Lingua   

Carzari Vicaria

anonimo


Lingua: Siciliano


Ti può interessare anche...

Mamà, chi tempu fa a lu paìsi?
(Rosa Balistreri)
L'antenati
(Gian Campione)
Chiudere tutti i C.P.T.
(Il Generale)


Canto vicariota (proveniente, cioè, dal carcere palermitano della Vicaria, poi trasferito all'altrettanto famigerato Ucciardone). Fu raccolto dal folklorista Pietro Favara, e rielaborato dal musicista e cantante popolare Giuseppe (Peppe) Ganduscio, che lo incise nel disco Lu carzaratu ("Il carcerato"). Trovò la sua fama e la sua grande interprete in Rosa Balistreri. Il testo e la traduzione italiana sono tratti da La musica dell'altra Italia.

Rosa Balistreri.
Rosa Balistreri.
Carzari Vicaria, la Favignana,
lu casteddu di Santa Caterina!
Malidittu cu fici a Santu Vitu:
dintra e di fora è di ferru allannatu!
Cu cci havi un frati e cu cci havi un maritu,
'nni ddu misiru locu scunsulatu.
Lu carzaratu ca la notti 'un dormi
pensa a la libirtà, mori e s'addanna.

inviata da Riccardo Venturi - 24/5/2007 - 14:44



Lingua: Italiano

Traduzione italiana:
CARCERE VICARIA

Carcere Vicaria, la Favignana
il castello di Santa Caterina!
Maledetto chi ha costruito San Vito:
dentro e fuori è rivestito di lamiera:
chi vi ha un fratello e chi un marito
in quel misero luogo sconsolato.
Il carcerato che la notte non dorme
pensa alla libertà, muore e si danna.

inviata da Riccardo Venturi - 24/5/2007 - 14:45


Versione dei Milagro Acustico in "Rosa del Sud" [2015]

16/9/2015 - 13:56


anche se certi video non vanno , artri volano menomale.
beia assai

Krzysiek - 17/9/2015 - 23:40



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org