Language   

Gurindji Blues

Ted Egan
Language: English

List of versions


Related Songs

The Drover’s Boy
(Ted Egan)
A Song for Grace
(Ted Egan)
When Cathy Runs
(Peter Devine)


‎[1971]‎
Scritta da Ted Egan e Galarrwuy Yunupingu
Negli album “The Bangtail Muster” (1973) e “The Aboriginals” (1997)‎

The Bangtail Mustergurindji blues


Gurindji è il nome di un gruppo di aborigeni australiani che vivono nella zona del fiume Victoria, ‎nel Territorio del Nord, 460 km a sud ovest della città di Katherine. Molte famiglie Gurindji ‎lavoravano nella fattoria di Wave Hill, oggi Kalkarindji, fondata alla fine dell’800 dall’esploratore ‎ed allevatore Nathaniel Buchanan ed in seguito acquistata da una società facente capo al magnate ‎inglese barone Vestey. I mandriani aborigeni ricevevano una paga sensibilmente più bassa dei ‎lavoratori bianchi. La famiglie aborigene erano costrette a vivere in roventi baracche di lamiera ‎ondulata, prive di tutto.‎


‎ ‎
Nel 1966 circa 200 Gurindji e le loro famiglie, guidati da un leader carismatico di nome Vincent ‎Lingiari (1908-1988), entrarono in sciopero ad oltranza, abbndonando la fattoria e riunendosi in un ‎luogo sacro ai nativi chiamato Daguragu. Inizialmente lo sciopero fu interpretato come una protesta ‎contro le condizioni di lavoro e di vita ma ben presto gli aborigeni alzarono la posta: il loro ‎obiettivo era ritornare in possesso delle loro terre originarie, delle quali erano stati depredati e sulle ‎quali erano costretti a vivere come schiavi, volevano insomma ritornare padroni del loro mondo:‎

“We want them Vestey mob all go away from here. Wave Hill Aboriginal people bin called ‎Gurindji. We bin here long time before them Vestey mob. This is our country, all this bin Gurindji ‎country. Wave Hill bin our country. We want this land; we strike for that.”

Il popolo Gurindji sopportò minacce, ricatti e privazioni per quasi 10 lunghi anni. Io credo che ‎questo sia stato lo sciopero più lungo della Storia. Solo nel 1976 il Governo australiano varò ‎finalmente l’Aboriginal Land Rights Act in base al quale gli aborigeni tornarono in possesso del ‎‎50% del Territorio del Nord, compreso l’85% del tratto costiero.‎



Della grande e vittoriosa lotta di Vincent Lingiari e del popolo Gurindji cantano anche Paul Kelly e ‎Kev Carmody nella loro From Little Things Big Things Grow, ma questa di Ted Egan e Galarrwuy Yunupingu fu scritta ‎proprio nel bel mezzo della dura vertenza.‎
Poor bugger me, Gurindji
Me bin sit down this country
Long time before the Lord Vestey
Allabout land belongin' to we
Oh poor bugger me, Gurindji.
Poor bugger blackfeller; Gurindji
Long time work no wages, we,
Work for the good old Lord Vestey
Little bit plour; chugar and tea
For the Gurindji, from Lord Vestey
Oh poor bugger me.

Poor bugger me, Gurindji,
Man called Vincent Lingiari
Talk long allabout Gurindji,
Daguragu place for we,
Home for we, Gurindji:
But poor bugger blackfeller, Gurindji
Government boss him talk long we
‎'We'll build you house with electricity
But at Wave Hill, for can't you see
Wattie Creek belong to Lord Vestey'
Oh poor bugger me.

Poor bugger me, Gurindji
Up come Mr: Frank Hardy
ABSCHOL too and talk long we
Givit hand long Gurindji
Buildim house and plantim tree
Longa Wattie Creek for Gurindji
But poor bugger blackfeller Gurindji
Government Law him talk long we
‎'Can't givit land long blackfeller, see
Only spoilim Gurindji'
Oh poor bugger me.

Poor bugger me, Gurindji
Peter Nixon talk long we:
‎'Buy you own land, Gurindji
Buyim back from the Lord Vestey'
Oh poor bugger me, Gurindji.
Poor bugger blackfeller Gurindji
Suppose we buyim back country
What you reckon proper fee?
Might be flour, sugar and tea
From the Gurindji to Lord Vestey?
Oh poor bugger me.‎

Contributed by Bernart - 2013/7/23 - 09:16


Galarrwuy Yunupingu, autore della musica e primo interprete di questo brano scritto da Ted Egan, è nato nel 1948 ed è uno dei leader degli aborigeni australiani, impegnato da sempre nella lotta per il diritto alla terra...

Bernart - 2013/7/23 - 09:20



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org