Lingua   

Reggio la rabbia esplode

Janna Carioli


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Bella Calabria
(Canzoniere delle Lame)
Rriggiu
(Mattanza)
Se gli agrari
(Leoncarlo Settimelli)


Testo di Janna Carioli
Musica di Emal

rgNel 1971 in Calabria ci fu uno scontro frontale fra Catanzaro e Reggio Calabria per la “conquista” della sede regionale. Non era solo campanilismo, erano quattrini. La destra investì grandi risorse nella propaganda. Fece giornali, manifesti, dischi che inneggiavano a “Reggio Capoluogo”. La sinistra locale non aveva una lira da investire così chiamò noi che, chieste le ferie dal lavoro, ci trasferimmo chitarre e bagagli da Bologna a Reggio Calabria per 15 giorni. Facevamo una media di tre concerti al giorno. Cantammo a Rosarno in una piazza deserta con le persone che guardano da dietro le persiane abbassate. A Taurianova, dove fecero saltare la porta di casa del sindaco democristiano perché aveva concesso il permesso per il concerto. Cantammo a Reggio nel quartiere di Sbarre mentre attorno a noi un gruppo di ragazzini di otto anni rovesciava automobili. I compagni della federazione comunista mi chiesero con insistenza di “scrivere una canzone che parlasse di quello che succedeva” ma a me questa canzone proprio non veniva e cantammo altro. Poi, scadute le ferie, tornammo verso Bologna. E nei 1500 chilometri che dividevano le due città vennero a galla ricordi, emozioni, come zattere di legno nell’acqua. Mentre guidavo, con un foglietto sul ginocchio, mentre Pasquale Greco strimpellava un ritmo sulla chitarra, nacque la canzone. A Bologna ci attaccammo al telefono. “La canzone c’è, ma non sappiamo se vi serve ancora”. “Mandatecela subito, fateci un disco!” La sera stessa trovammo una saletta di incisione e cantammo quattro pezzi con “buona la prima”. La settimana seguente un migliaio di 45 giri partirono per la Calabria. Non ne sapemmo più niente, finché un anno dopo, in treno, sentii nello scompartimento vicino che qualcuno cantava “Reggio la rabbia esplode”. Mi avvicinai , fingendo indifferenza, chiesi al gruppo di ragazzi calabresi che strimpellava sulla chitarra che cosa stessero cantando. “Ah, questa? E’ una canzone delle parti nostre.” . Naturalmente mi guardai bene dal dire che la canzone “delle parti loro” l’avevo scritta io. Il fatto che la considerassero “delle parti loro”era una medaglia al valore!

Janna Carioli, dal suo sito
Sulla rivolta di Reggio si veda anche I treni per Reggio Calabria.
Reggio, la rabbia esplode la miccia brucia già
ma chi l'ha accesa sono gli stessi che vendon fame qua.
Il capoluogo serve alla D.C. e ai mafiosi
per ottenere ancora più potere di quello che hanno già.
Il sindaco Battaglia serve da copertura
dietro ha gli agrari, i proprietari tutta la mafia nera.
Non costa far promesse alla povera gente
che cosa importa se alla fine si fa scannar per niente.

Reggio la rabbia esplode
la miccia brucia già
ma chi l'ha accesa
sono gli stessi
che vendon fame qua.

Le barricate a Sbarre la gente spara già
spara miseria, spara la fame ma non sa contro chi.
Fascisti con le bombe mafiosi col potere
i proletari solo le braccia hanno da far valere.
Fascisti quelle bombe vi scoppieranno in mano
i comunisti alla violenza hanno risposto no.

Reggio, la rabbia esplode
la gente adesso sa
contro chi deve usare la rabbia
fascismo non passerà.

inviata da Riccardo Venturi - 2/9/2006 - 13:56




Lingua: Inglese

Versione inglese di crush
REGGIO, RAGE EXPLODES

Reggio, rage explodes, the fuse is already burning
but the ones who've lit it are the same ones who sell hunger here.
The state capital serves D.C. and the mafia
to get even more power than they've already got.
Mayor Battaglia is just a cover,
behind him he's got the landowners, the landlords, the entire mafia.
It's not hard to make promises to the poor,
what does it matter if in the end you get yourself killed for nothing.

Reggio, rage explodes,
the fuse is already burning
but the ones who've lit it
are the same ones
who sell hunger here.

Barricades set up in Sbarre, people have already started to shoot,
shooting misery, shooting hunger, but they don't know who it's against.
Fascists with bombs, mafiosos with power
the proletarians only have their own arms to make use of.
Fascists, those bombs will explode in your hands.
The communists said no to violence.

Reggio, rage explodes,
now the people know
who to use their rage against
fascism will not pass.

inviata da crush - 21/11/2013 - 22:46




Lingua: Francese

Versione francese di Zaza
REGGIO LA RAGE EXPLOSE

Reggio la rage explose, la mèche brûle déjà
mais à l'allumer ce sont les mêmes qui vendent la faim ici
Le chef-lieu sert à la D.C. et aux mafieux
pour obtenir plus de pouvoir de ce qu'ils ont déjà

Le maire Battaglia n'est qu'une couverture
derrière lui, agriculteurs, proprétaires, toute la mafia noire.

ça ne coute rien de faire prommeses aux gens pauvres
personne se soucie, si finalement, ils se font tuer pour un rien

Reggio, la rage xplose
la mèche brule déjà
mais à l'allumer
ce sont les mêmes
qui vendent la faim ici

Les barricades à Sbarre, les gens tirent déjà
tirent misère, tirent la faim mais ils ne savent pas contre qui.
Fascistes avec les bombes, mafieux avec le pouvoir,
les prolétairs seulement les bras ont à faire valoir.
Fascistes, ces bombes vous exploseront dans les mains
les communistes à la violence ont répondu non.

Reggio, la rage explose
les gens savent maintenant
envers qui diriger leur rage
fascisme ne passera pas

inviata da Zaza - 8/5/2016 - 12:25


Io ci sono stato dentro, sono stato addirittura alla testa di quel corteo che ha innescato la rivolta il 14 luglio del '70: siamo partiti in pochi dal rione di santa Caterina ma a piazza Italia ci siamo arrivati in trentamila

Natino Aloi - 6/10/2008 - 21:42


Bravi compagni!
Io lho sentita dal "Canzoniere delle Lame" molti anni or sono

lucio - 31/12/2013 - 17:57


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org