Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Cristiano De André

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Chissà se è vero

Eseguita verso la fine del 2011 da Cristiano De André (voce e chitarra con l'accompagnamento alla fisarmonica di Paolo Jannacci) nel corso di un programma-tributo ideato e condotto da Fabio Fazio al quale partecipò, sia pure solo nel finale, anche un già molto provato e sofferente Enzo Jannacci.

Alberta Beccaro - Venezia 5/6/2018 - 15:46
Downloadable! Video!

Li Troubaires de Coumboscuro e Fabrizio De André: Mis amour [Bèla calha]

Mis amour reinterpretata da Cristiano De André e dai Marlevar [2017]





Cristiano De André : voce
Marlevar:
Luisa Cottifogli : voce
Davi Arneodo : fisarmonica
Marco Ficarra : violino
Luca Allievi : chitarra
Roberto Chiriaco : basso
Pietro Ponzone : batteria
Riccardo Venturi 18/12/2017 - 07:36
Downloadable! Video!

Le vent nous portera

Versione italiana di Cristiano De Andrè da "Come in cielo così in guerra" (2013)
Vado incontro al mio destino
(continua)
inviata da DonQuijote82 11/4/2013 - 15:44
Downloadable! Video!

Un giorno nuovo

(2003)
(Cristiano De André/ Oliviero Malaspina /Daniele Fossati/ Massimo Talamo/ Stefano Melone)

"Un giorno nuovo", la canzone che hai portato a Sanremo e unico inedito dell'album, è solo una canzone d'amore o dice bene chi vuole inserirla in un contesto di pace e di guerra?

È una canzone d'amore, è vero, ma parla soprattutto di comprensione. Quando dice "ti ho cercato da sempre", dice ho cercato la comprensione in un'altra persona, ho cercato il feeling, ho cercato l'intesa. La compensione è alla base di tutto, dei disamori, dei problemi, con la comprensione si riescono a capire anche persone diverse, culture diverse, religioni diverse. È alla base della pace e quindi se ci fosse un po' più di comprensione, se si riuscisse a vedere al di là di quello che siamo, senza crederci magnifici, ma mettendoci un po' in gioco, non sarebbe male.
Intervista a "Musica italiana"
Oggi è un giorno nuovo
(continua)
22/3/2013 - 23:04
Downloadable! Video!

Verranno a chiederti del nostro amore

[1973]
Testo di Fabrizio De André e Giuseppe Bentivoglio
Musica di Fabrizio De André e Giuseppe Bentivoglio
Album: Storia di un impiegato
Altri interpreti: Premiata Forneria Marconi, Eugenio Finardi, Lino Straulino, Cristiano De André, Motta

Lyrics by Fabrizio De André and Giuseppe Bentivoglio
Music by Fabrizio De André and Giuseppe Bentivoglio
Album: Storia di un impiegato ("Story of a White Collar")
Also performed by: Premiata Forneria Marconi,Eugenio Finardi, Lino Straulino, Cristiano De André, Motta

Paroles de Fabrizio De André et Giuseppe Bentivoglio
Musique de Fabrizio De André et Giuseppe Bentivoglio
Album: Storia di un impiegato ("Histoire d'un fonctionnaire")
Autres interprètes: Premiata Forneria Marconi,Eugenio Finardi, Lino Straulino, Cristiano De André, Motta

Questa canzone, famosissima, di Fabrizio De André (da un album che parla di un giovane impiegato che si ribella,... (continua)
Quando in anticipo sul tuo stupore
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 15/5/2012 - 12:30
Downloadable! Video!

Che gran confusione

dall'album "Canzoni con il naso lungo" (1992)

Testo di Massimo Bubola
Musica di Cristiano De André e Massimo Bubola
Chiusi nelle piazze chiusi dentro il tempio
(continua)
21/11/2011 - 23:55
Downloadable! Video!

Lady Barcollando

di Cristiano De André e Oliviero Malaspina
da "Scaramante" (2001)

Lady barcollando è la canzone che - dice - più lo rappresenta in questo momento e con cui più ci urla la sua rabbia.
Bielle
Passa Lady barcollando
(continua)
29/12/2009 - 10:03
Downloadable! Video!

Le storie di ieri

dalla compilation "Fatto per un mondo migliore" (1996)

In questa versione, molto bella, le parole non seguono né la versione di De Gregori né quella di Fabrizio De André ma le mettono insieme.
LE STORIE DI IERI
(continua)
3/9/2006 - 12:22
Downloadable! Video!

Банька по-белому

Italian version by Sergio Secondiano Sacchi




E' stata interpretata per primo nel 1993 da Cristiano de André ne Il volo di Volodja, l'album collettivo dedicato dal Club Tenco a Vladimir Vysotskij. Forse la migliore interpretazione in assoluto di Cristiano.
Nel 2005 è stata reinterpretata, con un diverso arrangiamento, da Les Anarchistes, ne "La musica nelle strade!".




Dal libretto de "La musica nelle strade! - Canti di libertà nell'era biopolitica", di Marco Rovelli-Les Anarchistes, allegato all'album (Edizioni Stampa Alternativa):

L'esperienza del socialismo di Stato è da considerarsi come tutta interna alla storia della modernità occidentale. Società in cui vige (o vigeva, nel caso delle società 'comuniste') il principio di accumulazione: dunque il primato delle cose e non del soggetto, l'uomo asservito alla macchina produttiva come mera appendice e non soggetto sovrano. Nelle parole... (continua)
IL BAGNO ALLA BIANCA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 25/6/2006 - 22:34
Downloadable! Video!

Nel bene e nel male

[1995]
Daniele Fossati - Cristiano de André
Album: "Sul confine"



Canzone scritta da due "figli d'arte". Nella primitiva raccolta delle CCG, al n° 467, era stata erroneamente inserita come "Sul confine", che è invece è il nome dell'album. [CCG/AWS Staff]
Passerà questo tempo indeciso
(continua)
14/1/2006 - 12:49
Downloadable! Video!

Fiume Sand Creek

[1981]
Testo e musica di Fabrizio De André e Massimo Bubola
Lyrics and music by Fabrizio De André and Massimo Bubola
Album: "Album dell'Indiano"
Altri interpreti: Mia Martini, Loredana Bertè con i New Trolls, Cristiano De André, Shel Shapiro (in inglese), Pinguini Tattici Nucleari

«I maggiori spunti me li ha dati un libro, Gambe di legno. Memorie di un guerriero Cheyenne.»
[Fabrizio De André in Cantico per i diversi, intervista a cura di Roberto Cappelli, Mucchio Selvaggio, settembre 1992]



Nell'estate del 1864 il governo ordinò che tutte le tribù si radunassero in uno stesso luogo, presso un forte dell'esercito, Fort Lyon, nel Colorado. Gli Indiani non ubbidirono. Perciò il colonnello Chivington organizzò il terzo Reggimento dei volontari del Colorado, uomini della peggior specie reclutati per cento giorni soltanto, col compito di massacrare quanti più Indiani possibile, rifacendosi... (continua)
Si sono presi il nostro cuore sotto una coperta scura
(continua)




hosted by inventati.org