Lingua   

The Rolling Stones: (I Can't Get No) Satisfaction

GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

The End
(The Doors)
Gimme Shelter
(Rolling Stones)


Pubblicata il 6 giugno 1965
(Jagger/Richards)
(probabilmente musica di Keith Richards - testo di Mick Jagger)
Satisfaction

Rolling Stones


Cinquant'anni di insoddisfazione, i re sono ancora loro: The Rolling Stones
Carmine Saviano - La Repubblica

Ci sono le solite nuvole basse, grigie, che sembrano poggiate sulle case a tre piani di Carlton Hill, Londra, una notte della primavera del 1965. Giro dei pub? Fatto. Le prove con il gruppo? Fatte. Le sigarette? Prese. Sì, ci sono i Beatles che registrano Help! a 500 metri di distanza, negli studi di Abbey Road, magari si può andare a vedere cosa combinano John e Paul. Magari, ma anche no. Cercare qualche ragazza? Può darsi, ma non adesso. Perché quella notte di primavera Keith Richards, 21 anni e mezzo, è attraversato da una strana indolenza. Torna verso il suo albergo. Entra in stanza, accende il suo piccolo registratore Philips. È stanco. Prende la chitarra acustica e strimpella qualcosa. Poi si addormenta di colpo. La mattina dopo su quel nastro ci sono 40 minuti del giovane Richards che russa. E il riff di Satisfaction.

Riff


[...]

E in quell’estate del 1965 il rock si compie. I mondi paralleli che i Beatles iniziano a esplorare, la scalata al cielo di Bob Dylan, poesia ed elettricità, la folle impresa dei Beach Boys, condensare l’oceano e l’assoluto in una canzone. E l’insoddisfazione, la sfacciataggine, la rabbia condensata in (I Can’t Get No) Satisfaction. La nuova nazione senza terra promessa, quella dei giovani degli anni Sessanta, ha di colpo le sue guide, i suoi modelli, le parole e la musica adatta per affrontare e interpretare i tempi. Il rock riscrive la scala di valori, scardina le convenzioni. E Satisfaction diventa inno all’emancipazione. La generazione di americani che inizia a protestare contro la guerra in Vietnam la elegge a proprio inno. Perché? Chiedere a Francis Ford Coppola che l’ha inserita nel suo Apocalypse Now.

L’insoddisfazione esistenziale di Jagger e Richards diventa l’insoddisfazione sociale di milioni di ragazzi delusi dalla politica, diventata solo una macchina infrangi-sogni. La nuova frontiera di Kennedy scompare dai radar, le lotte per i diritti civili mostrano le parti malate della società statunitense e non solo. La guerra sembra far venir meno la promessa di pace su cui era stato edificato l’ordine mondiale dopo la seconda guerra mondiale. Satisfaction è l’amuleto che tutta una generazione usa per guardare il mondo, le sue contraddizioni, diritto negli occhi. Per cambiarlo o meno, si vedrà. L’importante è acquisire consapevolezza. Anche per questo Satisfaction diventa subito patrimonio comune di ogni musicista. Un veicolo universale con un messaggio talmente semplice da diventare virale: cambia ciò che non ti soddisfa. Otis Redding e Aretha Franklin se ne appropriano quasi subito. Poi i Residents e i Devo negli anni Settanta. E fare una lista completa è impossibile. La vita di Satisfaction va ben oltre gli Stones.
I can't get no satisfaction
I can't get no satisfaction
'Cause I try and I try and I try and I try
I can't get no, I can't get no

When I'm drivin' in my car
And that man comes on the radio
And he's tellin' me more and more
About some useless information
Supposed to fire my imagination
I can't get no, oh no no no

Hey hey hey, that's what I say

I can't get no satisfaction
I can't get no satisfaction
'Cause I try and I try and I try and I try

I can't get no, I can't get no
When I'm watchin' my TV
And that man comes on to tell me
How white my shirts can be
But he can't be a man 'cause he doesn't smoke
The same cigarrettes as me
I can't get no, oh no no no

Hey hey hey, that's what I say

I can't get no satisfaction
I can't get no girl reaction

'Cause I try and I try and I try and I try
I can't get no, I can't get no
When I'm ridin' round the world
And I'm doin' this and I'm signing that
And I'm tryin' to make some girl
Who tells me baby better come back later next week
Cause you see I'm on losing streak

I can't get no, oh no no no
Hey hey hey, that's what I say
I can't get no, I can't get no
I can't get no satisfaction
No satisfaction, no satisfaction, no satisfaction

4/6/2015 - 23:43




Lingua: Inglese

Il testo della cover di Otis Redding

Otis Redding


La celebre cover di Otis Redding (che restituiva alla canzone l'arrangiamento soul/blues inizialmente ideato da Keith Richards, che poi si convinse a registrare una versione più dura ed elettrica) ha un testo diverso dall'originale. Il chitarrista Steve Cropper che accompagnava Redding in studio racconta: "se ascolti l'incisione originale degli Stones fai fatica a capire le parole, allora ho preso un foglio e ho provato a trascrivere il testo per come lo capivo. L'ho dato a Otis, appena prima dell'incisione, lui l'ha gettato per terra e ha improvvisato il suo testo... ecco tutto".
SATISFACTION

I can't get no satisfaction
I can't get no satisfaction
I have tried, I have tried
I have tried, I have tried
I can't get me no, ha, ha
I can't get no, uh, now

When I'm driving in my car
And the man talks on the radio
Keep tellin' me more and more
About that useless information
He's tryin' to mess up my imagination

And I can't get me no, no, no
And I can't get me no, no
Hey, hey, hey, what I say
You gotta, gotta, gotta groovy
We gotta have it, we gotta have it
We gotta have it, we gotta have it
Keep on grooving, keep on grooving
We keep on grooving, God, no, my, yeah

I can't get no satisfaction
I can't get no, no satisfaction
I have tried, I have tried
I have tried, I have tried, tried, tried
I can't get me no, no, no
And I can't get me no, no, no, no

We gotta groove it, groove it, oh my now
We keep on knockin', knockin' baby, yeah
Au, gotta, gotta have it
We gotta, keep, keep, ah

Whatever, why won't you wait for time
This little girl is tryin' to put me down
I keep on runnin' round in my sleep
I keep on messin' up any beat
I keep on rockin', I try to find me
Somebody to love me
And give me some reaction
And I can find nobody, no, no, nobody

Give me no faction, faction
Faction got to have it
A satisfaction, we got to have it
A satisfaction, earlier in the morning
The satisfaction, later in the evening
Gonna satisfaction and don't make my...

4/6/2015 - 23:51




Lingua: Spagnolo

Bella e potente versione messicana de Los Apson (originari di Agua Prieta, Sonora), nel loro LP “Satisfacción”. Il testo è di Jorge Renner.

Satisfacción
Satisfacción (No soy nada)
SATISFACCIÓN (NO SOY NADA)

No soy nada
sin tus besos,
no soy nada
sin tus besos

Pues sin tí,
pues sin tí,
pues sin tí,
pues sin tí...

No soy nada!
no soy nada!

Dame amor sin condición
dame un poco de satisfacción
pues nada yo soy sin tí
dime que es mentira tu partida
y que me quieres todavía...

No soy nada!
no soy nada!
no, no, no...

Ah, je, je jee!
sin tu querer.

No soy nada
sin tus besos,
no soy nada
sin tus besos

Pues sin tí,
pues sin tí,
pues sin tí,
pues sin tí...

No soy nada!
no soy nada!

Yo no se por qué razón
no me das satisfacción
por qué te quieres ir?
dime en qué te ofendí?
o cuál fue mi error?
en fin, dime qué pasó?

No soy nada!
no soy nada!

Ah, je, je jee!
sin tu querer

No soy nada
sin tus besos,
no soy nada
sin tus besos

Pues sin tí,
pues sin tí,
pues sin tí,
pues sin tí...

No soy nada!
no soy nada!

Dame amor sin condición
dame un poco de satisfacción
pues nada yo soy sin tí
dime que es mentira tu partida
y que me quieres todavía...

No soy nada!
no soy nada!
no, no, no...

No soy nada!

inviata da Bernart Bartleby - 8/6/2015 - 09:19


Ho dimenticato di scrivere che la cover è del 1965, come l'originale. Quanto a tempestività, Los Apson se la giocarono con il grande Otis Redding...

Bernart Bartleby - 8/6/2015 - 09:34


The Rolling Stones always get what they want
La Habana, 25 marzo 2016

Rolling Stones, La Habana


The Rolling Stones always get what they want


26/3/2016 - 10:49


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org