherokee, Chickasaw, Choctaw, Creek e Seminole (a volte ci si riferisce loro come le Cinque Tribù Civilizzate) vivevano come nazioni autonome in quello che sarebbe stato chiamato profondo sud degli Stati uniti. Il processo di trasformazione culturale (proposto da George Washington ed Henry Knox) prese impeto soprattutto tra Cherokee e Choctaw. La deportazione indiana venne proposta per la prima volta da Thomas Jefferson. Andrew Jackson fu il primo presidente Usa a implementare la deportazione con l'Indian Removal Act nel 1830. Nel 1831 vennero deportati i Choctaw, che divennero un modello per le altre deportazioni. Dopo i Choctaw toccò ai Seminole nel 1832, poi ai Creek nel 1834, di seguito ai Chickasaw nel 1837, ed infine ai Cherokee nel 1838. Deportazioni (da diversi settori del nord america) continuarono verso il territorio indiano fino all'ultima metà del XIX secolo.

wikipedia
In the winter when the streams are frozen
In the winter when the birds don’t sing
That’s when I lost my home
When I lost everything
Kept a’ walkin’ ‘till my feet were bloody
Left everything we knew
When they took us ‘cross the Mississippi
Nothin’ that I could do but…
Cry, Cry
Cry
Keep a’ pushin’ on into the ocean
Dancin’ like a man in chains
‘Till you wind up where the sod is hard
Here where you lose you name
Same people said that I was Godless
Same people showed how to pray
Same people with a pen or rifle
Same people took it all away
Cry, Cry
Cry
One more mile
One more night
One thousand lies won’t make it right
Cry, cry
One more mile
One more night
One thousand lies won’t make it right

In the winter when the streams are frozen
In the winter when the birds don’t sing
That’s when I lost my home
When I lost everything
Cry, Cry
Cry

Contributed by dq82 - 2016/4/16 - 09:07



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org