Lingua   

Dil dixwaze here cengê

Şehid Delîla û Koma Amara


Lingua: Curdo


Ti può interessare anche...

Karwan u sinûr
(Muhammad Abbas-Bahram)
Rojava
(David Rovics)
Kurdistanim zor ciwane
(Beste)


Anche se poco o nulla si è riusciti a sapere (biograficamente) su Şehid Delîla e Koma Amara, e ancor meno sulla canzone che cantano (attualmente diffusissima in rete), si può senz'altro affermare che si tratta di una canzone di lotta che proviene dalla battaglia di liberazione di Kobanê e del Rojava (che in lingua curda significa “Ovest”). Non ci si aspetti quindi una tipica “canzone contro la guerra”, bensì una canzone di incitamento alla lotta che ha portato alla liberazione della città dagli assedianti dello “Stato Islamico”, il 26 gennaio 2015. Il testo in lingua curda è stato potuto essere interpretato grazie ad una traduzione tedesca reperita fortuitamente. Naturalmente, chi fosse in possesso di maggiori informazioni sia sulla canzone, sia sugli eventuali autori, è pregato di fornircele. Poiché è cantata da due donne, è probabile che contenga riferimenti precisi alle “ragazze del Rojava” che hanno combattuto coraggiosamente perché Kobanê non cadesse nelle mani dei tagliagole fascisti dell'ISIS.[RV]

Le ragazze del Rojava. The Rojava girls.
Le ragazze del Rojava. The Rojava girls.


Although little or nothing is known about Şehid Delîla and Koma Amara, and still less about the song they sing (now widespread in the Web), we can say it is a battle song from Kobanê and Rojava liberation struggle (“Rojava” means “West, Western Side” in Kurdish). So, we shouldn't expect a typical “antiwar song”, but a song calling to the battle that brought to the liberation of the city from the besiegers of the “Islamic State” on January 26, 2015. The Kurdish lyrics could be interpreted by means of a German translation we fortuitously found in the Web. Of course, anybody knowing more both about the song the its authors, if any, is warmly welcome. As the song is sung by two women, it refers probably to the “Rojava girls” who fought bravely to liberate Kobanê from the ISIS fascist thugs. [RV]
Dil dixwaze here cengê
Rext û tifinga min bîne
Dil dixwaze here cengê
Rext û Keleşa min bîne

Dayê welat Kurdistane
Li ber dilê me şirîne
Evîna wî pir girane
Ma tu nabînî rengê wê

Dayê heger ez şehîd bibim
Hêsrê çavan nebarîne
Serbest here nav civaka
Serbilind û bililîne

Dil dixwaze here cengê
Rext û tifinga min bîne
Dil dixwaze here cengê
Rext û Keleşa min bîne.

inviata da CCG/AWS Staff - 19/2/2015 - 20:53




Lingua: Italiano

Traduzione tedesca / Deutsche Uebersetzung
da questa pagina
Aus dieser Seite

"Benvenuti a Kobanê" / "Willkommen in Kobanê".
"Benvenuti a Kobanê" / "Willkommen in Kobanê".


La traduzione viene riportata con alcuni interventi: per prima cosa sono state eliminate le "varianti tra parentesi" proposte dal traduttore (che sembra essere tale Xerîb), che comunque possono essere consultante cliccando sul link alla pagina originale. Delle varianti è stata qui accolta solo quella per l' "arma" (Waffe), che appare essere il Kalashnikov. [RV]
DAS HERZ MÖCHTE IN DEN KAMPF ZIEHEN

Das Herz möchte in den Kampf ziehen,
hol meinen Patronengürtel und mein Gewähr
Das Herz möchte in den Kampf ziehen
hol meinen Patronengürtel und mein Kalashnikow

Mutter die Heimat ist Kurdistan
in unserem Herzen sehr süß,
die Liebe zu ihr sehr groß,
siehst du denn nicht ihre Farben

Mutter, sollte ich als Märtyrer fallen,
Vergiße keine Tränen,
gehe sorgenfrei unter Menschen
mit erhobenem Haupt und singe ein Halleluja

Das Herz möchte in den Kampf ziehen,
hol meinen Patronengürtel und mein Gewähr
Das Herz möchte in den Kampf ziehen
hol meinen Patronengürtel und mein Kalashnikow.

inviata da Riccardo Venturi - 19/2/2015 - 20:55




Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
(dalla traduzione tedesca)
24 febbraio 2015

kobanegirl
IL CUORE VORREBBE ANDARE IN BATTAGLIA

Il cuore vorrebbe andare in battaglia,
dammi il cinturone ed il fucile
il cuore vorrebbe andare in battaglia
dammi il cinturone ed il Kalashnikov

Madre, la patria, il Kurdistan
nel nostro cuore ci è dolcissima,
l'amore che le portiamo è enorme,
allora, non vedi i suoi colori?

Madre, se dovessi cadere come martire
non versare alcuna lacrima,
vai senza pena tra la gente
a testa alta e canta un'alleluja

Il cuore vorrebbe andare in battaglia,
dammi il cinturone ed il fucile
il cuore vorrebbe andare in battaglia
dammi il cinturone ed il Kalashnikov.

24/2/2015 - 07:55




Lingua: Inglese

English translation by Riccardo Venturi
February 24, 2015

rojgirls
MY HEART IS PLEASED TO FIGHT

My heart is pleased to fight,
so give me my belt and my gun
my heart is pleased to fight,
so give me my belt and my Kalashnikov.

Mother, Kurdistan, our fatherland
is so sweet in our hearts,
upon it do we bestow so much love,
so, don't you see its colours?

Mother, should I fall as a martyr
please don't shed tears for me,
you'll go among the people without sorrow,
holding your head high and singing an hallelujah.

My heart is pleased to fight,
so give me my belt and my gun
my heart is pleased to fight,
so give me my belt and my Kalashnikov.

24/2/2015 - 08:51



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org