Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2008-9-7

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable!

Cara Democrazia

(2006)
Con santa pazienza ho dovuto aspettare
(continua)
inviata da giorgio 7/9/2008 - 20:48
Downloadable!

Il fucile

Testo e musica di Andrea Buffa
Lyrics and music by Andrea Buffa
Paroles et musique d'Andrea Buffa
È molto complicato con il fucile in mano
(continua)
inviata da adriana 7/9/2008 - 19:35
Downloadable! Video!

Su in collina

Francesco sei immenso!
f. 7/9/2008 - 19:31
Downloadable! Video!

En verité

La canzone "En verité" è tratta dall'album "En famille" del 2004. Affronta, senza troppi eufemismi, il tema attualissimo dell'uso della menzogna e della religione per condizionare l'opinione pubblica e giustificare l'utilizzo delle armi.
La vérité se cache (croix de bois, croix de fer)
(continua)
inviata da Francesco 7/9/2008 - 18:39
Video!

Giornali Femminili

1964
Leggendo certi giornali femminili
(continua)
inviata da giorgio 7/9/2008 - 11:58
Video!

Aria di Buenos Aires

[1998]
"Tempo di Vento"

Mario Congiu: chitarre e pianoforte
Enrico Manera: batteria
Luca Morena: chitarra elettrica
Pietro Salizzoni: contrabbasso
Lalli: voce
Qui non vengono più a posarsi gli arcobaleni
(continua)
inviata da Alessandro 7/9/2008 - 09:52
Downloadable! Video!

Piazza Alimonda

Ci passavo spesso per Piazza Alimonda.
E' una piazza sonnacchiosa, tranquilla, un po' trascurata. Hanno già dimenticato cosa è successo. Eppure dovremmo ricordare i nostri errori per non commetterli più.
(Laura)

Ci sono passato anche io di recente, esattamente il 20 luglio scorso. Almeno le 5000 persone che c'erano no, non hanno dimenticato. Per il resto credo che tu abbia, purtroppo, ragione. Non una traccia che ricordi quel che si è svolto in quella piazza, "piazza Carlo Giuliani" esiste solo nel ricordo di chi non vuole dimenticare. Non c'è nemmeno più il ciuffo di salvia splendens, se per questo. Rimosso anche quello. C'è un bar dove non sanno cosa sia la tequila, provare per credere. Saluti piuttosto amari da [RV].
6/9/2008 - 16:17
Downloadable!

It's Bigger Than a War

Album: Iraq Songs of Life and Death (2003)

Partially based on the riff of Banned from the Roxy by CRASS.
It's bigger than a war that's to say the least
(continua)
inviata da giorgio 6/9/2008 - 12:53
Downloadable!

Call To Arms

Album: Iraq Songs of Life and Death (2003)

A teenage liberation manifesto...
It's night time in Baghdad
(continua)
inviata da giorgio 6/9/2008 - 12:21
Downloadable!

Counting The Dead

Album: Iraq- Songs of Life and Death (2003).

In memory of Jim Rogers
Don't be afraid to cry
(continua)
inviata da giorgio 6/9/2008 - 12:00
Downloadable!

Until All Their Power's Gone

Album Iraq: Songs of Life and Death (2003).
From Quebec to Argentina
(continua)
inviata da giorgio 6/9/2008 - 11:47

Always At War

SEMPRE IN GUERRA
(continua)
inviata da Kiocciolina 5/9/2008 - 22:19

Dante Di Nanni

Je veux chanter une histoire peut-être oubliée ou ignorée : L'histoire de Dante Di Nanni, le partisan.

Chanson italienne – Dante di Nanni – Marco Chiavistrelli
Version française - Dante di Nanni – Marco Valdo M.I. – 2008
DANTE DI NANNI
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 5/9/2008 - 21:32
Downloadable!

Free The Dove

Karie Hillery & Charles Lamont
LIBERATE LA COLOMBA
(continua)
inviata da Kiocciolina 5/9/2008 - 20:39
Downloadable! Video!

Uh mammà

Trovata su forumemoria in un thread dedicato alle canzoni contro la guerra. Ancora il 28 agosto 2008, cioè pochi giorni fa, l'autore del post, tale Guimug, afferma che "A voler fare un elenco delle canzoni contro la guerra ci sarebe abbastanza materiale da riempire un magazzino"; evidentemente non sa che il "magazzino" esiste già :-) Ma proseguiamo con le sue parole di presentazione di questa canzone: "al di là dei classici immortali targati Dylan o della più casalinga "C'era un ragazzo", voglio ricordare un pezzo che anche se presenta un'orecchiabilità quasi irriverente per un tema così delicato in realtà è molto significativo.
Di un certo Mimmo Cavallo (quello di "Siamo meridionali"), parla del classico problema del paese liberato che si chiede chi lo libererà dai liberatori (e noi italici ne sappiamo qualcosa)." [CCG/AWS Staff]
Stanno già arrivando, uh mammà!
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 5/9/2008 - 20:06
Downloadable! Video!

The End

Vorrei aggiungere che, viste le note manie di sfidare la morte da parte di jim morrison, il significato di the and my only friend, tra le righe secondo me potrebbe essere inteso come la mia unica amica e la fine, tra l'altro una cosa del genere viene citata anche nel film verso la fine e la canzone in origine era composta solo dai primi 3 o 4 pezzi tutto il resto non c'era. in oltre jim diceva che da bambino aveva sognato o visto in una visione, non ricordo, la sua morte. quindi il mio ragionamento potrebbe non fare una piega. se qualcuno volesse discuterne mi farebbe molto piacere.
michael 5/9/2008 - 06:21
Downloadable! Video!

Last Night Another Soldier

LA SCORSA NOTTE UN ALTRO SOLDATO
(continua)
inviata da Kiocciolina 4/9/2008 - 22:41

Les lanternes libérales

Le libéral croit, veut croire et surtout, veut faire croire que le régime libéral est démocratique. Dans la réalité quotidienne et historique, il ne l'est assurément pas. Un régime démocratique, c'est-à-dire populaire, ne pourrait tolérer longtemps de telles inégalités, un tel déséquilibre dans la répartition des subsistances, une telle exploitation, une telle arrogance des riches face aux pauvres, une telle immoralité sociale. Mais il est en train de s'autodétruire en détruisant la société, en détruisant la planète.
L'humoriste – juif, il s'appelait André Isaac et résistant, il s'appelait Pierre Dac racontait l'histoire du monsieur qui prend sa vessie pour une lanterne et qui, bien évidemment, quand il l'allume, se brûle. Une plaisanterie fondée sur l'expression française : « prendre une vessie pour une lanterne » qui veut dire : se tromper, se mettre le doigt dans l'œil, se gourer...
En... (continua)
Ne rien perdre, ne rien donner.
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 4/9/2008 - 22:14

Collateral Damage in Kosovo

DANNO COLLATERALE IN KOSOVO
(continua)
inviata da Kiocciolina 4/9/2008 - 20:10

Friðarsöngur

Esperantigis Nicola Ruggiero.
PACA KANTO
(continua)
inviata da Nicola Ruggiero 4/9/2008 - 19:29
Downloadable! Video!

Oltre il ponte

September 4, 2008
BEYOND THE BRIDGE
(continua)
4/9/2008 - 18:20
Video!

Il lupo e il bracconiere

Splendido inedito apparso sulla raccolta Firenze-Lugano no-stop. L'ho apprezzato dopo un pò di ascolti. La cosa incredibile delle canzoni di Ivan è il fatto che riescono a comunicare sempre emozioni uniche. In brani onirici come questo Ivan è assolutamente impareggiabile...UNICO
4/9/2008 - 14:50
Video!

Il morale delle truppe

[2008]
Testo e musica di Max Manfredi
Lyrics and music by Max Manfredi
Album: Luna persa (in uscita ottobre 2008)
Il testo è stato trascritto all'ascolto dal video

Un'ironica e amara canzone dal nuovo album di Max Manfredi, "Luna persa", in uscita tra breve. Riporta un po', nelle atmosfere, sicuramente al Buon soldato Sc'vèik Di Jaroslav Hášek.

Anteprima di "Il morale delle truppe", uno dei brani dell'ultimo CD di Max "Luna Persa" in uscita tra poco!
Il video è stato registrato a Ricaldone a luglio di quest'anno. Per l'occasione, la Staffa ha avuto come ospite Antonio Marangolo ai fiati.

A fine estate il nuovo album: "Luna persa" (28/07/2008)
Sono terminate le registrazioni del nuovo album di Max Manfredi, la cui uscita è prevista a fine estate per Ala Bianca Group, distribuzione Warner. Il titolo del disco sarà "Luna persa" e conterrà undici canzoni, musicalmente assai eterogenee... (continua)
Il morale delle truppe
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 4/9/2008 - 12:40
Downloadable! Video!

Can’t Pay The Bill

[2008]
"The Whole Fam Damnily"

Una canzone sulla guerra sempre più cruenta che il sistema neo-capitalista liberista conduce contro i popoli della terra, non solo nei territori di sfruttamento neo-coloniale ma anche negli stessi paesi - come gli USA - dove gli squali del capitale e della finanza hanno le loro basi...
Liberismo = libertà dei capitali e degli squali, schiavitù e miseria dei popoli.
Lord keep me well, Lord keep me well
(continua)
inviata da Alessandro 4/9/2008 - 08:48
Downloadable!

John Hughes

[2008]
"The Whole Fam Damnily"

Una canzone su di un reduce dalla guerra del Vietnam... la ferita è ancora aperta...
In Vietnam he fought a war
(continua)
inviata da Alessandro 4/9/2008 - 08:32
Video!

Mostar

4 septembre 2008
MOSTAR
(continua)
4/9/2008 - 00:33
Downloadable! Video!

Dopo la pioggia

2006
A passo lento

Ci vogliono far sempre credere che la pace sia una conseguenza della guerra. Ma sarebbe bello se esistesse la pace senza partire per forza dalla guerra.
Dopo la pioggia, viene il sereno,
(continua)
inviata da Luca 'The River' 3/9/2008 - 18:24
Downloadable! Video!

Lettera mai scritta

Una delle canzoni più belle e commoventi di questo fantastico gruppo. Grandissimi.
Luca 'The River' 3/9/2008 - 18:18

Fascisme is moord

anonimo
Fascisme Assassin !

Cette chanson semble répondre en écho au poème de Paul Éluard « Liberté », ce poème qui répète constamment : j'écris ton nom... que l'on peut trouver dans ce site dans l'interprétation et sous le nom de la superbe chanteuse Francesca Solleville. Le poème d'Éluard date quant à lui de 1942. Quoi qu'il en soit, cette chanson fait œuvre de salubrité publique; il est donc toujours utile de la répandre aux vents, aux blés, aux champs, aux rivières, aux mers, aux nuages... qu'on l'enseigne dans les écoles, qu'on la chante dans les banquets, dans les chorales, dans les prisons... qu'elle fasse le tour du monde.

Chanson néerlandaise ou flamande – anonyme
Version française – Fascisme assassin ! - Marco Valdo M.I. - 2008
FASCISME ASSASSIN
(continua)
inviata da Marco valdo M.I. 3/9/2008 - 17:18
Downloadable! Video!

La Garaventa

Juste la remarque-bateau : en français, généralement, le bateau, le navire... sont masculins.
Chanson italienne – La Garaventa – Anton Virgilio Savona – 1971
LE GARAVENTA
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 3/9/2008 - 15:10

Speculatori della guerra

Les chansons de cet album sont un hurlement de rage contre toutes les guerres qui ensanglantent le monde.
Elles veulent être une voix d'opposition envers les gens qui pensent à la guerre comme à une méthode pour résoudre les problèmes humains sur la terre.
La guerre est le moment le plus violent d'une volonté de pouvoir qui voudrait assujettir l'humanité à ses intérêts économiques propres en les justifiant par l'usage des mass-médias comme moyen pour uniformiser notre manière de vivre et de penser.
Il y a des formes sournoises de contrôle mental pour influencer et conformer notre vie aux standards consommistes et banaux dans la tentative de nous déséduquer d'une analyse critique de l'histoire passée. La logique du profit à tout prix étouffe l'altruisme et produit une lutte égoïste aussi bien économique que sentimental qui fait oublier et détester le différent et celui qui se trouve plus mal.
Nous... (continua)
QUI SÈME LES BOMBES...
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 3/9/2008 - 14:11

Fascisme is moord

anonimo
Esperantigis Nicola Ruggiero
LA FAŜISMO MURDISTAS
(continua)
inviata da Nicola Ruggiero 3/9/2008 - 13:53
Downloadable! Video!

We Believe

semplicemente stupenda
kry91 3/9/2008 - 10:09
Downloadable! Video!

Adivina, adivinanza

Esiste un'ulteriore versione di questa canzone. Le porzioni diverse sono indicate in corsivo.
Dal sito ufficiale
ADIVINA, ADIVINANZA
(continua)
3/9/2008 - 00:20
Video!

Bağdat Kafe

[2004]
Lyrics and Music by Bulutsuzluk Özlemi
Testo e musica: Bulutsuzluk Özlemi

Una canzone davvero bella sulla guerra in Iraq che ci viene dalla vicina Turchia per mano di una delle sue rock band più famose e coraggiose, i Bulutsuzluk Özlemi. Le band turche hanno spesso dei nomi bizzarri e poetici: questo significa alla lettera "Desiderio di filtrare le nuvole". Dolenti purtroppo di non potere per il momento proporre una traduzione, ma se qualche collaboratore/trice o lettore/trice conosce la lingua turca è pregato/a di farsi avanti. Quel che possiamo dire è che nelle prime inquadrature del video allegato, sulla chitarra di uno dei componenti del gruppo si legge una scritta inequivocabile: Savaşa Hayır, "No alla guerra". [CCG/AWS Staff]
Yolumuz uzun yavrum,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 3/9/2008 - 00:12
Downloadable! Video!

Dove l'aria è polvere

cara laura sono il tuo fan n 1 e devo dire che preferisco il mondo che vorrei a dove l'aria è polvere perchè il mondo che vorrei dice le stesse cose ma molto più dolcemente mentre invece dove l'aria è polvere è molto cruda e fa paura.io ho visto anche le foto di alì ismail abbas e sono molto forti anche quelle...
ps:laura 6 grande e non smettere mai mai mai di cantare!!!!
2/9/2008 - 21:21
Downloadable! Video!

2 + 2 = ?

2+2=?
(continua)
inviata da Kiocciolina 2/9/2008 - 21:19
Downloadable! Video!

A Life (1895 - 1915)

UNA VITA (1895 - 1915)
(continua)
inviata da Kiocciolina 2/9/2008 - 21:09
Downloadable!

A Gentle Rose

UNA ROSA GENTILE
(continua)
inviata da Kiocciolina 2/9/2008 - 21:02

After The Bomb

DOPO LA BOMBA
(continua)
inviata da Kiocciolina 2/9/2008 - 20:42

L'autre côté du Mur

L'Autre Côté du Mur

Le Mur est tombé, c'est sûr ! Mais que d'un seul côté...
Il nous reste à abattre l'autre côté du mur...
Le côté de la misère et de l'exploitation, celui du chômage, celui de la richesse qui se nourrit de la pauvreté... Il nous reste à abattre le libéralisme qui pour assurer ses revenus et sa domination tue et les hommes en tant qu'individus, que peuples et qu'espèce et détruit la planète.
J'en ferais bien une petite chanson... avait dit Marco Valdo M.I. en commentaire à la chanson de Klein Orkest – Over de Muur.
et bien la voici.
Qu'on en s'y trompe pas, L'Autre Côté du Mur n'a rien d'un « Sunny side of the street ».
Sans doute pourrait-elle être plus inspirée, sans doute peut-on dire les choses différemment, sans doute... Cela m'est bien égal, pourvu qu'on les dise !
Il y a toujours deux côtés à un mur
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 2/9/2008 - 18:57

Peace Maker

[1986]
"Forever"
Spinning 'round in your dance of life like a hurricane
(continua)
inviata da Alessandro 2/9/2008 - 13:31
Downloadable!

Apocalyps

1° settembre 2008
APOCALISSE
(continua)
1/9/2008 - 20:02
Video!

Leonardo Pieraccioni: Ahi ahi ahi [I figliol di troia 'e 'un moian mai]

[1991 circa]
Testo e musica (sic) di Leonardo Pieraccioni

Lo scorso anno, 2007, diciamo che il mese di settembre è stato un po' particolare per chi scrive; ne ha risentito anche questo sito, che è stato letteralmente impestato di Extra che, per dirla con un eufemismo, rispecchiavano un determinato stato d'animo, sicuramente non dei migliori. Poi è venuto maggio, anticipato a gennaio, e quest'anno mi fa voglia di cominciare il mese dove sono nato con una canzoncina leggera come una piuma. Di Leonardo Pieraccioni, proprio lui. Non state sbagliando, quello del Ciclone, il comico fiorentino che per un certo periodo ha sbancato i botteghini. Però il Pieraccioni, ai suoi albori, me lo ricordo con trovate irresistibili (tipo quella di presentarsi, il 18 maggio 1990 davanti alla sede assediata della Fiorentina dei Pontello, che stavano scatenando una rivolta di piazza per la vendita di Baggio alla... (continua)
'E nascono biondi, i' sorriso stampato
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 1/9/2008 - 19:29




hosted by inventati.org