Lingua   

Chitarre contro la guerra

Umberto Napolitano


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

L'Internationale
(Eugène Pottier)
Ballad of William White
(Willow Macky)
Masters Of War
(Bob Dylan)


[1966]
Testo e musica di Umberto Napolitano
Interpretazione (anche) di Carmen Villani con il titolo "Mille chitarre contro la guerra"

Chitarre contro la guerraMille chitarre contro la guerra

Carmen Villani è nota soprattutto per la sua successiva brillante carriera di cantante nel genere pop-melodico, e poi come attrice nei film sexy anni '70, ma agli inizi era una cantante beat tra le più seguite, sin dal suo primo successo Bada Caterina.

Umberto Napolitano


In questa autentica canzone di protesta propone un testo tra i più espliciti dell'epoca; la guerra contro cui si rivolge è ovviamente la guerra del Vietnam, all'epoca al suo culmine, con la escalation di truppe americane sul territorio indocinese, arrivate sino a mezzo milione di effettivi, i bombardamenti a tappeto sul Vietnam del Nord, zona di influenza russa e quindi non occupabile (a meno di scatenare una guerra termonucleare globale, che comunque rimase costantemente ad un passo), la diserzione in massa dei giovani americani dal servizio militare obbligatorio ed il forte movimento di protesta nel paese.

Nel testo viene citato Bob Dylan, il portabandiera della nuova musica, che non aveva mancato di fare sentire la sua voce con brani come, ad esempio, Masters Of War (i Signori della guerra), e del quale viene citata anche la più celebre canzone Blowin' in the Wind, addirittura riecheggia le canzoni politiche, come l'Internazionale, evocando la unità tra le classi contro la guerra.

Dal punto di vista musicale è un inno beat in up-tempo, cantato a piena voce (e in coro nel ritornello), con continuo sottofondo di chitarre (ovviamente), non manca neanche un breve assolo di chitarra elettrica, in stile primi Yardbirds.

La canzone ebbe un buon piazzamento nel 1966 al Festival delle Rose.

(Da Musica e Memoria, il sito di Alberto Truffi)
Io mi unisco a voi
ragazzi d'oltreoceano
Che con le chitarre combattete

Io mi unisco a voi
Sperando d'esser utile
Con le mie canzoni
Da cantare insieme a voi

Tutti uniti con le chitarre
Le nostre chitarre contro la guerra
Tutti uniti con le chitarre
Le nostre chitarre contro la guerra

Ehi amico Bob
Che canti da laggiù
Le tue canzoni arrivan fino a noi

Ma le parole volano nel vento
Non copre una chitarra
Il tuono dei cannoni

Tutti uniti con le chitarre
Le nostre chitarre contro la guerra
Tutti uniti con le chitarre
Le nostre chitarre contro la guerra

L'operaio in officina
Il muratore nel cantiere
Noi sulle piazze dai facciamoci valere

portiamo fra la gente il pensiero della pace
il pensiero di una vita
che serva a qualche cosa

Tutti uniti con le chitarre
Le nostre chitarre contro la guerra
Tutti uniti con le chitarre
Le nostre chitarre contro la guerra.


Lingua: Italiano

La versione più propriamente interpretata da Carmen Villani
(da Musica e Memoria)
MILLE CHITARRE CONTRO LA GUERRA

Io mi unisco a voi ragazzi d'oltreoceano
che con le chitarre la guerra combattete
io mi unisco a voi sperando di esser utile
con le mie canzoni cantate assieme a voi

E tutti uniti con le chitarre
le nostre chitarre contro la guerra

Ehi amico Bob che canti da laggiù
le tue canzoni arrivan fino a noi
ma le parole volano nel vento
non copre una chitarra il tuono dei cannoni

Ma tutti uniti con le chitarre
le nostre chitarre contro la guerra

L'operaio in officina, il muratore nel cantiere
noi sulle piazze, dai facciamoci valere
portiamo tra la gente il pensiero della pace
il pensiero di una vita che serva a qualche cosa

E tutti uniti con le chitarre
le nostre chitarre contro la guerra

inviata da Riccardo Venturi - 30/1/2007 - 10:55


Una bella canzone per un bel periodo che purtroppo è passato ma che spero ritorni, con maggiore "furore agonistico"

valerio benelli - 24/12/2006 - 09:45


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org