Lingua   

New York 1911

Danilo Sacco
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

La mia lettera
(Danilo Sacco)
Un altro me
(Danilo Sacco)
מײַן רוע פּלאַץ
(Moris Roznfeld [Morris Rosenfeld] / מאָריס ראָזנפֿעלד)


2018
Gardè
Gardè
feat. Elisa Tartabini


Parlare della contemporaneità attingendo a storie del passato: è il caso di New York 1911, brano che riferendosi al tragico incendio della fabbrica Triangle di New York – un incidente industriale che causò la morte di 123 donne e 23 uomini – affronta insieme le tematiche dell’emancipazione femminile e della sicurezza sui luoghi di lavoro.
ilflaneur.it
Non c’erano più nuvole sopra New York
e era un giorno come un altro di lavoro
quando qualcuno poi gridò di correre
vedemmo solo fumo e fuoco e porte che
erano chiuse a chiave
erano chiuse a chiave

Non c’erano più nuvole sopra New York
la primavera poi quel giorno s’incendiò
guardammo in alto e sai, le mani fra di noi
scoprimmo che la vita poi finiva qui,
era di venerdì
era di venerdì

75 dollari costa la vita mia
146 persone senza più poesia
io non vedrò mai più mio figlio crescere
ma se non dimenticare ancora si può
forse rinascerò
forse rinascerò
forse rinascerò
forse rinascerò

inviata da Dq82 - 21/1/2019 - 17:35


Direi che, in questo caso, il riferimento d'obbligo è a מײַן רוע פּלאַץ [Mayn rue plats], la straordinaria poesia del grande poeta operaio anarchico Morris Rosenfeld musicata su una melodia tradizionale yiddish. Ricordo che Morris Rosenfeld era un immigrato ebreo russo che lavorava autenticamente nei terribili sweatshops tessili, e che ne descriveva le indicibili condizioni di lavoro e di vita. Sulla pagina è peraltro presente tutta la storia dell'incendio del 25 marzo 1911 alla Triangle Shirtwaist Company, dove Rosenfeld stesso peraltro lavorava. La rimetto qui nella versione bilingue inglese / yiddish di Geoff Berner cantata da June Tabor, così per non scordarcela:

Riccardo Venturi - 22/1/2019 - 10:06



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org