Lingua   

Sovietica vesuvianità

Daniele Sepe


Lingua: Napoletano


Ti può interessare anche...

Tempi Moderni
(Daniele Sepe)
Histoire de l'ouvrier
(Daniele Sepe)
Gli occhi di Salgado
(Nuova Compagnia di Canto Popolare)


‎[1993]‎
Album “Vite perdite”‎
Testo di Dario Jacobelli
Musica di Daniele Sepe
Testo e traduzione italiana trovati su Dialetticon

<br />
‎“Lenin ‎spazza via dal mondo sovrani, possidenti e clero”, Manifesto di Mikhail Cheremnykh e Viktor ‎Deni, 1920.‎

“Lenin ‎spazza via dal mondo sovrani, possidenti e clero”, Manifesto di Mikhail Cheremnykh e Viktor ‎Deni, 1920.‎
A nu' pal' stann' appis'
stann' appis' tutt'e tre.
Na fulat' 'e vient' 'e mmove
mmove 'o pret' 'o fant' e 'o rre.

Stann' appis' a capa sotto,
comm'è bell' a lle vere'
nun so' loro cchiù 'e patrun'
‎'e chesta terra, né de me…

Ah fosse bell', né sant' né guerr'
sulo 'o mare e 'a terra
libera
si overo 'e appennessemo
tutt'e tre!‎

inviata da Bartleby - 15/12/2011 - 11:08



Lingua: Italiano

Versione italiana
SOVIETICA VESUVIANITÀ

Stanno appesi a un palo
stanno appesi tutti e tre.‎
Una folata di vento li smuove
muove il prete, il fante e il re.

Stanno appesi capovolti,‎
come sono belli da vedere
non son più loro i padroni
di questa terra, né di me...

Ah, sarebbe bello, né santi né guerra
solo il mare e la terra
libera
se li appendessimo davvero ‎
tutti e tre!‎

inviata da Bartleby - 15/12/2011 - 11:09



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org