Lingua   

Nous étions trois camarades

anonimo


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Nenia (dalla guerra dei trent'anni)
(Daisy Lumini)
Il Legapenista
(Beppe Chierici)
Tarantella per uno scugnizzo di tanti anni fa
(Daisy Lumini)


Canzone francese che risalirebbe all’epoca delle guerre di Luigi XIV nei Paesi Bassi e in Piemonte, tra la fine del XVII° e l’inizio del XVIII° secolo.
Nous étions trois camarades
Tous les trois que nous partions
L'un s'en va dans la Hollande
Et l'autre dans le Piémont
Et moi qui suis le plus jeune
Je m'en vais dans les dragons.

Mais avant que de partir
Il faut faire nos adieux
Nos adieux à toutes ces filles
Qui en ont les larmes aux yeux
Surtout ma belle Joséphine
Qui s'arrache les cheveux.

Ne pleure donc pas tant, la belle
Dans sept ans, je reviendrai
Lorsque finira la guerre
Dans les pays étrangers
Ma fortune sera faite
La belle, je t'épouserai.

Ta fortune sera bientôt faite
Par un boulet de canon
Qui t'arrachera la tête
Les deux jambes pour de bon
Le bout de ta baïonnette
Te servira de bâton.

inviata da B.B. - 22/11/2006 - 19:33



Lingua: Italiano

Beppe Chierici e Daisy Lumini
La cattiva erba (1970)
ultra-rare-italy-or-lp-daisy-lumini-e-beppe-chierici-la-cattiva-erba 2222391
Autori: Anonimo Franc. XVII sec., Beppe Chierici

Le note informative di questo brano le invierò in un secondo momento, perchè mentre sto scrivento mi è venuto in mente il testo, ma i riferimenti li devo estrapolare dal 33 giri di cui fa parte questo brano. i cui interpreti sono Beppe Chierici e Daisy Lumini. Nella mia memoria c'è questo canto anche perchè l'ho proposto diverse volte nel corso delle mie proposte di canti popolari.
[Gildo dei Fantardi]



La Cattiva Erba (Contro la guerra e le armi) è un album del 1970 di Beppe Chierici e Daisy Lumini che raccoglie 15 canzoni in italiano frutto di traduzioni e reinterpretazioni di poesie e canzoni che vanno da Archiloco e Lao Tsu ad Antoine attraverso più di 2500 anni di storia. Credo che il titolo piacesse particolarmente a Beppe Chierici, visto che lo ha riutilizzato recentemente per un album su Brassens.
Il tema della guerra, della sua inutilità, del dolore delle madri o delle mogli che attendono il ritorno è ricorrente, essendo alcuni brani molto antichi, non possiamo però attenderci invettive contro la guerra.

Il disco è purtroppo introvabile, se non fosse stato per Flavio Poltronieri che ce ne ha fornito una copia, con tanto di fruscii del vinile inclusi nei brani, perchè in vinile uscì l'LP nel 1970, non saremmo mai riusciti a trovarlo. L'edizione era assai scarna, quindi priva dei testi che abbiamo dovuto pertanto sbobinare all'ascolto. Per quanto riguarda invece i testi originali, alcuni erano già presenti, altri li abbiamo trovati e inseriti, altri non sapremmo proprio come cercarli, visto che talvolta non è chiara neanche la lingua originale, li abbiamo quindi temporaneamente attribuiti alternativamente a Beppe Chierici o Daisy Lumini, a seconda di chi sia l'autore della musica.
Adesso l'album è interamente ascoltabile

Perchè quei cannoni? (Antoine) - Nenia (dalla guerra dei trent'anni) - Eravamo tre compagni - Compianto popolare - Il soldato morto in terra straniera - Alla guerra chi ci va - Il soldato dormiente (Rimbaud) - La guerra è truccata (Boris Vian) - Contro la guerra e le armi (Lao Tsu) - Lo scudo perduto (Archiloco) - Non avremo mai la pace, fratello? (Oliver De Magny) - Il condannato a morte - Testamento (Lermontov) - Il malcontento del soldato - Torna da in guerra un soldato



ERAVAMO TRE COMPAGNI

Eravamo tre compagni
e partimmo un dì soldà
eravamo tre compagni
e partimmo un dì soldà

il più vecchio andò in Olanda
in Piemonte l'altro andò
e io che ero giovanetto
mi arruolai con i dragon

però prima di partire
noi andammo a salutar
però prima di partire
noi andammo a salutar

con un bacio le ragazze
che piangevano per noi
e tra tutte Giuseppina
disperata mi abbracciò

su non piangere la bella
fra sett'anni tornerò
su non piangere la bella
fra sett'anni tornerò

quando finirà la guerra
nei paesi dove andrò
avrò fatto anche fortuna
e mia sposa ti farò

ti farai la tua fortuna
con un colpo di cannon
ti farai la tua fortuna
con un colpo di cannon

che ti staccherà la testa
le tue gambe taglierà
ed allor la baionetta
da stampella ti farà

loro erano tre compagni
che partirono un dì soldà
loro erano tre compagni
che partirono un dì soldà

non tornò dalla Olanda
dal Piemonte non tornò
e lui che era giovinetto
non tornò con i dragon.

inviata da Luciano Filippi alias Gildo dei Fantardi - 1/8/2017 - 08:34


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org