Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Lingua Arabo

Rimuovi tutti i filtri
Video!

سجن

sujin
[2012]

كلمات وموسيقى / Testo e musica / מילים ולחן / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
شارع فلسطين [Sharie Filastin] / Palestine street



Fatti recenti. Abu Hawash

Abbiamo tratto spunto dagli eventi recenti, il digiuno di protesta e la scarcerazione di Abu Hawash.
Abu Hawash, palestinese quarantenne padre di 5 figli, fu arrestato a Dura, villaggio a sud di Hebron, a fine ottobre 2020. I Servizi di sicurezza israeliani hanno ritenuto che fosse un militante della Jihad. Il Pubblico Ministero non disponeva delle prove per il capo di imputazione. Però gli “Atti riservati” presentati dalla intelligence israeliana [ Shin Bet ] sono sufficienti secondo le leggi vigenti a consentire al comandante militare competente di emettere un ordine di “detenzione amministrativa” valido per 6 mesi, rinnovabile senza restrizioni. La Corte suprema israeliana ha respinto il... (continua)
Refrain: Prison…
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 15/1/2022 - 11:18
Video!

موطني

Mawtini
[1934]

قصيدة / Poesia / A Poem by / Poème / שִׁיר / Runo:
Ibrāhīm Tūqān [براهيم طوقان]

موسيقى / Musica / Music / Musique / הלחנה/ Sävel:
Muhammad Fulayfil [محمد فليفل]

مترجمين / Interpreti / Performed by / Interprétée par / מבוצע על ידי / Laulavat:

1. The Edward Said National Conservatory of Music, Gaza Branch [معهد ادوارد سعيد الوطني للموسيقى فرع غزه]

2. Murad Swaity [مراد السويطي]

3. Talia Lahoud [تاليا لحود]

Mawtini è una canzone molto diffusa nei paesi arabi. È stata a lungo l’inno dei Palestinesi, dalla rivolta del 1936 sino al 1972, anno in cui l'OLP decise di adottare come inno Fida'ī [فدائي], in anticipo sulla dichiarazione di indipendenza del 1988. L’adozione ufficiale di Fida’ ī avvenne tuttavia nel 1996.
Mawtini è l’inno ufficiale dell’Iraq dal 2004.
Nel primo video il brano è cantato dagli allievi del Conservatorio Edward Said di Gaza.

Situazione e fatti... (continua)
موطني ,موطني[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 15/11/2021 - 23:29
Downloadable! Video!

Warszawianka 1905 roku [Варшавянка; La Varsovienne; ¡A las barricadas!]

2ζ. كلمات الغنّية - Arabic version (by Anarkiyeen?)



Una versione araba apparentemente “artigianale” reperita dall'infaticabile Borec/Albatross 795: nel video YouTube l'utente, dall'evocativo “nickname” di Anarkiyeen, la canta in arabo sovrapponendola all'originale spagnolo. Non sappiamo, ovviamente e purtroppo, né se egli stesso sia l'autore della versione, né se si tratti invece di una versione già esistente. Una nota presente nel video sembrerebbe avvalorare la prima ipotesi (si veda il box note). La lingua utilizzata è comunque l'arabo moderno standard. Viene fornita una traduzione inglese di massima.

An apparently “handmade” Arabic version made available by tireless Borec/Albatross 795: in the YouTube video, the user, bearing the evocatory nickname of Anarkiyeen, sings the song in Arabic superimposing his voice on the Spanish original. Sadly, and of course, we do not know whether... (continua)
ريح وعواصف عم تهزّ السما [1]
(continua)
inviata da Albatross795 14/11/2021 - 13:47
Video!

حلوة يا بلدي

Helwa Ya Baladi
[1979]

نص / Testo / Lyrics / Paroles / מילים / Sanat :
Marwan Saada

موسيقى / Musica / Music / Musique / הלחנה / Sävel:
Gilbert Sinoué, Jeff Barnel, Bernard Liamis

مترجمين / Interpreti / Performed by / Interprétée par / מבוצע על ידי / Laulavat:
1. Talia Lahoud [تاليا لحود]

2. Dalida
Album : Helwa Ya Baladi

3. Lina Sleibi [لينا صليبي]

4. Guy Manoukian [Գի Մանուկյան]

5. Elissa [إليسا]

6. Carla Chamoun[كارلا شمعون]



مكرسة للفلسطينيين وللفلسطين
Dedicated to the Palestinians and Palestine
Dedicata ai Palestinesi e alla Palestina
[Riccardo Gullotta]

La canzone

È una canzone popolare nei paesi arabi e in Armenia. Fu lanciata da Dalida che volle farne omaggio all’Egitto in cui nacque e visse sino all’età di ventidue anni. Helwa Ya Baladi / Il mio bel paese è particolarmente apprezzata dagli egiziani che la cantarono in massa durante la rivoluzione del... (continua)
كلمة حلوة وكلمتين، حلوة يا بلدي[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 31/10/2021 - 15:53
Video!

Баллада о трех сыновьях

da https://lyricstranslate.com/pl/ballada...баллада-о-трех-сыновьях-سيرة-الأبناء-الثلاثة.html
سيرة الأبناء الثلاثة
(continua)
inviata da krzyś Ѡ 28/10/2021 - 23:18
Downloadable! Video!

Warszawianka 1905 roku [Варшавянка; La Varsovienne; ¡A las barricadas!]

1ρ. فارشافيانكا - Arabic translation

Si tratta di una traduzione letterale della Varšavjanka russa. L'autore della traduzione è l'utente 19645873, da Lyricstranslate.

This is an Arabic literal translation of the Russian Varshavianka. The translator is user 19645873, from Lyricstranslate. [RV]
فارشافيانكا
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/10/2021 - 17:03
Video!

Când o fi la moartea mea

d'après:
https://lyricstranslate.com
عندما تحين الساعة المحتومة
(continua)
inviata da Ed 6/10/2021 - 11:52
Video!

سيدي الرئيس

Zain Group
Sayyidi Al Rais

[2018]
النص والموسيقى / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel
Zain Ramadan 2018

La multinazionale della telefonia mobile Zain Group, di origine kuwaitiana, in occasione delle festività del Ramadan e dell’Eid produce un video. Sino al 2015 i temi erano canzoni e danze con la partecipazione di bambini. Dal 2016 i temi sono diventati di natura politica come reazione al clima repressivo manifestatosi in parecchi paesi arabi dopo le cosiddette primavere. Di conseguenza anche il ruolo dei protagonisti dei video si è ribaltato. Prima i protagonisti erano adulti e il target erano spesso i bambini, dal 2016 invece sono i bambini ad assumere la figura di interpreti rivolgendosi ad un target di adulti. Attraverso i bambini vengono veicolati messaggi che diversamente avrebbero meno possibilità di filtrare.
La canzone proposta è quella del Ramadan... (continua)
سيدي الرئيس[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 3/10/2021 - 08:10
Video!

S'envolent les colombes

النص الأصلي / Texte original / Testo originale / Original text / טקסט מקורי / Akuperäinen teksti :
يطيرُ الحمامُ
يطيرُ الحمامُ
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 3/8/2021 - 22:27
Downloadable! Video!

Гимн демократической молодёжи мира

نشيد اتحاد الشباب العالمي
(continua)
inviata da Борец(╹◡╹) 29/7/2021 - 14:10
Video!

راجعين

Raj’een
[2021]

النص والموسيقى / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / מילים ולחן / Sanat ja sävel:
Nai Barghouti

Premessa

A one-state reality of unequal rights, perpetual occupation and conflict : questa una delle dichiarazioni della Commissione Europea sulla questione israelo-palestinese . Per la cronaca fu pronunciata in occasione della condanna della "Regularisation Law" del 2017 , legge successivamente dichiarata incostituzionale nel 2020 dalla Corte Suprema di Israele. Rimane una sintesi quanto mai efficace della situazione attuale.
La frammentazione di gran parte della Cisgiordania in enclaves e la continua creazione di colonie israeliane è stata perpetrata per anni in modo da rendere pressoché impossibile la creazione di uno stato palestinese secondo la formula due popoli, due stati. Oslo appartiene ai ricordi. Occorre però rilevare che nel rendere impraticabile... (continua)
ان سألت القدس على ولادها[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 31/5/2021 - 20:07
Video!

ظل الضوء

zili aldaw’
[1991]

النص والموسيقى / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel:
Franco Battiato

الألبوم / Album: Come un cammello in una grondaia

Salutamu, Francuzzu!

Picciottu schittu ca ven'i Jonia
strummintasti arti ppi na vita intera
cuntasti a Baghdad mmenz’a li martoria

senza patruna , senza bagagghi e senza na bannera
cantasti o munnu spiranzi ccussì forti
ca nun t’ assicutò mancu a dragunera.

[Riccaddu u cuntastori]

I fatti

La Ong Un ponte per Baghdad organizzò nel 1992 un concerto a Baghdad a sostegno dell’infanzia irachena duramente colpita dalla prima guerra del Golfo. Franco Battiato fu l’unico artista italiano che raccolse l’invito.

L’esibizione ebbe luogo il 4 dicembre 1992 al Teatro Nazionale iracheno con la partecipazione dell’orchestra sinfonica dell’Iraq e de “I Virtuosi Italiani” diretti da Antonio Ballista e Giusto Pio.... (continua)
[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 18/5/2021 - 18:06
Video!

Morto n°18

القتيل رقم 18

Al Qatil raqm 18
[1966]

شعر / Poesia / A Poem by / Poésie / שירה/ Runo
Maḥmūd Darwīsh
القتيل رقم 18[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 18/4/2021 - 23:22
Video!

Chi sono io senza l'esilio

من أنا, دون منفى؟
min 'anaa, dun manafaa ?
[ 2007 ]

شعر / Poesia / A Poem by / Poésie / שירה / Runo :
Maḥmūd Darwīsh

موسيقى / Musica / Music / Musique / לחן / Sävel :
Masar [مسار ]- Trio Joubran

مطرب / Interpreti / Performed by / Interprétée par / שַׂחְקָן / Laulavat :
Trio Joubran

الألبوم / Album / אלבום :
Majâz [مجاز] [2007]

Fa parte della raccolta The Butterfly's Burden. Tale raccolta comprende tre libri , tra cui The Bed of the Stranger / سرير الغريبة [Sarir al-ghariba] / Il letto della Straniera del 1998 in cui figura la poesia proposta.
Sul tema ricorrente dell’esilio in Darwish la saggistica è ampia e offre analisi penetranti. Nella poetica di Darwish il rapporto tra il poeta e l’esilio fu soggetto ad evoluzione in relazione agli avvenimenti e alle “vite” da esiliato. Tra I commenti che abbiamo potuto leggere sulla poesia in questione e sul tema ne segnaliamo due che ci... (continua)
Fonte: ن أنا, دون منفى؟
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 17/4/2021 - 12:12
Video!

Mia madre

Ela omi
[ 1966 ]
الى امي
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 16/4/2021 - 18:29
Video!

Andalusia

Il testo originale di Mahmud Darwish / محمود درويش e la traduzione letterale di quella che Beppe Chierici ha titolato Andalusia. Si tratta di una poesia della raccolta Undici Pianeti del 1992, titolata I violini
Al Kamanjanatan
[ 1992 ]

P.S.: in questi contributi la mia attenzione non può non essere estesa a Vittorio Arrigoni
الكَمَنْجًاتً
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 16/4/2021 - 18:25
Video!

عاشق من فلسطين

Ashiq min filastin
[1966]

شعر / Poesia / A Poem by / Poésie / שירה/ Runo :
Maḥmūd Darwīsh

موسيقى / Musica / Music / Musique / לחן / Sävel :
Samer Hegazy [ سامر حجازي ]

مطرب / Interpreti / Performed by / Interprétée par / שַׂחְקָן/ Laulavat :
Samer Hegazy [ سامر حجازي ] al piano, Basel Al-Debal [ باسل الدبال ] all’oud

Cenni sulle edizioni

Questa poesia fu composta da Darwish nel 1966. Quando Darwish sottopose Ashiq min filastin alla censura israeliana per l’autorizzazione alla pubblicazione, il censore cancellò la parola Palestina e la sostituì con Eretz Israel.
Il titolo è soprattutto noto per via delle raccolte omonime. La prima pubblicazione della raccolta in inglese fu curata dall’ intellettuale egiziano Abdel Wahab El Messiri. El Messiri fu professore di letteratura comparata, noto anche per la sua Enciclopedia degli Ebrei, dell’Ebraismo e del Sionismo / موسوعة اليهود... (continua)
عيونِك شوكةٌ في القلبِ[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 9/4/2021 - 18:31
Video!

اختار

Ikhtar / The Choice / La scelta
اسمح لصوتى يغنى قبل اول قنبله تبكينى
(continua)
inviata da Dq82 10/3/2021 - 08:46
Video!

عكل الجبهات

2019

On All Fronts is a rap song by Amir "ALMUARRI" fearlessly taking aim at all warring factions in Syria.
The music video was filmed entirely in Idlib in August and September 2019 while the Syrian regime and its Russian allies were shelling the province. The video features 62 brave civilians, each defying the risk of reprisals from local and external groups to show solidarity with the message of the song. Watch it!
هون معقل اتفاقيات الروسي
(continua)
30/12/2020 - 21:38
Video!

الحلم العربي

Al Helm al Arabi
[1998]
شعر / Poesia / A Poem by / Poésie / שירה/ Runo:
Medhat al-Adl [مدحت العدل]

موسيقى / Musica / Music / Musique / מוזיקה / Sävel:
Salah El Sharnoubi[ صلاح الشرنوبي]
Hilmi Bakr [حلمي بكر]

مترجمين / Interpreti / Performed by / Interprétée par / מתורגמן / Laulavat:

ahmad fthy [ أحمد فتحي ] , Yemen
ahlam [أحلام], Emiratis
'ahmad alkhmyry
Asala Nasry [أصالة] , Syria
Anoushka[ أنوشك ] , Egypt
Hamid Al Shaeri [حميد الشاعري], Egypt
Diana Haddad [ديانا حداد], Lebanon
Thekra [ذكرى], Tunisia
Somaya Hassan [سمية حسن] , Sudan
Ali Abdel Sattar [علي عبد الستار], Qatar
Omar al-Abdallat [عمر العبداللات], Jordan
Lotfi Bouchnak [لطفي بوشناق], Tunisia
Mutaeib al Eumri
Mohamed el Helw [محمد الحلو], Egypt
Mohamed al-Mazem [محمد المازم ], Emiratis
Nasser Al-Mezdawi [ناصر المزداوي], Libya
Nabil Shuayl [نبيل شعيل], Kuwait
Nour Mhanna [نور مهنا] , Syria
... (continua)
اجيال ورا اجيال [1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 24/12/2020 - 18:45
Video!

حلم (Holm)

(2020)
Parole di Emel Mathlouthi
Musica ripresa dalla canzone persiana Soltane Ghalbha (سلطان قلب‌ها letteralmente "Re di cuori"), colonna sonora dall'ononimo film iraniano del 1968
dall'album The Tunis Diaries

La réalisation de ce Tunis Diaries est très singulière, à plusieurs titres. Au printemps dernier, Emel Mathlouthi, installée depuis plusieurs années à New York, passe quelques jours dans la maison de son père, sur les hauteurs de Tunis, où elle a grandi. Comme c’est arrivé à beaucoup, elle s’y retrouve prise au piège du confinement décidé par le gouvernement pour lutter contre la pandémie de Covid-19. Que faire de ces longues semaines loin d’un studio, d’une scène, de tout le microcosme dans lequel baigne Emel depuis presque une décennie ? L’artiste réfléchit, se pose, décide de de faire le point, et d’embrasser d’un large regard sa propre carrière, mais aussi de revenir à ses... (continua)
لو كنت نغمّض عينيّا
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 29/11/2020 - 17:53
Video!

Libertà

Scritta originariamente dal rapper Férid El Extranjero (2004)
non ho trovato la canzone rap originale.
Nuova musica di Emel Mathlouthi
نبدَو نحكيو ماللوطا حتى نخلطو للفوق
(continua)
29/11/2020 - 14:03
Video!

غابت شمس الحق

Ghabet Shems Al Haq
[ 1985 ]

نص/ Testo / Lyrics / Paroles / Sanat :
نبيل أبو عبدو / Nabīl Abu ʾAbdo

موسيقى / Musica / Music / Musique / Sävel :
Ziad Boutros

مطرب / Interpreti / Performed by / Interprétée par Laulavat:
جوليا بطرس / Julia Boutros

الألبوم / Album :
غابت شمس الحق / Ghabet Shams El Haq

Riferimenti della canzone

La canzone è ispirata all’occupazione militare israeliana del sud del Libano. La prima guerra del Libano, denominata dagli israeliani “Operazione pace in Galilea” ebbe inizio il 6 giugno 1982 con l’obiettivo principale di eliminare l’OLP di Arafat o di ridimensionarla notevolmente. Beirut fu pesantemente distrutta, i civili libanesi morti furono quasi 18.000. Gli obiettivi israeliani furono conseguiti, la vittoria militare di Israele fu netta.
A gennaio 1985 l’esercito israeliano cominciò a ritirarsi dal Libano. L’operazione fu completata a giugno. Le... (continua)
غابت شمس الحق وصار الفجر غروب[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 16/8/2020 - 09:31
Video!

احكيلي احكيلي عن بلدي

'iihkili 'iihkili ean baladay 'iihkili
[ 1979 ]

النص والموسيقى / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel
Assi Rahbani

مطرب / Interpreti / Performed by / Interprétée par / Laulavat:
Fairuz

الألبوم / Album :
فيروز - في الأولمبيا / Fairuz In Concert At The Olympia-Paris

Nizar Qabbani, a prominent Syrian poet, said:

When Fairouz sings, mountains and rivers follow her voice, the mosque and the church, the oil jars and loaves of bread. Through her, every one of us is made to blossom, and once we were no more than sand; men drop their weapons and apologize. Upon hearing her voice, our childhood is molded anew

Quando Fairouz canta, montagne e fiumi seguono la sua voce, la moschea e la chiesa, le giare dell'olio e le forme di pane. Grazie a lei, ognuno di noi è portato a... (continua)
إحكيلي إحكيلي عن بلدي إحكيلي[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 15/8/2020 - 13:00
Video!

أنا بتنفس حرية

Ana Betnafas Horiya
[ 2004 ]

نص/ Testo / Lyrics / Paroles / Sanat :
نبيل أبو عبدو / Nabīl Abu ʾAbdo

موسيقى / Musica / Music / Musique / Sävel :
زياد بطرس / Ziad Boutros

مطرب / Interpreti / Performed by / Interprétée par Laulavat:
جوليا بطرس / Julia Boutros

الألبوم / Album :
لا بأحلامك / La B'ahlamak

* Il murale fu realizzato in Mohamed Mahmoud street, 200 metri a est di piazza Tahrir. E' stato successivamente distrutto dal governo di Al Sisi, come la maggior parte dei murali del Cairo.

Julia Boutros

Julia Boutros é una cantante libanese di successo, ben nota in tutto il Medioriente da tre decenni. Le sue sono canzoni che interpretano le attese e la protesta. A differenza di altri artisti che preferiscono tenersi lontano dalle ideologie, parla senza remore della sua confessione cristiano-maronita e delle sue idee politiche. È moglie di Elias Bou Saab, ministro della... (continua)
أنا بتنفس حرية [1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 10/8/2020 - 18:52
Video!

بحبك يا لبنان

Bahebak Ya Libnan
[1976]

النص والموسيقى / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel
Assi Rahbani

مطرب / Interpreti / Performed by / Interprétée par / Laulavat:
Fairuz

الألبوم / Album : بحبك يا لبنان / B'Hebbak Ya Loubnan

È una canzone famosa tra i Libanesi. Fu molto eseguita durante la guerra civile. Fairuz volge un appello accorato alle parti in lotta nel nome del Libano, amato come una persona cara.

Nota testuale

Non è disponibile in rete la traduzione del testo completo nella sua versione integrale. Ce n’è una sola che si riferisce alla versione “corta” della canzone. Nella traduzione individuata sono assenti numerose ripetizioni e un paio di strofe.
La traduzione inglese qui riportata è stata ricostruita in base alla trascrizione della versione integrale e ad una certa quantità di ascolti.

[Riccardo Gullotta]
بحبك يا لبنان[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 8/8/2020 - 18:26
Video!

بغنيلك يا وطني

Bghannilak Ya Watani
[ 2017 ]

نص/ Testo / Lyrics / Paroles / Sanat :
غدي-الرحباني / Ghadi Al Raḥbāni

موسيقى / Musica / Music / Musique / Sävel :
أسامة الرحباني / Oussama Al Raḥbāni

مطرب / Interpreti / Performed by / Interprétée par Laulavat:
Hiba Tawaji

الألبوم / Album :
Hiba Tawaji ‎– 30



da البدائيا والطرائف [Al-Bada'i' waal-Tara'if] / Novità e meraviglie , scritto nel 1923 da Kahlil Gibran

Vous avez votre Liban et j'ai le mien. Vous avez votre Liban avec ses problèmes et j'ai le mien avec sa beauté.
Vous avez votre Liban avec tous ses intérêts et toutes ses ten-dances et j'ai le mien avec tous ses rêves et toutes ses attentes.
Vous avez votre Liban : contentez-vous de lui, et j'ai le mien, mais moi, je ne me contente que de l'unique et de l'absolu.
Votre Liban est un nœud politique que le temps essaie de défaire, alors que le mien, ce sont des ... (continua)
شو اللي معلّقني فيك[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 7/8/2020 - 14:18
Video!

يا بلادي

Ya Bladi
[ 1977 ]

النص والموسيقى / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
أحمد فكرون [ Ahmed Fakroun]

Album:
Awedny

E’ una canzone nota a tutti i libici, così come l’autore, noto anche in campo internazionale per il carattere multiculturale della sua musica.
Rispetto alle versioni in rete il testo è stato opportunamente rielaborato per sincronizzarlo con l’audio
[Riccardo Gullotta]
يا بلادي [ 1 ]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 3/7/2020 - 17:39
Video!

ولع

walae
[ 2011 ]

النص والموسيقى / Testo e musica / מילים ולחן / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
مقاطعة [ Muqata’a ]

Muqata’a é il nome d’arte di un famoso rapper di Ramallah in Palestina. Il nome è anche un verbo che significa boicottare. Il rap si faceva portatore della protesta, incitava a partecipare al rinnovamento con passione, ardore .
Purtroppo le proteste e l’entusiasmo da soli non potevano mutare la situazione portata allo stallo attuale dalle forti disparità tra i protagonisti e dagli interessi internazionali sull’assetto del Medio Oriente, prevaricando i diritti dei popoli e la carta delle Nazioni Unite.
[Riccardo Gullotta]
النظام العالمي الجديد، الحاسة السادية وبدهم يردّوا يعلموك النشيد[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 1/7/2020 - 17:39
Video!

بشرة خير

Boshret Kheir
[ 2014 ]

النص والموسيقى / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
أيمن بهجت قمر [Ayman Bahgat Qamar]

مطرب / Interpreti / Performed by / Interprétée par / Laulavat:
حسين الجسمي [ Hussain Al Jassmi]

La canzone Boshret Kheir e l’Egitto

Boshret Kheir é una canzone che ha fatto storia nel senso letterale. È stata, al di là delle aspettative dell’autore, un riuscito veicolo di propaganda per spingere gli Egiziani a recarsi alle urne alle elezioni presidenziali del 2014. L’ affluenza alle urne fu del 47%, il vincitore assoluto con il 97% dei voti fu Abdel Fattah al Sisi , il generale che aveva effettuato l’anno prima un colpo di stato per destituire Mohammed Morsi, leader dei Fratelli Musulmani. Al Sisi raccolse abilmente il consenso del movimento popolare Tamarrod e il supporto internazionale di Usa, Francia e Germania.

Si notano nel... (continua)
بشرة خير[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 25/6/2020 - 19:53
Video!

Tarig Tawila (Interlude)

2019
Bayti Fi Rasi

طريق طويله (انترلود)

Nota: i titoli anche sul disco sono traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto... (continua)
ما-اناش وحدي الليله (*)
(continua)
inviata da Dq82 7/6/2020 - 18:24
Video!

Shama’a

2019
Bayti Fi Rasi

شمعه

Nota: i titoli anche sul disco sono traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto cittadinanza... (continua)
حياتش بتزبّط فيني(*)
(continua)
inviata da Dq82 7/6/2020 - 18:16
Video!

Min Tiht Al Firash

2019
Bayti Fi Rasi

من تحت الفراش

Nota: i titoli anche sul disco sono traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto cittadinanza... (continua)
انت ما بتوفي كلامك بس بتبقي تبشر(*)
(continua)
inviata da Dq82 7/6/2020 - 18:10
Video!

Ma Bish (Interlude)

2019
Bayti Fi Rasi

ما بش (انترلود)

Nota: i titoli anche sul disco sono traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto cittadinanza... (continua)
بيت – ما بش (*)
(continua)
inviata da Dq82 7/6/2020 - 18:05
Video!

Malhuga

2019
Bayti Fi Rasi

ملحوقه

Nota: i titoli anche sul disco sono traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto cittadinanza... (continua)
يا بدر سمنه ذكي(*)
(continua)
inviata da Dq82 7/6/2020 - 17:55
Video!

حراره

Harara
(2016)

Ahmed Harara (1980) è un attivista egiziano che ha perso entrambi gli occhi durante la Rivoluzione Egiziana del 2011. Ferito una prima volta, è tornato in prima linea sulle barricate, perdendo anche il secondo occhio.


Il soprannome Harara (Calore) gli è stato dato per il coraggio dimostrato durante gli scontri, quando era sempre in prima linea a incoraggiare i compagni.
ليه الحقيقه اللى فى عنيا ضايقتك
(continua)
2/5/2020 - 19:06
Downloadable! Video!

يا عسكرى

Ya Askari
(2016)
ياخضر يابن 18 موسم غله
(continua)
2/5/2020 - 18:40
Video!

يا امرأة

ya imra2a
(2008)
ملكة لكن امرأة من لبنان لكن العالم تسعة ستة و-و-واحد
(continua)
2/5/2020 - 15:58
Video!

سجن بالألوان

(2016)

Segn Bel Alwan
Parole di Galal El Behairy
Musica di Ramy Essam
con la cantante hip hop libanese Malikah

Dedicata a tutte le donne egiziane messe in prigione durante la Rivoluzione e a tutte le loro sorelle in tutto il mondo.
في سجن فيه وردة على باباه في سجان
(continua)
2/5/2020 - 13:00
Video!

رسالة إلى مجلس أمن الأمم المتحدة

Risala ila majlis amn al-umam al-muttahida

Parole di Amgad El Qahwagy
Musica di Ramy Essam

Lettera al consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

"Forse non capisco tutte le parole in televisione, ma so che l'aria in prigione è pesante. Forse non so come scrivere la parola libertà ma porto dentro di me il suo significato"
أرجو أن تصلك كلماتي
(continua)
2/5/2020 - 12:43
Video!

بلحه

(2018)

Balaha
Parole di Galal El Behairy
Musica di Ramy Essam

La notizia con cui ci svegliamo questa mattina è la morte di Shadi Habash, proprio in una di quelle celle, colpevole di aver dato voce alla sua arte, a quella dei suoi compagni: artista, fotografo e regista, era in carcere da 791 giorni insieme a Galal El-Behari e Mustafa Gamal.

Arrestati a febbraio 2018, dopo la diffusione del video della canzone Balaha (di Ramy Essam, il cantore di Tahrir), una canzone che rivendica il desiderio di libertà dei giovani egiziani, esploso quasi un decennio fa con la rivoluzione, poi sedata e cancellate, di Piazza Tahrir.

Libertà, libertà di espressione,
libertà di vivere, libertà di critica, libertà di poter criticare.
Ucciso nel carcere di Tora l’artista Shadi Habash, regista del video Balaha - baruda


Il cantante chiama il presidente Abdel Fattah al Sisi con il nomignolo balaha, dattero, un personaggio comico del cinema popolare egiziano degli anni settanta noto per mentire in modo patologico.
يا حلوة يا بلحه يا مقمعه
(continua)
2/5/2020 - 12:21
Downloadable! Video!

الجيل الجديد

Al Jeel Al Jadeed – Doc Jazz / دكتور جاز

[2013]
Lyrics, Music, instruments, vocals, recording/mixing: Doc Jazz
Mastering: Kevin Kearney

Scheduled date of release: October 11th 2013

‘Al Jeel Al Jadeed’ is an Arabic song by Palestinian artist Doc Jazz. This music video for the song was directed by Palestinian artist Shahd Abusalama in Gaza, involving more than 20 youths from a variety of backgrounds. The song sends a strong and empowering message of unity, tolerance and equality, with a positive vibe that is needed to counter the wave of sectarian strife in the Arab world ..
يا عالم شوفو شو اللي عم بيصير
(continua)
inviata da giorgio 17/4/2020 - 10:29
Downloadable! Video!

义勇军进行曲

الترجمة العربية / 阿拉伯语翻译 / Traduzione araba /Arabic translation / Traduction arabe / Arabiankielinen käännös:
wiki
مسيرة المتطوعين
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 12/4/2020 - 21:30
Downloadable! Video!

مرآة الحجر

Miraat Al-Hijarah
[2006]

شعر / Poesia / A Poem by / Poésie / שירה / Runo
فاضل العزاوي / Fadhil Al Azzawi

موسيقى / Musica / Music / Musique / מוזיקה / Sävel:
كاميليا جبران / Kamilya Jubran

مترجمين / Interpreti / Performed by / Interprétée par / מתורגמן / Laulavat:
كاميليا جبران / Kamilya Jubran

الألبوم / Album / אלבום :
Wameed / ميض

Amarezza, consapevolezza della condizione umana e lacerazioni esistenziali sono presenti nella poesia che Kamilya Jubran ha trasposto in musica. Eppure si intravedono anche i segni di un processo vitale che non vorrebbe arrendersi allo stato di fatto.
La poesia di Fadhil Al Azzawi non è politicamente calata in senso stretto, ma non è difficile cogliere gli echi delle piaghe che affliggono le terre tra la Mesopotamia e le sponde del Mediterraneo.
In tutti i suoi poemi l’immaginazione corre libera. Sono sorprendenti gli accostamenti e le fusioni... (continua)
لم يبقَ هنا أحدّ لم يسمعْ ضجتَهم[1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 12/4/2020 - 14:02
Video!

État de siège

La poesia integrale in arabo
حــــالة حصـــار [1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 9/3/2020 - 21:56
Video!

عاش الشعب

3acha Cha3b

Featuring LZ3ER & Gnawi
Produced by 88. Young

Tutto è cominciato il 29 ottobre 2019 con una canzone postata su YouTube. Ci sono tre giovani rapper che denunciano con parole crude la corruzione e le ineguaglianze sociali, prendendosela esplicitamente con il re Mohamed VI:

Chi ha stritolato il paese e continua a cercare la ricchezza? (…) Chi ci ha messo in questo pasticcio? Voi avete violato la nostra dignità. (…) In questo paese siamo in quaranta milioni, ma trenta milioni restano qui perché sono costretti. (…) La mia vita non ha alcuno scopo (…) Sono colui che ha riposto la sua fiducia in te e che è stato tradito (…). Sono il berbero che sogna un Rif migliore…


Questa canzone ha avuto più di 23 milioni di visualizzazioni su YouTube (i marocchini che hanno votato alle ultime elezioni sono solo 13 milioni). Gli autori? Tre giovani rapper provenienti dai quartieri popolari... (continua)
[المقدمة : لزعر]
(continua)
8/3/2020 - 14:14
Video!

Al Asad

2019
Bayti Fi Rasi

الاسد

Nota: i titoli anche sul disco sono traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto cittadinanza... (continua)
(وان ما-شا-ارجع ما يقع بش؟)*
(continua)
inviata da Dq82 25/2/2020 - 13:28
Video!

Mudbira

2019
Bayti Fi Rasi

​مدبره

Nota: i titoli sono anche sul disco traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto cittadinanza... (continua)

(continua)
inviata da Dq82 25/2/2020 - 13:11
Downloadable! Video!

Bayti Fi Rasi

2019
Bayti Fi Rasi

بيتي في راسي

Nota: i titoli sono anche sul disco traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto cittadinanza... (continua)

(continua)
inviata da Dq82 7/2/2020 - 15:39
Downloadable! Video!

Hana mash hu al Yaman

2019
Bayti Fi Rasi

هانا ماش هو اليمن

Nota: i titoli sono anche sul disco traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto cittadinanza... (continua)
بلاد بر وشعير وعنب وزيت*
(continua)
inviata da Dq82 7/2/2020 - 15:31
Downloadable! Video!

Ya watani

2019
Bayti Fi Rasi

يا وطني

Nota: i titoli sono anche sul disco traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto cittadinanza... (continua)
اشلّ بنتي; وحشتي*
(continua)
inviata da Dq82 7/2/2020 - 15:18
Downloadable! Video!

Ya watani (Intro)

2019
Bayti Fi Rasi

(يا وطني (انترو

Nota: i titoli sono anche sul disco traslitterati in caratteri latini

“Bayti Fi Rasi” (la mia casa è nella mia testa) è un concept album di musica originale ispirato alla storia della bisnonna delle tre sorelle, ebrea mizrahi immigrata in Israele dallo Yemen tra il ’49 e il ’50. Il disco tratta problematiche contemporanee di immigrazione, accoglienza ed integrazione, incarnate nell’archetipica antenata delle cantanti. Mizrahi è un termine a ombrello che si riferisce agli ebrei provenienti da nazioni a prevalenza musulmana. La storia dei Mizrahi in Israele è costellata di avversità, sintomo di una politica nazionalistica che osteggiava, in maniera non ufficiale, tutto ciò che ricordava il mondo Arabo. Il passato sociale dei mizrahi, infatti, assomiglia molto a quello dei Palestinesi del ’48, ovvero gli scampati all’esodo forzato che hanno ottenuto cittadinanza... (continua)
​يا وطني المتواضع*
(continua)
inviata da Dq82 7/2/2020 - 14:58
Downloadable! Video!

Over the Rainbow

راح أوصل يوم لهلأحلام .. وشمس الحب بتشرق عالسلام
(continua)
29/1/2020 - 20:31
Downloadable! Video!

الوداع

Alwadae
[2015]
النص والموسيقى / Letras y musica / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel:
Mariem Hassan / مريم حسن

نشرت ” شبكة المقاومة ” العالمية شريطا غنائيا قصيرا للفنانة الصحراوية مريم الحسان تم تسجيله بتاريخ 06 اوت 2015 في مخيمات اللاجئين الصحراويين وحمل عنوان ” الوداع ” .

وتضمن الشريط كلمات مؤثرة للفنانة الصحراوية القديرة التي توجد في وضع صحي صعب إلى الشعب الصحراوي.

وتوصي الفنانة الصحراوية في هذا الشريط الشعب الصحراوي على الصمود والمحافظة على التراث ، وتعبر عن ثقتها الكبيرة في مواصلة الأجيال الصاعدة على للنضال وايصال صوت الشعب الصحراوي الى ابعد الحدود.

للإشارة اثار الشريط الذي سجل من داخل خيمتها بولاية السمارة إعجاب الكثير من رواد شبكات التواصل الاجتماعي الذين عبروا عن شديد التأثر متمنيين الشفاء العاجل للفنانة الصحراوية.

وأبرزت شبكة المقاومة التي تضم مئات المنخرطين عبر العالم الذين يدافعون عن السلام والحرية ان مريم الحسان كرست حياتها للنضال... (continua)
[Testo originale per ora non disponibile
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 6/1/2020 - 00:45
Downloadable! Video!

حيوا [Hayu]

كلمات الأصلية / Testo originale / Original lyrics / Paroles originales / Alkuperäiset sanat
حيوا [1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 5/1/2020 - 17:14
Downloadable! Video!

Elles sont venues pour dire

ترجمة: نجوى طرزي
dal libretto del CD. Traduzione fornitaci gentilmente dalla stessa Mara Cantoni
أتينا ليقلن
(continua)
2/1/2020 - 23:49
Downloadable! Video!

البحر

Al Bahr

[2000]
شعر / Poesia / A Poem by / Poésie / Runo:
Sayed Hegab / سيد حجاب
موسيقى / Musica / Music / Musique / Sävel:
Sabreen Group / مــجــمــوعــة صــابــريــن
مترجمين / Interpreti / Performed by / Interprétée par / Laulavat:
Sabreen Group / مــجــمــوعــة صــابــريــن , vocalist Kamilya Jubran / كاميليا جبران
الألبوم / Album:
Ala Fein


Sayed Hegab e la poesia egiziana contemporanea


Sayed Hegab è una figura decisamente atipica nel panorama della poesia egiziana contemporanea.
La poesia ‘canonica’ ha un riferimento costante nei grandi classici, in Egitto Ahmad Shawqi (1868-1932) e Salah ‘Abd al-Sabur (1931-1981) , e negli straordinari esiti linguistici e stilistici che hanno conseguito in una lingua, l’arabo classico, tanto sensibile alla vocalità poetica quanto esposta alla minaccia costante di innaturalezza e distanza rispetto al mondo dei lettori. Per Hegab la questione... (continua)
البحر
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 5/11/2019 - 20:04
Downloadable! Video!

Lebnan / لبنان

Il testo arabo traslitterato
Ba'd el-harb win-nar
(continua)
5/11/2019 - 12:15
Downloadable! Video!

الشاطئ الاخر

Aš šāṭiʾ al’āḳr
[2006]
شعر / Poesia / A Poem by / Poésie / Runo:
Dimitri Analis
موسيقى / Musica / Music / Musique / Sävel:
Kamilya Jubran / كاميليا جبران , Werner Hasler
مترجمين / Interpreti / Performed by / Interprétée par / Laulavat:
Kamilya Jubran / كاميليا جبران ,
الألبوم / Album:
Wameedd

Ai profughi, agli esiliati, agli invisibili [Riccardo Gullotta]
Aš šāṭiʾ al’āḳr [1]
(continua)
inviata da Riccardo Gullotta 3/11/2019 - 22:41




hosted by inventati.org