Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Alberto Cantone

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Peter Norman

2018
Breve danzò il Novecento

Olimpiadi di Città del Messico, 1968. Finale della gara dei 200 metri piani. Rimane certamente un'icona del '900 quella foto in bianco e nero di due atleti sul podio, a piedi scalzi e il pugno guantato di nero alzato verso il cielo, Tommie Smith e John Carlos, a rivendicare dopo la loro "gara della vita" dignità e diritti per il popolo afroamericano.
Ma c'è un terzo uomo, spesso dimenticato, in quella foto: il secondo arrivato, un australiano dalla pelle bianca, Peter Norman. Partecipa alla premiazione con un'aria che appare smarrita, fino talvolta a cogliere in quell'espressione una dissociazione o quanto meno un distacco da quella manifestazione storica, di una storia che non è la sua. Ma Peter Norman è probabilmente il vero eroe tragico di quella serata, destinato a pagare il prezzo più alto. In un moto d'amore, o di semplice umanità, decide di unirsi simbolicamente... (continua)
Io lo sapevo che non era il vento
(continua)
9/3/2018 - 23:45
Downloadable! Video!

De l'autre côté du pont

1995
La Vie Comme Elle Passe

Sulla storia di Admira Ismić e Boško Brčkić, i due fidanzati di Sarajevo uccisi assieme dai cecchini sotto il ponte di Vrbanje, si veda Admira e Boško di Alberto Cantone.

They were 25 and had been together for nine years, having met at school. Seeking safety, they decided to flee the besieged city of Sarajevo in May of 1993. Both muslim and christian officials had granted them safe passage and had promised them that they would not be hurt. However, as they crossed over the Vrbanja bridge, they were deliberately gunned down by christian snipers. Bosko died immediately and Admira, wounded crawled through the mud towards her childhood sweetheart. She put her arm around him tenderly and without trying to escape to save herself, died by his side. Their bodies lay there for five days.

Dal sito dedicato a Admira e Boško.


Amira et Bochko s'aimaient d'amour tendre
(continua)
inviata da Davide Costa 4/3/2005 - 02:20
Downloadable! Video!

Siete venuti a cercare

[2003]

Una canzone contro una fra le tante vittime della guerra: in questo caso sono i soldati, specie delle classi più povere o delle minoranze etniche, mandati a morire in una guerra che non è la loro, presentata come pacificatrice e attraverso la mistificazione di essere attesi come "liberatori" dalle popolazioni.
E' stata incisa nel disco live "Liocorno - note d'autore", distribuito da "Storie di note"
Siete venuti a cercare
(continua)
inviata da Mario Vilca




hosted by inventati.org