Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Lingua Yiddish

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable!

טרעבלינקע דאָרט

Treblinke dort
[1943]

“Mi chiamo Frieda Radasky. Sono nata a Varsavia, in Polonia, e sono sopravvissuta al regime nazista durante la II guerra mondiale. Quando stavo nel ghetto di Varsavia, c'era una canzone popolare che descriveva l'orribile tragedia che stavano subendo gli Ebrei di Varsavia. Parlava di come le famiglie venivano portate alla Umschlagplatz tra il terrore e le grida, poiché sapevano che, una volta portati a Treblinka, non sarebbero mai ritornati.”
Nel 1943, Frieda Bursztyn Radasky lavorava nelle cucine di un deposito di carbone in un distretto di Varsavia situato all'esterno del Ghetto; il distretto si chiama, curiosamente, Praga. Le lavoratrici nelle cucine erano tutte giovani donne; da quel posto, potevano assistere quotidianamente alla deportazione di centinaia di ebrei dal Ghetto; molti dei deportati credevano (o volevano credere) alla propaganda nazista secondo la... (continua)
עס איז אַ שטורם דורך די װעלט איז אױפֿגעגאַנגען, [1]
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 28/7/2020 - 07:57
Downloadable!

דאָס זאַנגל

Dos zangl
[1943]
Parole / Lyrics / Paroles / Sanat: Hirsh Glik
Musica / Music / Musique / Sävel: Melodia popolare polacca / Polish folk tune / Mélodie populaire polonaise

Hirsh Glik -il cui cognome significa in yiddish, come il tedesco Glück, "fortuna"-, nato a Vilnius il 24 aprile 1922, verrà ricordato per sempre come l'autore di ciò che è diventato l'inno della Resistenza ebraica nei ghetti dell'Europa orientale: Zog nit keynmol. Ricordato? Chissà; si tratta di uno dei canti, probabilmente, più famosi della Storia intera, talmente famoso da averne (almeno in parte) oscurato l'autore. Hirsh Glik ebbe un'esistenza brevissima; la sua povera famiglia del ghetto di Vilnius (il padre era un modestissimo commerciante di vestiti usati) fu catturata dai nazisti nel 1941 e scomparve interamente. Hirsh fu deportato in un campo di lavori forzati in Polonia, Biała Waka, un'immensa torbiera in una... (continua)
בלאָנד ביסטו װי אַ זאַנגל, [1]
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 27/7/2020 - 21:50
Downloadable! Video!

Gracias a la vida

YIDDISH - ROMAN GRINBERG

Roman Grinberg is a Vienna based Jewish Artist. He wrote the Yiddish version in 2020 during the COVID pandemic and performed it for the first time as a world premiere during his online concert for the international project:
"Yiddish Song Step Forverts"

Listen to the song in Yiddish

A DANK DIR, MAYN LEBN
(continua)
inviata da Roman Grinberg 19/6/2020 - 18:51
Video!

די װראָנע [אױף די גרינע פעלדער, װעלדער]

Di vrone [Oyf di grine felder, velder]


Oyf di Grine Felder un Velder (In Green Fields and Forests) :: Sara Nomberg-Przytyk ~Yiddish~ mi segnala Wolf Krakowski

qui testo e traduzione [Lorenzo Masetti]

Hello Lorenzo:

I recently uploaded 11 videos of Sara Nomberg-Przytyk singing in Yiddish, I videotaped on 1986. Included is the anti-war song from WWI, Unter di Grine Felder und Velder. (In the Green Fields and Forests).

It, and 10 others are on my Wolf Krakowski You Tube channel. Check it out.

BTW Sara, as a prisoner, was Mengele’s secretary in Auschwitz.
Read about her life on encyclopedia and on Wikipedia.

Through my my friendship with her son, she was like an auntie to me . . .

Auguri,

Wolf Krakowski
Northampton, MA, USA

A WW1-inspired song by Mordkhe Gebirtig movingly sung by Sara Nomberg-Przytyk and reported by Wolf Krakowski to our site webmaster, Lorenzo Masetti. Though... (continua)
אױף די גרינע פעלדער, װעלדער, װעי אַך װעי, [1]
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 7/5/2020 - 18:20
Downloadable! Video!

Симфония нp. 13 "Бабий Яр" / Symphony no. 13 "Babi Yar" / Sinfonia n° 13 "Babi Yar"

זיאַמע טעלעסין [Zyame Telesin]

Zyame Telesin fu un fine letterato di cultura yiddish e poeta del Novecento apprezzato non soltanto in Unione Sovietica. L’unica sua opera reperibile online è un libro di poesie in yiddish pubblicato nel 1980. Purtroppo non abbiamo potuto trovare alcuna traduzione delle sue poesie in rete.
Viene citato nei saggi che trattano del rapporto tra cultura russa e cultura yiddish e nelle monografie di letteratura degli anni ’60.


Zyame Telesin (15 luglio 1909 -1996)

Nacque a Kalinkovitsh (Kalinkavičy), Polesia, Bielorussia, nella casa di un fabbro. Nel 1929 si trasferì a Mosca, dove studiò nella facoltà yiddish della Seconda Università statale di Mosca. Negli anni 1931-1940, pubblicò poesie in Shtern / Stella e Oktyabr / Ottobre, tra le altre riviste, a Minsk.
Tradusse Broyt / Pane [Khleb] di Aleksey Tolstoy (Minsk, 1940). Insieme alla poetessa Rokhl Boymvol,... (continua)
באַבי יאַר
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 18/4/2020 - 16:18
Downloadable! Video!

טום־באַלאַלײַקע

anonimo
Tum-balalayke
[XIX secolo]
Anonimo

Introduzione
E’ un brano popolare della cultura ebrea ashkenazita. Le sue origini risalgono al XIX secolo nell’Europa orientale. Rimase pressoché sconosciuto ai più sino al 1940. Nel 1957 Pete Seeger lo inserì nel disco “Jewish Songs and Games” in un duetto con Ruth Rubin. Maggiore diffusione ebbe grazie a Theodore Bikel, grande attore ebreo e cantante. La sua incisione è del 1960.

Da allora la canzone ha valicato gli ambiti della cultura ebraica per acquisire popolarità a livello internazionale. È entrata a far parte della colonna sonora del film di Roberto Faenza del 2002 “Prendimi l’anima”. La melodia infatti non è affatto banale, rivela un’ intensità apparentemente inattesa. In realtà ciò non sorprende più di tanto se si vanno ad approfondire sviluppi ed espressioni della cultura ebraica nell’Europa dell’Est dal Settecento in poi.

Narra di un... (continua)
1.
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 2/1/2020 - 23:03
Downloadable! Video!

דאָס פֿערצנטע יאָר

anonimo
Dos fertsnte yor

Una canzone popolare in yiddish (di provenienza quasi certamente polacca, nota anche come Oyf di grine felder, velder) sulla morte di un soldato ebreo nella „grande guerra“. Uno dei tanti. E' la centesima canzone in yiddish inserita in questo sito: lo yiddish è la diciottesima lingua che raggiunge tale traguardo. Una sezione linguistica, del resto, persino più importante della sua oramai ragguardevole consistenza quantitativa.

La canzone presenta parecchie varianti. Il testo che segue è ripreso da Yidlid – Yidishe Lider e proviene in gran parte dal libro Yidishe folks-lider, compilato da Beregovsky e Fefer e pubblicato a Kiev nel 1938, con l'aggiunta di alcune strofe riprese da altre versioni. Secondo Gertrude Schneider, l'autrice di Mordechai Gebirtig, His poetic and musical legacy]] (pp. 4/5), esiste la possibilità che la canzone sia stata scritta da Mordechai Gebirtig:... (continua)
דאָס פֿערצנטע יאָר איז אָנגעקומען,‏ אוי וויי [1]
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 29/11/2019 - 09:23
Downloadable! Video!

דירע־געלט

anonimo
Dire-gelt
[XIX secolo / 19th century]
Canzone popolare yiddish di provenienza russa
Yiddish folksong of Russian origin
Chanson populaire yiddish d'origine russe

Canzone popolare yiddish di provenienza russa: risale quasi sicuramente alla 2a metà del XIX secolo. Un edificante quadretto di vita quotidiana negli shtetl dell'impero zarista. Un quadretto del "bel tempo che fu", però curiosamente somigliante ai modernissimi e attualissimi sfratti esecutivi con la forza pubblica che si hanno in tutte le città. Il testo in alfabeto ebraico, la trascrizione YIVO e le traduzioni in inglese e francese sono ripresi da Yidlid.
קומט אַריין דער סטרוזש‬ [1]
(continua)
27/11/2019 - 07:20
Downloadable! Video!

אין זאַלציקן ים

In zaltsikn yam
[1901]
Testo / Lyrics / Paroles / Sanat: Semën Akimovič An-skij
Musica / Music / Musique / Sävel: [?]

Il canto che segue, scritto nel 1901 da Semën Akimovič Rappoport, più noto come “S. An-skij”, assieme a Di shvue e noto anche come In zaltsikn yam fun di mentshlekhe trern e come Tsum Bund, è l'inno riconosciuto dell'Unione Generale dei Lavoratori Ebrei della Lituania, Polonia e Russia (Algemayner Yidisher Arbeter Bund in Lite, Poyln un Rusland), più nota semplicemente come “Bund”. Movimento fondato a Vilnius il 7 ottobre 1897, che si riprometteva di unificare tutti i lavoratori ebrei dell'Impero Russo sotto un unico partito socialista, e di allearsi con il movimento socialdemocratico russo per la realizzazione di una società democratica e socialista, e per ottenere il riconoscimento giuridico degli ebrei come minoranza nazionale.

Tsum Bund WanDeRer WanDeRer-Trio... (continua)
[1] אין זאַלציקן ים פֿון די מענטשלעכע טרערן
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 20/11/2019 - 03:16
Downloadable! Video!

גוטער זכרון

Guter zikorn
[2006]
פּאָעזיע / Poesia / A Poem by / Poésie/ شعر / Runo:
Binem Heller / בינם העלער
מוזיק/ Musica / Music / Musique / موسيقى / Sävel:
Chava Alberstein / חוה אלברשטיין
פּערפאָרמער/ Interpreti / Performed by / Interprétée par / مترجمين / Laulavat:
Chava Alberstein / חוה אלברשטיין
אלבאם / Album :
Lemele / לעמעלע

Lemele (pecora) è il 58° album di Chava Alberstein pubblicato nel 2006. Guter Zikorn è la traccia #1.
Binem Heller è stato un poeta, letterato e saggista che ha lasciato numerose opere. Segue la sua biografia


Binem Heller (January 25, 1908- May 12, 1998)

He was born in Warsaw, Poland, into a poor Hassidic family. He studied in religious elementary school and yeshiva. At age fourteen he became a glove-maker, and later he joined the Communist cause and thus had to leave Poland. From 1937 to May 1939, he lived in Belgium and Paris, later returning... (continua)
[1] גוטער זכּרון
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 11/9/2019 - 00:10
Percorsi: Ghetti
Downloadable! Video!

Bella Ciao

anonimo
53. אַדיע, אדיע / Sheyn, adye (Yiddish version by Riccardo Venturi)

יידישע ווערסיע / Versione yiddish / Yiddish version / Version yiddish / Jiddiškielinen versio:
Riccardo Venturi / ריקאַרדאָ װענטורי , 02-09-2019 01:46

Come risulta in numerosi punti di questa pagina, una possibile origine “klezmer” della melodia di “Bella Ciao” è un'ipotesi che ha ottenuto molto credito in questi ultimi tempi (specialmente in ambiente giornalistico, da cui è stata ripresa in diverse edizioni delle varie Wikipedia). In attesa di futuri sviluppi di questa ipotesi, abbiamo constatato che, in tutte le lingue in cui “Bella Ciao” è stata tradotta e cantata, mancava -almeno a nostra conoscenza- proprio la lingua che della musica “klezmer” è stata ed è il principale veicolo, vale a dire lo yiddish. Ci siamo detti: E perché non provare a farla? Tanto più che le parole “standard” di Bella Ciao hanno una caratteristica... (continua)
שײן אַדיע [1]
(continua)
2/9/2019 - 01:51
Downloadable! Video!

רייזעלע

[1938/40]
Reyzele
טעקסט / Testo / Lyrics / Paroles / Sanat: מרדכי געבירטיג - Mordekhay Gebirtig
מוזיק / Musica / Music / Musique / Sävel: מרדכי געבירטיג - Mordekhay Gebirtig
יבערזעצן / Interprete / Performed by / Interprétée par / Laulaa : Chava Alberstein - חוה אלברשטיין

E’ una famosa canzone yiddish di Mordechai Gebirtig. Fu composta presumibilmente tra il 1938 e il 1940.
Come nelle altre sue canzoni, la vita ,i sentimenti e le usanze ebraiche nel periodo antecedente l’Olocausto sono tratteggiati con la semplicità e la tenerezza di un grande interprete della cultura yiddish .Si divise tra l’impegno politico nel Bund ed il teatro. Avrebbe potuto salvarsi lasciando il Ghetto di Cracovia ma rifiutò. Fu fucilato dai nazisti per strada nel 1942.

I confinati nel Ghetto, tra cui la sua famiglia e i suoi compagni, finirono nei campi di sterminio in 11.000, vittime del piano delle... (continua)
[1] שטייט זיך דאָרט אין געסעלע
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta + CCG/AWS Staff 5/8/2019 - 13:10
Downloadable! Video!

Solidarity Forever

Versione in Yiddish scritta da Sam Liptzin

The Yiddish lyrics in transcription contributed by Paweł Dembowski are shown in a footnote. The lyrics in Hebrew characters have been restored by Riccardo Venturi.
[1] בױט, אַרבעטער, אַ יוניאָן!
(continua)
inviata da Paweł Dembowski 25/12/2018 - 15:34
Downloadable! Video!

נרקוד לשלום

11. YIDDISH / Yiddish
Anne Gawenda



NOTA. La trascrizione nel sito originale è in diversi punti scorretta e "anglicizzante" (ed anche "germanizzante" ("foon", "dar", "mahr", "valt" ecc.). E' stata quindi rifatta in base ai criteri YIVO.
NOTE. The transcription included in the original site is uncorrect and "anglicized" (and also "Germanized") in some points ("foon", "dar", "mahr", "valt" etc.), and has been edited according to YIVO transcription principles.
מיר טאַנצן פאַר שלום [1]
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 25/8/2017 - 20:34
Downloadable! Video!

Nordest

ייִדישע איבערזעצונג פֿון ריקאַרדאָ װענטורי
(מיט טראַנסקריבירונג)
12.8.2017 00:24
צפֿון־מיזרח [1]
(continua)
inviata da ריקאַרדאָ װענטורי 12/8/2017 - 00:24
Video!

Kufia - Canto per la Palestina

ייִדישע יבערזעצונג פֿון ריקאַרדאָ װענטורי
21-3-2017 02:33
קופֿיאַ - אַ ליד פֿאַר פּאַלעסטינע
(continua)
inviata da ריקאַרדאָ װענטורי 21/3/2017 - 02:40
Downloadable! Video!

L'estaca

YIDDISH [The Klezmatics]




"No Copyright © Courtesy of Label World Village. Support the artist. The Klezmatics - Apikorsim, 2016.

With their latest album, Apikorsim, The Klezmatics - world-renowned, GRAMMY-winning superstars of the klezmer universe - continue to redefine Yiddish music. Heretics, rebels and questioners, Apikorsim are people who challenge orthodox opinions. The Klezmatics are decidedly unorthodox. Their songs proclaim the rights of refugees and workers, sing ecstatically for a better world and mournfully for its losses. They alternately praise God and question the nature of his existence. Apikorsim is the first Klezmatics album with no special guests, session musicians or cross-genre collaborations. This is the sound of the band itself, a sound that has electrified audiences around the world for thirty years."



Nel video: Lorin Sklamberg dei Klezmatics mentre registra... (continua)
דער יאָך [1]
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 8/2/2017 - 19:56
Downloadable!

?װער קלאַפּט עס

anonimo
Il brano originale tratto da Mlotek, E. & J. Songs of Generations, p.21
Ver klapt dos azoy shpet bay nakht?
(continua)
inviata da Dq82 24/8/2016 - 11:40

צײַט באַלאַדע

Il testo traslitterato.

TSAYT BALADE
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 16/6/2016 - 06:58




hosted by inventati.org