Lingua   

The Croppy Boy

anonimo


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Childe Waters
(anonimo)
Romanian Song
(anonimo)
Belfast Shoemaker
(anonimo)


[1798]
Canzone di autore anonimo risalente alla fallita ribellione irlandese del 1798, quella capitanata da Wolfe Tone.
Sulla melodia della cinquecentesca “Cailín Óg a Stór”
Testo trovato su A Small Collection Of '98 Songs



Se “sans-culottes” era il nomignolo dato ai patrioti francesi del 1789 (che portavano i pantaloni lunghi anziché le “culottes” al ginocchio tipiche di nobili e alto borghesi), “croppy”, o “croppie”, fu il soprannome dato ai ribelli irlandesi del 1798, visto che portavano i capelli corti anziché i “parrucconi” aristocratici. A quell’epoca in Irlanda bastava portare i capelli corti per essere sospettati di appartenere agli United Irishmen e quindi rischiare di subire arresto, torture e persino di essere uccisi sul posto.

Questa “broadside ballad” ha molte varianti, come quella in cui il patriota si ferma a confessarsi in chiesa ma il prete è un soldato inglese travisato che poi lo arresta. Qui invece il giovane United Irishman viene tradito da un cugino e consegnato alla Yeomanry, la milizia volontaria, per essere poi giustiziato: un dramma, quello della guerra fratricida, che segna indelebilmente tutta la storia del conflitto irlandese fino ai giorni nostri. La settecentesca Yeomanry può ben paragonarsi alle famigerate Royal Irish Constabulary (RIC) e alla Royal Ulster Constabulary (RUC) del 900.

Metodi di tortura durante la ribellione irlandese del 1798:




It was early early in the spring,
The birds did whistle and sweetly sing,
Changing their notes from tree to tree,
And the song they sang was old Ireland free.

It was early early last Tuesday night,
The yeoman cavalry gave me a fright;
The yeoman cavalry was my downfall,
And taken was I by Lord Cornwall.

It was to the guard-house I then was led,
And in a parlour I was tried;
My sentence passed and my courage low
To New Geneva I was forced to go.

As I was passing my father's door,
My brother William stood at the door;
My aged father stood at the door,
And my tender mother her hair she tore.

As I was walking up Wexford Street
My own first cousin I chanced to meet;
My own first cousin did me betray,
And for one bare guinea swore my life away.

My sister Mary heard the express,
She ran upstairs in her morning dress
Five hundred guineas she would lay down,
To see me liberated in Wexford Town.

As I was walking up Wexford Hill,
Who could blame me to cry my fill?
I looked behind and I looked before,
But my tender mother I shall ne'er see more.

As I was mounted on the platform high,
My aged father was standing by;
My aged father did me deny,
And the name he gave me was the Croppy Boy.

It was in Geneva this young man died,
And in Geneva his body lies;
All you good Christians that do pass by
Breathe a prayer, shed a tear for the Croppy Boy

inviata da Bernart Bartleby - 5/11/2014 - 11:46




Lingua: Inglese

Per lo più la prime due strofe si ritrovano quasi identiche in tutte le trascrizioni: è il mese di maggio allo scoppio della rivolta quando anche gli uccelli sui rami cantano per la liberazione dell'Irlanda, il ribelle però viene catturato dagli inglesi, in alcune versioni a causa del tradimento del cugino che lo ha venduto per pochi soldi ai soldati.
Pure la strofa sulla sorella Mary è presente in quasi tutte le versioni anche se con declinazioni diverse: qui è disposta a tutto pur di non far condannare a morte il fratello; al contrario il padre lo rinnega, mentre in altre versioni il vecchio genitore non può che piangere con il resto della famiglia.
The Halliard nell'album leggendario del debutto"It's the Irish in me" del 1967

I
'Twas early, early in the spring,
the birds did whistle and sweetly sing changing their notes from tree to tree,
and the song they sang was "Old Ireland Free!".
II
'Twas in the darkest starless night,
the yeoman cavalry(1) gave me a fright,
the yeoman cavalry was my downfall,
and I was taken by Lord Cornwall(2).
III
As I was drive the long Wexford Street
my own first cousin I chanced to meet;
my own first cousin did me betray,
for one bare guinea swore my life away.
IV
My sister Mary heard the express,
she ran downstairs in her cold night dress
"My life my virtue I will lay down
to see my brother sail for Wexford town"
V
As I was stood on the gallows high
but my father was standing by
my father stood and did me deny
and the name he gave me was the Croppy boy
VI
In Duncannon(3) my hopes will lie,
for in Duncannon I must die,
don’t' shed a tear as you pass by
for I go proudly as the Croppy Boy.

NOTE
1) yeoman: originariamente il nome dato ai coltivatori diretti inglesi del XVII secolo che fornirono soldati per lo più nel corpo a cavallo dell'esercito inglese. Nel 1790 vennero formati i reggimenti Yeomen in risposta alla minaccia rappresentata dalla Francia in seguito alla rivoluzione francese. Era una forza riservista e volontaria, composta principalmente da piccoli agricoltori e proprietari terrieri che erano fedeli alla Corona. Essi si trovavano in tutta la Gran Bretagna, ma fu in Irlanda, che vennero coinvolti come prima linea di difesa contro i ribelli. Qui indica una unità militare britannica impiegata nella Battaglia di Harrow del 26 maggio 1798 a Wexford, la Camolin Cavalry.
Occorre osservare ad onor del vero che le yeomanry nel XVIII secolo erano composte anche da volontari irlandesi, per lo più orangisti ovvero appartenenti all'Orange Order
2) Lord Charles Cornwallis (1738-1805) Lord luogotenente (ovvero Vicerè) d'Irlanda dal maggio 1798 (anche se è arrivato a Dublino dall'Inghilterra solo il 20 di giugno in concomitanza con la vittoria a Vinegar Hill - Enniscothy contea di Wexford)
3) il forte di Duncannon è una fortezza a pianta stellare sul promontorio del porto di Waterford (a pochi chilometri ad Ovest di Wexford). C'è ancora la cella del "croppy boy" dove i ribelli erano detenuti.
In altre versioni il luogo del processo e della condanna è invece la Caserma Ginevra, trasformata al tempo della ribellione in carcere temporaneo, diventato tristemente famoso per i maltrattamenti inflitti ai prigionieri. I ribelli che non erano condannati a morte erano deportati in Australia o arruolati a forza nella Royal Navy. Oggi restano solo poche rovine con una targa commemorativa.

inviata da Cattia Salto - 8/5/2015 - 01:12




Lingua: Inglese

Con il nome di "The Croppy Boy" si riconoscono due distinte versioni testuali una che inizia con "It was early, early in the spring..." e l'altra con "Good men and true in this house", entrambe però hanno come contesto la contea di Wexford (Irlanda Sud-Est) dove i ribelli (mobilitati in grande numero) sconfissero i governativi a maggio, nella prima fase della rivolta.
I
Accadde all’inizio della primavera, quando
gli uccellini cinguettavano dolcemente
cambiando registro, di ramo in ramo,
e la melodia che cantavano era: “Cara Irlanda Libera!”
II
Accadde in una notte buia e senza stelle
i soldati inglesi mi sorpresero.
i soldati inglesi sono la causa della mia rovina,
fui preso da Lord Cornwallis.
III
Mentre ero portato per Wexford street
per caso ho incrociato mio cugino di primo grado,
è stato mio cugino a tradirmi,
ha venduto la mia vita per una sola, misera ghinea
IV
Mia sorella Mary sentì la notizia,
e corse giù dalle scale in camicia da notte
“La mia vita e virtù sacrificherò
per vedere mio fratello salpare dalla città di Wexford”
V
Fui messo sulla forca in alto
ma mio padre mi stava vicino,
mio padre era in piedi e mi ha rinnegato
e il nome che mi ha dato fu il “Ragazzo Ribelle”
VI
A Duncannon le mie speranze giacciono
perché a Duncannon devo morire
non versate lacrime voi che passate
perché vado fiero di essere il “Ragazzo Irlandese Ribelle”

inviata da Cattia Salto - 8/5/2015 - 01:22




Lingua: Inglese

Il testo è del poeta irlandese William B. McBurney che lo pubblicò su "The Nation" nel 1845 con lo pseudonimo di Carroll Malone, ispirandosi ad un aneddoto riportato in "The Sham Squire" di William John Fitzpatrick: il giovane ribelle irlandese si confessa davanti al sacerdote, in realtà un soldato inglese travestito, che lo fa imprigionare e impiccare come traditore.
Come nella precedente versione la melodia è "Cailín Óg a Stór" (Dearest young girl), o "Cailin Ó Cois tSúire me" (I am a handsome young girl): Calen o custure me era il nome di una canzone popolare alla corte inglese in epoca elisabettiana ("Handful of Pleasant Delights" di Clement Robinson-1584 in "When as I view") e citata nell'Enrico V di Shakespeare- atto II scena IV-, ma originaria della contea di Wexford, forse una melodia per arpa.
Tuttavia la melodia più diffusa era più simile a quella utilizzata con il titolo di "The Robber - Charley Reilly" in Ancient Music of Ireland (Edward Bunting, 1840) (vedi) riscontrabile poi in molte varianti. La melodia era molto diffusa infatti nella Gran Bretagna e utilizzata per molte ballate del genere "rambling boy" che trattavano temi di furti e rapine. Era anche diffusa tra le canzoni dei mare che parlavano di disastri e di morte.

La stessa melodia è stata utilizzata anche in Lord Franklin (una canzone tradizionale inglese di fine '800 sul tentativo di trovare il passaggio a Nord Ovest nel mare artico).
I
"Good men and true in this house who dwell,
To a stranger bouchal(4) I pray you tell:
Is the priest at home, or may he be seen?
I would speak a word with Father Green."
II
"The Priest's at home, boy, and may be seen;
'Tis easy speaking with Father Green.
But you must wait till I go and see
If the Holy Father alone may be."
III
The youth has enter'd an empty hall;
What a lonely sound has his light footfall!
And the gloomy chamber's chill and bare,
With a vested Priest in a lonely chair.
IV
The youth has knelt to tell his sins:
"Nomine Dei," the youth begins!
At "mea culpa" he beats his breast,
And in broken murmers he speaks the rest.
V
"At the siege of Ross(5) did my father fall,
And at Gorey(6) my loving brothers all.
I alone am left of my name and race;
I will go to Wexford and take their place.
VI
"I cursed three times since last Easter day;
At mass time once I went to play;
I passed the churchyard one day in haste,
And forgot to pray for my mother's rest.
VII
"I bear no hate against living thing,
But I love my country above my king.
Now, Father! bless me and let me go
To die, if God has ordained it so."
VIII
The priest said nought, but a rustling noise
Made the youth look above in wild surprise;
The robes were off, and in scarlet there
Sat a yoeman captain with fiery glare.
IX
With fiery glare and with fury hoarse,
Instead of blessing, he breathed a curse:
"'Twas a good thought, boy, to come here to shrive,
For one short hour is your time to live.
X
"Upon yon river three tenders float;
The Priest's in one — if he isn't shot!
We hold his house for our Lord the King,
And, amen say I, may all traitors swing!"
XI
At Geneva Barrack(3) that young man died,
And at Passage(7) they have his body laid.
Good people who live in peace and joy,
Breathe a pray'r and a tear for the Croppy Boy.

NOTE
3) la caserma Ginevra vicino a Passage East, porto di Waterford era diventata anche sede di prigionia dei ribelli.
4) bouchal (buachail) è un termine in irlandese per ragazzo
5) la battaglia di New Ross sul fiume Barrow faceva parte del tentativo dei ribelli di diffondere la rivolta presso la contea di Kilkenny. La battaglia infuriò per tutto il giorno del 4 giugno 1798 con i ribelli che pur riuscendo a fare irruzione in città vennero alla fine respinti. Si sono conteggiate quasi 3.000 vittime tra i ribelli
6) Gorey piccola cittadina vicino a Wexford
7) Passage East, piccolo villaggio di pescatori sulla riva occidentale del porto di Waterford: nel cimitero della chiesa di Crooke c'è ancora la lapide del Croppy Boy

inviata da cattia salto - 8/5/2015 - 01:27




Lingua: Italiano

Versione italiana di Cattia Salto della precedente versione
"Gentili e bravi uomini che abitate in questa casa,
vi prego di dire a un ragazzo straniero
se c'è il sacerdote e se può ricevere?
Vorrei parlare con Padre Green"

"Il prete è in casa, ragazzo e può ricevere
è facile parlare con Padre Green.
Ma dovete attendere che vado a vedere
se il santo padre è da solo"

Il giovane è fatto entrare in una sala vuota;
che suono solitario ha il suo passo leggero!
E' nella fredda camera cupa e spoglia
con un prete su una sedia.

Il giovane si inginocchia per dire i suoi peccati:
"Nomine Dei" inizia
al "Mea culpa" si batte sul petto
e in un mormorio spezzato dice il resto

"All'assedio di Ross ho visto mio padre cadere
e a Gorey tutti i miei amati fratelli.
Sono rimasto solo io della discendenza,
e andrò a Wexford a prendere il loro posto"

Ho bestemmiato tre volte dall'ultimo giorno di Pasqua, all'ora della messa sono andato a giocare;
ho attraversato il sagrato di corsa
e ho dimenticato di pregare per il riposo di mia madre.

Non porto rancore verso i vivi,
ma amo il mio paese più del re.
Adesso, Padre, beneditemi e lasciatemi andare
a morire, se Dio lo vuole"

Il prete non disse niente ma un fruscio
ha fatto alzare lo sguardo al ragazzo sorpreso,
i vestiti tolti e in rosso
era seduto il capitano con sguardo ardente

Con sguardo ardente e furioso
invece della benedizione sospirò una maledizione:
"E' stata una buona idea, ragazzo, venire qui a confessarti,
perché ti resta solo un'ora da vivere.

Sul fiume laggiù tre navi galleggiano;
il prete è in una - se non è stato ucciso!
Occupiamo la sua casa per il Re nostro signore
e, amen dico, siano tutti i traditori impiccati"

Alla Caserma Ginevra quel giovane morì,
e a Passage hanno deposto il suo corpo
la brava gente che vive in pace e gioia
mandi una preghiera e una lacrima al ragazzo irlandese ribelle

inviata da Cattia Salto - 8/5/2015 - 01:32



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org