Lingua   

Don Matteo

Malnàtt
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Le mea culpa des dieux
(Jean-Claude Ridolce)
Juifs Arabes
(Philippe Katerine)
Telefono Azzurro (051/222525)
(Fabio Concato)


[2012]
Parole di Pu
Musica di Malnàtt
Nell'album “Principia Discordia” della band folk black metal bolognese (da non confondersi con gli omonimi fascisti skinhead di Milano)

Principia Discordia

Ancora in questi giorni siamo costretti a leggere di vecchie e nuove atrocità praticate da rappresentanti della Chiesa cattolica.

Nelle scorse settimane a Tuam, contea di Galway, nella verde Irlanda, è stata ritrovata una fossa comune con i resti di circa 800 bambini, da pochi mesi fino a tre anni di età. L'agghiacciante sepoltura si trova in una proprietà che fino ai primi anni 60 ospitò una “Casa Magdalene”, o “Casa del Buon Soccorso”, una delle tante istituzioni religiose che nella cattolicissima Irlanda si sono “prese cura” in passato delle ragazze madri (rese spesso madri giovani e sole dalla violenza dei maschi e dall'abbandono da parte di famiglie e comunità) e dei loro bambini. Quello di Tuam è stato un vero e proprio lager e che i bimbi illegittimi vi sparissero (per malattie curabili, malnutrizione, incuria) non è mai stato un segreto, tant'è che da tempo una piccola lapida ricorda che lì c'è un luogo di sepoltura. Ma solo la tenacia di una storica dilettante del posto, Catherine Corless, che ha combattuto per anni contro indifferenza ed ostilità (e ovviamente senza alcun aiuto da parte della Chiesa locale), ha portato a rivelare al mondo quella mostruosità nella sua reale portata.



Mary Collins, irlandese, vittima da bambina di un prete pedofilo, era stata nominata dal Papa nella Pontificia commissione per la tutela dei minori: si è dimessa nei giorni scorsi denunciando la resistenza e la mancanza di collaborazione di alcuni membri della Curia vaticana e in particolare della Congregazione per la Dottrina della Fede, il dicastero incaricato dei dossier sui preti pedofili.

E le cronache quasi quotidianamente riferiscono della scoperta di nuovi casi di abusi su bambini di cui si sono resi protagonisti rappresentanti della Chiesa cattolica...
Il mio orecchio è quello di Dio,
nei miei occhi solo sante visioni,
nelle mani ho l'assoluzione,
nelle mani ho una parte di te.
Nell'oscurità del confessionale
i tuoi segreti diventano miei,
i tuoi peccati sono la luce
nelle tenebre dentro di me.

Lasciate i fanciulli che vengano a me,
lasciate che io venga sui fanciulli.
Lasciate i fanciulli che vengano a me,
lasciate che io venga nei fanciulli.

Sei il fiore della giovinezza
e adesso io vorrei coglierti,
chiudi la mano sul mio gambo
apri i petali per accogliermi.
Inginocchiati sotto alla panca:
ti renderò una voce bianca,
il nostro amore è una malattia
chiamala se vuoi pederastia.

Lasciate i fanciulli che vengano a me,
lasciate che io venga sui fanciulli.
Lasciate i fanciulli che vengano a me,
lasciate che io venga nei fanciulli.
Don Matteo!

Lasciate i fanciulli che vengano a me,
lasciate che io venga sui fanciulli.
Lasciate i fanciulli che vengano a me,
lasciate che io venga nei fanciulli.
Cum'on!

inviata da Bernart Bartleby - 6/3/2017 - 10:42



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org