Lingua   

Canto per Sarajevo

Renato Casti
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Two Years And One Song Later
(Aus Rotten)
Un canto per la pace
(Renato Casti)
L'angelo di Kabul
(Renato Casti)


(B. Conti – R. Casti – G. Rigo)
Una canzone per Sarajevo una spina nel cuore,
una bomba che cade proprio in mezzo alla gente
il contrario di amore.
Noi che siamo un po' più lontani
ne sentiamo il rumore
solamente dall’eco dei mass-media che stanno
sempre pronti a colpire...

Ah Sarajevo dove sei, Sarajevo?...
gli orizzonti sono senza gloria
e le micce accese non si spengono mai.
Quante mamme piangeranno ancora
per quel figlio che mai più ritornerà.

Ah Sarajevo, dove sei Sarajevo?...

( Bambini perduti per sempre nei fiori di altre città,
luci di speranze sempre accese,
questa guerra un giorno o l’altro finirà
e l’arcobaleno della pace apparirà nel cielo...)

È la guerra, la guerra, la guerra
che cammina nei nostri giardini,
aquiloni lasciati cadere senza vento e senza bandiere
Sarajevo, ad un passo da qui,
Sarajevo io canto per te...
Sarajevo, Sarajevo, Sarajevo io prego per te.

È la guerra, la guerra, la guerra
che cammina nei nostri destini,
carrarmati, soldati e bambini,
quanta rabbia urlata nel vento
di...Sarajevo, Sarajevo,
Sarajevo io canto per te
Sarajevo, Sarajevo. Sarajevo...
per chi non tornerà.

inviata da Renato Casti - 1/3/2007 - 14:07



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org