Language   

Anarchia

Sindrome del dolore
Language: Italian



Mi rifiuto di morire e non smetto di guardare
e anche se non so che fare fermo non posso restare
hanno costruito stati, e religioni a sotterrare
la poca rabbia diluita, han creato il bene e il male

e rinchiudono animali in laboratori di morte
ed innalzan nuove chiese a vietarti di esser forte
ti desiderano debole sottomesso al loro credo
e se commetti un solo sbaglio non potrai tornare indietro

politicanti bastardi, preti e facce da giornale
costruiscon nuove mode per impedirti di pensare
ed intanto il tempo passa e la tua è solo utopia
vorresti cambiare il mondo per un'ora di anarchia.

Non essere quello che vogliono loro!
Non essere quello che vogliono loro!
Non essere quello che vogliono loro!
Non essere quello che vogliono loro!

E li senti dietro e addosso i loro sguardi inebetiti
che affollano le chiese, e che arricchiscono i partiti
vorresti dimenticarli per un'ora di anarchia
ma loro a riderti addosso che la tua è solo utopia

e massacrano animali in nome di una falsa scienza
loro credono ai giornali e non possono farne senza
puoi distruggere questo mondo ci sarà dell'altro altrove
ma ti dicono utopia e le tue idee non sono nuove

ed allora senza forze provi a rialzarti ancora
a provare l'anarchia anche solo per un'ora
e scavalchi stati e fedi e poi rompi gli steccati
dove siamo tutti chiusi come anestetizzati.

Non essere quello che vogliono loro!
Non essere quello che vogliono loro!
Non essere quello che vogliono loro!
Non essere quello che vogliono loro!


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org