Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2005-7-27

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Chico Mendes

Deutsche Fassung von Riccardo Venturi
27 luglio 2005
CHICO MENDES
(continua)
27/7/2005 - 23:54
Video!

Compagni Fratelli Cervi

anonimo
Le parole di questo canto furono composte dai partigiani del Distaccamento "Fratelli Cervi", operante nel reggiano, costituito fra il maggio e il giugno 1944 e comandato dal partigiano Sintoni, appartenente alla 144a brigata garibaldina "Antonio Gramsci".
Molto nota in provincia di Reggio Emilia, fa parte delle numerose canzoni che hanno adottato la melodia, il più delle volte conservando anche nel testo più di una traccia del modello da cui discendono, quello della vecchia canzone irredentista Dalmazia (cantata prima dagli Arditi e poi dai dannunziani)

(Note tratte da "Pietà l'è morta" - Canti della Resistenza in Italia a cura di Cesare Bermani e Istituto Ernesto De Martino, edito da L'Unità)

Le canzoni e poesie sui fratelli Cervi:
La pianura dei sette fratelli (Gang)
Per i morti di Reggio Emilia (Fausto Amodei) (Sangue del nostro sangue, nervi dei nostri nervi, come fu quello dei... (continua)
Metti la giubba di battaglia,
(continua)
27/7/2005 - 22:17
Video!

Famiglia Cristiana

2002
da "L'altra faccia dell'impero"
Solo un'ora a settimana signori e generali
(continua)
27/7/2005 - 21:46
Downloadable! Video!

Noi

(G. Bertelli - I. M. Zoppi)
Dal sito ufficiale di Isa http://www.nonsoloisa.it/



"Isa, cantautrice torinese dai natali sanremesi, è un caso raro di donna che firma sia i testi sia le musiche delle sue canzoni, a cui offre una vocalità intensa e dall’ampia tavolozza di colori.

La musica evoca atmosfere acustiche, che si muovono dal folk al jazz, dove la sua chitarra è tratto distintivo.

Dopo una ricca attività live, anche in Francia, Isa arriva all’esordio discografico con “Disoriente” prodotto da Valter Colle per la Nota Music "

Ricordiamo qui volentieri anche il sodalizio artistico e umano di Isa con Alessio Lega.
Noi che sui moli per cent'anni
(continua)
inviata da adriana 26/7/2005 - 14:28
Downloadable!

VIVA Carlo

[Jennifer Katharine Griffin]
Free in Internet.
Agosto 2001
Sometimes words are not enough...
This song is dedicated to Carlo Giuliani and to those protesters still missing.
Please feel free to pass it on and make copies.

Written: July, 30, 2001 at La Casella, Montisi, Italy
First live performance: August 1, 2001 at La Casella, Montisi, Italy
Recorded: August 2, 2001 at Pearson Studio, New York, NY, USA
Words and music, vocals: JK Griffin
Music, guitar, jembe: S Pearson
Mixed and mastered: S Pearson
For more information, contact us at pastydrone@newstrolls.com.

Testo da piazzacarlogiuliani.org

"Ma sono innumerevoli le canzoni ispirate a quell'estate del 2001. Rimasto fuori dalla compilation di cui sopra, il pezzo che ha dato il via all'operazione. Poco tempo dopo la morte del figlio, Heidi Giuliani ricevette da due newyorkesi, Jennifer Katharine Griffin and Sean Pearson, una... (continua)
Bands on of black, pink, white
(continua)
inviata da steu 26/7/2005 - 12:02
Percorsi: Genova - G8
Downloadable! Video!

A Porto Marghera

[1966]
Testo e musica di Gualtiero Bertelli
L'altro giorno a Portomarghera
(continua)
25/7/2005 - 21:37

Dubya Can't Wait

[2003]
Testo di / Lyrics by Norm Jenson
Sull'aria di / To the tune of "Friday I'm in Love" dei / by the Cure.

Testo ripreso da
Lyrics available at

http://polsong.gcal.ac.uk/songs/jenson.html
I don't care if Saddam's blue
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 25/7/2005 - 14:26
Downloadable! Video!

L'Internationale

VENETO / VENETIAN


La seguente versione in veneto (condotta sulla traduzione italiana dell'originale francese di Eugène Pottier) è stata preparata da Lorenzo Zamponi ("Xyz"), già autore della versione veneta de Le Déserteur, e pubblicata sul newsgroup it.fan.musica.guccini il 25 luglio 2005. Facciamo seguire le informazioni riportate dall'autore della versione:

The following Venetian version (based on the Italian translation of the original French lyrics by Pottier) has been made by Lorenzo Zamponi ("Xyz"), the same author of the Venetian version of Le Déserteur, and posted to the Usenet newsgroup it.fan.musica.guccini on July 25, 2005. Here's the introduction provided by the author himself:

"Ecco la traduzione.
Solite premesse:
1) non so scrivere in dialetto, quindi l'ortografia avrà bisogno di una sistemata;
2) non si tratta del veneto comunemente codificato (veneziano), bensì di una... (continua)
L'INTERNASIONAL
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 25/7/2005 - 12:42
Video!

Paz na terra

( Roberto Carlos - Erasmo Carlos )
Testo ripreso da questa pagina
Meu pensamento vai distante
(continua)
25/7/2005 - 11:56
Video!

Ipotesi

Tra canzone e cabaret
Le parti in corsivo sono parlate.
Ma che ci faccio io qui?
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 24/7/2005 - 16:11
Downloadable! Video!

Si vide all'animale

(1947)
Dall'opera "I dieci comandamenti"
Apre l'intera opera, che è possibile leggere in versione integrale su internet.


Interpretata, oltre che dallo stesso Viviani, da Nino Taranto, dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare (nel disco "11 mesi e 29 giorni" del 1977) e da Daniele Sepe (in Jurnateri [2001]).




Scritto in collaborazione con il figlio Vittorio tra il 1944 e il 1947, I dieci comandamenti è uno degli ultimi lavori di Raffaele Viviani. Ormai gravemente malato, l'autore immagina uno spettacolo che sia, in qualche modo, summa della sua ricchissima esperienza teatrale e affresco della società che va emergendo dalla Napoli del secondo dopoguerra. Ancora una volta il primo riferimento di Viviani è il "varietà" che, per spregiudicatezza e verve umoristica, ritiene si presti meglio di ogni altra forma teatrale a raccontare la vita della sua "gente".

Pulcinella introduce i... (continua)
(entra Pulcinella, prima che si alzi il sipario, e canta)
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 24/7/2005 - 15:08
Downloadable! Video!

Radio Rosa

[2004]
Dall'album "Marmaja"

Voce di Francesco Grillenzoni

"Louis Chabas, detto Lulù, era un partigiano francese. Divenne il famoso "inaferrabile" delle Langhe per i bizzarri travestimenti usati. Radio Rosa fu la prima emittente clandestina italiana. 'Pioverà sulle Ande' era un messaggio in codice".
L'hanno visto sulla ferrovia
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/7/2005 - 11:52
Downloadable! Video!

Don't Obey

[2003]
Testo e musica di Scott Ainslie
Lyrics and music by Scott Ainslie

Testo ripreso da:
Lyrics available at:
http://polsong.gcal.ac.uk/songs/ainsli...

"The song Don't Obey began developing after a reading of Howard Zinn's marvellous Declarations of Independence: Cross Examining American Ideology in the spring of 2003. It is a song in the Gandhian tradition of non-violent engagement and finds some of its inspiration more recently from the Israeli military men and women - now numbering over 1,000 - who have refused to serve or bomb in the occupied territories." -Scott Ainslie.
Trovato qui, sul sito di Scott Ainslie
Don't Obey
(Alessandro)
As it was in Hitler's Army and Stalin's awful crew,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/7/2005 - 22:09
Video!

Don't Misunderestimate Me!

[2004]
Testo / lyrics: Vicki Ryder
Sull'aria di / to the tune of Andy Kaufman's 100 Bottles of Beer on the Wall



We're the Raging Grannies, and we are hopping mad!
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/7/2005 - 22:01
Video!

La Cantagranda

[2000]
Testo e musica di Ivan della Mea
chitarre di Ivan della Mea e Paolo Ciarchi
Intercalazione del canto popopolare brianzolo del "Cristé".

L'inserimento della "Cantagranda" tra le Canzoni Contro la Guerra è dovuto essenzialmente a due sole strofe di carattere chiaramente antimilitarista (e, in misura minore, anche alla presenza nella lunghissima canzone -diciannove minuti e tre secondi-) di un riferimento alla morte di Giuseppe Pinelli (queste strofe sono evidenziate in neretto). Per il resto, su questa vastissima canzone (il cui testo viene inserito in rete per la prima volta) riporto un mio articolo pubblicato sulle mailing list "Fabrizio" e "Brigatalolli" (e sui newsgroup it.fan.musica.guccini e it.politica) in data 22 luglio 2005.

Ivan Della Mea ha gli stessi anni di Guccini, e di De André. Anche lui di quel 1940 di guerra; è nato un sedici ottobre, curiosamente lo stesso giorno... (continua)
Ho tante cose che voglio dire,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 22/7/2005 - 19:40
A quattro anni di distanza dal 20 luglio 2001, vi invitiamo a leggere e cantare le canzoni sui fatti di Genova ed in particolare Dall'ultima galleria di Alessio Lega.
Due siti da visitare: comitato Piazza Carlo Giuliani e Il buio su Piazza Alimonda, controinchiesta sulla morte di Carlo.
Lorenzo Masetti 20/7/2005 - 09:41
Downloadable!

Dove vai ragazzo

Kevlar
Dall'album "Piazza Carlo Giuliani ragazzo"
(Roberto Giuliani, Paolo Morbini)
(Il testo del ritornello è tratto da una poesia di Carlo)
Edizioni: Ishtar S.n.c.
Luglio 2002

Testo da piazzacarlogiuliani.org

Per non dimentiCARLO 20 luglio 2005
Dove vai dove vai ragazzo
(continua)
inviata da adriana 20/7/2005 - 07:16
Percorsi: Genova - G8
Video!

La guerriera

anonimo
Una canzone popolare milanese nella quale è presente lo stesso tema della "Ragazza Guerriera"
LA RAGAZZA GUERRIERA
(continua)
inviata da adriana 17/7/2005 - 10:28

Roghi nell'oscurità dei Balcani

Corri forte ragazza vai
(continua)
inviata da adriana 15/7/2005 - 13:02
Video!

Luglio, agosto, settembre (nero)

Una piccola nota sulla musica: lo sanno solo in pochi, ma è stata quasi totalmente tratta da una canzone popolare greca della Macedonia, "Yerakina"... una bella ragazza che non stanca di chiedere al pozzo d'acqua del suo villaggio "Chi è la più bella?". Gli abitanti del villaggio a un certo punto, seccati, la spingono giù... perlomeno questa fu la spiegazione di Daniele Sepe quando lo sentii ri-eseguire lo stesso brano dal vivo. La trovate incisa in "Viaggi fuori dai paraggi"

Saluti

E, a mo' di completezza di questa pagina, riprotiamo anche il testo originale della canzone popolare greca, non in trascrizione come nella pagina linkata:

Η ΓEPAKINA

Kίνηση η Γερακίνα
για νερό κρύο να φέρει

Nτρουν ντρουν ντρουν ντρουν ντρουν
τα βραχιόλια της βροντούν

Kι έπεσε μέσ’στο πηγάδι
κι έβγαλε φωνή μεγάλη

K’έτρεξε ο κόσμος όλος
κ’έτρεξα κι εγώ o καημένος

Γερακίνα θα σε βγάλω
καί γυναίκα θα σε πάρω.

[RV]
Augusto il bibliotecario 14/7/2005 - 17:40
Downloadable! Video!

Lili Marleen [Lied eines jungen Wachtpostens]

ITALIANO / ITALIAN [3] - Tony Fortuna/Massimo Rosso

As in the case of German soldiers before them, the song also became very popular with Italian soldiers who heard lyrics that were slightly changed from the original German text. Tony Fortuna, an Italian soldier during the war who was captured by the British army in Tobruk (North Africa) passed along to his nephew, Massimo Rosso, an unofficial variation in one stanza of the lyrics (the one starting with "Quando nel fango debbo camminar...")- Istrianet

Come era già successo per i soldati tedeschi, la canzone divenne molto popolare tra i soldati italiani. con parole leggermente diverse dal testo tedesco originale.
Tony Fortuna, un soldato italiano che durante la guerra fu catturato dall'esercito britannico a Tobruk (Nord Africa) trasmise al nipote, Massimo Rosso, una variazione non ufficiale di una strofa (al posto di "Quando nel fango debbo camminar...")
Quando son di ronda
(continua)
14/7/2005 - 13:01
Video!

Sopravviverò (ma questo non è il Cile)

Dall'album: Piccole vite da decifrare

È un racconto lucido sui fatti avvenuti a Genova. Cercando di evadere da certa retorica,senza slogan, ma tenendo presente il dolore e lo shock che può accompagnare un evento del genere.
Sopravviverò è un canto sussurrato che arriva comunque al cuore di chi ascolta(almeno secondo me!!!).
Rappresenta per noi il dissociarsi da certi metodi repressivi,dalla violenza che prescinde ogni cosa. L'aspetto musicale è basato su un arrangiamento abbastanza discreto,mai eccessivo che scivola via sulle parole di Francesco, ritmo lento e compassato in salsa reggae,con il basso a fare da cantilena/nenja al resto.
Se dovessi rivedere per un'ora quelle scene di dolore
(continua)
inviata da adriana 14/7/2005 - 08:27
Percorsi: Genova - G8

Corrido del desagravio

El veintisiete de agosto
(continua)
inviata da adriana 13/7/2005 - 08:35
Downloadable! Video!

Chicago (We Can Change The World)

Maggio 2004 (Rev. Luglio 2005)
Contributo alla revisione del testo e alle note di Artemisia
CHICAGO (POSSIAMO CAMBIARE IL MONDO)
(continua)
12/7/2005 - 18:11
Downloadable! Video!

L'amore ai tempi del caos

da "Terra e libertà" (1997)

Alcune parti del testo di questa canzone (e in parte anche la melodia) sembrano decisamente ispirati da "Love minus zero / no limit" di Bob Dylan.


Macondo Express - Il ritorno di Paddy Garcia - Il ballo di Aureliano - Remedios la bella - Radio Tindouf - Marcia balcanica - Danza infernale - Qualche splendido giorno - Transamerika - Lettera dal fronte - L'ultima mano - Cuore blindato - Don Chisciotte - Cent'anni di solitudine - L'amore ai tempi del caos
La radio chiama, il mercante grida
(continua)
12/7/2005 - 15:07
Downloadable! Video!

La ballata del sognatore

Questa è la ballata
(continua)
inviata da adriana 12/7/2005 - 14:47
Downloadable! Video!

Oh my God

Album: "Stay human" (2001)

«Oh My God è una sorta di preghiera nella quale io chiedo a Dio di far andare le cose un po' meglio di adesso e di fermare gli abusi, le sofferenze, le ingiustizie. È una canzone spirituale e politica insieme, nello stesso spirito con cui scrivevano i pezzi Marvin Gaye o Bob Marley»
Intervista a Michael Franti dal Manifesto (12 luglio 2002)
Oh my, oh my God
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 11/7/2005 - 17:08
Video!

Everybody's Crying Mercy

I can't believe the things I've seen
(continua)
11/7/2005 - 16:44
Video!

Don't drop that bomb on me

Brano che chiude l'album "Waking Up the Neighbours" del 1991.
We sailed our ships upon the shores
(continua)
11/7/2005 - 16:39
Un altro pezzo di musica colta inserito nella nostra raccolta: Il canto sospeso di Luigi Nono, composizione per tre voci soliste, coro ed orchestra con testi tratti dalle "Lettere dei condannati a morte della Resistenza Europea"
Lorenzo Masetti 11/7/2005 - 11:09
Video!

Pa te "Chile"

[1996]

Album :DA PETRAE DA VENTU

Ghjacumu Thiers - Brunu Susini
Aghju vistu u to celi
(continua)
inviata da adriana 11/7/2005 - 11:02

A me patria

NATALI VALLI
Cantu : G.Canarelli / J.P.Mangion
A me patria si chjama libartà
(continua)
inviata da adriana 11/7/2005 - 09:34

Minoranças

Tradut en francès
Comme un flocon de neige descendant droit du ciel
(continua)
inviata da Jean-Pierre 11/7/2005 - 05:45
Video!

Prijatelj ga kaže više ne poznaje

L'AMICO DICE DI NON RICONOSCERLO PIÙ
(continua)
inviata da Monia Verardi 10/7/2005 - 11:24
Downloadable! Video!

Le Déserteur

ITALIANO / ITALIAN / ITALIEN [7] - Renato Dibì


Versione italiana di Renato Dibì
[2002]

Version italienne de Renato Dibì
[2002]

Italian version by Renato Dibì
[2002]

Renato Dibì, nel suo album Canzoni nascoste del 2002, inserisce "Io disertore", altra personale traduzione, pure fedele, che rispetto ad altre rende bene il passaggio centrale che fa riferimento alle radici storiche del protagonista.
(Paolo Predieri, da Boris Vian, storia di un disertore)
IO DISERTORE
(continua)
inviata da Paolo Predieri 10/7/2005 - 09:48
Video!

Heal The World

spoken:
(continua)
9/7/2005 - 16:02
Video!

Receita para se fazer um herói

La poesia originale di Reinaldo Ferreira da cui è tratta la canzone

Il testo è tratto dalle "Opere complete" del poeta portoghese.
RECEITA PARA FAZER UM HERÓI
(continua)
8/7/2005 - 15:49
Video!

Elegia ai caduti

da "Le Pietre di Montsegur" (1993)
Che libertà salga dal fumo delle stoppie
(continua)
inviata da adriana 8/7/2005 - 07:18

Quiero ser tu hermano

Dall'album "El hombre vino del barro" (1974)
Quisiera ser poeta, cantar una canción
(continua)
inviata da adriana 7/7/2005 - 19:23
Video!

La guerra

Dall'album "BARRICANTOS, 30 AÑOS DE MEMORIA"
Entre una niebla, ora verdosa, ora rojiza,
(continua)
inviata da adriana 7/7/2005 - 17:22
Video!

Ninna nanna

Ricordo con simpatia e nostalgia il programma televisivo di cui la canzone era sigla. Furono raccolti se non ricordo male anche più di 200 milioni per i bambini della Bosnia.
sara rizzoli 7/7/2005 - 16:31
Video!

Non uccidere

(Colombini-Scoponi)
I Barritas: Non uccidere / Introito (1968)

I Barritas hanno inciso questo 45 giri "Non uccidere" nel 1968, riedizione di un precdente 45 giri del 1965.

È una limpida canzone cristiana che sposa il no alla guerra con la musica beat del tempo e con delle venature di musica religiosa ben evidenti nel retro del disco "Introito".

È dedicata a Martin Luther King, pastore protestante molto popolare e molto attivo nella lotta per i diritti civili degli afroamericani, ucciso proprio nel 1968 dal fanatismo dell’intolleranza reazionaria nordamericana, ma è anche un esplicito richiamo ad uno dei Comandamenti della religione cristiana troppo spesso ignorato o aggirato da chi ha mandato e manda tante giovani vite a morire nello scempio di tutte le guerre e in alcune pretendendo anche di "avere Dio dalla propria parte".
Dio ci ha insegnato l’amore:
(continua)
inviata da i.fermentivivi 7/7/2005 - 09:40
Video!

Hijos

[2004]
Album "Hijos"
Hijos presos in Buenos Aires, solos tristos e iscurtzos
(continua)
inviata da adriana 6/7/2005 - 18:59

Nubi di guerra

Dall'album "Casbah"
Nubi di guerra
(continua)
inviata da adriana 6/7/2005 - 13:52




hosted by inventati.org