Lingua   

צום װינטער, אָדער אַ װינטער־ליד, אָדער הוליעט, הוליעט בײזע װינטן

Avrom Reyzen [Abraham Reisen] / אברהם רױזען


Lingua: Yiddish

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

מלחמה
(Avrom Reyzen [Abraham Reisen] / אברהם רױזען)
אַװרײמל דער מאַרװיכער
(Mordkhe Gebirtig [Mordechai Gebirtig] / מרדכי געבירטיג)
מײַן ייִנגעלע
(Moris Roznfeld [Morris Rosenfeld] / מאָריס ראָזנפֿעלד)


Tsum vinter, oder A vinter-lid oder Hulyet, hulyet, beyze vintn
[1900 ?]
Testo di Avrom Reyzen (Abraham Reisen)
Musica di Mikhl Gelbart
Lyrics: Avrom Reyzen (Abraham Reisen)
Music: Mikhl Gelbart


areyzn


Sembra impossibile risalire esattamente all'anno di composizione del testo da parte di Avrom Reyzen (non lo specifica neppure il Freedman Catalogue), ma deve risalire sicuramente all'epoca zarista, e probabilmente al 1900 quando si ebbe un inverno durissimo che avrebbe dato origine alla canzone. Durissimo non soltanto climaticamente: in tutto l'impero zarista, erano tempi di pogrom continui, e non è certo un caso che la parola pogrom (погром, che si pronuncia propriamente pagròm) sia di origine russa: significa “devastazione”. Nell'impero zarista, i pogrom antiebraici cominciarono dopo l'attentato allo zar Alessandro II nel 1881, ma la loro origine, anche in altri paesi europei, è ben più antica. La conseguenza dei pogrom fu, in modo purtroppo logico, la massiccia emigrazione ebraica sia verso l'America, sia verso la Palestina. Sicuramente in tale contesto deve essere vista la -del resto, e disgraziatamente, facile- allegoria di questa canzone: infuriano malvagi venti che portano devastazione e morte, è il loro tempo. L'inverno non sembra avere fine e l'estate è lontanissima. La canzone si diffuse a macchia d'olio sia negli shtetl dell'Europa orientale, sia nei ghetti delle città più grandi; non si poteva ancora prevede quale ancor più pesante e tragica valenza essa avrebbe assunto nell'inverno nazista.

Messa in musica dal musicista Mikhl (Michael) Gelbart (“Barbagialla”, in yiddish), la canzone è nota sotto diversi titoli. Quello originale sembra essere stato Tsum vinter (“D'inverno”, o “a proposito dell'inverno”); titoli alternativi sono A vinter-lid (“Canzone d'inverno”, o “dell'inverno”) e, soprattutto, quello con cui forse è più nota, Hulyet, hulyet, beyze vintn (“Divertitevi, divertitevi, venti malvagi”, o “ventacci”), ripreso dal suo verso iniziale. Gli interpreti, letteralmente, non si contano fino ai giorni d'oggi; il Freedman Catalogue ne dà alcuni, ma si ferma alle interpretazioni più classiche (spesso per coro). E' necessario segnalare che, attorno al 1945/46, alla canzone fu dato un “happy end”, una variante da leggere sicuramente nell'ottica dell'esodo ebraico in Palestina: nit lang vet doyern der vinter / zumer iz nisht vayt!, vale a dire: “L'inverno non durerà a lungo / l'estate non è lontana!"[RV]

"The lyrics to this classic Yiddish folk tune exhort a cruel wind to blow destructively through the shtetl, the small town that formed the beachhead of traditional Jewish life in Eastern Europe. The wind is a metaphor for the constraints placed on Jewish idealism by the systemic oppression of the Czar’s government." (www.circle.org)


La canzone nell'interpretazione di Daniel Kahn & The Painted Birds
הוליעט, הוליעט בייזע ווינטן,
פֿרײַ באַהערשט די וועלט!
ברעכט די צווײַגן, וואַרפֿט די ביימער,
טוט וואָס אײַך געפֿעלט!

טרײַבט די פֿייגל פֿון די וועלדער
און פֿאַריאָגט זיי פֿאָרט;
די וואָס קענען ווײַט נישט פֿליִען, —
טייט זיי אויפֿן אָרט!

רײַסט די לאָדןס פֿון די פֿענצטער,
שויבן ברעכט אַרויס!
ברענט אַ ליכטל ערגעץ טונקל, —
לעשט מיט צאָרן אויס!

הוליעט, הוליעט בייזע ווינטן,
איצט איז אײַער צײַט!
לאַנג וועט דויערן דער ווינטער,
זומער איז נאָך ווײַט!…

inviata da Alessandro + CCG/AWS Staff - 22/1/2009 - 09:22




Lingua: Yiddish

La trascrizione in caratteri latini, da Yidlid:
TSUM VINTER, oderA VINTER-LID,
oder HULYET, HULYET BEYZE VINTN

Hulyet, hulyet beyze vintn,
Fray bahersht di velt.
Brekht di tsvaygn, varft di beymer,
Tut vos aykh gefelt.

Traybt di feygl fun di velder
un faryogt zey fort;
di vos kenen vayt nisht flien,
teyt zey oyfn ort!

Rayst di lodns fun di hayzer,
Shoybn brekht aroys.
Shaynt a likhtl ergets tunkl,
Lesht mit tsorn oys!

Hulyet, hulyet beyze vintn,
Itst iz ayer tsayt.
Lang vet doyern der vinter,
Zumer iz nokh vayt!

inviata da Alessandro - 22/1/2009 - 09:25




Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
13-3-2017 20:31

avinterlid


Due parole del traduttore. Si tratta di una versione quasi letterale del testo originale, così come ristabilito nella versione a quattro strofe.
D'INVERNO, o CANZONE D'INVERNO,
o DIVERTITEVI, DIVERTITEVI, VENTACCI

Divertitevi, divertitevi, ventacci,
Dominate il mondo come volete.
Spezzate i rami, abbattete gli alberi,
Fate quel che vi piace.

Spingete via gli uccellini dai campi
E cacciateli via;
Quelli che non sanno volare lontano
Uccideteli sul posto!

Strappate le persiane dalle case,
Tirate via le finestre rotte.
Se da qualche parte riluce una candela nel buio
Spegnetela con rabbia!

Divertitevi, divertitevi, ventacci,
Ora è il vostro tempo.
A lungo durerà l'inverno,
L'estate è ancora lontana!

13/3/2017 - 20:32




Lingua: Ebraico

Versione in lingua ebraica di Avraham Levinson (1980), da zemereshet.co.il

Dalla pagina si può anche ascoltare la versione ebraica cantata. [RV]
מילים: אברהם רייזין
תרגום/נוסח עברי: אברהם לוינסון
לחן: עממי יידי


חוּלוּ חוּלוּ, רוּחוֹת קֹטֶב,
בָּעוֹלָם תִּרְדּוּ.
בִּסְעָרָה עֵצִים הַפִּילוּ,
כָּל עָנָף גִּדְעוּ.

צִפֳּרִים גָּרְשׁוּ הַבְרִיחוּ
מִכָּל עֵץ וּבַד.
כָּל רַכָּה וְכָל נֶחְשֶׁלֶת
תִּשָּׁמֵד מִיָּד.

תְּנַפְּצוּ תְּרִיסֵי כָּל בַּיִת,
כָּל שִׁמְשַׁת חַלּוֹן.
אַט בּוֹעֵר שָׁם נֵר בָּאֹפֶל –
כַּבּוּ בְּחָרוֹן.

חוּלוּ חוּלוּ, רוּחוֹת קֹטֶב,
שְׁעַתְכֶם עַכְשָׁו;
עוֹד זְמַן רַב יִשְׁלֹט הַחֹרֶף,
קַיִץ עוֹד לֹא שָׁב.

inviata da Riccardo Venturi - 13/3/2017 - 20:51




Lingua: Inglese

Traduzione inglese letterale completa.



Nota. Proviene dalle note a corredo del precedente video YouTube, con l'esecuzione coristica del canto nella sinagoga di Grodno, in Bielorussia. "Participants on the 2014 Helix Project take advantage of wonderful acoustics in the 17th-century Great Synagogue of Grodno, Belarus to sing "Beyze Vintn," (Evil Winds), words by Litvak poet Avrom Reyzen, music by Mikhl Gelbart. Recorded July 2014." Il testo è stato riarrangiato graficamente.
[HOWL, HOWL, RAGING WINDS]

Howl, howl, raging winds!
Rule the world without restraints!
Smash the branches, hurl the trees.
Do whatever you will.

Drive the birds from the field
And chase them away.
Those that can't fly
Kill at once.

Tear the shutters from the houses,
Smash the windowpanes.
If somewhere a candle burns in darkness,
Extinguish it with rage.

Howl, howl, raging winds!
Now your time has come.
Winter will last a long time.
Summer is still far off.

inviata da Riccardo Venturi - 13/3/2017 - 22:18




Lingua: Inglese

Ulteriore traduzione inglese da Yidlid

Nota. Riprodotta integralmente, ma con la correzione di un terribile errore grammaticale che era sfuggito (probabilmente un refuso).
HAVE FUN, EVIL WINDS

Have fun, evil winds,
Rule the world freely!
Break the branches, tear down the trees,
Do as you please.

Drive the birds away from the fields
And chase them away;
Those who cannot fly far enough,
Kill them on the spot.

Tear the shutters from the houses,
Break the window panes,
If a light burns in a dark place,
Extinguish it with rage.

Have fun, evil winds,
Now is your time.
Winter will last a long time,
Summer is still far off.

inviata da Riccardo Venturi - 13/3/2017 - 22:46




Lingua: Inglese

Versione inglese da circle.org

Nota. La versione ha "intenti artistici", ma è pressoché una riscrittura, una Nachdichtung che corrisponde solo in parte al testo originale. Dalla versione manca la terza strofa dell'originale yiddish. [RV]
WAILING, WAILING WINDS OF EVIL

Wailing, wailing winds of evil,
Play upon the land.
Fell the trees and break the branches
By your raging hand.

Roust the birds from quiet meadows,
let them seek to fly.
If a wing is weak or broken,
Crush them as they try.

Wailing, wailing winds of evil,
Though your time is nigh,
Winter will not keep the light
Of summer from the sky.

inviata da CCG/AWS Staff - 22/1/2009 - 18:23




Lingua: Francese

Traduzione francese da Yidlid
AMUSEZ-VOUS, VENTS MAUVAIS

Amusez-vous, vents mauvais,
Dominez le monde librement!
Cassez les branches, abattez les arbres,
Faites ce qu'il vous plaît.

Chassez les oiseaux des champs
Et poursuivez-les;
Ceux qui ne peuvent voler loin,
Tuez-les sur le champ.

Arrachez les volets des maisons,
Cassez les vitres;
Si une lumière brille dans un coin sombre,
Éteignez-la avec rage!

Amusez-vous, vents mauvais,
Ce moment vous appartient!
L'hiver va durer longtemps,
L'été est encore loin!

inviata da Riccardo Venturi - 13/3/2017 - 22:51


the author is a. reisen. not the other way around

elik elhanan - 19/8/2010 - 21:34


Altra pagina radicalmente rifatta. L'attribuzione è stata riportata al suo autore, Avrom Reyzen (Abraham Reisen), già peraltro presente in questo sito; a tale riguardo, invito tutti coloro che in futuro segnaleranno canzoni in yiddish a non attribuirle al singolo o al gruppo la cui eventuale interpretazione è stata reperita (seguendo questo criterio, la quasi interezza delle canzoni in yiddish potrebbero essere attribuite ai Klezmatics o a Moni Ovadia...), ma all'autore effettivo. Come accade purtroppo spesso, i testi in trascrizione sono pesantemente errati.

Riccardo Venturi - 29/4/2013 - 00:34


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org