Lingua   

Con la lettera del prete

Ivan Della Mea


Lingua: Italiano (Lombardo Milanese)

Guarda il video

{{video http://www.youtube.com/watch?v=9rpUGG5PFZ4 Carrara, 3 agosto 2009, giornata del festival "fino al cuore della rivolta" dedicata ad Ivan Della Mea.

Cerca altri video su Youtube

Ti può interessare anche...

La fabbrica del tondo
(ZamboNoise)
Dottrina in musica
(Carlo Musi)


Sito scomunicato
idmea
[1965]
Omicron-Della Mea
Dischi del Sole 1045/47
Dischi del Sole mc/36

Ivan della Mea canta per i lavoratori della Richard Ginori in sciopero. Sesto Fiorentino, 22 maggio 2006.
Ivan della Mea canta per i lavoratori della Richard Ginori in sciopero. Sesto Fiorentino, 22 maggio 2006.
Con la lettera del prete
l'è vegnùu chì a Milan
l'è vegnùu per laurà
per fà su quatter danèe

Gira gira e on alter pret
g'ha truàa on bel laur
l'è andàa a fà el murador
per fà su quatter danèe

Dai lavora sei un terrone
dai lavora che tu sei forte
dai a Dio qualche soldo
per comprarti il tuo aldilà.

Il padrone gli disse
"Per accordo con il prete
ti trattengo un tanto al mese
per la chiesa e la carità".

L'è andàa innanz a streng i dent
per tri ann e quatter mes
l'ha fàa su on bel poo de ges
col lavoro e la carità.

Dai lavora sei un terrone
dai lavora che tu sei forte
dai a Dio qualche soldo
per comprarti il tuo aldilà.

L'è cascàa l'alter dì
l'è borlàa dal campanil
l'è restàa lì inciodàa
cont i gamb paralisàa

Con la lettera del prete
l'è tornàa al sò paés
l'è andàa via da Milan
l'è andàa a vivv de carità

Non lavori sei un terrone
con le gambe rotte e morte
con i soldi dati a Dio
hai comprato il tuo aldilà.

Quando suona la santa messa
giù al paese o il mattutino
lui è lì su di un gradino
a cercar la sua carità
lui è lì su di un gradino
a cercar la sua carità.

inviata da Riccardo Venturi - 5/1/2008 - 22:52



Lingua: Italiano

Il testo in italiano:
CON LA LETTERA DEL PRETE

Con la lettera del prete
è venuto qui a Milano
è venuto per lavorare
per fare i suoi quattro soldi

Dai e dai un altro prete
gli ha trovato un bel lavoro
è andato a fare il muratore
per fare i suoi quattro soldi

Dai lavora sei un terrone
dai lavora che tu sei forte
dai a Dio qualche soldo
per comprarti il tuo aldilà.

Il padrone gli disse
"Per accordo con il prete
ti trattengo un tanto al mese
per la chiesa e la carità".

E' andato avanti stringendo i denti
per tre anni e quattro mesi
ha tirato su un bel po' di chiese
col lavoro e la carità.

Dai lavora sei un terrone
dai lavora che tu sei forte
dai a Dio qualche soldo
per comprarti il tuo aldilà.

E' cascato l'altro giorno
è scivolato dal campanile
è restato lì inchiodato
con le gambe paralizzate

Con la lettera del prete
è tornato al suo paese
è andato via da Milano
è andato a vivere di carità

Non lavori sei un terrone
con le gambe rotte e morte
con i soldi dati a Dio
hai comprato il tuo aldilà.

Quando suona la santa messa
giù al paese o il mattutino
lui è lì su di un gradino
a cercar la sua carità
lui è lì su di un gradino
a cercar la sua carità

inviata da Riccardo Venturi - 5/1/2008 - 23:03



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org