Lingua   

Dove vai ragazzo

Kevlar
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

1.3.1.2. (A Carlo)
(Manlio Calafrocampano)
Muerte Accidental De Un Anarkista
(Los Muertos de Cristo)
Genova, 21 luglio 2001
(RdBand)


Dall'album "Piazza Carlo Giuliani ragazzo"
(Roberto Giuliani, Paolo Morbini)
(Il testo del ritornello è tratto da una poesia di Carlo)
Edizioni: Ishtar S.n.c.
Luglio 2002

Testo da piazzacarlogiuliani.org

piacarlo


Per non dimentiCARLO 20 luglio 2005
Dove vai dove vai ragazzo
lascia stare non fare il pazzo
la vita è bella il sole il mare
che t'importa non t'immischiare

Il sole il mare l'estate avanza
è una follia questa loro arroganza
hanno blindato la mia città
anche la libertà

Dove vai dove vai ragazzo
attento il gioco si fa grosso
che ti importa del tuo vicino
lascialo andare al suo destino

Il mio vicino è mio fratello
sotto i colpi di manganello
non è soltanto la mia città
anche la dignità

"tante cose segnano una vita
e tante vite segnano qualcosa
qualcosa che verrà"
"tante cose segnano una vita
e tante vite segnano qualcosa
qualcosa che verrà"

Dove vai dove vai ragazzo
non raccogliere quel sasso
non è un gioco da bambini
quelli hanno occhi da assassini

La vita è bella il mare il sole
bruciano in bocca le parole
l'ingiustizia brucia di più
lo sai anche tu

"tante cose segnano una vita
e tante vite segnano qualcosa
qualcosa che verrà"
"tante cose segnano una vita
e tante vite segnano qualcosa
qualcosa che verrà"

I miei occhi per vedere
tutte le strade per camminare
correre sul mare
un mondo da sognare… sognare… sognare…

"tante cose segnano una vita
e tante vite segnano qualcosa
qualcosa che verrà"
"tante cose segnano una vita
e tante vite segnano qualcosa
qualcosa che verrà"

inviata da adriana - 20/7/2005 - 07:16



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org