Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Ligabue

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Quando mi vieni a prendere?

da Arrivederci, Mostro! (2010)

La canzone narra della triste vicenda accaduta a Dendermonde, in Belgio, nel Gennaio 2009. Quando un ragazzo fece irruzione nell'asilo cittadino ed uccise accoltellando due bambini e la maestra d'asilo.
La canzone è scritta dal punto di vista di uno dei bambini in ostaggio in quella tragica giornata.
Mia madre che ha insistito che facessi colazione
(continua)
inviata da Federico Mina 16/6/2019 - 19:06
Video!

Ligabue: Una vita da mediano

[1999]
Parole e musica di Luciano Ligabue
Nell'album "Miss Mondo"

Una bellissima canzone, su di un ruolo calcistico che è stato sempre quello dell'antieroe rispetto ai numeri 10, ai bomber... Ma non basterebbe questo per provare a proporre questo brano all'interno delle CCG/AWS. C'è che mi offre il destro per raccontare la storia, purtroppo tragica, di un grande e oggi misconosciuto mediano nativo della mia città, Torino, uno che rimase sempre lì, lì nel mezzo, fino alla fine, nel mezzo di un campo da pallone e poi di un campo di concentramento...

Si chiamava Vittorio Staccione, classe 1904. Crebbe nel vivaio del Torino ed esordì nella massima divisione a 20 anni, nel 1924. Dopo una brevissima parentesi nella Cremonese, fu di nuovo al Torino con cui nel 1926-27 vinse il campionato, ma il titolo fu poi revocato (pare addirittura che il Toro si fosse comprato un derby della Mole!). Poi... (continua)
Una vita da mediano
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 25/1/2019 - 22:30
Video!

I colori dei dolori

1992
Indiani Padani

...rossa la guerra, ed il nero l'accompagna...
per una canzone che si intitola "i colori dei dolori", più CCG /AWS di così.
Band anni '90, in questo album una collaborazione con Luciano Ligabue in Fuoritempo, che poi Ligabue reinciderà in "A che ora è la fine del mondo"; decisamente diverse le sorti. I RATS ora sono band di nicchia che ogni tanto fa qualche concerto reunion.
Bianche terre bianche tette
(continua)
inviata da Dq82 31/12/2017 - 17:39
Video!

Vivo morto o X

1995
Buon compleanno, Elvis

Pezzo rock con venature di blues che apre l'album, in cui Ligabue critica la tendenza, tipica di coloro che hanno una certa autorità, di imporre ad altri quelle scelte personali che questi ultimi sono sicuramente in grado di compiere in autonomia. E racconta come ci si senta a vivere una vita decisa da condizionamenti esterni.
L'ispirazione viene dall'idea di associare il simboli 1 X 2 utilizzati sulla schedina del Totocalcio alla vita di ognuno. Dove X, oltre a essere da sempre simbolo di anonimato, nella canzone rappresenta una vita NON vita, una vita decisa da qualcun altro.
Tra le varie autorità c'è anche quella militare:
"E puntano al tuo tempo
e a alcuni sissignore
e perfino un giuramento e un anno di tua proprietà. "

Nel 1995 si era ancora ai tempi della leva obbligatoria.
Nato da un sospiro o da un temporale,
(continua)
inviata da dq82 20/3/2017 - 16:38
Video!

Francesco Guccini: Ho ancora la forza

[2000]
Testo di Luciano Ligabue e Francesco Guccini
Musica di Luciano Ligabue
Album: Stagioni
Lyrics by Luciano Ligabue and Francesco Guccini
Music by Luciano Ligabue
Album: Stagioni (Seasons)

Paroles de Luciano Ligabue et Francesco Guccini
Musique de Luciano Ligabue
Album: Stagioni (Saisons)
Ho ancora la forza che serve a camminare,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 29/12/2015 - 18:13
Downloadable! Video!

Su patriottu Sardu a sos feudatarios [Procurad' e moderare]

[1794]



L'Innu de su patriottu Sardu a sos feudatarios fu stampato clandestinamente in Corsica e diffuso in Sardegna, e divenne il canto di guerra degli oppositori sardi, passando alla storia come la Marsigliese sarda. E' composto da 376 ottonari fortemente ritmati, in lingua sarda logudorese, e ricalca contenutisticamente gli schemi della letteratura civile illuministica. L' incipit è costituito da un perentorio attacco alla prepotenza dei feudatari, principali responsabili del degrado dell'isola: Procurad'e moderare, Barones, sa tirannia… (Cercate di moderare, o Baroni, la vostra tirannia…). Il canto si conclude con un vigoroso grido d'incitamento alla rivolta, suggellato da un detto popolare di lapidaria efficacia: Cando si tenet su bentu est preziosu bentulare ("quando si leva il vento, è d'uopo trebbiare").
(Da questa pagina)

Come ci informa DonQuijote82, il canto è stato interpretato,... (continua)
1. Procurade e moderare,
(continua)
inviata da daniela -k.d.- 5/4/2007 - 18:10
Downloadable! Video!

Eppure soffia

(1976)
Testo di Pierangelo Bertoli
Musica di Alfonso Borghi
Alla chitarra Alberto Radius

Rimedio subito ad una - secondo me - grave mancanza!

Un immortale brano del '76 dall'album omonimo.
Interpretata anche da Luciano Ligabue e Luca Carboni
E l'acqua si riempie di schiuma il cielo di fumi
(continua)
inviata da Alessandro 10/10/2006 - 14:14
Downloadable! Video!

It's The End Of The World As We Know It (And I Feel Fine)

A CHE ORA È LA FINE DEL MONDO?
(continua)
5/10/2005 - 23:11
Downloadable! Video!

Dio è morto

[marzo 1965/March 1965]
Testo e musica di Francesco Guccini
Lyrics and Music by Francesco Guccini
Primi interpreti: I Nomadi nel 1967
Altri interpreti: Caterina Caselli (1967), I Profeti, Luciano Ligabue (Tributo ad Augusto, 1995), Ornella Vanoni (2001), Fiorella Mannoia (2007), Luf (2012), Gianna Nannini (2015), Claudio Baglioni e Ligabue (Sanremo 2019).

Sebbene sia del '65, questa canzone non fu inclusa in "Folk beat n. 1" ma venne portata al successo dai Nomadi. E Guccini la canterà in pubblico soltanto dieci anni dopo, proprio insieme al celebre gruppo modenese.
Dio è morto "parla apertamente di corruzione e meschinità, di falsi miti e di falsi dei. È una canzone importante, [...] che apre la canzone di protesta italiana a temi ulteriori rispetto a quello del pacifismo, e più precisamente veicola un'opposizione radicale all'autoritarismo, all'arrivismo, al carrierismo, al conformismo"... (continua)
Ho visto
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti e Riccardo Venturi 2/6/2005 - 08:14
Video!

Soweto

interpretata con Ligabue

Album: La forza dell'amore
Data di uscita: 1990
Io non sopporto la tortura
(continua)
inviata da Daniele 12/1/2005 - 15:41
Downloadable! Video!

Il mio nome è mai più

(1999)

Scritta al tempo della guerra del Kosovo durante la quale dalle basi italiane partivano i jet NATO per i raid aerei sulla Serbia che hanno provocato migliaia di morti. Il governo di centrosinistra era all'epoca presieduto dal diessino Massimo D'Alema.

I proventi della vendita di questo singolo sono stati devoluti ad Emergency.

A pochi mesi dal "giro" di millennio la nostra società "civile" conta al proprio interno 51 guerre in corso.
Allo stesso tempo essere contro la guerra (qualsiasi guerra) sembra voler dire assumere una posizione politica.
Bè, vogliamo essere liberi di sentirci oltre qualsiasi posizione del genere affermando che, per noi, non ci sarà mai un motivo valido per nessuna guerra.
Luciano Lorenzo Piero

"Che bisogno c'è di chiedere i nomi? Si sanno. La partecipazione italiano all'intervento NATO in Kosovo venne decisa dal governo allora in carica (di centrosinistra... (continua)
Io non lo so
(continua)




hosted by inventati.org