Lingua   

Cella 33

Il muro del canto


Lingua: Italiano (Laziale Romanesco)


Ti può interessare anche...

Gesù caro fratello
(Claudio Baglioni)
Er verniciaro
(Gianni Nebbiosi)
L'orrida bestia
(A Filetta)


2018
L'amore mio non more
Amore
Me so svejato al gabbio e sto alla cella 33
e me sto a legge tutti i libri che me mandi te
me fanno sentì vivo e me sembra de viaggià
ce sogno pure sopra ma me svejo sempre qua

Nell'ora d'aria sento come canta sta città
io c'ho lasciato il core l'anima e la libertà
Nell'ora d'aria il sole me riempie d'energia
la notte io m'addormo e me sogno casa mia

Non me parlà de cose che non posso più guardà
le stelle so' lontane come pure sta città
e m'hanno chiuso a chiave Cristo l'ho ammazzato io
qua dentro là fuori nun esiste Dio
e sento un freddo cane che nun te poi immaginà
D'estate manca l'aria nun se riesce a respirà
l'amici e li parenti so sparti già da un po'
che ho fatto io de male che nessuno più me vo

Nell'ora d'aria sento come canta sta città
io c'ho lasciato il core l'anima e la libertà
Nell'ora d'aria il sole me riempie d'energia
la notte io m'addormo e me sogno casa mia

Nun me parlà d'amore nun parlà de libbertà
ma spiegame il segreto per resiste per sta qua
più annamo avanti più me sento debole e lontano
dal sole dal mare s'è spento un richiamo
il tempo passa lento ma la vita se ne va
nun me parlà d'errori de giustizia e dignità
l'amici e li parenti so sparti già da un po'
che ho fatto io de male che nessuno più me vo

Nell'ora d'aria sento come canta sta città
io c'ho lasciato il core l'anima e la libertà
Nell'ora d'aria il sole me riempie d'energia
la notte io m'addormo e me sogno casa mia

inviata da Dq82 - 19/10/2018 - 18:54


Commovente perché profonda. Grazie per averla composta e divulgata. Aldo Torresan

26/11/2018 - 17:18



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org