Language   

Lamento per la morte di Pasolini

Giovanna Marini
Language: Italian



Persi le forze mie persi l'ingegno
la morte mi è venuta a visitare
‎«e leva le gambe tue da questo regno»
persi le forze mie persi l'ingegno. ‎

Le undici le volte che l'ho visto
gli vidi in faccia la mia gioventù
o Cristo me l'hai fatto un bel disgusto
le undici le volte che l'ho visto. ‎

Le undici e un quarto io mi sento ferito
davanti agli occhi ho le mani spezzate
e la lingua mi diceva «è andata è andata»
le undici e un quarto io mi sento ferito. ‎

Le undici e mezza mi sento morire
la lingua mi cercava le parole
e tutto mi diceva che non giova
le undici e mezzaio mi sento morire. ‎

A mezzanotte io m'ho da confessare
cerco perdono dalla madre mia
e questo è un dovere che ho da fare
io a mezzanotte m'ho da confessare. ‎

Ma quella notte volevo parlare
la pioggia il fango e l'auto per scappare
solo a morire lì vicino al mare
ma quella notte io volevo parlare
e non può, non può, può più parlare
non può, non può, può più parlare.

Persi le forze mie persi l'ingegno
la morte mi è venuta a visitare
‎«e leva le gambe tue da questo regno»
persi le forze mie persi l'ingegno. ‎


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org