Lingua   

Disiu di tìa

Fratelli Mancuso
Lingua: Siciliano


Ti può interessare anche...

Red Sector A
(Rush)
Train For Auschwitz
(Tom Paxton)
Villa Emma
(Gasparazzo)


2003
Cantu
Cantu

2016
Francesco Benozzo/Fabio Bonvicini/Fratelli Mancuso – Un requiem laico (Arci Reggio Emilia/Fondazione Ex Campo di Fossoli 2016)
Requiem

L’estratto di una lettera (datata giugno 1944) tratta dal carteggio tra Giangio Banfi, rinchiuso a Fossoli, morto poi a Mathausen, e la moglie Julia Bertolotti.*

b
a
c
Oi mi liggiu ’na poesia
pirchì ’ncerti momenti si disìa
la manu strinciri all’amicu persu
taliari un arbiru e pruvari cunfortu
turnari vivu doppu ca s’ha statu mortu.
Turnari foglia chi trema ’cumpagnia
senza canusciti nun sapiri fari a menu di tia
ca semu suli, suli ni lu zuccu e ni lu chiuri
eppuru ancora capaci, lu matinu, di susiri e ghiri.
Disìu disìu disìu di tia
chi maraviglia
ni lu ma cori!
* Gianluigi “Giangio” Banfi e Julia Banfi, AMORE E SPERANZA: corrispondenza dal campo di Fossoli aprile-luglio 1944, edizioni Archinto.
amore e speranza

inviata da Dq82 - 7/12/2016 - 10:24



Lingua: Italiano

Traduzione italiana
DESIDERIO DI TE

Oggi leggo una poesia
perché in certi momenti desidero
stringere la mano all’amico perduto
guardare un albero e provare conforto
tornare vivo dopo essere stato morto.
Tornare foglia che trema in compagnia
non poter far a meno di te senza neppure conoscerti
perché siamo soli, soli nel tronco e nel fiore
eppure ancora capaci, al mattino, di alzarci e andare.
Desiderio, desiderio desiderio di te
quanto stupore nel mio cuore

inviata da Dq82 - 7/12/2016 - 10:28



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org