Lingua   

Παναγιά μου, παναγιά μου

Mariza Koch / Μαρίζα Κωχ





Panagiá mou, panagiá mou
[1976]
Στίχοι: Μιχάλης Φωτιάδης
Μουσική: Μαρίζα Κωχ
Testo: Mihalis Fotiadis
Musica: Mariza Koch

kochpanagia


Παναγιά μου, παναγιά μου (“Madonna mia, Madonna mia”) è la canzone che rappresentò la Grecia all'Eurofestival della Canzone del 1976, che si svolse all'Aia nei Paesi Bassi. La canzone era stata composta personalmente da Mariza Koch su versi di Mihalis Fotiadis; l'orchestra era diretta da Mihalis Rozakis. Fu la seconda canzone greca ad essere presentata all'Eurofestival, istituito nel 1974; la Grecia non aveva preso parte alla seconda edizione, quella del 1975, come protesta per la presenza della Turchia e per l'invasione turca di Cipro del luglio 1974 in seguito al tentativo di annessione dell'isola alla Grecia risoltosi in un disastro e nell'occupazione (tuttora perdurante) della parte settentrionale di Cipro (la “Repubblica Turca di Cipro del Nord” riconosciuta esclusivamente dalla Turchia). Ulteriore conseguenza fu, naturalmente, anche la fine della dittatura militare greca.

La canzone di Mariza Koch è un grido di dolore contro la politica di invasione turca, che aveva ridotto l'isola a un cimitero di rovine. L'invocazione alla Madonna è tradizionale presso i greci: il testo della canzone è incentrato sul fatto che, nel presente, le rovine a Cipro non sono più di epoca antica ma di case bruciate dal napalm. Se si vedono tende, non sono più di turisti e campeggiatori, ma di profughi. Quel che la canzone evita accuratamente di dire, è che la causa scatenante di tutto questo fu la sciagurata avventura nazionalista della giunta militare fascista greca, con il colpo di stato contro l'arcivescovo Makarios e il tentativo di annessione di tutta l'isola alla Grecia che scatenò la terribile reazione turca. Chi ne pagò il prezzo maggiore fu, ovviamente, la popolazione greca dell'isola.

La canzone ricevette 20 punti al concorso, piazzandosi in 13a posizione (la vittoria arrise a una canzonetta del gruppo pop britannico Brotherhood of Man, Save our Kisses for Me). La televisione turca trasmise la serata finale, ma quando fu il turno della canzone greca la trasmissione fu momentaneamente interrotta e, al suo posto, fu mandata in onda una canzone nazionalista turca. [RV]
Κάμπος γεμάτος πορτοκάλια, όι όι, μάνα μου!
Που πέρα ως πέρα απλώνετ’ η ελιά
Γύρω χρυσίζουν τ’ ακρογιάλια, όι όι, μάνα μου!
Και σε θαμπώνει, θαμπώνει η αντηλιά

Στον τόπο αυτό όταν θα πάτε, όι όι, μάνα μου!
Σκηνές αν δείτε, αν δείτε στη σειρά
Δε θα `ναι κάμπινγκ για τουρίστες, όι όι, μάνα μου!
Θα `ναι μονάχα, μονάχα προσφυγιά

Παναγιά μου, Παναγιά μου, παρηγόρα την καρδιά μου!
Παναγιά μου, Παναγιά μου, παρηγόρα την καρδιά μου!

Κι αν δείτε ερείπια γκρεμισμένα, όι όι, μάνα μου!
Δε θα `ναι απ’ άλλες, απ’ άλλες εποχές
Από ναπάλμ θα `ναι καμένα, όι όι, μάνα μου!
Θα `ναι τα μύρια χαλάσματα του χτες

Κι αν δείτε γη φρεσκοσκαμμένη, όι όι, μάνα μου!
Δε θα `ναι κάμπος, `ναι κάμπος καρπερός
Σταυροί θα είναι φυτεμένοι, όι όι, μάνα μου!
Που τους σαπίζει, σαπίζει ο καιρός

Παναγιά μου, Παναγιά μου, παρηγόρα την καρδιά μου!
Παναγιά μου, Παναγιά μου, παρηγόρα την καρδιά μου!

inviata da Riccardo Venturi - Ελληνικό Τμήμα των ΑΠΤ "Gian Piero Testa" - 26/4/2016 - 10:41




Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
26 aprile 2016 11:28
MADONNA MIA, MADONNA MIA

Un campo pieni di aranci, ahi, ahi, mamma mia!
Dove si estende l'oliveto da una parte all'altra
Tutt'intorno risplendono le spiagge, ahi, ahi, mamma mia!
E ti acceca, ti acceca lo splendore

Quando andate in quel posto, ahi, ahi, mamma mia!
Se vedete delle tende, tende tutte in fila
Non sono campeggi per turisti, ahi, ahi, mamma mia!
Sono soltanto, soltanto profughi

Madonna mia, Madonna mia, conforta il mio cuore!
Madonna mia, Madonna mia, conforta il mio cuore!

E se vedete rovine crollate, ahi, ahi, mamma mia!
Non sono di altre, non sono di altre epoche
Sono state fatte dal napalm, ahi, ahi, mamma mia!
Sono le mille e mille rovine di ieri

E se vedete terra scavata da poco, ahi, ahi, mamma mia!
Non è un campo, non è un campo fertile
Sono croci piantate là, ahi, ahi, mamma mia!
Che le imputridisce, le imputridisce il tempo

Madonna mia, Madonna mia, conforta il mio cuore!
Madonna mia, Madonna mia, conforta il mio cuore!

26/4/2016 - 11:28





La versione bilingue inglese e greca pure presentata all'Eurovision
PANAYIA MOU (THE DEATH OF CYPRUS)

There was a land, a lucid land – don't cry, oh Mother
Goldened with sun and goldened with foreign streets
There fields were green with olive groves – don't cry, oh Mother
And blue there waves like crater in the reveries
But if you go now to this land – don't cry, oh Mother
The tents you'll see scattered among the trees
Won't be a camping site for tourists – don't cry, Mother
They will be only a camp for refugees

Παναγιά μου, Παναγιά μου, παρηγόρα την καρδιά μου!
Παναγιά μου, Παναγιά μου, παρηγόρα την καρδιά μου!

And should you stand up on some ruins – don't cry, oh Mother
They won't be remains left there from ancient times
They're homes burnt down by napalm bombs – don't cry, oh Mother
Lay by the war, by cannons, by darksome kinds
And if you look above a fence – don't cry, oh Mother
You won't see people rejoicing in the yard
You'll find some crosses, wooden crosses – don't cry, Mother
Rotting in silence, lost in a back yard

Παναγιά μου, Παναγιά μου, παρηγόρα την καρδιά μου!
Παναγιά μου, Παναγιά μου, παρηγόρα την καρδιά μου!

12/11/2017 - 23:22



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org