Lingua   

Fernand

Jacques Brel


Lingua: Francese


Ti può interessare anche...

L'Air de la Bêtise
(Jacques Brel)
Maria, me porten via
(Enzo Jannacci)
Jacques Brel: Ces Gens-là
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


[1965]
Parole di Jacques Brel
Musica di Jacques Brel e Gérard Jouannest
Nell'album intitolato Ces gens-là

Ces gens-là
(B.B.)
Dire que Fernand est mort
Dire qu'il est mort Fernand
Dire que je suis seul derrière
Dire qu'il est seul devant
Lui dans sa dernière bière
Moi dans mon brouillard
Lui dans son corbillard
Moi dans mon désert
Devant y a qu'un cheval blanc
Derrière y a que moi qui pleure
Dire qu' a même pas de vent
Pour agiter mes fleurs
Moi si j'étais l'Bon Dieu
Je crois qu'j'aurais des remords
Dire que maintenant il pleut
Dire que Fernand est mort

Dire qu'on traverse Paris
Dans le tout p'tit matin
Dire qu'on traverse Paris
Et qu'on dirait Berlin
Toi, toi, toi tu sais pas
Tu dors mais c'est triste à mourir
D'être obligé d'partir
Quand Paris dort encore
Moi je crève d'envie
De réveiller des gens
J't'inventerai une famille
Juste pour ton enterrement
Et puis si j'étais l'Bon Dieu
Je crois que je ne serais pas fier
Je sais on fait ce qu'on peut
Mais il y a la manière

Tu sais je reviendrai
Je reviendrai souvent
Dans ce putain de champ
Où tu dois te reposer
L'été je ferai de l'ombre
On boira du silence
À la santé d'Constance
Qui se fout bien d'ton ombre
Et puis les adultes sont tellement cons
Qu'ils nous feront bien une guerre
Alors je viendrai pour de bon
Dormir dans ton cimetière
Et maintenant bon Dieu
Tu as bien rigolé
Et maintenant bon Dieu
Et maintenant j'vais pleurer

inviata da Manlio Casagrande



Lingua: Italiano

Traduzione di Daniel Montini
FERNAND

Pensare che Fernand è morto
pensare che, è lui, che è morto
pensare che sono solo, dietro a lui
pensare che lui, è solo, lì davanti
lui con in corpo la sua ultima birra
io, nella mia nebbia
lui nel suo carro da morto
io, nel mio deserto
davanti, solo un cavallo bianco
dietro, solo io che piango
e nemmeno un po' di vento
per vedere i miei fiori agitarsi
io, se fossi il buon Dio
penso che avrei dei rimorsi
pensare che ora piove
pensare che Fernand è morto

Pensare che traversiamo Parigi
nel primo mattino
pensare che traversiamo Parigi
e che invece sembra Berlino
tu non lo sai, tu dormi
ma è triste morire
essere obbligati a partire
quando Parigi dorme ancora
io ho una voglia, che mi piglia
di svegliare qualcuno
per inventarti una famiglia
solo per il tuo funerale
e poi se fossi il buon Dio
credo che non ne sarei fiero
lo so, si fa come si puo'
ma c'è modo e modo.

Lo sai, io ritornerò
ritornerò spesso
in questo fottuto campo
in cui è finito il tuo tempo
in estate ti farò un po' d'ombra
berremo silenzio
alla salute di Costanza
che se ne fotte, della tua ombra
poi i grandi sono talmente stupidi
che ci daranno un'altra guerra
allora verrò per davvero
a dormire nel tuo cimitero
e ora buon Dio, fatti due risate
ora buon Dio
ora piango.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org