Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2015-2-3

Rimuovi tutti i filtri
Video!

C'est à l'école qu'on apprend les bêtises

C'est à l'école qu'on apprend les bêtises

Chanson française – C'est à l'école qu'on apprend les bêtises – Henri Dès -



Peut-être celle-ci ?, dit Marco Valdo M.I.

Peut-être quoi ?, demande Lucien l'âne un peu estomaqué.

Peut-être celle-ci est-elle une chanson utile ? Ou est-ce une chanson inutile ? Moi, je n'en sais rien. Tout ce que je trouve, c'est une chanson contre la guerre. Car…

Car ?, dit Lucien l'âne en riant.

Car, Zoum zoum zoum-zoum-zoum
Zoum zouzoum zoum-zoum
C’est à l’école, tagadagada
Qu’on apprend les bêtises… et les bêtises de ce genre mettent à mal l'esprit de sérieux et la discipline qui est la base intangible de l'ordre et des armées. Tous les militaires te le diront. L'armée, c'est du sérieux. Là, on ne rit pas. Comme disait Brel, chez ces gens-là, Monsieur, on ne rit pas, Monsieur, on tire, on obéit, on respecte.

Ah bon, dit Lucien l'âne. Évidemment, vu comme... (continua)
Zoum zoum zoum-zoum-zoum
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 3/2/2015 - 23:48
Downloadable! Video!

Gambadilegno a Parigi

L'ho ascoltata nella versione dell'ultimo lavoro di Francesco. Sublime !Mi ha emozionato al punto da riascoltarla ininterottamente per tutto il viaggio di andata e ritorno in autofra Milazzo e Siracusa.
Angelo 3/2/2015 - 22:48
Video!

Adele

Testo di Cristiano Godano
Musica dei Marlene Kuntz
dall'album "Nella tua luce" (2013)

A quasi vent'anni dall'esordio esplosivo di "Catartica", ho trovato questo disco dei Marlene fresco e ispirato, lontano da certe sperimentazioni troppo cervellotiche (almeno per i miei gusti) che avevano caratterizzato alcuni lavori precedenti, ben suonato e con testi ispirati. Musicalmente questa Adele è uno dei pezzi forti che dimostra egregiamente come il rock italiano quando è ben fatto non ha niente da invidiare ai modelli anglosassoni.

Il testo, di stretta attualità, racconta con molta sensibilità e nessuna retorica la fuga di una donna perseguitata da uno stalker.
Adele se ne va
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 3/2/2015 - 22:40
Video!

Osja, amore mio

Testo di Cristiano Godano
Musica dei Marlene Kuntz
dall'album "Nella tua luce" (2013)

Ispirata alla figura del letterato russo fondatore dell’acmeismo Osip Emil'evič Mandel'štam, la canzone è scritta dal punto di vista della moglie, la pittrice e scrittrice Nadežda Jakovlevna Mandel'štam. Durante gli anni di lontananza dal marito, vittima delle persecuzioni delle Grandi purghe staliniane, Nadia decise in un mirabile slancio amoroso di imparare a memoria tutti i versi del poeta per poterli tramandare alle generazioni future.




Gli stessi Marlene Kuntz citano il nostro sito per spiegare il tipo di fascinazione che ha condotto Cristiano Godano a scrivere questa canzone.
Tutto imparerò di te
(continua)
inviata da Lorenzo 3/2/2015 - 21:33
Downloadable! Video!

The Green Fields Of France (No Man's Land)

Lo stesso Eric Bogle interviene a proposito della cover "edulcorata" di Joss Stone, un'operazione a cui purtroppo si è prestato anche il grande Jeff Beck.


Eric Bogle: I don't like Joss Stone's cover of No Man's Land, but I won't sue
The Guardian

Apparently Joss Stone’s version of my song No Man’s Land has polarised opinion. I’ve had quite a large number of emails from irate or upset fans asking me if I’d heard it and why I could allow such a travesty. It’s upset me too, mind you, and irritated me as well.

Here was I in Adelaide, bumbling along in comfortable, crisis-free obscurity at the other end of the world, when suddenly a bushfire flared up back in the increasingly Disunited Kingdom, illuminating a depth of feeling about my song I hadn’t known existed. I usually don’t comment publicly on other artists’ versions of my music, but so many people have been in touch that I felt I should... (continua)
CCG Staff 3/2/2015 - 20:51
Downloadable! Video!

Nothin' but a Good Time

Now listen
(continua)
3/2/2015 - 20:35
Video!

Overworked and Underpaid

Album: "Alive and Well" (1999)
I wake up and try and
(continua)
3/2/2015 - 19:23

Everyday Robots

Antiwar Songs Blog
Everyday Robots è una canzone inquietante e realistica. L’ha scritta Damon Albarn, il cantante inglese che dopo una stagione da popstar con i Blur e le interessanti sperimentazioni tra elettronica e hip-hop della band a cartoni animati dei Gorillaz, ha fatto uscire l’anno scorso il suo primo album solista che si apre con questa traccia […]
Antiwar Songs Staff 2015-02-03 17:28:00
Downloadable! Video!

Camions ça fait prout

Camions ça fait prout

Chanson française – Camions ça fait prout – Henri Dès – 1986



Ah, Lucien l'âne mon ami, vous les ânes avez avantageusement été remplacés par les camions, les camionnettes et tous ces engins automobiles… De ce point de vue, c'est utile et c'est une bonne chose. Mais voilà, comme les vaches, comme vous les ânes et nous les humains, les camions ça fait prout. Ça pète et ça empuante l'atmosphère, allant jusqu'à contribuer à faier un trou dans la couche d'ozone.

Dis tout de suite que je pète comme un camion…, dit Lucien l'âne en explosant de rire.

Pas autant, pas autant. Tout est une question de mesure. Et par exemple, depuis que j'ai suivi – et tu l'as suivi avec moi – le débat à propos de La Rosa Nera de Gigliola Cinquetti (je te la traduirai prochainement, ne t’en fais pas!), je suis perplexe quant aux chansons à proposer aux Chansons contre la Guerre. Un grand... (continua)
Camions sur la route,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 3/2/2015 - 15:49
Downloadable! Video!

El afuerino

[1965]
Parole e musica di Roberto Parra Sandoval (1921-1995), conosciuto come “tío Roberto”, uno dei tanti artisti della numerosa famiglia Parra
Nel disco “Ángel Parra y su guitarra”.
Testo trovato su Cancioneros.com

“Afuerino” è un termine cileno che sta ad indicare genericamente lo straniero o, con più precisione, uno non del posto sorpreso a commettere un piccolo furto…
Detrás de la zarzamora
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 3/2/2015 - 15:35
Downloadable!

El pueblo

[1965]
Parole e musica di Ángel Parra
Nel disco “Ángel Parra y su guitarra”. Ripresa poi dai Quilapayún
Testo trovato su Cancioneros.com
Al pueblo sólo le falta
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 3/2/2015 - 15:04

Canción para Angélico

[1968]
Parole e musica di Ángel Parra
Nel disco intitolato “Al mundo-niño, le canto” ma poi anche nel disco collettivo registrato clandestinamente nel 1974 insieme ad altri prigionieri nel campo di concentramento fascista di Chacabuco
Duerma tranquilo, mi niño,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 3/2/2015 - 11:56

Libertad para Luis Corvalán

[tra 1973 e 1976]
Parole e musica di Sergio Ortega (1938-2003), compositore e pianista cileno e militante comunista. Nel 1973 riparò in Francia, dove ha vissuto fino alla morte.
Canzone inedita
Testo trovato su Cancioneros.com

Luis Corvalán (1916-2010) è stato il segretario del Partito comunista cileno per più di 30 anni, dal 1958 al 1990.

Nel 1973, subito dopo il golpe, fu arrestato e detenuto senza accusa nel campo di concentramento dell’isola di Dawson. Nel 1976 il dittatore Pinochet propose a Brézhnev uno scambio di prigionieri politici: Luis Corvalán fu liberato e accolto in Unione Sovietica e i russi liberarono il dissidente Vladímir Bukovski.

Il figlio di Luis Corvalán, Luis Alberto, pure lui comunista e leader studentesco, fu anch’egli arrestato e detenuto nel campo di concentramento di Chacabuco dove, con il compagno Ángel Parra ed altri detenuti, nel 1974 registrò clandestinamente... (continua)
Un grito gigante la tierra recorre
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 3/2/2015 - 11:39
Downloadable! Video!

La ventana

[1969]
Parole e musica di Patricio Manns
Interpretata da Mariana Montalvo
Nel disco “Patricio Manns” del 1971 e poi in “Chants de la résistance populaire chilienne”, inciso nel 1974 con i Karaxú, gruppo fondato dallo stesso Manns durante l’esilio in Francia dopo il golpe militare in Cile nel 1973.
Testo trovato su Cancioneros.com
Miré tu cara por la ventana
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 3/2/2015 - 10:32
Downloadable! Video!

La canción de Luciano

[1972]
Parole e musica di Patricio Manns
Nel disco “Chants de la résistance populaire chilienne”, inciso nel 1974 con i Karaxú, gruppo fondato dallo stesso Manns durante l’esilio in Francia dopo il golpe militare in Cile nel 1973.
Testo trovato su Cancioneros.com

Canzone dedicata a Luciano Cruz Aguayo (“Juan Carlos” nella clandestinità), uno dei dirigenti del MIR (Movimiento de Izquierda Revolucionaria), morto in circostanze misteriose il 14 agosto de 1971. Due giorni dopo anche la sua compagna, docente di sociologia di origine francese, fu trovata morta nello stesso modo, asfissiata.

Negli archivi della CIA, oggi in parte declassificati, si ipotizza che Luciano Cruz Aguayo, leader emergente e particolarmente radicale e rigoroso, sia rimasto vittima di una faida interna alla sinistra cilena. Sembra infatti che Cruz Aguayo si fosse permesso di espellere dal MIR tal Max Marambio, il potente... (continua)
Al paso de Luciano
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 3/2/2015 - 09:35
Downloadable! Video!

Le Déserteur

ITALIANO / ITALIAN / ITALIEN [11] - Salvo Lo Galbo

Versione italiana di Salvo Lo Galbo
IL DISERTORE
(continua)
inviata da Salvo 3/2/2015 - 06:32
Downloadable! Video!

Les Bourgeois

I BORGHESI
(continua)
inviata da Salvo 3/2/2015 - 06:23

Les Chouettes Crucifiées

Les Chouettes Crucifiées

Chanson française – Les Chouettes Crucifiées – Marco Valdo M.I.– 2015


Mon ami Lucien l'âne, tu sais que le lendemain de leur assassinat par des déments – vrais cons cagoulés en vengeurs d'un quelconque prophète – les dessinateurs de Charlie avaient déjà empli le Paradis de dessins de bites… Il y en avait partout et selon la rumeur, le propriétaire des lieux aimait ça. Cette petite introduction pour te dire que si certains aiment dessiner des bites partout, il y en a d'autres qui veulent mettre des crucifix partout.

D'accord, j'en ai entendu parlé et puis, des bites, j'en ai déjà vues des tonnes. Note que des crucifix, depuis le temps que je me balade, j'en ai vu jusqu'à plus soif, jusqu'à l’écœurement. Alors, comme ton introduction est finie, accouche… N'y va pas par quatre chemins, dis ce que tu as à dire et fais-moi voir ta chanson, car je pense bien que celle-ci,... (continua)
Regardez comme il est beau,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 2/2/2015 - 21:30
Downloadable! Video!

Time Table

Grande Peter Gabriel autore del testo
Enzo 2/2/2015 - 20:41
Downloadable! Video!

Una ragione per vivere

Speriamo di riuscire prima o poi di trovare il testo originale
Scendo gli alti sentieri di montagna
(continua)
inviata da Donquijote82 2/2/2015 - 20:19
Downloadable! Video!

Anidride Solforosa

Tutte le canzoni contenute in "Anidride Solforosa", così come quelle in "Il giorno aveva 5 teste" sono capolavori di poesia e musica. Questa aveva anche una strofa finale che non è stata musicata da Dalla che recitava:

"Nevica nevica nevica
e l'inverno fa nevicare.
Stare attenti accidenti
come nei vecchi tempi
che non si spenga il fuoco.
E questo non è un giuoco."
Flavio Poltronieri 2/2/2015 - 19:37
Downloadable! Video!

Un'auto targata TO

Come integrazione al commento del prode Riccardo, vorrei contribuire dicendo che la prima stesura del testo del compianto poeta Roberto Roversi addirittura recitava:

"C'è un treno
da Scilla a Torino
otto gli occhi
uno stesso destino."
Flavio Poltronieri 2/2/2015 - 19:28
Video!

Wild Geese

2005
Wild Geese

Wild Geese, 2004-2006 a show based on stories of exile and migration as they have affected Irish, African/Caribbean, African, South Asian and Chinese migrants and refugees.

Wild Geese is a song and video ballad of exile and migration, using live music and video to combine the stories of Irish nurses, Asian textile workers, Iranian refugees and Chinese cockle-pickers and to highlight the contradictions in the position of migrant workers, often trapped in some of the poorest jobs, which no-one else will do, but vilified in parts of the media.

Performers:

Jilah Bakhshayesh
Gaylan Nazhad
Dave Rogers
Fred Wisdom
Goodbye Erin’s Isle, we’re crossing the sea
(continua)
inviata da DoNQuijote82 2/2/2015 - 18:11
Video!

No sé el perquè de les guerres

2 febbraio 2015
NON SO IL PERCHÉ DELLE GUERRE
(continua)
2/2/2015 - 17:24

Los Igualitarios

[1984]
Parole e musica di Jesús “Jechu” Durán (1952-2014), musicista e compositore boliviano
Un taquirari (ritmo folklorico e di danza boliviano tipico della parte orientale del paese) facente parte della cantata “Explicación de mi país” pubblicata nel 1984.

Un brano dedicato al movimento boliviano protosocialista degli Igualitarios, sviluppatosi nel dipartimento di Santa Cruz nella seconda metà dell’800 ed arrivato a maturazione nel 1876 grazie all’impulso dell’avvocato Andrés Ibáñez (1844-1876). Gli Egualitari volevano un governo federale, la fine della schiavitù nelle campagne e nel fabbriche, la riforma agraria, la redistribuzione delle risorse, la fine del latifondismo e della concentrazione della ricchezza. Si sollevarono in armi nel 1876 ma l’anno seguente furono travolti dalla reazione: Andrés Ibáñez fu catturato e fucilato con tutti i suoi compagni.

Nel 1991 il regista colombiano – ma nativo boliviano - Juan Miranda ha diretto un film su quegli eventi, intitolato “Los igualitarios”.
[Recitado]
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 2/2/2015 - 11:25
Video!

Siglo Veinte

[1984]
Parole e musica di Jesús “Jechu” Durán (1952-2014), musicista e compositore boliviano
Una cueca facente parte della cantata “Explicación de mi país”pubblicata nel 1984.

Federico Escóbar Zapata, detto “Macho Moreno”, Isaac Camacho, Rosendo García, Artemio Camargo e gli altri citati nella strofa centrale sono i nomi di alcuni famosi dirigenti sindacali degli operai e minatori boliviani, molti dei quali furono assassinati tra l’inizio degli anni 60 ed il 1982, il periodo in cui in Bolivia si succedettero molti dittatori militari, da Barrientos a Torres a Banzer.
[Recitado]
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 2/2/2015 - 09:42
Video!

Canzone per Francesco

Buongiorno,
Sono onorato che abbiate voluto inserire una delle mie canzoni sul vostro sito, che spesso utilizzo per ricerche.
Grazie
Davide Gastaldo
Davide 2/2/2015 - 08:04
Video!

Halabja

2005
Wild Geese


L'Attacco chimico di Halabja (in curdo: Kîmyabarana Helebce) avvenne il 16 marzo 1988, durante la guerra Iran-Iraq. Armi chimiche furono utilizzate dall'esercito iracheno nella città curda di Halabja.

L'attacco fu realizzato con gas al cianuro per rappresaglia contro la popolazione curda che non aveva frapposto sufficiente resistenza al nemico iraniano. I morti furono circa 5000. I Curdi morti in totale furono più di 100.000.

In seguito a questa azione tra il 2007 ed il 2008 vennero processati per crimini contro l'umanità vari gerarchi del regime di Saddam Hussein (ma non quest'ultimo, all'epoca già impiccato per altri crimini), tra cui il comandante militare delle operazioni, Ali Hassan Abd al-Majid al-Tikritieh], che venne condannato a morte, sentenza eseguita il 25 gennaio 2010.
wikipedia

Tutto accadde durante la guerra Iraq-Iran, conosciuta da molti come guerra... (continua)
Morning sun breaks through the trees
(continua)
inviata da Donquijote82 1/2/2015 - 22:53
Percorsi: Dal Kurdistan

Marsinah

2005
Wild Geese

On May 2nd 1993, workers at the PT Catur Putra Surya plant in Indonesia, a factory in an Export Processing Zone, went on strike demanding a wage rise of 20%. On May 7th, the body of one of the organisers, Marsinah, was found in a paddy field. She had been tortured and brutally murdered for her trade union activities. It is widely believed that the Indonesian military were responsible for her death
Marsinah lived in Surabaja
(continua)
inviata da Donquijote82 1/2/2015 - 22:47

I’m a Cook, I’m a Cleaner

2005
Wild Geese
My name is Winston Harper
(continua)
inviata da Donquijote82 1/2/2015 - 22:39
Video!

La noche de San Juan

[1971]
Parole e musica di Nilo Rixio Soruco Arancibia (1927-2004), cantautore boliviano, comunista, esule in Venezuela durante la dittatura di René Barrientos Ortuño e Alfredo Ovando Candía.
In un disco del 1971 de Los Montoneros de Méndez, gruppo folklorico boliviano di cui all’epoca Nilo Soruco faceva parte.
Il ritmo è quello del Huayño, genere musicale e di danza andino peruviano di origini pre-ispaniche.
La canzone fa anche parte della colonna sonora del film “El coraje del pueblo”, diretto nel 1971 dal Grupo Ukamau, collettivo formato dai registi boliviani Óscar Soria e Jorge Sanjinés, con Ricardo Rada e Antonio Eguino.

Una canzone che racconta del “Masacre de San Juan” avvenuto nel dipartimento di Potosí, Bolivia, durante la notte di San Giovanni, il 24 giugno del 1967, quando il dittatore generale Barrientos - convinto che i minatori, fortemente sindacalizzati e spesso in sciopero,... (continua)
Han matao a mi padre ¿por que será?
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 1/2/2015 - 22:36

Open Borders

2005
Wild Geese
Travelling north in search of freedom
(continua)
inviata da Donquijote82 1/2/2015 - 22:33
Video!

War

2005
Wild Geese
War in the streets
(continua)
inviata da dq82 1/2/2015 - 22:25
Downloadable!

Ninna nanna della fine della guerra

Chanson italienne – Ninna nanna della fine della guerra – Giacomo Lariccia – 2011

Texte et musique de Giacomo Lariccia
Album: Colpo di sole
BERCEUSE DE LA FIN DE LA GUERRE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 1/2/2015 - 22:16
Downloadable! Video!

Indio hermano

[1973]
Lato A di un 45 giri del 1973. Brano poi ricompreso in raccolte successive. Sul Lato B “Corre Que Te Pillo”
No cambiaré
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 1/2/2015 - 20:25

Una fiaba

L'epidemia di Ebola costringe a riflettere. 2 pazienti su 3 sono morti in Africa. Uno sì, due no, uno sopravvive e due muoiono.
In Europa e negli USA, invece, sono stati curati complessivamente 25 pazienti. 5 sono morti e 20 sopravvissuti. 66 % di mortalità in Africa, 20% nei Paesi ricchi. Perché questa differenza? O per dirla in modo meno asettico: perché la stessa malattia lascia speranza, o condanna a morte? Risposta semplice: la differenza la fa la "cura". Cittadini di prima e di seconda classe, chi ha diritto alla cura e chi non ce l'ha.

Quando ero studente ho avuto il privilegio di conoscere e di ascoltare il grande maestro di etica e di medicina Giulio Alfredo Maccacaro. Scriveva all'inizio degli anni settanta "Non si insegna, non si divulga e quindi non si sa che la vita media non usava distinguere per classi sociali fino all'inizio della rivoluzione industriale: è con questa che... (continua)
1/2/2015 - 18:41
Downloadable! Video!

This Land Is Nobody's Land

[1962]
Parole e musica di John Lee Hooker
In alcune raccolte dedicate a questo genio assoluto del blues, a cominciare da “More Real Folk Blues - The Missing Album”, pubblicata nel 1991, e “The Best of John Lee Hooker” del 1994

Questo splendido, intensissimo e non molto conosciuto brano di John Lee Hooker non può non essere una risposta a o una riflessione su This Land Is Your Land di Woody Guthrie. E per giunta è pure una canzone profetica perchè fu scritta nel 1962, quando gli USA di Kennedy erano solo all’inizio della disastrosa avventura militare in Vietnam, ma sembra già esprimere un giudizio a consuntivo su quella guerra...
This land is no one's land
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 1/2/2015 - 17:59
Downloadable! Video!

Welcome Home (Sanitarium)

Benvenuto dove il tempo si è fermato
(continua)
inviata da Natale Adornetto 1/2/2015 - 17:45
Downloadable! Video!

Adagio en mi país

says the letter "Sing a song of my people peace."
1/2/2015 - 17:23
Downloadable! Video!

Cuore kurdo

2014
Raccolta canzoni 2014
Libera questo cielo non tenerlo incatenato
(continua)
inviata da DoNQuijote82 1/2/2015 - 15:24
Percorsi: Dal Kurdistan
Video!

 ئه‌ی رەقیب

Oh nemici che ci guardano
(continua)
inviata da dq82 1/2/2015 - 15:19




hosted by inventati.org