Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2005-8-9

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable!

The Thresher

[1964]
Testo e Musica di Phil Ochs
Lyrics and Music by Phil Ochs
Album: "All The News That's Fit To Sing"

"On the morning of April 10, 1963, the USS Thresher (SSN 593) proceeded to conduct sea trials about 200 miles off the coast of Cape Cod. At 9:13 a.m., the USS Skylark (a surface vessel assigned to assist Thresher) received a signal, via underwater telephone, indicating that the submarine was experiencing minor difficulties, have positive up-angle, attempting to blow.

Shortly afterward, the Skylark received a series of garbled, undecipherable message fragments from the Thresher. At 9:18 a.m., the Skylark’s sonar picked up the sounds of the submarine breaking apart. All 129 hands were lost -- 112 military and 17 civilian technicians.

Text from (this page). For further info see the NOVA show Submarines, Secrets, and Spies for more Thresher and Scorpion (which departed and never returned) info."

(Da / from questa pagina / this page
In Portsmouth town on the eastern shore
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 9/8/2005 - 23:34
Downloadable! Video!

One More Parade

[1962]
Testo e musica di Phil Ochs
Lyrics and Music by Phil Ochs
Da / From "All The News That's Fit To Sing"

"Pam Raver says: Phil wrote 'One More Parade' in Cleveland one night when he was emceeing a performance by the late Bob Gibson. He caught a guitar riff which he played for Gibson after the show and it became those decending bass notes that march through much of the song." Shortly after Phil Ochs' death, the folksinger Harry Chapin wrote the song The Parade's Still Passing By with exact reference to this song. Chapin died tragically 1981 in a car crash.

"Pam Raver dice che Phil scrisse 'One More Parade' a Cleveland, una notte mentre stava facendo da ospite a un'esibizione dello scomparso Bob Gibson. Prese un riff per chitarra che suonava per Gibson dopo lo spettacolo e ne fece le note basse discendenti presenti nella maggior parte della canzone." Poco dopo la morte di Phil Ochs,... (continua)
Hup, two, three, four, marching down the street
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 9/8/2005 - 23:28
Downloadable!

Bullets Of Mexico

[1964]
Testo e musica di Phil Ochs
Lyrics and Music by Phil Ochs
Album: "All The News That's Fit To Sing"

La canzone parla del sindacalista e leader agrario messicano Rubén Jaramillo, comunista, fondatore dell'Unione dei Produttori di Canna da Zucchero e del Partito Agrario Operaio dello stato del Morel (PAOM), fatto assassinare dall'esercito messicano, assieme a tutta la sua famiglia, il 26 maggio 1958 a Tlaquiltenango. L'ordine era probabilmente arrivato dalla potente lobby dei latifondisti e, in ultima analisi, dallo stesso governo messicano.

Per maggiori informazioni sulla figura e sull'assassinio di Jaramillo, si veda la
seguente pagina (in spagnolo). Altre notizie si trovano alla pagina del Corrido de Rubén Jaramillo di José de Molina.
The peons of Mexico long have known suffering and pain.
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 9/8/2005 - 23:25
Video!

White Boots Marching In A Yellow Land

[1968]
Testo e Musica di Phil Ochs
Lyrics and Music by Phil Ochs
Album: From "Tape from California"
The pilots playing poker in the cockpit of the plane
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 9/8/2005 - 23:13
Downloadable! Video!

I Dreamed I Saw Phil Ochs Last Night

9 agosto 2005
STANOTTE HO SOGNATO DI VEDERE PHIL OCHS
(continua)
9/8/2005 - 23:03
Downloadable! Video!

L'estaca

TEDESCO [Hein & Oss Kröher]
GERMAN [Hein & Oss Kröher]

Versione tedesca di Hein & Oss Kröher, da "Das sind unsere Lieder"
Deutsche Übertragung: Hein & Oss Kröher, "Das sind unsere Lieder"
German version: Hein & Oss Kröher, "Das sind unsere Lieder"


)
"Die Nova Cançó Catalana (»das neue katalanische Lied«), in den Zeiten der größten Unterdrückung der katalanischen Kultur entstanden, verbindet politische Aussage und musikalische Qualität mit Massenerfolg. Lluís Llach hielt z.B. in den Jahren 1975 bis 78 den Schallplatten-Verkaufs-Rekord in ganz Spanien. Die katalanischen Lieder rufen meist mehr oder weniger verschlüsselt zum Widerstand gegen das Franco-Regime auf oder äußern zumindest Kritik oder Spott. Aber schon allein auf katalanisch zu singen, bedeutete Widerstand.
Andere bekannte Sänger und Dichter des Nova Canço sind Raimon, Joan Manuel Serrat, Pi de la Serra und... (continua)
DER PFAHL
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 9/8/2005 - 22:19
Downloadable! Video!

Last Night I Had The Strangest Dream

Deutsche Fassung von Hannes Wader

E' ripresa da questa pagina
.
TRAUM VON FRIEDEN
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 9/8/2005 - 22:02
Video!

I Ain't Marching Anymore

Version française de Riccardo Venturi
9 agosto 2005 / 9 août 2005
J’ARRÊTE DE MARCHER
(continua)
9/8/2005 - 18:21
Downloadable!

Bim Bum Bush!

stra fica questa canzone...
t.v.b. ronny by marta 9/8/2005 - 13:40
Oggi 9 agosto 2005 è il 60° anniversario della seconda bomba atomica sganciata su Nagasaki. Sessant'anni di terrore nucleare che vogliamo ricordare con uno speciale, nuovo percorso su Hiroshima e Nagasaki, contenente tutte le CCG dedicate a questo triste e cruciale evento nella storia dell'umanità. Il percorso contiene anche, in via straordinaria, la Dichiarazione di Pace per l'anno 2004 pronunciata dal sindaco di Hiroshima.
Riccardo Venturi 9/8/2005 - 10:08
Downloadable! Video!

Blowin' in the Wind

ROMENO / ROMANIAN [Adrian Păunescu / Pasărea Colibri]



Può darsi che, tra le decine e decine di cover di Blowin' in the Wind in decine e decine di lingue, quella del “supergroup” romeno Pasărea Colibri (“pasărea” è il romeno per “l'uccello”) sia la più bella, o quantomeno la più coinvolgente. La traduzione è di uno dei più grandi (e controversi) poeti romeni contemporanei, Adrian Păunescu (1943-2010). Il “supergroup” Pasărea Colibri si formò nel 1992 in maniera del tutto improvvisata nella città di Râmnicu Vâlcea, durante un concerto di Mircea Baniciu, ex membro della band Transsylvania Phoenix che aveva avuto un dissidio con il leader Nicu Covaci e si era allontanato. Al termine del concerto, l'attore e rockman Florian Pittiş, un vero e proprio idolo in Romania nonché ammiratore e traduttore di Bob Dylan, il musicista folk Mircea Vintila e il tastierista Vlady Cnejevici si unirono a Baniciu... (continua)
VÂNARE DE VÂNT
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 9/8/2005 - 08:54
Downloadable! Video!

Galveston

[1969]
Testo di / Lyrics by Jimmy Webb
Musica di / Music by Glen Campbell

This was written by songwriter Jimmy Webb, who also wrote Campbell's hits "By the Time I Get to Phoenix" and "Wichita Lineman." Webb also wrote "MacArthur Park," which was a hit for both Richard Harris and Donna Summer, and "Up-Up and Away," which was recorded by The Fifth Dimension.
Galveston is a city on the coast of Texas that attracts lots of hurricanes. Webb was on a beach in Galveston when he wrote this. He made up the story about a soldier in the Spanish-American war and the girl he left behind.
The Vietnam War was going on when Campbell released this. It was considered an antiwar song.

Song Facts
Galveston, oh Galveston, I still hear your sea winds blowin'
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 22:30
Video!

Johnny Went To The War

They´ll send him to the war-inspector
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 15:34

Hear the Missiles Go

If you miss the base, I'm on,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 15:32

Civil War

Come on you raging soldiers wherever you may be
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 15:30

Where Are The People?

08/01/2005
http://www.songaweek.com
by Tom Flannery

"Where are the people?"
-- UN Secretary Kofi Annan in Sumatra on January 7th, 2004
Where are the people sir?
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 15:01

I Just Wanna Go Home

12/13/2004
http://www.songaweek.com
by Tom Flannery

"As you know, you have to go to war with the Army you have, not the Army you want....
You can have all the armor in the world on a tank, and it can [still] be blown up."
--Donald Rumsfeld
Today I got one thing on my mind
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 14:53

Hallelujah and Fallujah

11/22/2004
http://www.songaweek.com
by Tom Flannery
Tracers in the sky Jesus on the ground
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 14:50

It's Called Genocide

08/02/2004
http://www.songaweek.com
by Tom Flannery
There's genocide in Darfur
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 10:54

Drunk On Oil

07/06/2004
http://www.songaweek.com
by Tom Flannery
I love the smell of oil in the morning
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 10:52

Stalingrad

10/25/2004
http://www.songaweek.com
by Tom Flannery
My dreams don't wait 'till I'm asleep
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 10:49
Video!

Ruego por paz

¿Por qué no podemos vivir sin pelear los humanos?
(continua)
inviata da adriana 8/8/2005 - 10:47

Don't Come Crying to Me

[2004]
http://www.songaweek.com

"On the morning of Wednesday, 03 November 2004, we awoke to learn that George W. Bush had won re-election to the Whitehouse. To say that we felt dismay would be a serious understatement in that it truly felt like we had been kicked in the stomach by a mule.

The dishonesty, arrogance and unilateral heavy-handedness of the Bush administration during the first term convinced us that the next four years would be filled with more of the same - generating, on a world-wide basis, a frightening level of distrust and hatred for the USA. Domestically, we fear the continued efforts to strip away guaranteed civil liberties by the enshrinement of the USA Patriot Act.

This song expresses a sense of resignation to what a second term of Bush would yield...and a sense of frustration with those who voted for him. It seems preposterous that the very people who need social... (continua)
When they announce they're starting up the draft
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/8/2005 - 10:47
Downloadable!

Pappagalli verdi

[2002]
Testo di Gino Strada
Musica di Piero Pelù
da "L'uomo della strada"

"Bellissima l'iniziativa di Pelù che riguarda il brano 'Pappagalli verdi', titolo tratto dall'omonimo libro di Gino Strada, fondatore di Emergency, a cui buona parte dei profitti del disco saranno devoluti. I 'pappagalli verdi' del titolo sono le mine antiuomo, costruite a forma di giocattoli ed animaletti colorati, per renderle più appariscenti, soprattutto per i bambini, che facendole scoppiare ne vengono dilaniati."

Filippo Simone
10/10/2002
http://www.gossipnews.it/news/asc_shownews.php3?ID=1034248386

*

Gino Strada, Pappagalli Verdi, Cronache di un chirurgo di guerra, Milano, Universale Economica Feltrinelli, 2001.

Altre canzoni che citano Gino Strada:
Ghetto dei Modena City Ramblers
Ritornare a sognare (Canzone per Gino Strada) di Joe Natta
Una fiaba di Gino Strada
(DoNQuijote82)
Un vecchio afgano con i sandali rotti e infangati, e il turbante con la coda che scendeva fino alla cintura, stava accanto al figlio di sei anni nel pronto soccorso dell’ospedale di Quetta.
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 21:08
Downloadable! Video!

A guerra dos meninos

Composição: Roberto Carlos - Erasmo Carlos
Testo e musica di Roberto e Erasmo Carlos
Hoje eu tive um sonho que foi o mais bonito
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 19:23
Downloadable!

War No More

Light is in the air right now
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 19:16
Video!

New Day

Featuring Bono - U2
Pop Radio Edition
[Wyclef]
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 19:14
Downloadable! Video!

I Saved the World Today

Album: "Peace" (1999)
Monday finds you like a bomb
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 19:10
Video!

Machteloos

[2004]
Dall'album "Spelenderwijs" ("Come giocando")
http://www.vsopxo.com/
Testo ripreso dal forum:
http://www.rapmaker.nl

In attesa di traduzione. Il titolo significa: "Impotente".
Mijn weg.
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 18:39

Peace is the Chief of all the Worldes Wealth

Testo di / Lyrics by John Gower [1330-1408]
From his Play "Henry IV"
Dal dramma "Enrico IV"
Music: Traditional / Musica: Tradizionale

Un'antichissima testimonianza contro la guerra e per la pace di un poeta che fu amico di Geoffrey Chaucer, che Maggie Holland ha adattato ad una melodia tradizionale.

John Gower, poet and friend of Chaucer, was born around 1330, into a prominent Yorkshire family which held properties in Kent, Yorkshire, Norfolk and Suffolk. Gower's coat of arms is identical to those of Sir Robert Gower of Brabourne. Nothing is known of his education, though it has been speculated that he was trained in law. Gower himself held properties in Suffolk and Kent, where he seems to have resided until taking up residence in the priory of St. Mary Overies in Southwark, London, around 1377.
Gower's first work was Mirour de l'Omme (i.e. Mirror of Man) (wr. 1376-79), an allegorical... (continua)
Peace is the chief of all the worldes wealth,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 16:32
Downloadable! Video!

New New York

[2002]
Da "Non Album Tracks #2"

Un brano sulla New York dopo gli attentati dell'11 settembre.
New, new, new, ah ah ah ah
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 15:43
Downloadable! Video!

Zombie

ITALIANO / ITALIAN [2]

Ulteriore versione italiana di Alberto Truffi, da "Musica e Memoria"
Alternative Italian version by Alberto Truffi, from "Musica e Memoria"
ZOMBIE
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 12:05
Downloadable! Video!

What Are Their Names

QUALI SONO I LORO NOMI
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 11:56
Downloadable!

Senti cara Ninetta

"Canto di partenza degli Alpini veronesi richiamati alla guerra del 1915/18".
Senti cara Ninetta
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 01:06

Rosastela

"La fame è la protagonista indiscussa di questo "minestrone" [o "risotto", nella tradizione lombarda] di motivetti popolari con testo riveduto. Si riconoscono marce militari, gli inni fascisti 'Allarmi siam fascisti' e 'Giovinezza', la "Piemontesina bella", e persino Lili Marlene. Il testo è stato raccolto nel territorio bergamasco, ma ne esistono versioni simili in molte località d'Italia, in particolare la parodia di Giovinezza, di cui una versione documentata in dialetto triestino contiene riferimenti al periodo asburgico."

Dal sito ufficiale del gruppo:
http://freeweb.supereva.com/paneguerra/

*

Sul tema della fame si veda anche Fagioli 'olle 'otenne.
Mateoti, Mateoti
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 01:03

O Piamontesi

anonimo
"Canzone che in maniera molto semplice esprime chiaramente il concetto del rifiuto e della stanchezza di fare il soldato e della voglia di tornare alla semplicità della vita domestica. Nata nelle valli di montagna bergamasche, dopo il 1860, è nata da moduli musicali più antichi e arcaici, di cui si trova un affioramento nell’ultima strofa."

Dal sito ufficiale del Gruppo: http://freeweb.supereva.com/paneguerra/
PIAMONTESI MANDIM A CASA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 00:53
Video!

Partigiano sconosciuto

"L'antefatto è questo: a Modena, liberata dai suoi partigiani, la sera del 23 aprile 1945 fu data notizia del ritrovamento di un partigiano ucciso, sconosciuto a tutti, il quale aveva in tasca solo un pezzo di pane. La sua fotografia fu esposta per alcuni giorni sotto il portico del Collegio, nella parte più centrale della città; poi non se ne seppe più nulla.

Questa canzone, nata nel gruppo torinese di "Cantacronache", è firmata per la parte musicale da Sergio Liberovici, mentre il testo, da molti ritenuto anonimo, pare sia opera della partigiana modenese Claudina Vaccari."

(dal sito ufficiale del Gruppo Pane e Guerra, di cui il canto pure fa parte.)
A Modena, liberata dai suoi partigiani
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 00:47

Non più si balla non più si canta

Registrazione inserita nell'album "Canti di lavoro, emigrazione, guerra...ed altre storie" (registrazioni del 2000 e 2001).

"Un canto popolare che ha secoli di vita, adattato con il passare del tempo. Venne cantato anche nel periodo della Seconda Guerra Mondiale"
Non più si balla, non più si canta
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 00:43
Downloadable! Video!

Motorizzati a piè

"Con un titolo così ironico, non si tratta certo di una canzone 'ufficiale'. In realtà il tema è quello del ritorno, e non c'è neppure una parola di odio verso il nemico. La canzone è nata nella prima guerra mondiale, ed è poi stata ripresa nella seconda, con i riferimenti all'Albania ed alla Grecia."

(Dal sito ufficiale del Gruppo Pane e Guerra, del cui repertorio fa parte)
Il sedici settembre,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 00:36
Downloadable! Video!

Die Moorsoldaten [Börgermoorlied; Das Moorlied]

1b. Canto dei deportati: The Italian traditional version.

E' ripresa dal sito del Gruppo Pane e Guerra, del cui repertorio fa parte. Il testo è stato però collazionato e integrato con quello, che ci appare più esatto e completo, proveniente da Canti di lotta-Comunisti del Friuli.

"Il canto non è di anonimo, almeno per quanto riguarda l'originale, scritto e musicato nel 1933 nel lager di Borgemoor, da deportati tedeschi: Johann Esser e Wolfgang Langhoff per le parole, Rudi Goguel per la musica. Il canto, in tedesco, venne eseguito dai deportati davanti agli altri deportati e alle guardie del campo, nell'agosto del '33, e subito proibito.Ma il canto assieme ai deportati che cambiavano lager o che scappavano o che venivano liberati attraversò tutti i campi di concentramento in Europa, tradotto in tutte le lingue. La versione italiana fu tradotta dalla versione francese da anonimi e comunicata... (continua)
CANTO DEI DEPORTATI
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/8/2005 - 00:08
Downloadable! Video!

Addio mia bella addio

anonimo
[XIX secolo, circa 1848?]
attribuito a C.A.Bosi

Canto nato durante il risorgimento, da alcuni attribuito a tale C.A.Bosi, che entrò a far parte della tradizione popolare venendo cantato in tutte guerre che sono seguite. Dal testo, risulta evidente la nascita non popolare di questo canto: nelle intenzioni degli autori, per i soldati di allora questa canzone doveva servire a comunicarsi con la patria alla quale si voleva bene "come alla mamma e alla fidanzata". In realtà il testo si è sempre prestato a immediata ironia, con il massimo vertice nella terza strofa.

Dal canto loro i riformati e gli imboscati avevano sostituito i versi della prima strofa nel modo più sotto citato.

(Dal sito del Gruppo Pane e Guerra, del cui repertorio il canto fa parte e da cui riprendiamo il testo)

*

Alcuni versi del canto fanno parte dell'omonima canzone di Antonello Venditti.
Addio mia bella addio,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/8/2005 - 23:08

The Little Dead Girl

6 agosto 2005
LA BAMBINA MORTA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/8/2005 - 21:15
Downloadable! Video!

Hiroshima Nagasaki Russian Roulette

6 agosto 2005
ROULETTE RUSSA CON HIROSHIMA E NAGASAKI
(continua)
6/8/2005 - 16:48

Fienden

6 agosto 2005
IL NEMICO
(continua)
6/8/2005 - 16:21
Downloadable! Video!

If I Had A Hammer

Catalan version.
SI TINGUÉS UN MARTELL
(continua)
6/8/2005 - 16:17
Downloadable! Video!

Le Déserteur

CATALANO / CATALAN [4] - Eduquem en pau

Da / D'après / From
Eduquem en pau
EL DESERTOR
(continua)
6/8/2005 - 16:11
Downloadable! Video!

Hiroshima

Catalan version
Da / From Eduquem en pau
HIROSHIMA
(continua)
6/8/2005 - 16:03
Downloadable! Video!

Imagine

CATALANO / CATALAN [2] - Eduquem en pau

Versione catalana piuttosto libera
Rather free catalan version
Da / From Eduquem en pau
IMAGINA'T
(continua)
6/8/2005 - 16:00
Video!

Hiroshima

6 agosto 2005
Per non dimenticare mai / to never forget / för att aldrig glömma
HIROSHIMA
(continua)
6/8/2005 - 15:49

Vem dödade Carlos?

[1998]
Testo e musica di Björn Afzelius
Lyrics and music by Björn Afzelius
Da/From "Elsinore" [1999]

Una delle ultime canzoni di Björn Afzelius, pubblicata nell'album "Elsinore" uscito pochi mesi dopo la sua morte,
Una lunga e dura ballata ispirata ad un episodio realmente accaduto: la morte di un giovane immigrato cileno (anche qui la cosa ci riporta agli anni '70, quando molti cileni si rifugiarono nella Svezia di Palme per sfuggire alla dittatura di Pinochet: la madre del giovane è infatti sfuggita da una dittatura fascista) ucciso dalla polizia all'uscita da una discoteca. Un omicidio legalizzato che si tentò di nascondere con il "gentile aiuto" dei medici legali e dei tribunali, vale a dire di tutto l'apparato dello stato; ma la polizia, ovunque, è notoriamente impunibile. La verità venne a galla grazie alla madre del ragazzo ammazzato e a una testimone casuale dell'episodio, che... (continua)
Carlos var stökig, berusad och dum.
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/8/2005 - 15:14

Medan bomberna faller

Testo e musica di Björn Afzelius
(Anno di composizione imprecisato)
Kom kättare, kom syndare, med svagheter och fel,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/8/2005 - 15:07




hosted by inventati.org