Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2019-5-2

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Galones de plástico

[1983]
Parole di Carlos Pina e Xaime Noguerol
Musica di Carlos Pina, Fernando Díaz-Valdés, Juan Leal e Rafael Ramos
Nell'album "Sálvese quién pueda"
De buenas a primeras
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 2/5/2019 - 23:08
Video!

Social peligrosidad

[1978]
Parole di Manolo Tena
Musica di Antonio Molina Ramirez
Singolo d'eordio di questo gruppo madrileño, presente nel disco collettivo "Rock del Manzanares: Viva el Rollo v.2"
Mary "la Friki" era una tía legal
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 2/5/2019 - 22:38
Downloadable! Video!

Cuentos de ayer y de hoy

[1978]
Scritta da José Carlos Molina
Traccia che dà il titolo all'album d'esordio di questo gruppo di rock progressive madrileño, ancora attivo oggi
Voy a hablar por boca de mi gente
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 2/5/2019 - 22:14
Downloadable! Video!

Prima di tutto

2013
Tuttinpiedi

Libera reinterpretazione di un testo del pastore Martin Niemöller, ripreso anche da Christy Moore in Yellow Triangle e Songgruppe Regensburg in Als die Nazis die Kommunisten holten
Prima di tutto vennero a prendere gli zingari,
(continua)
inviata da Dq82 2/5/2019 - 14:11
Downloadable! Video!

Primo Maggio di festa

La versione di Rocco Rosignoli, primo maggio 2019:



Dall'album capolavoro "Ho visto anche degli zingari felici", questo brano porta all'estremo quella fusione tra dimensione pubblica e privata, politica ed emotiva, che contraddistingue tutta l'opera di Claudio Lolli. Il Primo Maggio 1975 il Vietnam conquistava la sua libertà e la sua indipendenza con l'ingresso delle sue truppe a Saigon. Quello stesso giorno, una data già emblematica di per sé in quanto Festa dei Lavoratori, moriva il padre di Claudio Lolli. Una morte così piccola in una giornata così grande, che crea nella canzone un corto circuito, mescolando l'intimità di un lutto con la grandezza della storia che avviene contemporaneamente. Non c'è una vicenda in primo piano e una sullo sfondo, c'è un unico piano focale sul quale si sviluppa il discorso artistico, producendo un effetto al contempo straniante e di grande impatto emotivo.... (continua)
Andrea Paoli 2/5/2019 - 13:55
Video!

Schiavo del Sistema

1997
Risvolti Politico Sociali dell'Alcolismo Post-Adolescenziale
Spendi venti carte pur di entrare in discoteca
(continua)
inviata da Dq82 2/5/2019 - 10:43
Downloadable! Video!

L'ora d'aria

the letter of a detained, chronicle of a suicide foretold."
ONE HOUR OF AIR
(continua)
inviata da Dq82 2/5/2019 - 10:35
Downloadable! Video!

Belgrado 999

2013
Fantasmi
C'è un cielo di piombo che sta crollando,
(continua)
inviata da Dq82 2/5/2019 - 10:33
Downloadable! Video!

Spalle al muro

2006
Album: Non si può fermare il vento.

in “Spalle al Muro” tra Berlino e la Palestina, l’una, ancora per molti, con il muro nella testa e l’altra con una reale linea di demarcazione, le ottusita’ dei potenti che credono di risolvere il problema tracciando barriere.
Che strano sapore ha sulle labbra
(continua)
inviata da Dq82 2/5/2019 - 10:14
Downloadable! Video!

Ciao Sigaro

2018

Dedicata ad Angelo "Sigaro" Conti
Per quel rivolo che non ha mai smesso di cercare il mare
(continua)
inviata da Dq82 2/5/2019 - 09:49
Downloadable! Video!

Questa notte

2019

Straziante.
Straziante e necessario, commovente e corroborante.
Necessario come un testimone raccolto.

Il video di “Questa notte” della Banda Bassotti, da 26 marzo sul loro canale YouTube, è tutte queste cose insieme. Semplice, scarno, essenziale.

La voce di Sigaro è stata registrata pochissime settimane prima che se ne andasse, è flebile, stanca, ed è letteralmente sostenuta dal playback dei suoi Compagni, dei suoi Fratelli, della Famiglia nello scorrere delle generazioni. Sono volti che appaiono anche loro flebilmente illuminati e riescono a dare fisicità alla voce grazie alla loro tenerezza, ai sorrisi stentati, al dolore trattenuto. Ognuno di quei volti è significativo, è il volto di chi ha avuto un suo posto preciso e necessario nella vita di Angelo esattamente come lui lo ha nelle loro vite. Fa male e bene vederlo, trasmette la sofferenza ma anche la fermezza di persone che... (continua)
Senza di voi sono solo uno zero
(continua)
inviata da Dq82 2/5/2019 - 09:27
Downloadable! Video!

Signor padrone non si arrabbi (Il merdometro)

Version française – LE MERDOMÈTRE (ou Patron, ne vous fâchez pas) – Marco Valdo M.I. – 2019
Chanson italienne – Signor padrone non si arrabbi (Il merdometro) – Dario Fo – 1966

Quand, en 1966, Dario Fo écrivit pour "Ci ragiono e canto", le spectacle de chansons populaires préparé avec l’Istituto Ernesto De Martino, Cesare Bermani et Franco Coggiola, son "Merdometro" voulait faire certainement paraître paradoxal, quoique pas trop : les temps ont toujours été comptés pour le montage, et il est certain que le "paradoxe" de cette chanson ne s’est jamais résolu au détriment de la chaîne. La réalité, comme toujours, dépasse la fiction ; et ainsi, par exemple chez Esselunga, il est arrivé et avéré (suite à une controverse syndicale) que la direction empêchait les employés de quitter pendant deux minutes les caisses ou les comptoirs de nourriture, de viande et de poisson pour se rendre aux toilettes... (continua)
LE MERDOMÈTRE (ou Patron, ne vous fâchez pas)
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 1/5/2019 - 20:26
Downloadable! Video!

Il mondo del lavoro

[2011]
Le stagioni cambiano posso farlo anch'io, e non è più tempo di piangersi addosso
(continua)
inviata da adriana 1/5/2019 - 09:42
Downloadable! Video!

Primo maggio

[2000]

Album: Che cosa vedi
Dunque: quel giorno la catturai al volo
(continua)
inviata da adriana 1/5/2019 - 08:30
Downloadable! Video!

Kofi

(2019)

Kofi è il secondo singolo estratto dal nostro album "All'Inferno".

In un momento storico in cui il concetto di umanità sembra acquisire significati sempre più relativi, anche quello della democratica maggioranza viene messo in discussione. Noi non facciamo parte della maggioranza. Kofi non ne fa parte. E abbiamo voluto cantarlo forte, fino a strapparci le corde vocali.
Dodici anni un bambino africano
(continua)
30/4/2019 - 18:27
Downloadable! Video!

Les cathédrales de l'industrie

LE CATTEDRALI DELL'INDUSTRIA
(continua)
inviata da Renato 30/4/2019 - 16:27
Downloadable! Video!

Krivi smo mi

This is my antiwar song.
Javier Martin Miro 30/4/2019 - 15:15
Downloadable! Video!

La strage degli innocenti [Corbari]

Ci sono ancora 2 dei ragazzi del battaglione Corbari, in vita, Sergio Giammarchi e Artebano Bulzoni. Il 25 aprile di quest'anno hanno deposto una corona di fronte ai lampione che videro appesi e esposti a Forlì i corpi degli eroi che combatterono con loro.
Iris Versani, Adriano Casadei, Arturo Spazzoli e Sirio Corbari. Tonino verrà assassinato a Coccolia.
Li ricorda una lapide sulla facciata del palazzo comunale scritta da Aldo Spallicci:
"Fra tirannia e libertà, fra dittatura e popolo, stanno, pietra di confine, le forche di Silvio Corbari, Iris Versari, Adriano Casadei, Arturo Spazzoli"
Vico Zanetti 30/4/2019 - 14:42
Downloadable! Video!

Vitti na crozza

Interessante la nota di Rosario Sciangola del 2016.Approfondendo l'argomento ho trovato altra versione del testo che voglio sottoporre all'attenzione di questo forum.
In tale versione, nella prima strofa si parla di tale Saro Crozzato, anarchico che, giunto alla vecchiaia e preso dallo sconforto (o dal rimorso) si lamenta, con il curioso che lo vede all'angolo (a lu cantone) e gli va a parlare, del fatto che quando morirà non avrà il conforto del suono di una campana "muriri senza tocco di campane". E una versione razionale che, negli anni fino al 1950, potrebbe essere stata "purgata" dai riferimenti anticlericali per diventare più accettabile e popolare. La razionalità (rispetto ad un cranio parlante appeso ad una torre) della 1^ strofa è peraltro confermata nelle strofe successive. In particolare con il riferimento al pentimento e alla necessità, per il senza-Dio, di scontare il peccato... (continua)
Francesco Laricchia 29/4/2019 - 20:59

Canto delle battone, faro di civiltà

Chanson italienne – Canto delle battone, faro di civiltà – Dario Fo – 1964

Tiré du spectacle : "Settimo: ruba un po’ meno"
Paroles :Dario Fo
Musique : Fiorenzo Carpi
Texte in La Musica dell’Altra Italia


Dialogue Maïeutique

Quel étrange titre que celui-là !, dit Lucien l’âne. En vérité, si je n’étais pas âne si ancien et si répandu dans le monde, si je n’avais bourlingué jusque dans les vieux ports, je n’y comprendrais rien à ces bagasses et à ce phare. Cependant, je compte beaucoup sur tes explications.

Certes, Lucien l’âne mon ami, et je suis tout à fait ravi de pouvoir t’en donner quelques-unes. Et pour commencer je te rappelle qu’il s’agit ici de la version française d’un titre qui à première vue, dans sa langue d’origine : l’italien, n’est pas vraiment clair pour l’étranger à la langue et à la culture. C’est proprement une dimension particulière que j’ai voulu exprimer sachant que... (continua)
CHANT DES BAGASSES, PHARE DE CITOYENNETÉ
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 29/4/2019 - 20:13
Downloadable! Video!

Travelling

Polish translation by Krzysiek Wrona
Traduction polonaise de Krzysiek Wrona
Puolankielinen käännös: Krzysiek Wrona
WĘDRUJĄC
(continua)
inviata da Krzysiek Wrona 29/4/2019 - 19:35
Downloadable! Video!

Il mare in mezzo ("Sul perché hanno i cellulari")

2019
"Medioevo digitale"

Il mare in mezzo - “Ti prendi cura di te, chissà che grande e che bella l’Italia, chissà se in tutto quel mondo ogni tanto ti ricordi di me”.
Il tema centrale ci è caro: i migranti. Abbiamo deciso di raccontarlo con una canzone che parla "solo" di sentimenti. Niente provocazioni, perché il cuore ha un solo colore!
Pagina ufficiale facebook
C'è una macchia sul muro, una foto sul letto
(continua)
inviata da Dq82 29/4/2019 - 18:10
Downloadable! Video!

Adieu minette

Questa canzone è fantastica, come tutto Laisse béton. L'ho scoperto ormai una ventina di anni fa, e lo ascolto ancora volentieri. Qua e là però mi mancavano dei pezzi: la tua traduzione ha colmato i vuoti. Grazie!!
angelo 29/4/2019 - 17:14
Downloadable! Video!

Medioevo digitale

2019
"Medioevo digitale"

Testo di Alberto Visconti ed Enrico Remmert
feat. Dj Grissino

“Il medioevo digitale uno tzunami di coglioni, lo prevedeva Umberto Eco che sarebbero stati legioni”.
La title track dell’album si apre con un riferimento esplicito ai #Nirvana è stata scritta a quattro mani con lo scrittore Enrico Remmert. E’ un brano di denuncia e di accusa nei confronti della società occidentale degli ultimi 20 anni. Lo spettro di Cobain incombe tra uno sberleffo alla Ferragni e una citazione di De André.
Pagina ufficiale facebook
Il Medioevo Digitale
(continua)
inviata da Dq82 29/4/2019 - 15:45
Percorsi: Genova - G8
Downloadable! Video!

Il bombarolo

(2019)
Reinterpretazione de Il bombarolo di Fabrizio De André

È uscito in questi giorni Faber Nostrum, l'album di tributo a De André dei nuovi gruppi del cosiddetto "indie" italiano. Non l'ho ascoltato tutto, ma tra varie cover più o meno riuscite, più o meno fedeli, penso che Willie Peyote abbia fatto la cosa più giusta: ha riscritto completamente la canzone mantenendo solo l'ultima strofa e alcuni versi sparsi dell'originale e attualizzandola ai nostri tempi. Per questo non la inserisco come versione della canzone di De André ma come canzone autonoma.
Chi va dicendo in giro che ora sembro pazzo
(continua)
inviata da Lorenzo 28/4/2019 - 20:09
Downloadable! Video!

Le Père Noël et la petite fille, incl.Leggenda di Natale; La canzone di Marinella; Bocca di Rosa

NADIR / LA CANZONE DI MARINELLA

Più di cinquanta quest'anno, un migliaio negli ultimi dieci anni: sono le donne morte in Italia per "troppo amore". Perché per tanti questo è il femminicidio: un morboso eccesso d'amore. Secondo noi, invece, uccidere non è mai stato e non sarà mai amore.

28/4/2019 - 19:33
Downloadable! Video!

Thomas Sankara: Discours devant l’assemblée générale de l’ONU le 4 octobre 1984

LA CCG NUMERO 30000 / AWS NUMBER 30000 / LA CCG N° 30000 / SVL NRO 30000
adriana 28/4/2019 - 17:49
Downloadable! Video!

Su patriottu Sardu a sos feudatarios [Procurad' e moderare]

solo per segnalare che una versione di 10 strofe apre, come canzone più vecchia, la raccolta "Canzoni italiane di protesta - 1794-1974" a cura di Giuseppe Vettori, Newton Compton editore
gipi 28/4/2019 - 16:37
Downloadable! Video!

Simonetta

[2019]

Singolo : Simonetta

Testo e Rap: Militant A
Feat.: Filippo Andreani

Simonetta Salacone (Roma, 21 gennaio 1945 – Roma, 26 gennaio 2017) è stata una dirigente ed educatrice, al pari di altre grandi figure del mondo della Scuola a lei contemporanee, ha saputo saldare in un territorio, l’impegno civile, il mandato istituzionale, ed i valori etici, dando vita, ai margini di un quartiere, ad una scuola equa ed accessibile a chi spesso ai margini vive. Una frontiera di cittadinanza. Ma anche un tipo di Scuola contrastato da chi invece, da sempre, costruisce muri anzichè ponti, barriere anzichè tutele. Per questi motivi, l’intitolazione in suo nome dell’Istituto che in qualche modo con lei è nato, resa possibile grazie al sostegno di numerose personalità della cultura, significa molto più di una semplice formalità amministrativa. Per coloro che hanno conosciuto, direttamente o indirettamente,... (continua)
Simonetta, Simonetta davi a tutti del tu
(continua)
28/4/2019 - 09:35
Downloadable! Video!

Il violino di Vik

Dedicata alla memoria di Vittorio Arrigoni

(Testo e note a margine dal booklet del disco)

Ringraziamo Contrauguste per averci inviato il testo corretto, quello presente che eliminiamo era stato trascritto all'ascolto

CCG/AWS staff
Contrauguste 28/4/2019 - 02:07
Downloadable! Video!

Dendrocronologia

Polish version by Krzysiek Wrona
Version polonaise de Krzysiek Wrona
Puolankielinen versio: Krzysiek Wrona
DENDROCHRONOLOGIA
(continua)
inviata da Krzysiek Wrona 27/4/2019 - 19:09

Das Lied Der Obdachlosen

Chanson allemande – Das Lied Der Obdachlosen – Bertolt Brecht – 1932
Paroles de Bertolt Brecht
Musique de Hanns Eisler

Avec Solidaritätslied, une autre chanson de Brecht-Eisler, incluse à l’origine dans la bande sonore du film « Kuhle Wampe, oder Wem gehört die Welt" (« Ventre vide, ou À qui le monde appartient ») réalisé en 1932 par Slatan Dudow sur un scénario de Brecht et Ernst Ottwald.


Je pense que « Das Lied Der Obdachlosen – LE CHANT DES SANS-ABRI » devrait accompagner les séquences du film dans lequel, après le suicide de son frère au chômage, la protagoniste Anni et ses parents sont expulsés de la maison et sont obligés de rejoindre d’autres personnes expulsées et au chômage dans un camp de tentes et de baraquements à la périphérie de Berlin que ces mêmes habitants ont appelé « Kuhle Wampe ». Les producteurs du film ont cependant préféré retirer le morceau de la bande sonore afin... (continua)
LE CHANT DES SANS-ABRI
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 27/4/2019 - 18:39
Downloadable! Video!

L'Internationale

Di questa antica versione americana, che differisce da tutte le altre storiche in lingua inglese, dà notizia marxists.org nella sua pagina dedicata all'Internazionale. Fu pubblicata da Labor News Co., 45 Rose St., New York City (S.L.P.) nel 1911; nel 1912 fu pubblicata sul Daily People, all'interno di un editoriale del leader del partito di allora, Daniel De Leon, intitolato The “Damned Men of Toil”. L'autore non è indicato. La versione sembra essere stata associata particolarmente al Socialist Labor Party of America; fondato nel 1876 e ancora in attività, è il secondo partito socialista ancora esistente più vecchio al mondo. La versione fu pubblicata ancora il 26 aprile 1924 dal Weekly People. Una sua ulteriore particolarità è quella di essere intitolata The International (non Internationale come tutte le altre versioni inglesi, e come è usualmente nominato il canto in inglese con pronuncia... (continua)
THE INTERNATIONAL
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 27/4/2019 - 10:54
Video!

Ida e Augusta

[2017]

Album : Servizio d'ordine

Il racconto “Ida e Augusta” è stato scritto da Arturo Bertoldi ed è tratto dal libro
"Perché i vivi non ricordano gli occhi di…" pubblicato nel 2013 dall’Istituto Storico della Resistenza di Reggio Emilia nell’ambito del progetto “Viaggio della memoria”.



Augusta Ludäscher e Ida Roser

Nell’aprile del 1944 grazie a due donne Augusta Ludäscher e Ida Roser una strage annunciata fu evitata nel paese di Gombio.
La storia
Il 3 aprile 1944 inizia il rastrellamento di Gombio condotto da militari tedeschi della divisione Hermann Göring accompagnati da due compagnie della Guardia nazionale repubblicana di Reggio. I tedeschi erano gli stessi che avevano effettuato, due settimane prima, il rastrellamento e la strage di Cervarolo. Proseguendo il rastrellamento della montagna alla ricerca delle formazioni partigiane, erano giunti a Gombio, oggi frazione di Castelnovo... (continua)
Siamo Ida e Augusta, le due tedesche di Gombio.
(continua)
inviata da adriana 26/4/2019 - 11:27
Downloadable! Video!

Bella Ciao

anonimo
Significativa versione dei Marlene Kuntz con Skin, video girato a Riace

25/4/2019 - 22:32
Downloadable! Video!

L'Internationale

MALTESE / MALTESE

The Maltese version seems to be heavily based on the Italian version, which makes sense due to the proximity of the two countries.

The highest fidelity version can be found here:
L-Internazzjonali



Here is an image of the original source of the lyrics:
Lyrics

They have been modified slightly as to match the version played in the previously mentioned video.
L-INTERNAZZJONALI
(continua)
inviata da Alec 25/4/2019 - 22:01

Le Procès-verbal

Le Procès-verbal

Lettre de prison 24

31 mai 1935

Dialogue Maïeutique

La chanson, Lucien l’âne mon ami, s’intitule « Le Procès Verbal ». Et il me vient à l’esprit soudain cette question : « Combien y a-t-il de procès-verbaux dans le monde chaque heure, chaque jour, chaque année et ainsi de suite et dans toutes les autres ? ». J’en ai la tête qui chavire et plus encore quand je pense qu’ils sont tous conservés dans des archives.

Ah, les archives, Marco Valdo M.I. mon ami, j’en ai le tournis. Si on les empile à un endroit, elles doivent être plus grandes que l’Himalaya et dire que certains craignent les inondations ou les mouvements tectoniques qui engendrent les montagnes et les plissements de terrain. Mais les archives seront bien plus rapides, car nourries par les procès verbaux, copieusement, elles vont bientôt nous submerger, tous. C’est le délire de l’humanité de vouloir tout conserver... (continua)
Un critique d’art du futur
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 25/4/2019 - 16:50
Downloadable! Video!

Poesia facile

Chanson italienne – Poesia facile – Massimiliano Larocca – 2015

Poème de Dino Campana [1928]
Tiré des Canti Orfici (édition à compte d’auteur – Firenze 1914
Musique : Massimiliano Larocca
Interprétation : Massimiliano Larocca
Voix et guitare ténor : Cesare Basile
Album : Un mistero di sogni avverati [2015]

Le poète Dino Campana, né le 20 août 1885 à Marradi, en Toscane romagnole, aurait été fou, dit-on. Comme il y a maintenant beaucoup de biographies de ce grand poète, philologiquement correctes ou romancées (ainsi que des films et des scénarios), je n’en ajouterai certainement pas une autre, je ne parlerai pas de son célèbre et grand amour avec Sibilla Aleramo et ça se terminera que je ne dirai même pas qu’il est mort, vraiment là à l’asile, le 1er mars 1932 à Castelpulci près de Lastra a Signa, à deux pas de la villa (appartenant au ténor Enrico Caruso), qui vit beaucoup de sa relation... (continua)
POÉSIE FACILE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 25/4/2019 - 11:16

Das Lied Der Obdachlosen

LA CANZONE DEI SENZATETTO
(continua)
inviata da Francesco Mazzocchi 25/4/2019 - 10:22
Downloadable! Video!

Kun mun kultani tulisi

anonimo
Testo / Lyrics / Paroles / Sanat: trad.
Musica / Music / Musique / Sävel: Heikki Valpola



JOS MUN TUTTUNI TULISI
(continua)
24/4/2019 - 22:37
Downloadable! Video!

Kun mun kultani tulisi

anonimo
This is the oldest printed version of the poem. First written down in Rantsila in the Finnish region of Northern Ostrobothnia in the latter half of the 18th century, it was published for the first time by Henrik Gabriel Porthan in the 4th part of his 1778 thesis »De poësi fennica«.

Giuseppe Acerbi (1773 - 1846), an Italian naturalist and explorer, was the one who made the poem internationally known by including it in his 1802 book »Travels through Sweden, Finland and Lapland to the North Cape in the years 1798 and 1799«. The poem is also included in another description of the same journey, »Voyage pittoresque au Cap du Nord«, written by Anders Fredrik Skjöldebrand (1757 - 1834), a Swedish count, general and statesman, who joined Acerbi in Stockholm for the expedition through Finland.

There's one more person who deserves to be mentioned here, Carl Gustav Zetterqvist (1816 - 1902), a Swedish... (continua)
JOS MUN TUTTUNI TULISI
(continua)
24/4/2019 - 22:31




hosted by inventati.org