Lingua   

The Police: Every Breath You Take

GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Claudio Lolli: Anna di Francia
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Outlaw Women
(Hank Williams Jr.)
One World (Not Three)
(The Police)


(1983)
The Police

Album: Synchronicity
Words and music by Sting

La canzone dello stalker

Questo classico dei Police è una delle canzoni più famose e più fraintese della musica pop. Al primo ascolto può sembrare una confortante canzone d'amore, ma si tratta di ben altro. Il protagonista della canzone è in realtà un personaggio sinistro, completamente ossessionato dalla donna "amata" a cui si rivolge, di cui osserva, come una sorta di grande fratello, ogni respiro ed ogni mossa.

Una volta una coppia fermò Sting dicendogli: "Adoriamo la tua canzone. E' stata la nostra canzone al nostro matrimonio!", "Beh" - pensò il cantante - "buona fortuna...".

The-Police-Every-Breath-You-Take


Ora guardate il video in bianco e nero. Se davvero è una canzone d'amore, perché quell'espressione accigliata?

La grandiosità del testo sta nel fatto di essere costruito a partire da alcuni dei più triti luoghi comuni delle più classiche canzonette d'amore, cosa che ci fa pensare al ben singolare concetto d'amore che hanno molti parolieri. "Oh can't you see / You belong to me" è la completa riduzione del partner ad oggetto, e poco importa che di solito la frase nella canzoncina sdolcinata inverta le parti ("I belong to you" / "T'appartengo"). Che amore può essere quello in cui la donna (perché, è inutile girarci intorno, è sempre la donna che "appartiene" all'uomo) è ridotta al rango di un oggetto posseduto, che si può buttare via, ma che non può invece andarsene di sua volontà?

Perché è proprio quello che succede, quando lei finalmente si accorge con che tipo s'è ritrovata a letto e cerca di andarsene, ecco che lui la segue, la controlla ad ogni passo, ogni giorno e ogni notte, ogni parola che dice, ogni volta che cerca di spezzare i vincoli che ancora la legano a quell'individuo. Si tratta di quella forma di violenza psicologica chiamata stalking, che spesso può sfociare nella tragedia di una violenza fisica o addirittura di un assassinio.
E non si deve pensare che dal punto di vista del personaggio della canzone quel "cuore che fa male" non sia sincero. Nella sua concezione perversa dell' amore, tutto quello che fa lo fa "per amore".

Quindi siete ancora convinti che si tratti di un'innocente canzone d'amore? Vi prego, se proprio vi volete sposare, scegliete qualcos'altro per la colonna sonora della festa. Magari, anche se è meno ballabile, mettete Anna di Francia.
Every breath you take
And every move you make
Every bond you break, every step you take
I'll be watching you

Every single day
And every word you say
Every game you play, every night you stay
I'll be watching you

Oh can't you see
You belong to me
How my poor heart aches
With every step you take

Every move you make
And every vow you break
Every smile you fake, every claim you stake
I'll be watching you

Since you've gone I been lost without a trace
I dream at night I can only see your face
I look around but it's you I can't replace
I feel so cold and I long for your embrace
I keep crying baby, baby, please

Oh can't you see
You belong to me
How my poor heart aches
With every step you take

Every move you make
And every vow you break
Every smile you fake, every claim you stake
I'll be watching you

inviata da Lorenzo Masetti - 14/1/2013 - 00:12



Lingua: Italiano

Versione italiana di Marie Jolie da infinititesti.it
AD OGNI TUO RESPIRO

Ad ogni tuo respiro
ad ogni tua mossa
ad ogni legame che rompi
ad ogni passo che fai
sarò lì a guardarti

Ogni singolo giorno
ogni parola che dirai
ogni gioco che farai
ogni notte che resterai
sarò lì a guardarti

Non lo capisci
che mi appartieni?
Quanto soffre il mio povero cuore
ad ogni passo che fai

Ad ogni mossa che muovi
ogni promessa che manchi
ogni sorriso che fingi
ogni pretesa che avanzi
sarò lì a guardarti

Quando te ne sei andata ho perso la strada
di notte sogno solo il tuo viso
mi guardo in giro, ma sei insostituibile
ho così freddo e vorrei che mi stringessi
piango sempre baby, ti prego baby

Non lo capisci che mi appartieni?
Quanto il mio povero cuore soffre
ad ogni passo che fai
ad ogni mossa che muovi
ad ogni promessa che manchi
ad ogni sorriso che fingi
ogni pretesa che avanzi
sarò lì a guardarti
ad ogni mossa che muovi
ogni passo che fai
sarò lì a guardarti
sarò lì a guardarti

Sarò lì a guardarti
sarò lì a guardarti...

inviata da daniela -k.d.- - 15/1/2013 - 00:05



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org