Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2017-5-12

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Sir Aldingar

Child #59
Dal Percy's Folio
From the Percy's Folio
1. Thomas Percy, Reliques of Ancient English Poetry (1765)
2. Sir Walter Scott, Minstrelsy of the Scottish Border (1803)
Nessuna melodia tradizionale è pervenuta.
No traditional tune is extant.
Musica non originale e interpretazione / Non-original music and performance:
a. 1985, Kornog, Ar seizh avel ("Sui sette vènti / On Seven Winds)
b. Francis Elder, 2013.

Nei miei « salti all'indietro » eccomi arrivato, o tornato, a Sir Aldingar (da pronunciarsi Òldingar). Dico « tornato » , perché, nella mia storia personale, questa ballata ha uno status del tutto particolare. Talmente particolare, perché legato ad un particolarissimo periodo della mia vita, da avermi fatto assumere, per un certo tempo, lo pseudonimo (o « nickname ») di "Aldingar" nelle prime cose che scrivevo in Rete (una Rete pressoché preistorica, e che non esiste più).... (continua)
Our king he kept a ffalse steward
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 12/5/2017 - 22:11
Downloadable! Video!

(Walk Me Out In The) Morning Dew

La cover di “Morning Dew” fu scritta nel 1968 da Angelo Ravasini
Testo trovato sul blog musicale Verso la Stratosfera, leggermente corretto all'ascolto
QUESTO È GIUSTO
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 12/5/2017 - 21:50
Downloadable! Video!

There But For Fortune

La versione italiana scritta da Francesco Specchia e Giordano Falzoni e interpretata da Maria Monti nel suo disco del 1972 intitolato “Maria Monti e i contrautori”.
Testo trovato e trascritto da YouTube

NON È SOLO UN CASO
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 12/5/2017 - 20:31
Video!

Luna tucumana

Traduzione italiana di Alessio Lega tratta dal nuovo disco di Ginevra Di Marco "La rubia canta la negra" dedicato alle canzoni di Mercedes Sosa
LUNA TUCUMANA
(continua)
12/5/2017 - 18:49
Video!

Βαρέθηκα

Quasi sette anni fa, Gian Piero Testa temeva, a proposito del titolo dell'album di cui è stata ripresa questa canzone, di "avere preso una cantonata"; naturalmente, non era così. Lo spiega lo stesso Asimos sulla copertina dell'album: ΞΑΝΑΠΕΣ = αυτός που δε μπήκε ("colui che non è entrato", o "che non è riuscito a entrare"). Casomai, vista l'immagine della coppa del mondo di calcio che sta sulla medesima copertina, si potrebbe rendere: "Chi non si è qualificato".
Riccardo Venturi - Ελληνικό Τμήμα των ΑΠΤ "Gian Piero Testa" 12/5/2017 - 18:24
Downloadable! Video!

The Gunner's Dream

IL SOGNO DELL'ARTIGLIERE
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 12/5/2017 - 17:52
Downloadable! Video!

Imagine

ROMAGNOLO / ROMAGNA DIALECT (ITALIAN)

Traduzione in dialetto romagnolo dal blog Mazapegul. Volume porco e distorsione baghina

A translation into the dialect of Romagna (Italy) reproduced from the blog Mazapegul. Volume porco e distorsione baghina [BB]
PENSA UN PO
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 12/5/2017 - 17:34
Downloadable! Video!

Caserio passeggiava per la Francia

anonimo
"Caserio passeggiava per la Francia" interpretata da Romolo Valli



Nel 1968, durante una puntata del "Delia Scala Show" televisivo, il grande attore teatrale e cinematografico reggiano Romolo Valli (1925-1980) si esibì in un inaspettato "sketch" interpretando tre strofe del "Caserio passeggiava per la Francia" nelle vesti di un anarchico; lo sketch fu poi ripresentato nel 1976 durante una puntata di "Ieri e Oggi" condotta da Mike Bongiorno e alla quale interveniva anche la cantante napoletana Marina Pagano. Nello sketch, Romolo Valli "trasforma" Sante Caserio in un anarchico romagnolo (cantando, ovviamente, con accento romagnolo), ma è anche possibile che, in Emilia Romagna, Caserio fosse veramente creduto del posto.
Riccardo Venturi 12/5/2017 - 13:31
Video!

Il pianto dell'asino

Chanson italienne – Il pianto dell’asino – Skassapunka – 2017

Dans silence de la nuit, dans l’obscurité complice de l’homme, un pleur déchire les tympans endormis d’une ville qui dort. Nous venons d’un quartier de la périphérie nord de Milan, qui le jour montre un visage souriant, bien-pensant et de nuit se cache, en faisant place au braiment d’un âne qui, vraiment, presque tous les soirs parcourt les rues du village, comme s’il criait de douleur pour ses conditions et celles du monde dans lequel il vit. Notre ville est aussi le domicile de beaucoup de travailleurs, étant une zone industrielle, une classe ouvrière poussée à la recherche de l’embourgeoisement, au refus de son état, bombardée de centres commerciaux les plus gros du monde et des cochonneries de l’EXPO, rendue docile et domestiquée par le moralisme du moyen âge du vingt et unième siècle. L’âne est la métaphore de cette classe,... (continua)
LE PLEUR DE L’ÂNE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 11/5/2017 - 20:16
Downloadable! Video!

Perfect Sense

Ho scoperto da poco questi testi di waters. Ne sono rimasto incantato.credo di non aver ascoltato in vita mia, e sono vecchio,ul album del genere. Grandioso
Franco corucci 11/5/2017 - 18:47
Video!

Terra

1993

Terra” non è altro che un’onesta traccia in stile eurodance corredata da qualche elemento trance, caratterizzata però da una componente alquanto bizzarra: è cantata (o forse sarebbe meglio dire recitata) in italiano. Con uno strano accento, è vero, ma pur sempre italiano.

Questo in barba all’imperante moda dell’epoca che imponeva anzitutto l’inglese come lingua abbligatoria, una strofa rappata da voce maschile e il ritornello cantato da voce femminile. Ma qui il mistero s’infittisce perché, se ai tempi l’Italia si ritrovava al centro dell’attenzione per le produzioni di musica dance (sic!) ed era in grado di attrarre ed esportare i suoi prodotti in modo molto influente anche sui mercati esteri, sugli Onda del Futuro non si sa molto, le notizie sono poche e confuse eppure, a parte il linguaggio utilizzato, nulla sembra indicare una loro provenienza dalla nostra penisola.

Dietro questo... (continua)
Terra
(continua)
inviata da Dq82 11/5/2017 - 17:03
Video!

The Phony King of England

Το τραγούδι αυτό για τον βασιλιά θα το τράγουδούν συχνά
(continua)
inviata da dq82 11/5/2017 - 12:30
Video!

The Phony King of England

העולם ישיר על מלכנו גם כעבור מאות שנים
(continua)
inviata da dq82 11/5/2017 - 12:28
Video!

The Phony King of England

HASSU KUNINGAS
(continua)
inviata da dq82 11/5/2017 - 12:25
Video!

The Phony King of England

REI LADRÃO
(continua)
inviata da dq82 11/5/2017 - 12:09
Video!

The Phony King of England

Vores høje drot
(continua)
inviata da dq82 11/5/2017 - 11:51
Video!

The Phony King of England

ONA SAHTE İNGILIZ KRALI DIYECEKLER
(continua)
inviata da dq82 11/5/2017 - 11:33

Coro dell’ultimo atto

[1945]
La poesia che significativamente chiude la prima edizione della raccolta “Foglio di via e altri versi”, pubblicata nel 1946 e contenente versi composti da Fortini tra il 1938 ed il 1945.
Il testo l'ho trovato in una recente tesi di laurea, quella di Bernardo De Luca intitolata “Foglio di via e altri versi di Franco Fortini. Edizione critica e commentata”, discussa nel 2016 presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II.

L’ultima poesia della prima edizione di Foglio di via, sin dal titolo allude alla sua funzione conclusiva, suggerendo, attraverso la metafora drammatica, la chiusura di un percorso narrativo. Inoltre, sempre nel titolo abbiamo una seconda indicazione particolarmente significativa: la raccolta, infatti, si conclude con un componimento dall’impostazione corale, sulla scorta di testi quali il Coro dei deportati e il Canto degli ultimi partigiani.
Datata 1945,... (continua)
Dunque fra poco tutto sarà compiuto
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 11/5/2017 - 09:14
Downloadable! Video!

La ballata dell'Ardizzone

Μετέφρασε στα Ελληνικά ο Ρικάρντος Βεντούρης
11-05-2017 04:14
ΜΠΑΛΑΝΤΑ ΓΙΑ ΤΟΝ ΑΡΝΤΙΤΣΟΝΕ
(continua)
11/5/2017 - 04:15
Downloadable! Video!

O cara moglie

Μετέφρασε στα Ελληνικά ο Ρικάρντος Βεντούρης
11-05-2017 03:17
ΑΓΑΠΗΤΗ ΜΟΥ ΓΥΝΑΙΚΑ
(continua)
11/5/2017 - 03:18
Downloadable! Video!

The Day That Never Comes

Ciao ragazzi, adoro il vostro sito ma voglio segnalare un paio di imprecisioni nel testo.

"you pull away", not "You put away"

"tend to black your eyes", non 2Tend to block your eyes"

"push you cross that line" non "Pushed you across that line"

Ciao!
(Duzlo)

Grazie. Testo corretto.
11/5/2017 - 00:56
Downloadable! Video!

L'Internationale

I'm the one who assembled the multilanguage video you have at the top of the index. It was taken down a while back by a copyright claim on the Chinese version, so it's currently only viewable by me. There's a new, more complete version here:



Also included in that video, I don't believe you have the Dari Persian, Karen, Batak, or Atayal translations. Unfortunately, I don't have the lyrics for them.


Dari Persian version


Karen version


Batak version


Atayal version
MandalorTeSiit 11/5/2017 - 00:05
Video!

Avec les Pompiers

Avec les Pompiers

Chanson française – Avec les Pompiers – Fred Adison – 1934
Paroles : Charlys et Couvé
Musique : Henry Himmel

Interprètes : Fred Adison, Georges Milton 



Donc, Lucien l’âne mon ami, nous sommes en 1934, année quasiment liminaire de la consolidation du parti nazi à la tête de l’Allemagne et du renforcement de la dictature d’Adolf Hitler sur le-dit parti – par l’élimination de tous ses concurrents nationalistes et même de la SA, milice nazie, par la SS milice hitlérienne, sorte de garde prétorienne du Führer. Les choses prennent tournure et même, mauvaise tournure. Comme tu pourras aisément le comprendre, on était là devant le début d’un formidable incendie qui va embraser le monde entier quelques années plus tard.
C’est à ce moment que Charlys et Couvé pour les paroles et Henry Himmel pour la musique lancent par la voix de Fred Adison, cette chanson qui raconte l’étrange... (continua)
Chez nous au village,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 10/5/2017 - 21:49
Downloadable! Video!

Gwerz ar vezhinerien

A proposito di goémons:
si narra che sull'isoletta di Sein, le donne che possiedono il cosidetto “dono di confidare” per recarsi ai “sabba del mare” con gli spiriti maligni delle acque, utilizzino come imbarcazioni proprio i cesti di vimini con cui si usa raccogliere solitamente goémons.
Questi cesti hanno la parte inferiore rientrante come il fondo di una bottiglia e per trattenere il carico vi si conficca una bacchetta (che in bretone sui chiama bâ bédina) che le vecchie usano appunto come remo e timone stando accovacciate sui calcagni.
I cesti così diventano Bag-Sorcéres, ovvero barche della stregoneria.
Quest'isola che si trova ad ovest della Pointe du Raz, alcuni sostengono fosse l'Insula Sena dei Romani (dove officiavano nove sacerdotesse), altri che si tratti invece dell'Isola dei Sette Sonni, dove venivano sepolti di druidi defunti.
Leggende narrano che sia proprio da quelle parti che si aggirino le anaon, ovvero le anime dei trapassati, quei spiriti malefici destinati ad errare senza sosta....
Flavio Poltronieri 10/5/2017 - 19:35
Video!

La frontiera

da brividi, si ricevono sensazioni stupende. Non lo conoscevo, mio figlio mi ba portato a Napoli per un suo concerto ed ho acquistato il biglietto pet Salerno all'Arena del mare il 18 luglio. È un grande.
10/5/2017 - 16:21
Downloadable! Video!

Lettera ad Angela

Μετέφρασε στα Ελληνικά ο Ρικάρντος Βεντούρης
10-05-2017 13:48

ΓΡΑΜΜΑ ΣΤΗΝ ΑΓΓΕΛΑ
(continua)
10/5/2017 - 13:49
Downloadable! Video!

Io so che un giorno

Μετέφρασε στα Ελληνικά ο Ρικάρντος Βεντούρης
10-05-2017 12:53

Αυτή η μετάφραση είναι μια από τις πρώτες θαρρώ από τα τραγούδια του 'Ιβαν Ντέλλα Μέα. Την άρχισα στο τρένο από Μπολόνια στο Πράτο στις 8.5.2017 ενώ άλλοι ταξιδιώτες ξεμωραίνονταν με το smartphone. Κυττάζοντάς τους ήρθε στο νου μου αυτό το τραγούδι. [PB]
ΤΟ ΞΕΡΩ ΘΑ 'ΡΘΕΙ
(continua)
10/5/2017 - 13:00
Downloadable! Video!

Pierre de Grenoble

A riguardo Schiarazula Marazula, mi sembrano interessanti anche le note riportate sotto questo video:

Flavio Poltronieri 10/5/2017 - 12:52

Mon père m'y marie (ou Le crapaud)

Canzone tradizionale ripresa e riarrangiata da Yacoub
Il brano è contenuto nel disco “Trad. Arr.”, pubblicato nel 1978
Testo trovato sul sito di Yacoub
Mon père m'y marie
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/5/2017 - 11:35

Sandrine

“Xandrine” è una canzone tradizionale che Yacoub conobbe nel Vivarés, regione storica francese della Linguadoca, oggi nel dipartimento dell'Ardèche, Massiccio Centrale.
Il brano è contenuto nel disco “Trad. Arr.”, pubblicato nel 1978
Testo trovato sul sito di Yacoub
Adieu ma Sandrine, adieu
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/5/2017 - 11:28

Dans la ville où je suis (ou La fille du boucher)

Valse tradizionale del Corrèze (Nuova Aquitania) che Yacoub apprese dall'amico musicista Jean Blanchard, il quale collaborò anche all'album in cui il brano è contenuto, “Trad. Arr.”, pubblicato nel 1978
Testo trovato sul sito di Yacoub
Dans la ville où je suis là où j'ai resté
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 10/5/2017 - 11:20
Video!

Amico che voli

Penso che il testo si riferisca alla vita e al coraggio di vivere liberi nel pensiero e nelle azioni anche se c'è il pericolo che i poteri forti ti facciano fuori fisicamente e moralmente perchè sei contro il Sistema. E' più facile vivere nelle "convenzioni e negli agi che ti possono offrire" ( l'altalena, l'acqua , il cibo ) ma così rimani sempre in gabbia e le ali non ti servono per volare mentre se vivi "libero" vivi una vita piena, magari con tante difficoltà e sacrifici, e se il Sistema riesce ad abbatterti, anche se "morto", continui a volare in libertà.
10/5/2017 - 09:01

Morire per i vostri errori

1998

1982

L'album viene pubblicato nel 1998 e propone brani del primo periodo dei primi anni '80, da cui il titolo
Morire per i vostri fottutissimi errori
(continua)
inviata da Dq82 10/5/2017 - 09:01

Rifiuto

1998

1982

L'album viene pubblicato nel 1998 e propone brani del primo periodo dei primi anni '80, da cui il titolo
Fiumi, sangue
(continua)
inviata da Dq82 10/5/2017 - 06:41
Video!

Where Do We Go From Here?

(1996)
Album: Rising

Esiste anche una versione remixata da Tricky

Da un album ispirato ai bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki (vedi anche Warzone), una canzone in cui Yoko Ono si chiede se l'umanità sarà mai stanca del sangue e dell'orrore.
Where do we go from here?
(continua)
9/5/2017 - 23:22




hosted by inventati.org