Lingua   

Il fucile

Andrea Buffa


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Dormi
(Andrea Buffa)
Il sogno di volare
(Andrea Buffa)


Andrea Buffa
Andrea Buffa
Testo e musica di Andrea Buffa
Lyrics and music by Andrea Buffa
Paroles et musique d'Andrea Buffa
È molto complicato con il fucile in mano
Dissodare un campo poi mietere il suo grano
Con il fucile in mano non puoi certo far l’amore
Chiedere un bel bacio in cambio di quel “fiore”

Il fucile in mano, c’è poco da parlare
Si sa che la ragione è di chi meglio lo sa usare
E allora quel fucile diventa tribunale
E allora quel fucile diventa tribunale

Con il fucile in mano fai fatica a camminare
Ti pesa sulle spalle ed ha un pessimo odore
Se poi con il fucile tu tieni una bandiera
Fermati a riflettere che sia mattino o sera

Quanti colpi hai dentro il tuo caricatore
In Quante direzioni puoi metterti a sparare
Perché tutto quel piombo qualcuno è stato a fare
Perché tutto quel piombo qualcuno è stato a fare

Così facciamo finta che siamo noi tra i buoni
Che siamo senza macchia, mai spinti da passioni
Che è il nostro ideale che il mondo può salvare
Che sì, vabbè, ho il fucile ma mica per sparare

Però un giorno distratto scivolo sulla suola
E accoppo il mio vicino che tosa la sua aiuola
Oppure un bel bambino mentre torna da scuola
Oppure un bel bambino mentre torna da scuola

E questo onestamente sarebbe proprio male
Perché col mio vicino ci vado anche a pescare
Perché quel bel bambino è il figlio del droghiere
Che assieme ai figli miei ha imparato a camminare

E chi glielo va a dire alla moglie del vicino
Che suo marito è morto perché sono un cretino
Oppure ai miei bambini che giocano a pallone
Che giocheranno in meno perché sono un coglione

E non potrò mai dire che è stato un incidente
Perché quel mio fucile non è fatto per niente
È fatto per sparare addosso alle persone
Che siano amici miei oppure senza un nome

Si sa che poi un nome tutti ce l’han lo stesso
Chi li chiamava prima è chi li piange adesso
Io sono un assassino e ormai l’ho scritto addosso
Io sono un assassino e ormai l'ho scritto addosso

Però si può passare da dolo o colpa grave
Alla più folle idea che il fucile può cambiare
Che può portar la pace, donar democrazia
Difender l’idea giusta, di certo quella mia

E allora tutti insieme schierati coi fucili
A regalare piombo e bombe nei cortili
Nell’ultimo girone, che sta sopra alla terra
Comunque declinato, però pur sempre guerra,

Comunque declinato, però pur sempre guerra,
Comunque declinato, però pur sempre guerra.

inviata da adriana - 7/9/2008 - 19:35



Lingua: Francese

Version française – Le Fusil – Marco Valdo M.I. – 2008
Chanson italienne – Il fucile – Andrea Buffa
LE FUSIL

Il est très compliqué avec ton fusil à la main,
De défricher un champ et ensuite de moissonner le blé.
Tu ne peux certainement pas faire l'amour, avec ton fusil à la main,
Ni en échange de cette “fleur”, demander un beau baiser

Il y a peu à discuter avec à la main ton fusil
On sait que celui qui a raison, est celui qui le tient
Et il devient alors tribunal ton fusil,
Et il devient alors tribunal ton fusil

Tu as du mal à marcher avec à la main, ton fusil
Il te pèse sur l'épaule et il sent mauvais, ton fusil
Si avec ton fusil, tu tiens un drapeau à la main
Arrête-toi pour réfléchir que ce soit le soir ou le matin

À combien de coups, tu as dans ton chargeur
Dans combien de directions, tu peux te mettre à tirer
Car tout ce plomb doit servir pour quelqu'un
Car tout ce plomb doit servir pour quelqu'un

Nous faisons semblant ainsi que nous sommes les bons
Que nous sommes sans tache, mais poussés par des passions
Que c'est notre idéal qui peut sauver le monde, que oui
J'ai un fusil, évidemment mais certainement pas pour tirer

Pourtant un jour, distrait, je glisse
Et je choppe mon voisin qui tond son massif
Ou bien un bel enfant qui revient de l'école
Ou bien un bel enfant qui revient de l'école

Et ce serait vraiment moche
Car avec mon voisin on va pécher l'épinoche
Car ce bel enfant est le fils de l'épicier
Avec les fils duquel mon fils a appris à marcher

Et qui va aller dire à la femme du voisin
Que son mari est mort car je suis un crétin
Ou à mes enfants qui jouent au ballon
Qu'ils seront moins pour jouer car je suis un couillon.

Et je ne pourrai jamais dire que ce fut un accident
Car mon fusil n'est pas fait pour rien
Il est fait pour tirer sur les gens
Qui soient mes amis ou qui comptent pour rien

On sait que tous ont un nom pourtant
Qui les nommait avant, qui les pleure maintenant
Je suis un assassin, on le lit dans mes yeux,
Je suis un assassin, on le lit dans mes yeux

Pourtant on peut passer de la faute grave au dol
que le fusil peut changer , idée des plus folles
Donner la démocratie, apporter la paix sûrement,
Défendre l'idée juste, la mienne évidemment.

Alors, tous ensemble, rangés avec nos fusils
Nous envoyons du plomb, des bombes dans les cortils
sur l'ultime tour qui est sur la terre
quoiqu'affaiblie, mais c'est toujours la guerre

Quoiqu'affaiblie, mais c'est toujours la guerre,
Quoiqu'affaiblie, mais c'est toujours la guerre.

inviata da Marco Valdo M.I - 10/9/2008 - 00:25


Sono un po' impressionato e anche un po' commosso. Essere qui,ora, è inaspettato e molto bello. Tradotto, addirittura, in un'altra lingua.
Vi ringrazio. Tutti.
Andrea

Andrea Buffa - 2/11/2008 - 21:13


Non te ne devi stupire, Andrea; e, soprattutto, visto che dopo averli...scovati ci piace avere con gli autori un rapporto diretto, se tu avessi altre canzoni già composte "in tema" (oppure se tu ne avessi di altre in preparazione), non esitare neanche un momento a mandarle subito anche al nostro sito. Poiché intendiamo sempre dare la maggiore visibilità possibile (nei nostri limiti, ovviamente) agli autori, ne approfittiamo anche per modificare un po' questa pagina, ovvero ristrutturarla inserendo il testo corretto collazionato con l'audio ed altre cose. Saluti cari e grazie per il tuo messaggio, e soprattutto per la tua canzone; ovviamente, se tu volessi anche inserirne una breve presentazione personale, ci farebbe un enorme piacere.

CCG/AWS Staff - 3/11/2008 - 08:01


Sei veramente bravo! Una persona sensibile che con la musica, che è vita, dice come essenziali e profonde, in questo mondo dove ormai conta solo più l'apparire.
Dany

daniela - 3/11/2008 - 13:26


un po' ripetitivo ma GRAZIE, a tutti.

Andrea Buffa - 5/11/2008 - 13:12


salve! scrivo dall'ass.ne mancamezzora. a breve sara' disponibile il cd live di Andrea con la nuova versione piano e voce di questo brano. Per ora vorrie segnalarvi "i fantasmi di Bariano" brano anticipazione che, assieme al demo 2008,è interamente scaricabile all'indirizzo sottostante!
un abbraccio a tutti :)

Il fucile

sonia cenceschi - 31/7/2009 - 00:21



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org