Lingua   

The Post-War Dream

Pink Floyd


Lingua: Inglese

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Southampton Dock
(Pink Floyd)
Childhood's End
(Pink Floyd)
Run Like Hell
(Pink Floyd)


Canzone d'apertura dell'album "The final cut" (1983)
Testo di Roger Waters

Nota di MarKco (dal NG it.fan.musica.guccini): I testi di The Final Cut sono quanto di più bello sia stato mai scritto contro la guerra..questo è quello che apre il più controverso tra i dischi dei Pink Floyd. Maggie è la Thatcher, colpevole di voler distrarre gli Inglesi dalla recessione economica (i cantieri chiusi a Glasgow) tradendo il sogno di pace del dopo guerra con la guerra delle Falkland.

Per ulteriori informazioni sulla guerra della Falklands/Malvine, si veda l'introduzione a Sheepfarming in the Falklands.

For further information on Falklands war see the introduction to Sheepfarming in the Falklands.


Altre canzoni dallo stesso album nella raccolta: The Hero's Return, The Gunner's Dream, Get Your Filthy Hands Off My Desert, The Fletcher Memorial Home, Southampton Dock e Two Suns In The Sunset.

L'ALBUM "THE FINAL CUT"
Presentazione adattata da Pink Floyd Sound

The Final Cut cover L'album è stato registrato tra il luglio e il dicembre 1982. Del gruppo non fà più parte Richard Wright, già in contrasto con Waters ai tempi di The Wall nel quale apparve solo come sessionman. La prima sensazione che si ottiene ascoltando quest'album è chiedersi dove siano finite le atmosfere tipiche dei Floyd. Waters si butta a capofitto sui testi denunciando i potenti della terra che continuavano a mandare i giovani a morire; un album maturo sotto tutti punti di vista, non condiviso da Gilmour, non per il fatto di denunciare apertamente le azioni dei capi di governo, ma perchè furono riutilizzate canzoni scartate da The Wall come Your Possible Pasts e The Hero's Return. Ciò nonostante era inutile opporsi all'idea, non la pensava cosi Mason che condivideva le stesse idee di Waters, ma lui stesso dopo aver collaborato alla preparazione dell'album, fu sostituito nell'ultima canzone da Andy Newmark. Ormai Waters e Gilmour erano ai ferri corti e questo lavoro aveva tutta l'aria di essere l'ultimo, perchè Waters era ormai conscio di essere l'anima dei Pink Floyd, parole e musiche uscivano a fiumi già dai tempi di The Dark Side, ma forse non erano più stati un gruppo unito dopo il successo ottenuto proprio con quell'album...... Da notare che la voce di Gilmour appare solo in Not Now John ed è anche per questo che l'album forse non piacque più di tanto ai fans, testi e musica erano abbastanza forti, ma le canzoni mancavano di quella voce che le avrebbe rese più aggressive, cosa sottolineata qualche tempo dopo dallo stesso Waters, lui stesso ammise di non essere un gran cantante. Nella realizzazione dell'album venne utilizzata una nuova tecnica, l'olofonia, già utilizzata in un disco degli Psychik TV, che permetteva di simulare il suono quadrifonico in un apparecchio stereo. Dopo l'uscita dell'album tutti si aspettavano la tourneè, auspicata con delle date provvisorie. I più entusiasti, strano ma vero, erano le due "comparse" Gilmour e Mason, ma Waters cancellò ogni possibile idea di realizzare concerti... la fine del gruppo era ormai prossima.

L'album è dedicato alla memoria di Eric Fletcher Waters, il padre di Roger morto nella battaglia di Anzio (questa vicenda ricorre spesso in altre canzoni dei Pink Floyd, ad esempio Us And Them e When The Tigers Broke Free)
Tell me true tell me why was Jesus crucified
is it for this that daddy died?
was it for you? was it me?
did i watch too much t.v.?
is that a hint of accusation in your eyes?
if it wasn't for the nips
being so good at building ships
the yards would still be open on the clyde
and it can't be much fun for them
beneath the rising sun
with all their kids committing suicide
what have we done maggie what have we done
what have we done to england
should we shout should we scream
"what happened to the post war dream?"
oh Maggie, Maggie what have we done?



Lingua: Italiano

Versione italiana di MarKco
IL SOGNO DEL DOPOGUERRA

Dimmi sinceramente dimmi perchè Gesù fu crocifisso
È per questo che papà morì?
Fu per te, fu per me
Ho guardato troppa televisione?
È uno sguardo d'accusa quello nei tuoi occhi?
Se i Giapponesi non fossero stati così bravi
a costruire le navi
I cantieri sarebbero ancora aperti
a Glasgow
Ma non dev'essere uno spasso per loro
Sotto il sol levante
Con i loro figli che si suicidano
Cosa abbiamo fatto? Maggie cosa abbiamo fatto?
Cosa abbiamo fatto all'Inghilterra?
Dobbiamo piangere, dobbiamo urlare?
"Cos'è stato del sogno del dopoguerra?"
Oh Maggie, Maggie cosa abbiamo fatto?



Lingua: Spagnolo

Versión castellana de Angel Ramos
Da questa pagina / From this Page
EL SUEÑO DE POSTGUERRA

Dime la verdad, dime porqué fué Jesús crucificado
Es por esto por lo que murió papá?
Fué por tí? Fué por mí?
Vi demasiada televisión?
Es eso una sombra de acusación en tus ojos?
si no fuera por los japoneses
que son tan buenos construyendo navíos
los astilleros aún estarían abiertos en el Clyde
y eso no puede divertirlos mucho
bajo el sol naciente
con todos sus niños suicidándose
Qué hemos hecho? Maggie, qué hemos hecho?
Qué le hemos hecho a Inglaterra?
Deberíamos gritar? Deberíamos chillar?
"Qué pasó con el sueño de la postguerra?"
Oh, Maggie, Maggie Qué hemos hecho?

26/1/2005 - 21:57


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org